Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 530 msec - Sono state trovate 8438 voci

La ricerca è stata rilevata in 38606 forme, per un totale di 30168 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
38606 0 38606 forme
30168 0 30168 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
IO.
Apri Voce completa

pag.1216



2) id: 1f3a30e6586d4f2383fd519ac8dcc367)
Esempio: Martin. G. B. Stor. Music. 2, 249: Il Jobacco cantavasi nelle feste e sacrificj di Bacco, ripetendo la sillaba io, io, io e il nome Bacco, Bacco, Bacco.


3) id: cef2297a1bdb4b3580ded176013aecb7)
Esempio: Giambull. P. F. Appar. 40: Vien dunque, o dolce Dio, Vien Imeneo, o Imeneo, Io.
2) Dizion. 5° Ed. .
GHERMIRE.
Apri Voce completa

pag.176



1) id: 879b87880d6e4629bd47e4ce8320e5ae)
Esempio: Rim. Ant. P. Gio. Serz. 4, 296: Io son ghermito, Franco, dalle gotte Venute per far cose di soperchio.
3) Dizion. 5° Ed. .
I'. –
Apri Voce completa

pag.1



1) id: b775eaf1cc5147fba7ca68e6cebc00fa)
4) Dizion. 5° Ed. .
ARMEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.689



1) id: 3480776288114d0b867010bfacb6c540)
Esempio: Bellin. Disc. anat. 1, 149: Non solamente io armeggio in realtà, ma io arpico, io fantastico, io arzigogolo.
5) Dizion. 5° Ed. .
AMOROSA
Apri Voce completa

pag.469



1) id: 8b5b65ff8e2d4d0fb558ec7e68b8c77f)
Esempio: Rim. ant. F. Pagan. Serz. 2, 209: Piangendo gli occhi miei Mi bagnano lo viso, Perchè diviso son dell'amorosa.
6) Dizion. 5° Ed. .
ASTRAZIONE.
Apri Voce completa

pag.803



1) id: f5f57011da0f4ca3bdcffca1fb5c364d)
Esempio: Belc. F. Laud. 1: Io intendo sanza astrazione, Io conferisco sanza successione, Io contemplo sanza salimento.
7) Dizion. 5° Ed. .
EGOISTA.
Apri Voce completa

pag.66



1) id: 6153e5eab66f40d5b76b5b928527808f)
Esempio: Capp. Econ. 835: Quando io dico egoista, io dico pensator corto.
8) Dizion. 5° Ed. .
IO, e per apocope I'.
Apri Voce completa

pag.1215



2) id: c0e80d1b27e54a8688ca6f9cc5bfd1df)
Definiz: § II. Io, si rafforza coi pronomi Io Medesimo e Io Stesso. –


3) id: c69c02951e444809a585645ccd342343)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 115: Io v'enterrò dentro, io.


4) id: 0ea5b9516800419686342436bace65be)
Esempio: Passav. Specch. Penit. 61: Io ricco, io sano, io bella donna, assai figliuoli, grande famiglia.


5) id: 60acc3f522e64281903ad5b4dac6d481)
Esempio: Dant. Inf. 1, Ed io a lui: Poeta, io ti richieggio ec.


6) id: fcbe670026f24cdda224f603a18a956e)
Definiz: § XII. Io, si usa come nome, nelle frasi Quell'io, Un altro io. –


7) id: 91510ca10fd2445da5f7deacb72ad1fe)
Esempio: E Manz. Prom. Spos. 326: Io fare il diavolo! Io ammazzare tutti i signori! Un fascio di lettere, io!


8) id: 309b77393f694dadbba337b86afc74f6)
Esempio: E Bocc. Decam. 3, 130: Io non so perchè io non mi prendo questo buon tempo mentre che io posso.


9) id: 6c79121831234a1e8f56719f9b719043)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 29: Ci penserò io, rispose, brontolando, don Abbondio: sicuro; io ci penserò, io ci ho da pensare.


