Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 523 msec - Sono state trovate 10541 voci

La ricerca è stata rilevata in 38275 forme, per un totale di 27734 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
38275 0 38275 forme
27734 0 27734 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
380) Dizion. 5° Ed. .
NASINO.
Apri Voce completa

pag.21



1) id: 5e088454ec1043fea17d712c90e565cb)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 208: Prego il cielo.... che non sia sì forbito nasino, nè sì stringato nasetto,... che ec.
381) Dizion. 5° Ed. .
ORDINARE.
Apri Voce completa

pag.617



1) id: 2159d5b5d55c4e72becab9dffd492f6a)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 107: Sopraggiunse il duca Ottavio in poste, che era restato in Brusselle ad ordinar la giostra.


2) id: 4004d1ce36be48e8b4e3a7f8e4d74274)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 125: Ah, malcreatello, tu non mi ringrazi dell'acquavite, che ho ordinato a Paolo che ti dia, eh?


3) id: 47db75851bae4ce0a72d80cd926896cc)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 106: Vostra Signoria conferisca il caso con gli amici, ed ordini che si faccia una dieta di tutti, per la quale si deliberi quel ch'io ne debba fare.


4) id: 011ea4037b614469959c2e1d6d73ebb1)
Esempio: Segner. Lett. 321: Per indolcir la massa del sangue.... si è ordinata primieramente un'ottava per mattina di tintura d'acciaio in sugo di melappie infuso nel brodo.
382) Dizion. 5° Ed. .
DECOTTACCIO.
Apri Voce completa

pag.89



1) id: 7644c57612944124ab495ddac9f22b57)
Esempio: Red. Lett. fam. 2, 208. La salsapariglia anch'essa non saprà far male, purchè sia semplice, e non in un decottaccio.
383) Dizion. 5° Ed. .
FIUTARE.
Apri Voce completa

pag.211



1) id: f3a3ffdfa2444ae98adebd159b2731e5)
Esempio: Bern. Lett. fam. 272: Fraschetta va fiutando quanti bordelli son per Roma, spirita di paura, sa d'aceto che pare un'insalata.
384) Dizion. 5° Ed. .
DURETTO.
Apri Voce completa

pag.951



1) id: 31d96b27e5a0498ebd50695b6736f98d)
Esempio: Bern. Lett. fam. 73: Ricordatevi che siano grassetti [gli uccelli], e non duretti, come vi dissi per l'altra mia lettera.


2) id: 61f30eafc36245a191a18cfdfce5005a)
Esempio: Tolom. Lett. 128 t.: Il verso intercalare, che si ripiglia, mi pare un poco duretto.


3) id: 81bb0a5a2af64b2f9ceac99a6f7aa9f3)
Esempio: E Red. Lett. 2, 280: Cannello di materia crostosa,... un tantin più duretto de' gusci dell'uova.


4) id: b8f4bb64a30d40c7ae60f05ea59a8699)
Esempio: Tass. Lett. 1, 63: Ve ne sono alcuni (de' versi), se non son molti, duretti, e talora troppo inculcati.
385) Dizion. 5° Ed. .
GIOCONDO.
Apri Voce completa

pag.228



1) id: ee08eb3661a14533821a52e7cc353f2a)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 100: Questo autore è veramente per sua natura proprissimo a bandire ogni pensiero men che giocondo.
386) Dizion. 5° Ed. .
GALLO.
Apri Voce completa

pag.38



1) id: 61521089968f470aa45e5eb988c1acfc)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 137: Sono questi galli, per quanto mi sovviene, anzi piccoletti e smilzi, che grossi e grassi.


2) id: 4a70c191731240fbb91564167258ead8)
Esempio: Bern. Lett. fam. V. 292: Mi troverò questa state un loco, che da li a Piazzuola è un passo di gallo.


3) id: 5fb8c00f36b3408f92438a77b31668d5)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 125: Ma chi conosce dal cappone al gallo, Sa ben che non si debbe mai lodare Bella moglie, vin dolce e buon cavallo.
387) Dizion. 5° Ed. .
GIUSTIZIARE.
Apri Voce completa

pag.351



1) id: f48f2885972744359fc8353c788b3835)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 63: Vi biasimo, parendomi che l'abbiate giustiziata [la vostra poesia], come suol dirsi, indirizzandola a me.
388) Dizion. 5° Ed. .
GIUSTO.
Apri Voce completa

pag.360



1) id: a673272370bb48eb9ff8f63ddc0e85ce)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 158: Tanto più che, a confessarmi giusto, in oggi.... io son ridotto un lettore assai flemmatico.


