Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 1576 msec - Sono state trovate 36453 voci

La ricerca è stata rilevata in 505267 forme, per un totale di 468814 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
505267 0 505267 forme
468814 0 468814 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
80) Dizion. 5° Ed. .
INDIGENTE.
Apri Voce completa

pag.574



1) id: ea33fcef7ddd4c55baeba15c30c17908)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 207: Dato che ebbe tutta la sua parte per diversi monasterj, e religiose e indigenti persone, imparoe ec.


2) id: 071e5e233c464931a18bad9bf92cf438)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 80 var.: Riservavano queste cose in futuro..., e non le comunicavano agl'indigenti.


3) id: 2bd3e5e41bb44bf4a97c3697f11f949b)
Esempio: E Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 83: Per poter meglio investigare li più indigenti della terra, pregarono li dispensatori di quella chiesa che gli accompagnassono.


4) id: 13cf917cb49a47ce90a8a14f3dd981c5)
Definiz: § I. E per Mancante, Che ha difetto, di checchessia. –


5) id: 165d527246d8405fb235cca25fd578a8)
Esempio: E Bocc. Filoc. 1, 33: Quando prima agli occhi miei.... questa gente.... corse, incontanente pensando il luogo dove noi siamo, due pensieri nella mente mi vennero: l'uno de' quali fu che costoro, forse indigenti delle mondane ricchezze, veggendo il nostro arnese molto, e forse avendone manifesto indizio, si mossono, e vengono per volercene del tutto privare.


6) id: 2cd4e6fa17674a96b5bff9d5c2b23338)
Esempio: Bocc. Amet. 71 t.: Si poteano vedere.... i teatri risonanti, e di giovani spessi, nè indigenti delle Sabine.


7) id: 9f7371557e7741359bbb64fb382c003e)
Esempio: Barber. Regg. Donn. 222: E sotto voi nessun è indigente, Nessun povero muore, Nessuno à manco delle sue bisogne.
81) Dizion. 5° Ed. .
GUIDERDONAMENTO.
Apri Voce completa

pag.733



1) id: 62a9f2677028485f9a909af585ef1e36)
Esempio: Collaz. SS. PP. 98: Possiede il bene della carità solo per amore e desiderio della castità, e non raguardando il guiderdonamento della promissione eterna.
82) Dizion. 5° Ed. .
ARCIDIAVOLO.
Apri Voce completa

pag.657



1) id: f59d7360283749e1aa522183d92d99ce)
Esempio: Leggend. SS. Z. 2, 188: E santa Erena disse: io sono divota di Cristo; ed el dimonio disse: e io sono arcidiavolo, e sono della città del popolo mio.
83) Dizion. 5° Ed. .
AUSTERO.
Apri Voce completa

pag.854



1) id: 10040f8d7a1b4199b0a411e78a86b378)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 203: E non gli diede allora dell'acqua, tanto era austero alla volontà della carne.


2) id: b4809cdba4994c96975c442019fe4fdb)
Definiz: § II. E in forza di Sost. –


3) id: c1110145de224347b8f2d466f23ae91a)
Definiz: § VI. E in forza di Sost. –


4) id: 8e4339d888f74cf6a870f5ed15aa21f1)
Definiz: § I. Detto di cosa, e più specialmente della vita, dei costumi, e del contegno. –


5) id: bd9f722890824819bab80438945668d3)
Esempio: Baldin. Lez. 25: Contentatevi ch'io vi conceda che gli antichi avessero i colori floridi e gli austeri, i naturali, e quasi tutti gli artificiali.


6) id: 91ed71dbc6df480aa54a4006f314d833)
Esempio: Pallad. Agric. 171: Le granella delle melegrane contrite.... con vino austero e brusco.


7) id: 841adc7508d44729ae08a2c37792f665)
Esempio: E Metast. Dramm. 9, 110: Il suo dovrebbe Perciò costume austero Ersilia abbandonar? no, non sia vero.


8) id: 121b8d67656743cd82b78ebd950586fe)
Definiz: § IV. Detto di dottrina, vale Che versa intorno al nudo vero; il contrario di Amena e Piacevole. –


9) id: ebf207d0db59441682242e700adb1fd7)
Esempio: Paolett. Op. agr. 2, 94: Assume [il vino] il sapore aspro ed austero de' fiocini e de' raspi.


