Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 531 msec - Sono state trovate 10541 voci

La ricerca è stata rilevata in 38275 forme, per un totale di 27734 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
38275 0 38275 forme
27734 0 27734 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
360) Dizion. 5° Ed. .
NOVITÀ, NOVITADE e NOVITATE.
Apri Voce completa

pag.261



1) id: 3adc8242d82c43668cb44dc082676fb5)
Esempio: Domin. Gov. Fam. 15: Ciascun'altra novità ti sia sospetta.


2) id: cc2c3d6e25c8440daecfe25cc8491759)
Esempio: Dat. Lett. ined. 102: Qui non sono novità letterarie confacevoli al suo genio erudito.


3) id: 436fc9f5dd6b41b8bcc2c18b0c1cf870)
Esempio: Mart. V. Lett. 32: Diranno che le novità di Germania hanno avuto il principio da queste sette.


4) id: 3e704eaecbfb45b787cefabfb4090f29)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 425: Ed è opinione che questo parentado si potrebbe ancora rappiccare, massime per queste novità di Francia.


5) id: ea36d7f306264814808c76e3cfb318ee)
Esempio: Ricc. S. Cat. Lett. Gh. 34: Credo che se Federigo condurrà a' sua dì questi conti, che si potrà chiamare novità.


6) id: 2fd0b61331a444f58a102ed296f58c56)
Esempio: Cell. G. Lett. 18: Delle novità di Santa Chiesa..., ha, chi non può altro, da piagnere, e Cristo pregare che ci dia unitade.


7) id: bebbaf18140247e795626ecb6be9bac9)
Esempio: Lett. Rom. G. Cr. 25: Conciò sia cosa che in tutte le parti del mondo coloro, che innanzi erano nelle provincie, scrivessono a' Sanatori, che erano a Roma, le novità che correvano ne' paesi del mondo; uno ec.
361) Dizion. 5° Ed. .
GUADAGNUCCIO e GUADAGNUZZO.
Apri Voce completa

pag.649



1) id: 6df0fc8036c347648d00b992626f7ec1)
Esempio: Sandr. Pippoz. Gov. Fam.: Badano ad ogni vile guadagnuccio.
362) Dizion. 5° Ed. .
CANDELUZZA e CANDELUCCIA.
Apri Voce completa

pag.462



1) id: 3e8b2e95265b45e3a1e23383dc857007)
Esempio: Domin. Gov. Fam. 146: Fare candeluzze, accendere e spegnere.
363) Dizion. 5° Ed. .
CUFFIA.
Apri Voce completa

pag.1048



1) id: f82c38cfb83e42648c7851b37ce7522f)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 16: Ventiquattro cuffie.


2) id: 8a4949cb5d2247f8be6bbbcf191d2fc8)
Esempio: Tass. Lett. 2, 461: Era senza drappi e senza moccichini e senza cuffie, de le quali il signor Licino mi ha fatto donare da una gentildonna di questa città, tante che bastano.
364) Dizion. 5° Ed. .
COMMISSIONE.
Apri Voce completa

pag.218



1) id: 2cff40b919b240cd914ff98baaeb5dfa)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 275: Gli Ariminesi mandarono costà uno ambasciatore, il quale ha in commissione di domandar molte cose.


2) id: 0802bc3574724ed7ad6341fcd2bb1d74)
Esempio: Rep. Fir. Lett. Istr. 1, 142: Acciò che tu possa pienamente fare osservare quanto ti diamo in commessione, ti concediamo licenzia e balìa che tu possa fare mozzare mani, piedi, capi, e fare impiccare chi ti paresse non osservasse pienamente ogni cosa.
365) Dizion. 5° Ed. .
ACCONCIO.
Apri Voce completa

pag.129



1) id: e63be060f1fe4ba1a19d349f77852544)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 154: Quanto al negozio del Bozzuto, il cardinal Maffeo mi dice aver la cosa per acconcia.
366) Dizion. 5° Ed. .
INGROPPATO.
Apri Voce completa

pag.829



1) id: 9028fef3aff34887acde39395b7d0dab)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 210: Se mi parlate più di Macedonico, e di groppi così ingroppati, ve l'accocco di certo.
367) Dizion. 5° Ed. .
MALIGNO
Apri Voce completa

pag.725



1) id: 42c7d39ba9984b7fa33b8c1d66d03817)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 5: Il Borelli.... ha per massima che non si possa esser uomo e non esser maligno.


