Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 624 msec - Sono state trovate 477 voci

La ricerca è stata rilevata in 1652 forme, per un totale di 1175 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
1652 0 1652 forme
1175 0 1175 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
20) Dizion. 5° Ed. .
INDIANO.
Apri Voce completa

pag.562



1) id: cceb978f57d64e23a58f3c5b70e74367)
Esempio: Piazz. Lez. Astron. 1, 29: Croce,... Pavone, Indiano, ec.
21) Dizion. 5° Ed. .
AMPLITUDINE.
Apri Voce completa

pag.473



1) id: 88c3659f728546558bc0babb0dca61a7)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 20: Ogni parallelo ha la sua amplitudine orientale eguale all'occidentale in un medesimo orizzonte, onde taglia l'orizzonte in due parti.
22) Dizion. 5° Ed. .
ASCISSA.
Apri Voce completa

pag.737



1) id: d0c01149e72f48799fc8987d00480ff4)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 365: L'altra arca.... è bensì infinitamente lunga, ma non già infinita, essendo eguale al rettangolo E B S dell'ordinata nell'ascissa.
23) Dizion. 5° Ed. .
MEZZO
Apri Voce completa

pag.219



1) id: c0020471c7394052946812fed18b5097)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: c0020471c7394052946812fed18b5097


2) id: c8b9eafb13ad4faba0cb2a34e29ac74a)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 74: La luce, che di sua natura si propaga sempre in linea retta, più non obbedisce a questa legge, quando da un ambiente o mezzo passa in un altro di diversa densità.


3) id: 94edbc93440242abbeeaec577d84933d)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 74: Ad essa [rifrazione] è soggetta la luce che viene a noi dal sole e dagli astri tutti; come quella che deve passare dal mezzo etereo nell'atmosfera, e pei diversi strati di essa diversamente densi.
24) Dizion. 5° Ed. .
ISTRUMENTO e INSTRUMENTO.
Apri Voce completa

pag.1287



1) id: 67f5e2c887e84d9a86d56039fd6b88ff)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 50: Dovrebbero le pinnule consistere in due semplici fori o in due aghi piantati in linea parallela al piano dell'instrumento.
25) Dizion. 5° Ed. .
INDIFFERENTEMENTE.
Apri Voce completa

pag.572



1) id: 63d2c24760bc4c139c31ef1168d11886)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 341: Dovrà aversi riguardo, nel fissare le epoche della longitudine del nodo, di non valersi indifferentemente di qualsivoglia plenilunio ecclittico.
26) Dizion. 5° Ed. .
INGRESSO.
Apri Voce completa

pag.826



1) id: 5de352bac3574523b88d90da2657341a)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 313: Si richiede un tempo notabile.... fra l'ingresso della luna nella penombra in O, e il suo ingresso nell'ombra in S.


2) id: 7523256e9d5643f9bba3cfb331f562ed)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 135: E quindi sono stati regolati i giorni degli ingressi del sole in ciascun segno del zodiaco.


3) id: 3a63b814b83640a5b6f1d4b3a4e845ec)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 129: Gli astronomi hanno cercati de' metodi di determinare esattamente i tempi dell'ingresso del sole ne' punti solstiziali.


4) id: 7034f6df66f642b2a219da736d173c84)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 127: Si facciano le osservazioni e i calcoli descritti al num. 3, tanto verso l'ingresso del sole nel Cancro, quanto verso il suo ingresso nel Capricorno.


5) id: c6f150295c9341838dee3b6f7c53abb4)
Esempio: E Piazz. Lez. astron. 2, 400: Per l'ingresso di tutto il diametro (di Venere nel disco del sole), il medio delle osservazioni del 1769 dà 18'20."


6) id: 6a10148649364d4a9bced968414f1660)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 35: Negli eclissi di luna, cagionati dal di lei ingresso nell'ombra della terra, più non ricevendo essa i raggi del sole, dee rendersi invisibile, qualunque sia il luogo dell'occhio.


7) id: cb358004bc524e58837a212742ed78f2)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 2, 396: Sia ora P F M il disco del sole,... S il centro; p il centro di Venere in contatto col bordo interiore del solo all'ingresso, f similmente il centro di Venere in contatto col bordo interiore all'egresso.
27) Dizion. 5° Ed. .
ASSE.
Apri Voce completa

pag.765



1) id: fe48820afd1f4dfeac136c54bc37b2e6)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 10: La retta linea A B, intorno alla quale, come asse, abbiamo detto farsi le rivoluzioni del primo mobile, chiamasi asse.
28) Dizion. 5° Ed. .
ORIENTALE.
Apri Voce completa

pag.666



1) id: 92ee650f3d5942a68c6817b497e017b9)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 16: Il meridiano divide la sfera in due emisferi, orientale e occidentale, che corrispondono ai termini del moto del primo mobile.