10) id: 137fc8b6faba4a0fa4d0ffed9aadcbfa)
Esempio: Crudel. Rim. 4: Con solenne silenzio e ciglio austero In vago ordine stanno Gli alti sostegni del romano Impero.


11) id: 7928495949244b8b8c5e05804be1eb87)
Esempio: Adr. M. Plut. Opusc. 5, 299: Mutasi ancora l'acerbo dei frutti della palma, e l'austero della melagrana, in dolce.


12) id: 4f2d2928a44444d7b6427be18fe62cff)
Esempio: Cas. Pros. 3, 181: Io parerò forse austero in voce e rozzo a questi signori qua, che sono essi umanissimi.


13) id: 484fceb797a34565ace1da483c1ad5c5)
Esempio: Buonarr. Fier. 3, 4, 4: Che tanto ama 'l maturo che l'austero, E tanto ama 'l vin nuovo che 'l vetusto.


14) id: 338e40fb2b4f4d5cb87b9eca82ec2934)
Esempio: Passav. Specch. Penit. 69: Dorma in cenere e in sacco, acciocchè ricompensi le delizie passate, colle quali offese Iddio, colla asprezza dell'austera vita.


15) id: d22089097e264d08b14c73282015eda2)
Esempio: E Baldin. Lez. 31: Le tinte lascive, mediante quella [vernice], acquistavano un certo che d'austero o di scuro (qui in forza di Sost.).


16) id: f9ce53b2649c4e91a1ec725316348a4a)
Esempio: Adr. M. Plut. Opusc. 3, 486: Demade visitando un giorno Focione, trovollo a mensa, e considerato il parco ed austero suo desinare, disse ec.


17) id: f0458e5ca1c94f828dec658ce163f382)
Esempio: Red. Ditir. A. 18: Noi abbiamo in Toscana un dettato: vino amaro, tienlo caro; il che si intende del vino non dolce, e che pende gentilmente nell'austero.
84) Dizion. 5° Ed. .
INTESAMENTE.
Apri Voce completa

pag.1078



1) id: 68388fb85ad04d0fb1da18868502e18e)
Esempio: Collaz. SS. PP.: E quanto più intesamente fosse (la mente) ridotta allo sguardo di Dio, tanto è più fortemente rapita.


2) id: d06e499d3e3e4bc989a755579c106fa5)
Esempio: Cic. Opusc. 157: E maggiormente s'elli si pensano d'avere di che poter dire cosa, che intesamente ed amichevolmente e con fatica abbian fatta (il lat. ha officiose).
85) Dizion. 5° Ed. .
MENTITORE
Apri Voce completa

pag.98



1) id: 444b3e08d92a4905b2130962fb8be3a1)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 371: S'egli si fosse voluto iscusare, non poteva convenevolmente, e sarebbe istato tenuto mentitore.


2) id: fd7629fc29fa44f3ab7492eb130dfa55)
Esempio: Manz. Prom. Spos. 71: E se tu fossi cavaliere, come son io,... ti vorrei far vedere, con la spada e con la cappa, che il mentitore sei tu.


3) id: 5d071a35f61c40bc8b2e7f83a24d43b4)
Esempio: E Bocc. Lett. 29: Passato questo primo empito, da rivocare è la smarrita virtù...; e coll'opere, per lo innanzi, far sì che ciascuno che meno che giustamente ha creduto o crede, se medesimo facendo mentitore, se ne penta.


4) id: e26d89622d374fcfb7f1ab39b115fec6)
Esempio: Bocc. Ninf. Fiesol. 2, 10: Ma per non farlo di ciò mentitore, E non paresse che se ne accorgesse, ec.


5) id: 6aadc5a91c354eb98957b243bbfe143b)
Esempio: Ar. Orl. fur. 12, 45: Mentitor, brutto marrano, In che paese ti trovasti, e quando, A poter più di me con l'arme in mano?


6) id: 91d66694153f454b972e98f00432c597)
Esempio: Alam. L. Gir. 6, 170: Ma l'innocenza ch'è di Giove figlia E mai non abbandona chi l'abbraccia, Fa che 'l rio mentitor partito piglia Di seguitar di Danain la traccia.