2) id: 19af6b75cb3e422aa9da0088e5c7e3ff)
Esempio: Tass. Lett. 1, 7: Colui il quale spesso è sforzato di purgare inanzi al medesimo giudice la sospizione di nuovi errori, suole l'animo di quello verso sè il più de le volte mal disposto ritrovare, e quasi impresso ed informato de le maligne relazioni dategli.
368) Dizion. 5° Ed. .
MACILENTO e MACILENTE
Apri Voce completa

pag.603



1) id: b32b4471c4b1469c9ec99d03a7af2595)
Esempio: E Car. Lett. fam. 1, 103: Egli è un uomo di più di settanta anni, canuto, macilento, ricotto ed affumicato.
369) Dizion. 5° Ed. .
MOLTO
Apri Voce completa

pag.455



1) id: 341fbe18cc30400eba418164d2b2752e)
Esempio: Magal. Lett. fam. 4: L'altra mattina toccò molto della stima che egli faceva de' miei studj e delle mie applicazioni.


2) id: fe7d72f7d01f473abd9727ce9a17014d)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 332: E perchè è molto di Marco, v'andò lui.


3) id: 7eb91035dcdb44bc9022ac924d03c01b)
Esempio: E Macingh. Strozz. Lett. 513: Parlai co Madonna, perchè è molto di Niccolò.


4) id: ae8badae555f43e08995690b4bfbedce)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 206: Si trovava un paio di sì gran tempiali, che facendo alle pugna con chiunque si fosse, nè per molto ch'egli si schermisse, nè per lontano che l'avversario gli tirasse, si poteva mai tanto riparare, che ogni pugno non lo investisse nelle tempie.


5) id: d27154fd19a448dca1cccf474005201d)
Esempio: Red. Lett. 1, 141: Avendola (certa salciccia) trovata molto ottima, non ho voluto fidarmi di me medesimo, ma ec.


6) id: 391473c92edc4a35b5f01affb5782da5)
Esempio: Cas. Lett. ined. 32: Perchè quello avviso di Osimo m'importa molto molto, io vi prego che veggiate di certificarlo e avvisarmi.


7) id: f138fc41a94f41929831676e23c37ecd)
Esempio: Sassett. Lett. 371: E se e' si tratteneva molto molto nell'assedio, vi rimaneva, e restava diviso el suo stato in cinque o sei parti.


8) id: 973567877c60451594de5d4a96952bc3)
Esempio: Bemb. Lett. 3, 7: Avete gran cagione di far caso di queste madonne l'una e l'altra, perciò che molto molto sete amato e tenuto caro.


9) id: 0a69e52274ee4980ba8da5fc44d6ff83)
Esempio: Ricc. S. Cat. Lett. Gh. 307: Tengo una vostra a me molto gratissima, e non mancherò di quanto mi richiedete in essa circa de l'orazione ec.


10) id: dac1aa7557944846975b2575903f3d2d)
Esempio: E Red. Lett. appr.: Osservi.... quella particella molto appiccata al superlativo, e sappia che questa è una delle finezze della lingua toscana, usata dagli antichi maestri, a cagione di maggior espressiva.


11) id: 81d6edc18fc6461da03245b0c8e3bdb9)
Esempio: Sassett. Lett. 162: E' fanciulli imparando toccano delle busse; e molto molto che io andassi oltre imparando, io potrei poi servire in cambio di quel vecchio che va nel carruccio col motto: Ancora imparo.


12) id: 589d7e065c5c438a974921a29112c671)
Esempio: E Sassett. Lett. 168: Non so io chi si arà carico di rifare la famiglia, o se vi si pensa; e molto molto che si vadia oltre, e' figliuoli, quando pure abbiano aspettare ec.


13) id: 3cdcce82ff274dd28fb1857b133e30bf)
Esempio: Sassett. Lett. 35: Come che i Tedeschi in Germania, beendo, tenghino gran lode lo innebriarsi, io non credo che un Toscano appresso di noi fusse commendato di molto per avere usato quel costume in quel paese.
370) Dizion. 5° Ed. .
ANTICHITÀ, ANTICHITADE e ANTICHITATE.
Apri Voce completa

pag.547



1) id: 1095adc96de940189b1f47792d0983a3)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 141: Notizie di medaglie, di ritrovamenti di statue, cammei o altre antichità,.... ogni cosa è buona.