2) id: 7ece8c3b3ef0467c8eec8c6304a0d797)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 183: Tu sottoscrivi a tutte le sue difficoltà, le quali erano giusto quelle che erano sovvenute anche a te.


3) id: b686610e7f974ab3ae0a9c1a528fb5fd)
Esempio: Tocc. Lett. 44: E m'è accaduto con loro, giusto come a questi bidelli dell'accademie de' dottori.
389) Dizion. 5° Ed. .
GIUOCO e GIOCO.
Apri Voce completa

pag.330



1) id: e778be28debd4e918949fc2d1ee98781)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: e778be28debd4e918949fc2d1ee98781


2) id: 76b405c16aa54acf987bfc5b4e5261fb)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 76b405c16aa54acf987bfc5b4e5261fb


3) id: e428b55ae4414b4fbed8a8fd1b5b9720)
Esempio: Tass. Lett. 3, 56: Sono infermo, e l'infermità non è da giuoco n'è senza pericolo.


4) id: 3de1d54d839e42118b3471fd5014212c)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 3de1d54d839e42118b3471fd5014212c


5) id: 12619525d29140f5b416091ad09265ac)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 12619525d29140f5b416091ad09265ac


6) id: 3e183eec80fc47b79bc2d41ccb8275f2)
Esempio: Antonin. Lett. 163: Avvedendosi di questo l'ancilla, non le pare giuoco, ma disponsi di combattere, ec.


7) id: 1e83d611054d4b34a88778e017b4a586)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 1e83d611054d4b34a88778e017b4a586


8) id: a905122902e2430183b9709cec2a7f19)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: a905122902e2430183b9709cec2a7f19


9) id: c0e1546508504af4a9d04f4c4bfa96a9)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: c0e1546508504af4a9d04f4c4bfa96a9


10) id: c20b2c6596ba413da9ae8c5b126e461f)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: c20b2c6596ba413da9ae8c5b126e461f


11) id: a135feeac9c548bfaaaa7854592b3cdc)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: a135feeac9c548bfaaaa7854592b3cdc


12) id: a2cd608fb7024bb79cd86c4fc652cc5c)
Esempio: Mart. V. Lett. 4: Io sono stato sempre giuoco della fortuna, la quale m'ha portato a suo diletto quasi nel più infimo luogo.


13) id: a16e61246e844db7be0516b98791d71a)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: a16e61246e844db7be0516b98791d71a


14) id: 67f1ed99b9db4bebbdeede3542a5fc0b)
Esempio: Magal. Lett. 103: Averò campo di fare non solamente i giuochi di Frascati, ma la cascata di Tivoli, e appunto adesso si lavora intorno alla fontana.


15) id: 054844c92fa84f6a852a4a2db2dee5bc)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 054844c92fa84f6a852a4a2db2dee5bc


16) id: c481a09e4c56422ca89161f63aa81f74)
Esempio: Car. Lett. Farn. 2, 104: Son chiaro affatto, che i nemici nostri hanno il giuoco in mano, e che fanno con Sua Santità e con i suoi Ministri quello che vogliono.


17) id: 72e9d4d10f2e4c419d2919f58e3858ac)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 72e9d4d10f2e4c419d2919f58e3858ac


18) id: c11a6df6ab9e4f8095a003de4b323c33)
Esempio: Car. Lett. Farn. 3, 218: Dio ha voluto per questo, che le cose siano procedute meglio, perchè l'essere il Papa fuor di gioco, ha levati noi fuor di pericolo; e l'avarizia e la poca virtù del duca di Ferrara ha fatto il resto.
390) Dizion. 5° Ed. .
GIURISDIZIONE.
Apri Voce completa

pag.343



1) id: 95b9d9b63f494e45b8bc0b0afa555312)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 58: Cappello con piuma, che slarghi la giurisdizione della testa, senza pregiudizio dei confini della testa.


2) id: 1e347c9ebf794bf8b4a3534c42bf94e5)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 141: La cura che io tengo della chiesa mi obbliga per conscienza a ricercare e ricupare le sue giurisdizioni.
391) Dizion. 5° Ed. .
OBBLIGARE e anche OBLIGARE.
Apri Voce completa

pag.331



1) id: 5e0384fdc4b3478eb1ca185a2fc2108a)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 157: Faceste quattro deputati, ch'avessero tutta l'autorità che bisognava sopra di ciò, per obbligare la Comunità.