10) id: 6b0d0b0e8d964b169bd26fe5e1799f6a)
Esempio: Grazz. Comm. 454: Tu di' che, dalli anni in fuora, io sarò io.


11) id: 6e79f4e320904f898b4a1207fdba0bbc)
Esempio: Giord. Op. 1, 184: Io liberamente confesso che io amo la conservazione degli edificj.


12) id: 04526677659f4fb1b034d2f6139a193c)
Definiz: § X. Pure ellitticamente usato dopo Non io, rispondendo a una domanda, per Io no. –


13) id: c41e70e2fb064d7b819e5d366c5ab22c)
Esempio: E Pulc. L. Morg. 20, 41: Io il gitterò ben io, se tu nol getti.


14) id: 624d998f2b1b4c4abd7f9c36517dfc2a)
Esempio: E Passav. Specch. Penit. 139: Io sono apostata della religione: io rubatore di strade: io micidiale di molti uomini; io arse molte case: io sforzatore di moglie e di figliuole d'altrui, e altri mali assai ho fatto nella vita mia.


15) id: cfdc907720c949edbbc46db6b1e51edf)
Definiz: § VII. Io, si adopera anche come predicato dopo i verbi Essere io, Parere io, e simili; e in tale ufficio talvolta corrisponde a Me. –


16) id: 789c17eca87548e8aa9024bf8211f17c)
Esempio: Machiav. Comm. 80: Io ho tanta voglia d'aver figliuoli, che io son per fare ogni cosa.


17) id: 9c89b3b75f3f446080be4a7485b517e8)
Esempio: E Gell. Sport. 3, 7: Io vorrei che voi dicessi a questo fattore com'io son io.


18) id: 60b401671de24f4dbf50e231fd28ce02)
Esempio: Cecch. Ass. 5, 6: Ha' mi tu veduto entrare in casa persona? G. Non io, non io, madonna, no.


19) id: 60a07630a60f4bc8b14b3c21d88051a3)
Esempio: E Dant. Inf. 32: Del contrario ho io brama.


20) id: 8e8836d697f244da80b7413eb512f789)
Esempio: Manett. A. Op. stor. 52: I' m'intendo bene, io.


21) id: b335d057a2254772938e0c38c3f9829e)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 128: Io per me ne godo.


22) id: 1159a45aeaeb4a41bc1872d249610447)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 102: In quanto al mio onore, ha da sapere che il custode ne son io, e io solo.


23) id: e84e5c8ad64b40fa920f086f9a159275)
Esempio: Nard. Riv. fel. Prol.: La fama non son io, Benchè a lei mi assomigli, Ch'essa non ha li artigli, Come io.


24) id: d814675d10294466b1040f9075ecb283)
Esempio: Bemb. Pros. 122: Io eziandio i' si disse nel verso.


25) id: 6ff9ee21177440c1812c27c21795db0d)
Esempio: Dant. Inf. 4: E di questi cotai son io medesmo.


26) id: 50d5c44e8ee94d969cb31cb205ad98a0)
Esempio: Fr. Giord. Pred. 201: La mano mia non è io.


27) id: 9ed3a8a1eaad479ea5b2d87028fbdb24)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 5: M'incaricò (il padre Fabbri) non che io vi salutassi, che io vi adorassi come le cose sacrosante.


28) id: 9d8cc859c9c547a9a993e618de9076f7)
Esempio: Machiav. Comm. 141: Io per me la torrei per moglie, per amica, e in tutti quei modi che io la potessi avere.


29) id: db03922787a143bfbcb884adc749130f)
Esempio: E Nell. Iac. Vecch. 1, 13: Che vi perdete d'animo per questo? Str. Io sì, vedi, perchè.... Serp. E io punto nè poco.


30) id: 62b5fafa0535467aa047e8f288d8c59a)
Esempio: Niccol. Poes. 2, 12: Un magistrato io lodo Che ci salvò.