7) id: 9b85977f360a43d2824db01e31a4f1d1)
Esempio: Comp. Din. Cron. DL. 178: Ginocchione si gittò in terra innanzi a messer Andrea da Cerreto giudice, pregandolo.... s'aoperasse nello scampo de' suoi figliuoli. Il quale rispose, che però andava a palazzo: e di ciò fu mentitore, perchè andò per farli morire.
86) Dizion. 5° Ed. .
ESINANIRE.
Apri Voce completa

pag.296



1) id: 4a9f1e03344447cda1f46e2dec53e098)
Esempio: Institut. SS. PP. 90: La disordinata astinenzia fa diventare la mente vagillante ed instabile, e lo troppo esinanir lo corpo, rende l'orazione infruttuosa e vana.


2) id: f6cb2f2496de4b97b209c24792e35972)
Esempio: E Cavalc. Esp. Simb. 2, 9: Lo nostro Signore Gesù Cristo.... venne tutto mansueto, e umile; e, come dice S. Paolo, esinanìtte, e avvilitte sè medesimo.


3) id: 940f669db1414bbebccbd3878dec3ce2)
Esempio: E Cavalc. Specch. Cr. 194: Onde dice S. Paolo: Esinanì sè medesimo, e prese forma di servo.


4) id: 516f887df47941c090065b97b012781e)
Esempio: Cavalc. Esp. Simb. 2, 13: La divina maestà si esinanitte e avvilitte.


5) id: 3210d44bab664af8ba71dd65ba104bf7)
Definiz: § I. Usasi nel linguaggio Scritturale, per Ridurre a nulla; detto del Figliuolo di Dio, il quale prendendo carne umana, quasi annientò sè stesso: e riferiscesi anche alla sua gloria. ‒
87) Dizion. 5° Ed. .
COARTARE.
Apri Voce completa

pag.101



1) id: 359dc4aacfd74d6b87ac004ed79d33cd)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 219: Uomo corruttibile non puote coartare e recare a povertade Iddio, lo quale dà a tutti vita e cibo.


2) id: e33ab0ea4c074d39952906524a20cb67)
Esempio: Galil. Op. astronom. 1, 502: Soverchia arditezza sarebbe se altri volesse limitare e coartare la divina potenza e sapienza ad una sua fantasia particolare.


3) id: 18af632710dd4dacb31e92ab9e94b18b)
Esempio: Dant. Parad. 12: Là onde vegnon tali alla scrittura, Ch'uno la fugge e altro la coarta.


4) id: 32e069e50b944f18b6b414dffa07f4bd)
Esempio: Ner. P. Prezz. Monet. 105: L'equivalenza naturale tra metallo e metallo non si può coartare dall'arbitrio umano.


5) id: e661769720e04f7ebd388c492e44f6b4)
Esempio: Paolett. Oper. agr. 1, 212: Nè mi si dica, che il tor via, o il coartare e moderare il lusso sarebbe un cercare di render sempre più miserabili i popoli.
88) Dizion. 5° Ed. .
NUORA.
Apri Voce completa

pag.298



1) id: a3f52b55eb0448c2b7584aaeaa6cdb6e)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 248: E così fece ad Albina sua nuora, cioè moglie del figliuolo, e a tutti fece rinunziare al mondo.


2) id: f8197610436f426382f0a8e9dff26594)
Definiz: § III. Suocera e nuora, tempesta e gragnuola. –


3) id: 64c14b1357444e8483231a6c152a407c)
Definiz: § II. Suocera e nuora. –


4) id: 2a9b48f427b543adaae2cd7c52ad338f)
Esempio: Zanell. Poes. 2, 39: Tra nuore e figli attoniti, Tra falci e rastri, Andrea, Già fittaiuol, porgevami La destra e mi dicea: ec.


5) id: d583df6c0fa044d9b8a1ae940f8f201d)
Esempio: Fosc. Poes. C. 39: E voi, palme e cipressi che le nuore Piantan di Priamo,... Proteggete ec.


6) id: cd102e6eebd64dc1add6b55bb486597f)
Esempio: Manz. Poes. 106: E tra le nuore Saliche Invidïata uscì.


7) id: 8fd0549c2f7c462fb37b8976b1297fa3)
Definiz: § I. E per Giovane sposa, ed anche Promessa sposa; più che altro poeticam.