2) id: 9ca2c11e31d241d884e79401c31a02b5)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 265: Mi obbligai, in caso che si trovasse mai che 'l terreno litigato fusse suo o per compera, o per contraccambio fatto con la Chiesa, che io lo restituirei con tutte le sue appartenenze.


3) id: b7ea0ee23c9b4d889e310cbc1d0aedd2)
Esempio: Domin. Gov. Fam. 58: Tu ricevi gratuitamente non t'obligando, e quegli ricevono obligandosi; tu hai ricevuto in dono, e quegli hanno comprato.


4) id: dba51b4a0c48482bbc4d37ea6ac24195)
Esempio: Malpigh. Lett. 102: Continua V. S. ad obbligarmi con le affettuose cortesie espresse nella umanissima sua, e col regalo delle medaglie ec.


5) id: 05b36a81d7374fb5abe7fdae0218a0f4)
Esempio: Dat. Lett. ined. 20: La cortesia di V. S. illustrissima non solamente obbliga, ma innamora in tal guisa i suoi servitori, che ec.


6) id: 7c98ff9566394aa5a42bf5ef0d921dfa)
Esempio: Tass. Lett. 3, 17: Io obligo a Vostra Paternità la mia parola, che gli renderò (i ducati) a ciascuno che si contenterà di prestarmeli.


7) id: 9e956d577ff7499f9ef678cff3f2ec38)
Esempio: Salvin. Lett. IV, 1, 299: Non si potendo passare (un fossato), fummo obbligati a fermarci in casa del contadino tutto quel giorno, aspettando, che l'acqua scemasse.


8) id: ba2e8432831a4a15a0212f02296f4720)
Esempio: Red. Lett. 1, 185: Se il suo flato grosso alle volte..., dormendo, l'obbliga a balzar a mezza vita dal capezzale, per sentirsi la respirazione.... in qualche parte offesa, ec.


9) id: 9f45c75c5d054286bf3f268eebe448c4)
Esempio: Tass. Lett. 3, 21: Non desidero niuna cosa più, che la tranquillità de l'animo nel corpo sano: però Vostra Signoria sa quanto può obligarmi; ed io ne la prego affettuosamente.


10) id: 8eb837b6c6d64af28a4f176078c3d6b7)
Esempio: Tass. Lett. 3, 16: Mando a Vostra Paternità uno scritto del Vasallino libraro in Ferrara, nel quale egli s'obliga di pagar venti ducati a chiunque glie le (certe composizioni) presenterà.


11) id: 8e59c01408ed47bfac04ed2c98471060)
Esempio: Bellin. Lett. IV, 1, 273: Io non so se non approvare una tal quale oscurità di dire, che concilii quasi una reverenza, e obblighi la mente a pensare a cose sublimi.


12) id: 4fda1a1b44ee401c84afcca4ee91d771)
Esempio: Mazz. Lett. 1, 30: Mi disse che domenica egli e io saremo in casa vostra.... Io dubito però, che per le occupazioni e' non possa attenermelo; ma io replicai così: Guido, fate che non manchi per nulla; e questo tempo non obbligate a persona, se none a questo servigio.


13) id: 3089fbb7da614307801a67b4e7f960a5)
Esempio: Pallav. Lett. 4, 202: Che tutto ciò si riceverà quasi dono dalla lor gentilezza.... Che obligheranno monsignor N..., obligheranno la Compagnia sottraendola a' litigj; obligheranno V. E., la quale si degnerà di riconoscer questo come piacere fatto a lei stessa; obligheranno me, che ho interposto le mie divote preghiere coll'E. V.
392) Dizion. 5° Ed. .
ORDITO.
Apri Voce completa

pag.645



1) id: 602247c9e59c4c5fb56373ab745ff4e8)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 279: La tela, ch'ella m'impose, non si può continuare, perchè trovo che se n'è tronco l'ordito.
393) Dizion. 5° Ed. .
NUOVA e NOVA.
Apri Voce completa

pag.301



1) id: e8294013d825412bb57726fb7f8a5a83)
Esempio: E Bern. Lett. fam. V. 281: Qua non si ha una nuova al mondo, dalla presa di Milano in poi.


2) id: 1cdd0c498e5e4fbeb13920dea1c7a6fc)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 46: Da casa avemo buone nuove di tutti.


3) id: 8cd1b3e7da5e4d15829db527cf34b5c7)
Esempio: Bern. Lett. fam. V. 263: Credete ch'io non vi detti la nova del vescovo di Calice (Cadice) per piacere che n'avessi.