31) id: d308939b8b1749719fc639bb4daf62a4)
Esempio: Pulc. L. Morg. 17, 87: Sappi ch'io l'uccisi io, santa Corona.


32) id: 1f2e8bef17994907a8713ed13bb22959)
Esempio: E Bocc. Amet. 132: Vidi il pallido giovane.... ferito siccome io.


33) id: fd520ab81c094d32a4bb9fc1f6d64020)
Esempio: Guadagn. Poes. 2, 326: Io paura? non siam mica in Turchia!


34) id: 478827e42aa14e97b8339d74205b439b)
Esempio: Firenz. Comm. 1, 414: Aspetti tu lo Sparecchia? L. Non io.


35) id: 54794edf45184448b4f908db94088623)
Esempio: Fr. Bart. Amm. ant. volg. 303: L'amico è un altro io.


36) id: da307d218b4a42dcb4dce5d27bf75154)
Definiz: § XXXVIII. Poffar io, si trova per evitare il modo irriverente Poffardio. –


37) id: 87e832db05164f488bbdc835d247f906)
Esempio: Gell. Capr. Bott. 12: Sogno io, o no? Varch. Suoc. 3, 1: Almeno, fussi io affogato in quella tempesta che noi avemmo sì grande.


38) id: caffe70ab69f4826b2108086c6363df6)
Definiz: § XXXIII. Io per me, ed anche solo Per me, vale lo stesso che Quanto a me, Per quanto riguarda me, Io in particolare, e simili. –


39) id: 5ce88dc8975b4070acff5d1c06d3b12b)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. 92: Io imaginava di guardare verso il cielo.


40) id: eff42858c8304750ab35b1e99a49d823)
Esempio: Bocc. Decam. 3, 93: Perchè questo cruccio, messere? ho io crucifisso Cristo?


41) id: 06068f974f594302aeea0c404b3a34fd)
Esempio: Manett. A. Op. stor. 20: Oh! questo non arei io mai creduto.


42) id: 5bdfd7dbadff493f8a18d77070c97322)
Esempio: Gell. Capr. Bott. 20: Adunque sapendolo tu, tu sei anche tu io.


43) id: f986ee4a8e6942b881d5d25d855a3d99)
Esempio: Car. Rim. 16: Miravan elle (le Ninfe) il pargoletto (Amore): io loro.


44) id: 7a6dbb7204424368b9070b4be86cb3f1)
Esempio: E Alf. Trag. 2, 316: Mai non perdoni tu? L'error ch'io feci Mio mal grado, il san tutti, io solo il posso Forse emendare; io, sì.


45) id: bc610464627f4ac7b9446b950454203e)
Esempio: Alf. Trag. 1, 3: Desio, timor, dubbia ed iniqua speme, Fuor del mio petto omai. Consorte infida Io di Filippo, di Filippo il figlio Oso amar, io?


46) id: 841d28444f814375ad229e6349caa714)
Esempio: Petr. Rim. 1, 31: Io, perchè d'altra vista non m'appago, Stetti a mirarla.


47) id: 47374a8dbfb0408fb6eb12d4e66679de)
Esempio: Dant. Inf. 22: Malizioso son io troppo, Quando procuro a' miei maggior tristizia.


48) id: 3b48d490478c4c9191b06471dc4976cf)
Esempio: Nov. ant. B. 29: Altre donne, che non sono così belle, come io.


49) id: a7ae166ce4de4e729bbacd845215e1e7)
Esempio: Gell. Capr. Bott. 19: Domattina.... io mi ritirerò, come ora, in me medesima.


50) id: ac783f6805ac4dce8f134604ea48d451)
Esempio: E Bocc. Decam. 8, 90: Oimè, cattiva me, vedi quel che io faceva!


51) id: 737c5f0f00fc44d1a3035568250998ac)
Esempio: E Bocc. Decam. 3, 90: Io per me non intendo di più comportargliene.


52) id: 26397616f55d4697b992132d1d02042d)
Esempio: Forteguerr. Ricciard. 27, 25: Io m'apparecchio A far qualche bel colpo, e i' non son io,... se non resta il mostro fiero Piagato a morte, o morto daddovero.