8) id: c9a5dafc5d8c44dcb2dfc2dcd6dc5be8)
Esempio: Alam. L. Gir. 21, 53: Ebbe Liante quindici figliuole.... E di maschi altri tanti ardita prole Al sicuro Elion donò natura.... Manda Liante a l'altro imbasciadore E le sue figlie gli offera per nuore.


9) id: c0679b595dbe41079448e76fcefd8a9d)
Esempio: Monald. Diar. 336: A dì detto menò moglie Leonardo Bartolini, e la nuora era una fanciulla.... d'anni sette.


10) id: bbc131dc7e7441949cde6b6524e4f990)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 221: Cominciò adunque Gualtieri.... l'ufficio commesso, sempre d'ogni cosa colla reina e colla nuora di lei conferendo.


11) id: 30f1d707978a4fdc97bc63011bb3d7d5)
Esempio: Crusc. Vocab. I: Nuora.... Diciamo in proverbio Dire alla figliuola, perchè la nuora intenda: e vale: chi ha a intendere, intenda.


12) id: 199ff855017649b38c979c4496f8d804)
Esempio: E Cecch. Comm. ined. 425: Ma a voler che la girandola Facesse ben, bisognerò che Bartolo (Venende Cenni sempliciotto a chiederli Questa nuora) ci desse orecchio.


13) id: afd6fae4a53a49acb15113c38618f4cb)
Esempio: Ar. Orl. fur. 9, 36: Veggio al mio cordoglio Che solo il simular può dare aita: Fingo ch'io brami, non che non mi piaccia, Che mi perdoni, e sua nuora mi faccia.


14) id: bbb17a92747f4e20ae4aa5f13fb89a62)
Esempio: But. Comm. Dant. 2, 745: Io lo dico perchè m'intenda colui che à fallito e ricognosca lo fallo suo, secondo che dice lo proverbio de le femine: Io lo dico a te, filliuola, perchè m'intenda la mia nuora.
89) Dizion. 5° Ed. .
CUCITORE.
Apri Voce completa

pag.1047



1) id: ebea9d127519466b9c83b26e1a2b4276)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 225: Un secolare cucitore di panni passò il fiume, e andò al detto monasterio, e domandava opera da cucire.


2) id: 99d2e0ca39494abc8652e3fc117643fe)
Esempio: Colonn. Guid. N. 112: Quivi [erano] li cucitori, che facevano le brache e le camicie.
90) Dizion. 5° Ed. .
OLIVARE e ULIVARE, e OLIVALE e ULIVALE.
Apri Voce completa

pag.448



2) id: 7c7bc5050aba4ebcaf84ee3de7ca7f3d)
Esempio: E Mattiol. Disc. 2, 1059: Erba Giudaica e parimente Pagana chiamano alcuni quella che volgarmente, chiamano Virga aurea, il cui fusto, è rosso, alto due gombiti e qualche volta maggiore, lucido e liscio, su per lo quale produce ella le frondi olivari.


3) id: de418468390b448880472b55a53157fc)
Esempio: Ricett. fior. G. 32: Trovansi oggi in Italia due sorte di Cippero; un piccolo, il quale ha le radici ulivari, ed è il migliore; un altro maggiore di questo, il quale ha le radici lunghe, inequali e torte. Quella radice è ottima.... la quale è più grave, serrata,... ed alquanto acuta...; e.... oggi quella che viene di Levante è migliore della nostrale: e però quando se ne può avere tolgasi di quella; e mancandone si usino le nostre ulivari, come di sopra.


4) id: f76d310a210e491c8e0f195342a2c92c)
Esempio: Targ. Viagg. 3, 185: Un'altra riprova che si dieno de' coaguli di bitume puro, me la dà un grosso coagulo globoso, nel quale non ravviso vestigio alcuno di pianta, ma solamente vedo un ammasso di corpi globosi ed olivari, che si stiacciano, e stivano l'uno l'altro ec.
91) Dizion. 5° Ed. .
INARSICCIATO.
Apri Voce completa

pag.365



1) id: bc39a8f0344747278eb1c1e49fa1031d)
Esempio: Leggend. SS. Z. 2, 85: La femmina, percossa dalla saetta folgore, inarsicciata, cadde morta.