2) id: 410934c457c6492e9601e0a840aa20f6)
Esempio: Salvin. Lett. IV, 1, 300: Buonissimo uomo e intendentissimo d'antichità, e d'una conversazione galante.
371) Dizion. 5° Ed. .
ANTIDATO.
Apri Voce completa

pag.550



1) id: 14a60d6d8d43470b841b7ead3de4a4cd)
Esempio: Car. Lett. fam. 3, 199: Che il duca debba far la patente, che si dice antidata del tempo della guerra.
372) Dizion. 5° Ed. .
ALFANICA.
Apri Voce completa

pag.348



1) id: 6cf1adaaa3a54ee6bb5a48c27c5579a4)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 333: Ho ricevuto il grifalco, l'alfaniche, gli sparvieri e i levrieri, che V. E. mi manda.
373) Dizion. 5° Ed. .
AMMETTERE
Apri Voce completa

pag.447



1) id: b2b8a7f8a03c4d94962cccabfdc72643)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 105: Un portiere della regina madre ammesse una mattina nel suo gabinetto un forestiero non conosciuto.


2) id: 46cac41fb59249d6b410906996119c5d)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 229: Hanno ammessi i cani alle mie capre, e fattone uccidere non so che una.


3) id: d7842897838245f8a526b87e82557282)
Esempio: Dat. Lett. 126: I costumi depravati non ammettono così facilmente i componimenti regolatissimi.


4) id: 129924184ab648bb8a566897bf91fce0)
Esempio: Martell. V. Lett. 58: Non voglio però ammettere la scusa, temendo di quello ch'io ho detto.


5) id: 76b26809d8f4467abe21ce7dda9f1e83)
Esempio: Magal. Lett. At. 315: Ma perchè questo sarebbe un discorso lungo, e ammetterebbe infinite repliche, io vengo alle corte e dico ec.


6) id: 0632c7330dc648a98e486e6f671950d1)
Esempio: Magal. Lett. At. 149: Fu in tale occasione che mi toccò la fortuna di essere ammesso al segreto di una pace e di una guerra seguita in questo secolo.


7) id: 6587ad7548f646e594ce54ae7517fdd4)
Esempio: Red. Lett. 1, 223: Vi aggiugnerò di più.... tutte l'opere di Filippo Baldinucci; e queste son certo che le piaceranno, perchè son curiose e scritte con molta pulizia della lingua toscana, mediante la quale ebbe la grazia di essere ammesso nel numero degli Accademici della Crusca.
374) Dizion. 5° Ed. .
AMPIO.
Apri Voce completa

pag.471



1) id: 89fc960b196d44c49588e195d78d0eec)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 10: Vedesi quivi un'ampia voragine, che nella sommità della bocca ha un circuito di tre miglia.
375) Dizion. 5° Ed. .
APPALTARE.
Apri Voce completa

pag.572



1) id: 13dfe64ffb63469b8738b4acb1173537)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 173: O venga un peripatetico ad appaltarmi con le sue qualità, e mi sappia dire ec.
376) Dizion. 5° Ed. .
AVVOLTACCHIARE.
Apri Voce completa

pag.905



1) id: 0e145e3e52344db8a9d5f0aac47115a9)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 8: Ma tanto ci avvoltacchiammo alla fine, che vedemmo come per cerbottana un poco di piano.
377) Dizion. 5° Ed. .
FASTIDIRE.
Apri Voce completa

pag.636



1) id: afc1baa1f3b24f6f8a22acf2e7adc85b)
Esempio: E Car. Lett. fam. 2, 401: Dio sa con che cuore scrivo questo a V. S. illustrissima, dubitando di fastidirla.


2) id: 089e85b203214507bfcac9b37df1ae1f)
Esempio: Tass. Lett. 1, 287: Che farò dunque, poi che nè pregare nè argomentar debbo? nè so dilettare: anzi m'avviso che le mie noie fastidiscano altrui.
378) Dizion. 5° Ed. .
ACQUERELLA.
Apri Voce completa

pag.175



1) id: 257bce82f82a4a2fb4d43352de94a6b4)
Esempio: Car. Lett. fam. 3, 43: L'altro [disegno] schizzato d'acquerella, è d'un uomo da bene, che non si cura d'esser nominato.
379) Dizion. 5° Ed. .
NASETTO.
Apri Voce completa

pag.21



1) id: fdf9fa09036a433b94d3d78cc79bb20f)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 208: Prego il cielo che non sia sì forbito nasino, nè sì stringato nasetto.... che ec.