53) id: b21da5d79ada442da7c8e72afd43e836)
Esempio: Red. Lett. 1, 316: Se il padre Atanasio tratterà meco con quegli stessi termini civili, co' quali ho trattato io con esso lui, io non avrò di che rammaricarmi.


54) id: 211c8fc0a8a64f5890c3ed342dc90f75)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 444: Io non mi curo di sapere i fatti degli altri.


55) id: 98b16ed9ca6c4398a9afcef39697d1f1)
Esempio: E Dant. Parad. 1: Nel ciel che più della sua luce prende Fu' io.


56) id: 8845024a94334c59b7a88dda5759d581)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 121: Io qui senza di voi, e lui a casa del....


57) id: e7ef238a9d104cec9ea3a770ac60163a)
Esempio: E Bocc. Decam. 7, 231: Vollono lasciare a me solo che io leggessi ec.


58) id: 525fecb3ae73489ab01059bbacaac784)
Esempio: Bocc. Decam. 3, 72: Per le quali cose io più che me stessa l'amo.


59) id: 037f79e148854dde95dd4d3ca2722ec4)
Esempio: Leopard. Pros. 2, 81: Io per me.... rido del genere umano innamorato della vita.


60) id: 4a757766a7d4486894158cb875532690)
Esempio: Nell. lac. Mogl. 1, 9: Eh, io, in quanto a me, non ci replico.


61) id: e144a745c24647688514bb87f29d1009)
Esempio: Pass. G. Cr. 226: Omè, o dolce figliuol mio, Morto t'ho in braccio dolorosa io!


62) id: ac907f6076b04b5f95053fca39eea74a)
Esempio: Bocc. Decam. 1, 89: Voi potete, così come io, molte volte avere udito, che ec.


63) id: 82192bbb676a4dde818ecd0620b16921)
Esempio: Manett. A. Op. stor. 50: Dich'io: Non mi vedesti tu iersera? Dice colui: Non io.


64) id: d6501b540643441cb50557787b2a750d)
Esempio: Giust. Vers. 254: Io, di me stesso diffidando, poso Dal metro audace, e rimango pensoso.


65) id: 1c46c07cb141404cbba03425097352ef)
Esempio: Gell. Capr. Bott. 20: Questo so io, che non lo sa persona altri che me.


66) id: 2a8ce193f1764590b2f802417e6d3181)
Esempio: E Bocc. Decam.5, 203: Io non so s'io mi dica che sia accidental vizio ec.


67) id: ccc569c3387242698b7e94f1122d7ca7)
Esempio: Cecch. Ass. 2, 8: Che ha' tu a far costà? G. I' non lo so, io.


68) id: b62ed18745534f8498b4e28621c833af)
Esempio: Varch. Lez. Pros. var. 2, 256: Non se ne truova nessun altro da io in fuori.


69) id: 09d31023b0514757bed99b96b20ab3c2)
Esempio: E Bocc. Decam.3, 171: La qual morte io ho tanto pianta, quanto dolente a me.


70) id: d9f490e82fd94d21bc9569fb8f718dd1)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 328: Del mio onore non intendo io che persona.... sia più di me tenera.


71) id: 24dafdc07d9547298d5ae74f167f134f)
Esempio: Nell. Iac. Serv. padr. 2, 8: La mia intenzione era di far io questo personaggio in commedia.


72) id: 1de04e9e9331499db5c285ed2768e520)
Definiz: § IX. Io, per figura d'ellissi, lascia spesso sottintendere il verbo dopo di sè, anche di modo Infinito. –


73) id: c8b092a1b7c548e79f0ac626492ccccf)
Esempio: Cecch. Comm. ined. 91: Io per me mi voglio andare Con Dio, innanzi ch'il romor si lievi.


74) id: 7a4db14965714a35889cbacbc9e94f23)
Esempio: Capp. Longob. 127: Come dottrina generale.... io per me non la intesi mai quella sentenza del Machiavelli.