2) id: 0360e59d32c94dc3bf6755286bc607fa)
Esempio: E Car. Eneid. 11, 1408: E sassi e dardi Lanciando, e con aguzzi inarsicciati Pali il ferro imitando, osano anch'elle ec.


3) id: 0a2a8f80524f4f3a9f4ae6de7a9075db)
Esempio: Loll. Oraz. I, 4, 17: Ma mirate un poco questa barba lunga, orrida e inculta. Considerate la faccia magra, squallida, inarsicciata e afflitta. Vedete queste mani callose, aspre e piene di fessure.


4) id: 9a4badeb7c2f4d16bf4c6e59e0fe671e)
Esempio: Car. Eneid. 11, 882: E poscia in mezzo D'un suo nodoso, inarsicciato e sodo Telo, ch'avea per avventura in mano, Legolla acconciamente, ec.


5) id: a1bc271613e14fcdbe12e922603fcdf5)
Esempio: Bart. D. Op. mor. 30, 141: Sono pesci d'ogni qualità e grandezza, inarsicciati al fumo o al rovaio, che vi spira acutissimo, dipoi pesti e sfarinati.


6) id: 9fd0574980b446f8b70b427e22226060)
Esempio: Ugurg. Eneid. 240: E già dalla parte loro non si combatte con tronconi duri, secondo che fanno li uomini agresti, e con pertiche inarsicciate; ma ec.


7) id: 8b8424fdd66d4f6fbc901434b18103cb)
Esempio: E Bocc. Comm. Dant. M. 2, 378: E guarda che non metti Ancor li piedi nella rena arsiccia, cioè inarsicciata per la continua piova delle fiamme, che veniva di sopra.


8) id: 449ac8cbdd084f729d2036019531bc4e)
Esempio: Vill. F. 154: Caddono in Firenze più saette, fra le quali una ne percosse nel campanile de' Frati Predicatori, e quello in più parti sdrucì, e più segni fe' per la cappella maggiore d'inarsicciati.


9) id: 448ba00d621a445cb05d9be6707554fe)
Esempio: Vallisn. Op. 2, 328: Così al contrario i nostri semi, o que' de' gelati climi, abbronzati subito e dalle fiamme cocenti del sole inarsicciati, in quelle plaghe e ne' paesi della zona torrida, se restati fossero, sarebbono tutti periti.
92) Dizion. 5° Ed. .
ONORABILE.
Apri Voce completa

pag.513



1) id: ce059d95945444faa9c0b03f3acb78ad)
Esempio: Collaz. SS. PP. M. 19: L'onorabile vecchiezza non si conta alla lunghezza degli anni.


2) id: 6b72dceecd1b462d91b4ecaf63bc5bb8)
Esempio: Liv. Dec. 1, 219: E fecergli esequie solenni e onorabili.


3) id: dc2a98b680044f04ba872200ff110643)
Esempio: Bern. Dial. Poet. 230: Quel nome (di padre e di madre) che dopo Dio ci è onorabile sopra ogni cosa.... hanno vituperato e infamato disonestissimamente.


4) id: 8cc2c726c4c54814ad7bb95696bbf34b)
Esempio: Varch. Boez. 76: Le degnità.... rendono onorabili e degni di riverenza coloro a cui vengono.
93) Dizion. 5° Ed. .
CILICINO.
Apri Voce completa

pag.31



1) id: e0aad5c32f89415ebcaf3e48cf520706)
Esempio: Leggend. SS. M. 3, 258: Ritrovò [la testa] in panni cilicini nel palagio d'Erode.
94) Dizion. 5° Ed. .
IDONEITÀ.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: eca0e53e523e4c1ab1b17f403723f25b)
Esempio: Collaz. SS. PP.: Ma più espressamente dirsi, la nostra idoneità si è da Dio.


2) id: b30a8f9a5bb34294ae7ae8d2e49c0977)
Esempio: E Legg. Band. Leop. 8, 122: Che ad esercitar la procura in Pisa sieno in avvenire ammessi i soli dottori creati nelle Università di Pisa e di Siena, di onesti natali e di buoni costumi, che abbiano fatta la loro pratica sotto qualche Curiale provetto ed ammesso, per lo spazio di quattro anni almeno, o come sostituti, o come semplici studenti, dal quale dovranno riportare l'attestato della pratica fatta per detto tempo e della loro idoneità per l'esercizio di tal professione.