4) id: 808108bea2e84aba8eb53a53af0f8bfd)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 284: Noi avemo di qua tal nuova della morte dell'eccellentissimo duca Orazio e della espugnazione d'Edino, che ec.


5) id: a83730a0554946689163940637a1cf9b)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 2: Non solo non l'ho trovato, ma nè al Leon bianco nè ad altre camere locande trovo chi me ne sappia dar nuova.


6) id: f3e3362dc0044bcd874497abff122ea7)
Esempio: Tass. Lett. 3, 14: Se verrà a Mantova, mi porti qualche buona nuova.


7) id: 95ad9f7a0fe84cd791b8de2e8bb62c1f)
Esempio: Red. Lett. 1, 134: Oh che nuova per me dolorosissima nel più sensitivo del cuore!


8) id: 8623532d54834f5faa6bb0de7b002947)
Esempio: Ricc. S. Cat. Lett. Gh. 24: Le nuove di madonna Maria e sua brigata, e di Vincenzio e tutti li altri, mi sono state grate.


9) id: 7d5b01d3d58d4bc7b1d59270b3eea610)
Esempio: Red. Lett. 1, 364: Qui è comparsa una nobilissima e veramente bella canzone del signor Menzini in lode della Maestà della Regina.... Mi dia qualche nuova confidentemente dell'autore.


10) id: ea7933d954d140f389b13702db69bf2c)
Esempio: Tocc. Lett. 110: Ma se nell'argomentar geometrico voi vi portate come nell'argomentar teologico,... vi do questa nuova, la vostra geometria vi vuol far la riuscita del vostro greco.


11) id: af72e79f76e64702af59568ead9633d8)
Esempio: Red. Lett. 1, 377: Diede nuova che nel forte del bosco erano otto cignali de' più terribili e de' più grossi, che mai si fossero veduti nelle perigliose contrade di San Rossore.


12) id: 2d9b11a23bc64a0e89e9ec660db9e16c)
Esempio: Red. Lett. 1, 293: Perchè questo officio, che ella farà in mio mome, sia più gradito dalla Signoria Sua, mi farà l'onore di accompagnarlo con le nuove dell'ottima sanità goduta dal signor N. N. suo figlio.
394) Dizion. 5° Ed. .
OMETTO, e, come anche si è scritto, UOMETTO.
Apri Voce completa

pag.482



1) id: 6b9a5c05da814363bb3c97ccff451bba)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 27: Chi è, disse, questo ometto, che ci è venuto a dir villania in casa nostra?
395) Dizion. 5° Ed. .
NETTEZZA.
Apri Voce completa

pag.122



1) id: c04c2ad69f164cc98c36706b00e6d5f3)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 255: Son certo che vi sarete chiarito della nettezza mia, e forse ravveduto dell' error vostro.


2) id: 0b2940f1779a4c648a14797462a3b692)
Esempio: Alam. B. Lett. IV, 2, 206: Nè fra tanti travagli trovammo altro conforto che la speranza e la fede, che avemmo sempre nella nettezza vostra.
396) Dizion. 5° Ed. .
NETTISSIMO.
Apri Voce completa

pag.123



1) id: cd479223b3f94083bb193eb03d4f8915)
Esempio: Car. Lett. fam. 3, 11: Un pelaghetto di quasi un braccio e mezzo di diametro, col fondo d'una ghiara nettissima.


2) id: ac1f97643a684f25897fc0894ff2fc4f)
Esempio: Bus. Lett. 37: Giovambatista Soderini era ancor egli nettissimo dell'altrui, ma di più cuore e di più giudizio.
397) Dizion. 5° Ed. .
NASACCIO.
Apri Voce completa

pag.10



1) id: 519fde8b0d8a4cd49ba31143de1c4bf2)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 208: Prego il cielo.... che non sia sì forbito nasino.... nè si sperticato nasaccio, che ec.
398) Dizion. 5° Ed. .
COMODISSIMO.
Apri Voce completa

pag.225



1) id: 688db00b51204c1593e1156b9dc7f4bf)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 183: Forma di giudizio, a mio credere comodissima, perchè toglie la defatigazione dell'avversario innanzi e dopo.
399) Dizion. 5° Ed. .
COMPAGNETTO.
Apri Voce completa

pag.227



1) id: 473a199ade204d03a8ba6834e248470d)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 22: Voi mi parete un buon compagnetto, e credo che non vi curiate di troppo fumo.