75) id: c157aa8ef42b451cb2d0cbdec02d588b)
Esempio: Ar. Orl. fur. 1, 1: Le donne, i cavallier, l'arme, gli amori, Le cortesie, l'audaci imprese io canto.


76) id: 3747b644180840d5a17a0bb8ae2610aa)
Esempio: Dant. Parad. 8: S'io fossi giù stato, io ti mostrava Di mio amor più oltre che le fronde.


77) id: ea9facbee5ea4ed8a1553689b0548385)
Esempio: Nell. Iac. Serv. padr. 2, 15: Chi mi ha dato dell'impertinente..., se non tu? B. Io? Eccoti l'altra!


78) id: 994cb769508b4781a2bb0ea5358f760d)
Esempio: Leopard. Pros. 2, 76: A quale di cotesti vent'anni vorreste che somigliasse l'anno venturo? V. Io? Non saprei.


79) id: 26784037acc245faa5658f35c5d78eb6)
Definiz: § XI. Io, trovasi talvolta adoprato come oggetto, ed anche come compimento indiretto, costruito con preposizioni, invece di Me. –


80) id: ff691db3563b447aa8c222b571d09693)
Esempio: Bocc. Decam. 3, 140: Io, misera me, già sono otto anni, t'ho più che la mia vita amato.


81) id: 68decf785ae54d42bcf7124e71d4e6dc)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 189: Io per me non mi posso persuadere che.... intendano l'equità per altra via.


82) id: 0f513e073ee1413493c29c1b361dc065)
Esempio: Guicc. Stor. 1, 2: Ma le calamità d'Italia, acciocchè io faccia noto quale fosse allora lo stato suo ec.


83) id: 25382d0e0abc444a96b9c54d0cc60734)
Esempio: Ar. Orl. fur. 23, 7: L'ira, dicea, m'ha dal mio amor disgiunta: Almen ci avessi io posta alcuna mira.


84) id: a1232e76ac064bc6acfb637800342764)
Esempio: E Nard.Amic. 4, 4: Puossi trovare un uom sotto la luna Che come io vadi voluntario a morte?


85) id: 10ac73479f1046abbe24561783d5961d)
Esempio: Bocc. Ninf. Fiesol. 142: Da io in fuor, nessuna non sapea Questo peccato, chè a me sola il disse.


86) id: 4059730b44b84262a2c8f34fc39e135d)
Esempio: Panciat. Scritt. var. 56: In quanto a io, non son cotto spolpato: Non può cuocere il vino ch'è diacciato.


87) id: 323e01a9f7954d7389777bc09fefecb5)
Esempio: E Bocc. Decam. 7, 138: Io avea giurato di mai nè per me, nè per altrui, d'adoperarla (la negromanzia).


88) id: 1125c895bac145c79a047302cca646b2)
Esempio: E Gell. Capr. Bott. 122: Sono solamente atta a imparare mediante un certo lume che io ho in me.


89) id: 0f91e868caee4cb5b1d26e605ddb990b)
Esempio: Gell. Capr. Bott. 11: Orsù, meschinella a me, io posso ora mai promettermi di non aver avere mai riposo.


90) id: fd79553041494de0ae8d9fad7dea1270)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: fd79553041494de0ae8d9fad7dea1270


91) id: 933aee0ab96b4660a79df4293471a38b)
Esempio: E Buomm. Ling. tosc. 191: Io e Tu variano i casi solo nel singulare, perchè ne' plurali non son dissimili.


92) id: 44be4bb9d95d45be933439020c1a3194)
Esempio: Lambr. Elog. 4: Quando io leggo le storie fiorentine, mi sento compreso di riverenza e di meraviglia al vedere ec.