3) id: 53bc475981f34a3492b7f5d348c297b2)
Esempio: Legg. Band. Leop. 8, 65, 8: Dovrà il medesimo magistrato assicurarsi dell'idoneità del camarlingo e suoi mallevadori, dovendo rispondere per i medesimi, mentre questi non fossero idonei, ec.


4) id: af34a5164f374c7494ab8eaa4aa4369b)
Esempio: E Mend. abol. trad. 3: Fu detto esser questa un'arte regina di tutte l'arti; forse come quella, che in difetto d'aver a vincere la resistenza della materia, ha a combatter con l'idoneità degli strumenti.
95) Dizion. 5° Ed. .
LUCCICANTE
Apri Voce completa

pag.470



1) id: f8e4ba8a9ed34723822434ed7570b587)
Esempio: Collaz. SS. PP. 1: Se sotto colore d'oro luccicante la preziosa moneta sia ec.


2) id: f1281f371faa4194bf62e50ac1fabf0e)
Definiz: § II. E per similit. –


3) id: 2ba4d7713cb74808b71a038dbe4071f6)
Esempio: E Dav. Tac. 211: Apparsero prodigj..., nel cielo eserciti combattenti, armi luccicanti, ec.


4) id: e47a50ed1fd04b53bd377f6dd1d792d5)
Esempio: Lambr. Bach. Set. 127: La nuova pelle (del baco che ha dormilo la prima volta) è grinzosa, e come appannata o farinosa, mentre la vecchia era tesa e luccicante.


5) id: 2bc73f187c914bdcb40104ca3b443b4b)
Esempio: But. Comm. Dant. 2, 556: Come ànno [li golosi] ben pasciuto lo corpo, per fallo (farlo) ben grasso e luccicante, così finge che per lo dolore e per la contrizione ora sia piagato.


6) id: 8a57d63884364889964b474072fb5502)
Esempio: E Dav. Tac. 510: Le tue belle armi Tra i Troiani si stanno, di metallo, Luccicanti.


7) id: b071f35dac984224bf11636f0bf0cc17)
Esempio: Pindem. Poes. 219: Mille donzelle in bianco Abito strette.... e sovra il fianco Di luccicante azzurra fascia avvinte.


8) id: 1e10a3d3e3cd4ed19eaf1b0916202769)
Esempio: Ricc. A. M. Rim. Pros.33: Venner tosto (i granchi) co' piè torti, Ed a sghembo camminanti, Nelle schiene ossuti e forti, Nelle spalle luccicanti.


9) id: e3ffbde15a6c407fb1908c2df775c9e4)
Esempio: Soder. Cult. Ort. 128: Nella cima fa (il giaggiuolo) i fiori compartiti di pari l'uno dall'altro, nella vetta de' suoi rametti coi loro piccioli, risplendenti e luccicanti di varia sorta di colori mesticati alla foggia dell'arco celeste.
96) Dizion. 5° Ed. .
DESIDERANTISSIMO.
Apri Voce completa

pag.174



1) id: 0054d5bda65540989cb760891c40428e)
Esempio: Leggend. SS. M. 4, 195: Il quale [S. Francesco] era desiderantissimo della salute dell'anime.
97) Dizion. 5° Ed. .
DESIDIOSO.
Apri Voce completa

pag.178



1) id: c6476a5206a84315b5ee99b7156c937f)
Esempio: Instit. SS. PP. 198: Un frate desidioso... indusse un altro ad uscir del monasterio.
98) Dizion. 5° Ed. .
NEGLIGENTE.
Apri Voce completa

pag.91



1) id: fc7bc6a1b8f34f4ab47b0f6d097bb475)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 34: Se (i diavoli) ci veggiono valenti e umili, sì ci temono; e se ci veggiono timidi e negligenti, sì ci prendono baldanza addosso.


2) id: 14b27a361b964099b50acca1b2fea316)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 97: Avvegnachè di sè fosse tanto negligente e crudele, che eziandio allora, avendo già novant'anni, non mangiava cibo cotto.


3) id: 58870d5499fa447facb87319c9c5ae04)
Esempio: E Ar. Cinq. Cant. 1, 99: Ridur si fa dentro a poco a poco E vettovaglie e munizione e gente, Chè, per la tregua, in assediar quel loco L'esercito era fatto negligente.