93) id: 076eebef16d74fa3b825c55e1bf10e8e)
Definiz: § VIII. Io, talvolta è usato anche dopo la particella Come, e simili, in proposizioni comparative, dove più comunemente dicesi Me. –


94) id: c315a216c1544e5bb97378296688aa3c)
Esempio: S. Cater. Lett. 2, 469: Io godo ed esulto in me della buona fortezza che infin a qui avete avuto.


95) id: dce8e5b526c84ae1a75f77346a7d6adc)
Esempio: E Petr. Rim.2, 256: Io per me prego il mio acerbo dolore, Non sian da lui le lagrime contese.


96) id: f19662379abd4f47a2e862fe9633dff1)
Esempio: Guicc. Op. ined. 10, 85: Essendosi cimentata la elezione più volte, finalmente a dì 17 di ottobre 1511 fui eletto io.


97) id: b19f5dabfa7a4efbb23969336f531c49)
Esempio: Leopard. Pros. 2, 36: Son solito e pronto a eleggere di patire piuttosto io, che esser cagione di patimento agli altri.


98) id: 80673f4c1d894dc4a4d287568bec6f0b)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 80673f4c1d894dc4a4d287568bec6f0b


99) id: 0ae8150a4a3c4f8390b02de496345cdb)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 301: Signor mio, io sono la misera sventurata Zinevra, sei anni andata tapinando in forma d'uom per lo mondo.


100) id: 0f3217cd8a634af09093603babcbd6bc)
Esempio: Bocc. Decam. 1, 132: Disse allora il frate: figliuol mio, cotesta è buona ira; nè io per me te ne saprei penitenzia imporre.


101) id: c84a2b2d36b84236bfe41688bbd78815)
Esempio: E Bocc. Decam. 4, 7: Se già, non essendo io ancora al terzo della mia fatica venuto, essi sono molti e molto presumono ec.


102) id: 9182a93e09794c0c9eeb72afb4b4502f)
Esempio: Bocc. Decam. 4, 77: Vegnendo egli a me, ed io avendogli fatta la vostra ambasciata, egli ne portò subitamente l'anima mia tra tanti fiori ec.


103) id: 1997593a1e7c4958b0d6040f638b9029)
Esempio: Varch. Lez. Verb. 1, 48: Non so io per me qual cosa, o maggiore, o migliore vi si possa dentro, o vi si debba, disiderare.


104) id: 09b2ab54313243a5b8639355a388380e)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 09b2ab54313243a5b8639355a388380e


105) id: 12ab1696406f4269b7d1583e0252c84d)
Esempio: Bocc. Decam. 4, 16: Dicono adunque..., o giovani donne,... che voi troppo piacete a me. Le quali cose io apertissimamente confesso, cioè che voi mi piacete.


106) id: 052ebe0ca0f747ea9f62c2f93dce6a4d)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 052ebe0ca0f747ea9f62c2f93dce6a4d


107) id: 5a9199fd6f4f405daa96ce2cd0d4f48d)
Esempio: Cecch. Ass. 2, 6: O, i' non starei con voi, se voi mi pagassi a doppio. M. E io non vi terrei, se voi mi pagaste me.


108) id: ed89e69addf4410781762a2ebe53e28c)
Esempio: Leggend. SS. M. 3, 86: Non arei veduto cogli occhi miei cotanta crudeltà commettere nella persona tua, io non potendone aiutare nè in piccole cose nè in grandi.


109) id: 1d5b757fd6774b74813aadcec5b6e03d)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 8: Io son qui con uno che, per avere il mio nome, vuole esser me in ogni cosa, o più tosto ch'io sia lui.


110) id: 7f88ad9b294a486ea380977b3b71fd9d)
Esempio: Fag. Rim. 3, 205: Pur fate a vostro modo: in quanto a io Al più starò a legger le gazzette, Per saper chi la vince, o chi va a Scio.


111) id: 6054f6035a4f4f5bb9f2c4e0f15beb93)
Esempio: Buomm. Ling. tosc. 186: Il pronome ha distinte le persone con varietà di caratteri; ma ciò avviene in due sole voci Io e Tu; delle quali l'una è prima, l'altra è seconda.