4) id: f9d97433e8994a45ac16f177a6f63bc1)
Definiz: § IV. Pure per Trascurato, Lento, Pigro, e simili; usato con compimento retto dalla particella Di e anche A e In, indicante ciò in che uno è negligente. –


5) id: 277b8e9d8dd5446ab899432bd3d8574d)
Esempio: Ross. P. Sveton. 2, 246: Egli nel parlare e nell'altre cose ancora si mostrò spesse volte tanto negligente..., che e' si stimava, che e' non sapesse ec.


6) id: 135657ad6255499286e7d260c3eb1109)
Esempio: E Parin. Poes. 126: A voi talor si volge Lor guardo negligente, e par che dica: Tu ignota mi sei.


7) id: 3564e642b32d42d2b2936718da929b24)
Esempio: E Cavalc. Esp. Simb. 1, 37: I fedeli, perchè sono negligenti di cercar maestri, e d'investigar per se stessi la verità e di pregar Dio che la riveli loro, non sono escusati, ma accusati.


8) id: 6cc84c1522b54daaa99299f7279c8da7)
Esempio: Uff. Cast. Fort. Fir. 34 t.: E questo comandiamo che sia fatto e fornito per tutto 'l mese di marzo alla pena di libre cinquecento al popolo, e libre cento all'officiale che di ciò fare fosse negligente.


9) id: 0f7faa298a14442996a03584b0e6b30f)
Definiz: § II. In più grave senso, vale Accidioso, Pigro, Torpido; detto di persona, di sua vita, e simili. –


10) id: 29ab392085ee47fab3cb6fde523c79ed)
Definiz: § III. Vale altresì Che mostra, o simula, negligenza, noncuranza, trascuratezza; parlandosi di atto, modo, sguardo, e simili. –


11) id: bf71ba4ba8444459a979d781efee78bd)
Esempio: S. Bern. Cosc. 16: Abbia compunzione per li mali che ha commessi, e per li beni ai quali fu negligente.


12) id: f974e9d8390446eeaf4161210b26de82)
Esempio: S. Grisost. Opusc. 59: Che veramente grande condannazione è componere l'uomo lo sermone suo, ed esser negligente della vita e dell'opera sua.


13) id: 18046adc30be4b9cb533bba7903353ca)
Esempio: Segner. Op. 1, 794 tit.: Per render grazie a Dio, che ci abbia cavati da quella vita tiepida e negligente, menata da noi per l'addietro.


14) id: 4ab46240cf8540cdb29b6ca862f84fe4)
Esempio: Bocc. Filoc. 1, 181: Io dubito che tu negligente al mio soccorso ti stai costà, forse contento d'abbracciare o di vedere alcun'altra giovane, e dimenticata me, hai de' miei impedimenti poca cura.


15) id: 21d9caf5f98a4e748a8338f29d0559eb)
Esempio: Giamb. Lat. Tes. 77 t.: E quando nasce alcuna tra loro (tra le api), che sia negligente, cioè che non voglia stare a niuno di questi officj, lo re la fa cacciare di fuora da loro magione, in tal modo che non ve la raccolgono più.
99) Dizion. 5° Ed. .
DILANIATO.
Apri Voce completa

pag.325



1) id: 404fe93df6884ae99b2ac6e4258231fe)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 116: La mattina seguente lo trovarono (il corpo d'un pagano) scavato dalle bestie, e tutto quasi dilaniato e roso da loro e dagli avoltoi.


2) id: 9dcf15f8632d40849e7df62462744146)
Definiz: § II. E figuratam. –


3) id: e892e258b84348d9b9ec3fc6900c116f)
Esempio: Galil. Op. astronom. 4, 326: Credo che, giungendo con quello estremo impeto che dal cannone veniva cacciata la palla sopra la muraglia, la coverta di piombo.... si ammaccasse e sbranasse,... e che tutto il piombo dilaniato e trasfigurato saltasse in diverse bande.


4) id: 78255e528b8b46eebc660a598a7ab26b)
Esempio: Magal. Lett. At. 300: La quale [vendetta] le membra vogliono,... in quanto sono.... conservate in tal commozione dall'allettamento che ne riceve la mia mente medesima, la qual dilaniata e divisa ec.