112) id: a763f402ae984946b954a7c753867767)
Definiz: § III. Io, sia nelle proposizioni interrogative, ammirative, e simili, sia in costrutto con un gerundio o participio, e specialmente in proposizione assoluta, si suole comunemente porre dopo il verbo di cui è soggetto, o dopo il participio. E se il tempo del verbo sia composto, o se il verbo regga un Infinito, allora Io ordinariamente si frappone tra le due voci componenti quel dato tempo, o prima dell'Infinito. –


113) id: e1ee029e0cb14486892886b811cf7d5c)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: e1ee029e0cb14486892886b811cf7d5c


114) id: 4fa19c7975af44faa628284df2d06182)
Definiz: § XIII. Io, pure usato come nome, è Term. dei Filosofi, e vale L'uomo interiore, in quanto ha coscienza di sè, distinta dagli oggetti esteriori e da' suoi proprj atti, qualità ed accidenti, La persona dell'uomo, La persona umana. –


115) id: 89e8cc819868411e82c35752b05c3014)
Esempio: E Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 217: E io medesimo ne provai questo, che andando me insieme con lui e col beato Albano in Sciti, lo quale era di lungi ben quaranta miglia, non mangiò nè bevve.
9) Dizion. 5° Ed. .
ME, pronome. –
Apri Voce completa

pag.1



1) id: 7377bdf7b2eb4af6b674d390d49c8f6e)
10) Dizion. 5° Ed. .
ACCOMPAGNARE.
Apri Voce completa

pag.121



1) id: 7cdaf31e3bcd49e4b85a28b6d14c6644)
Esempio: Ar. Orl. fur. 14, 54: Assai da me fia accompagnata; Io mastro, io balia, io le sarò sergente.


2) id: cf6efe55fd8248fbba47ba0038ae9040)
Esempio: E Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 140: Or mangia, pregotene; ed io per tuo amore t'accompagnerò.


3) id: fe1bd4e2c8574db6ac3ee31304d95b9b)
Esempio: Cavalier. Specch. ust. 94: Io non credo.... nè meno questo, mentre alla materia non s'accompagni la figura.


4) id: 7a2e6ee1fb0541ff80be8c126d18d784)
Esempio: Chiabr. Firenz. 82: Poi che 'n corso valor non vi disgiunse, Ch'oggi nei premj io v'accompagni è degno.
11) Dizion. 5° Ed. .
CONCEDERE.
Apri Voce completa

pag.314



1) id: 74f8408ea41e4500b7507bb646ae5a4f)
Esempio: Dant. Inf. 2: Ma io perchè venirvi? o chi 'l concede? Io non Enea, io non Paolo sono.


2) id: b99cd4f097ae4efd9e093ffcfaee31a2)
Esempio: Ovid. Pist. 12: Io concedetti che 'l tuo lato s'accostasse col mio.


3) id: 5b2bead3c5f04667ad71221549ff0872)
Esempio: Viv. Disc. Arn. 9: Io che non voglio contendere, gli concedo per ora ed ammetto ciò ch'ei mi adduce.


4) id: 0d6126c53cdd422ab54dd610065788e6)
Esempio: Red. Lett. 3, 183: Mentre si avvicina il natalizio di V. A. Serenissima, io prego Iddio benedetto, che voglia concederle ogni bramata felicità, con lunghezza di giorni.
12) Dizion. 5° Ed. .
AFFOLLARE.
Apri Voce completa

pag.271



1) id: 3965e68f7e494201a59da4def4c1232a)
Esempio: Buonarr. Fier. 2, 1, 14: Orsù io vi dirò. C. Sì dite. F. Io dico, io dico, io dico. C. Parlate a bell'agio, Non v'affollate.
13) Dizion. 5° Ed. .
MITOLOGIA
Apri Voce completa

pag.384



1) id: 2bb7ec5164734175a5c1eb98b150a1a1)
Esempio: Guadagn. Poes. 2, 10: Io (Nettuno) nume, io re della mitologia, ec.
14) Dizion. 5° Ed. .
INVECCHIARE.
Apri Voce completa

pag.1158



1) id: d333babb29a541978f6ed574c62144db)
Esempio: Nov. ant. B. 19: Ora m'avveggio io bene che io sono invecchiato.


2) id: 735b242d059a47c89eba4852932cbece)
Esempio: Petr. Rim. 1, 208: Or sia che può: già sol io non invecchio.
15) Dizion. 5° Ed. .
INCORATO.
Apri Voce completa

pag.506



1) id: b6eee39fcea7476abca7ceafb4c8d3ba)
Esempio: Nov. Ant. B. 78: Io fu' incorato di recare pesche; che se io l'avessi recate, io sare' ora cieco.
16) Dizion. 5° Ed. .
GIOIELLIERE.
Apri Voce completa

pag.236



1) id: 5faba485c94340b6a5f218ea7fc9e149)
Esempio: Libr. Mott. P. N.: Se io mi conoscessi di pietre preziose, come io fo d'uomini, io sarei buon gioielliere.


2) id: b900770ec591452489be867accc8e485)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 377: Io udi' dire.... al Papa, parlando con uno gioielliere a tavola e col maestro delle cerimonie, che non voleva spendere più un baioco nè in pietre picole nè in grosse.
17) Dizion. 5° Ed. .
LAGGIÙ e poeticam$. LAGGIUSO, che talora scrivonsi anche disgiuntamente LÀ GIÙ e LÀ GIUSO.
Apri Voce completa

pag.35



1) id: 3b1e2c6f732e471e928f6fc57022af7b)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 103: Io non so a che io mi tegno, che io non vegna laggiù, e deati tante bastonate, quanto io ti veggia muovere.
18) Dizion. 5° Ed. .
CONDUCENTE.
Apri Voce completa

pag.388



1) id: c79ac86efbf34bbfa7cffd2904412ee7)
Esempio: Ottim. Comm. Dant. 3, 36: Se io ho cotale ingegno, se io ho cotale addottrinante, se io ho cotale conducente, se io ho cotali dirizzamenti, che io posso sicuramente mettermi per questo mare.
19) Dizion. 5° Ed. .
CAREGGIATO
Apri Voce completa

pag.568



1) id: 9b3f641dea0648e7a267711b9f26c8f7)
Esempio: Passav. Specch. Penit. 48: Io ricco, io sano, io bella donna, assai figliuoli, grande famiglia....; riverito, careggiato da tutta gente.
20) Dizion. 5° Ed. .
INTENTO.
Apri Voce completa

pag.1013



1) id: 4b4cfb553cff49648e2a7023a2cdb6f7)
Esempio: Varch. Sen. Benef. 100: Io ho.... l'intento mio e quello che io desiderai.


2) id: c96a7473d4e14776b090ac0cf5331af7)
Esempio: E But. Comm. Dant. 2, 445: Con pena; cioè con fatica, Da lei avrei mio intento, cioè mia intenzione io Dante, rivolto.


3) id: 1a4cbfb1bd5546b8a0047cac4a6fcbf7)
Esempio: Viv. Disc. Arn. 9: Or io, che non voglio contendere, gli concedo per ora ed ammetto ciò ch'ei mi adduce; ma tutto questo suo detto prova appunto l'intento mio.


4) id: f9522dd8de9e4af18ca224da2c6bfc0e)
Esempio: But. Comm. Dant. 3, 584: E però dice che li occhi suoi, cioè la ragione e lo intelletto suo, s'erano fermati al volto: cioè a la voluntà di Beatrice innanti che volesse andare più oltra: e non solamente li occhi; ma ancora la intenzione che io aveva della materia, e però dice: e l'animo; cioè mio di me Dante, con essi; cioè insieme coi miei occhi, Da ogni altro intento; cioè da ogni altra intenzione, s'era tolto; cioè s'era levato e dato a la materia che dovea seguitare.