2) id: ae5e614a25af4e43a24b3f59170c9c6e)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 14: Le quali cose non si possono nè intendere nè spiegare, senz'accordare al sole un movimento apparente o reale, per cui si allontana dalle stelle più occidentali, e si avvicina alle orientali.
29) Dizion. 5° Ed. .
OCCIDENTALE.
Apri Voce completa

pag.382



1) id: 7c6167cc27f947bcacdfaa191afd0338)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 16: Il meridiano divide la sfera in due emisferi, orientale e occidentale, che corrispondono ai termini del moto del primo mobile.


2) id: 80cb1f4ee5944846856b312437a15fb4)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 14: Le quali cose non si possono nè intendere, nè spiegare senz'accordare al sole un movimento apparente o reale, per cui si allontana dalle stelle più occidentali, e si avvicina alle orientali.
30) Dizion. 5° Ed. .
OSSERVARE.
Apri Voce completa

pag.731



1) id: ce2038a731214748b62d1b4ac02fcc97)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 85: Le declinazioni vere delle fisse dovranno.... trovarsi le medesime, purchè in notti non molto fra loro lontane sieno state osservate.


2) id: 698179ae9f7f47d288e9ad7aa02ff551)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 229: Le Francais-Lalande con un gran quadrante murale di Bird osservò da circa 50 mila stelle boreali.
31) Dizion. 5° Ed. .
CALCOLAZIONE
Apri Voce completa

pag.388



1) id: 185cb942f95d4936a14ca2370f18e4e4)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 280: Ma ciò facilmente si conoscerà dai dati medesimi, onde si rimette a chi ne' casi particolari vorrà fare simili calcolazioni.
32) Dizion. 5° Ed. .
MACCHINA, e talora, ma oggi più che altro in poesia, MACHINA
Apri Voce completa

pag.587



1) id: 1c3659f1a92d4efcb7a75b163a4f2067)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 139: Si potrebbe risparmiar la fatica di rivolgere i fili nella positura bramata col soccorso di una macchina che chiamasi parallatica.


2) id: 46de6f893aa74170b92989eea0948054)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 67: Il settore equatoriale e la macchina parallattica non sono che compendj dell'equatoriale.


3) id: 5694d00598e7437b86d7cc66d50d1900)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 28: Alle 51 riferite costellazioni ne furono aggiunte in varj tempi molte altre, i di cui nomi sono: Renna, Mietitore,... Fenice, Macchina elettrica, ec.


4) id: 676a5195b33b445db029b51dcd4797d9)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 28: Alle 51 riferite costellazioni ne furono aggiunte in varj tempi molte altre i di cui nomi sono: Renna, Mietitore,... Cavalletto del Pittore, Macchina pneumatica, Squadra, ec.
33) Dizion. 5° Ed. .
MERIDIANO.
Apri Voce completa

pag.127



1) id: 1a067315a8bb4a93a59456ac6b351877)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 16: Il meridiano divide la sfera in due emisferi, orientale e occidentale, che corrispondono ai termini del moto del primo mobile.


2) id: fe2cab555da94134a893103d38f2bb83)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. appr.: Le cui sezioni colla superficie terrestre formano i semicircoli del primo meridiano.


3) id: f03654acac5e4610a844d3d4098ee518)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 24: Fra i meridiani terrestri, uno ne hanno scelto i geografi, come il primo fra tutti, per riferire ad esso tutti i luoghi terrestri.


4) id: ea70d49ecea9492dad326f92d88553e9)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 86: Le differenze di tali altezze [dovranno] essere proporzionali alle distanze de' luoghi, misurate sopra la superficie della terra, o sia sopra gli archi del meridiano terrestre intercetto fra questi luoghi.


5) id: 85cb81ce54ae44af83695054646cf2ea)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 102: Questi vocaboli non significano lo stesso sulla sfera celeste che sulla terrestre; mentre su questa longitudine e latitudine si prendono rispetto all'equatore, e la longitudine si conta dal primo meridiano.


6) id: ce8e99c5f7bd46a795ff1315efbe8685)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. appr.: La latitudine sulla terra viene ad essere lo stesso che la declinazione nella sfera celeste, siccome i meridiani terrestri sono negli stessi piani che i meridiani, o i circoli di declinazione, celesti.


7) id: ac33709a17384af1bba557b2a9c400eb)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 24: I suddetti archi H L, M S, che determinano la longitudine del meridiano A L B, sono simili agli archi F K, P T, compresi fra' meridiani celesti D F E, D K E.


8) id: 2b051f58d44c4e709ca686aabece0e20)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 23: La comune sezione A H B di ciascun meridiano celeste D F E colla superficie della terra, chiamasi meridiano terrestre di tutti que' punti, per li quali passa. Tutti i meridiani terrestri sono circoli massimi, che si tagliano ne' poli della terra A B, e fanno coll'equatore terrestre angoli retti.


9) id: 09b25b78bf9b4d0cb2b892e9fd06f8f6)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 2, 221: L'osservazione del Mayer dei 25 Settembre 1756, a 10.or 41.1 del meridiano di Parigi, indicava precisamente il luogo del nuovo pianeta per quel tempo.


10) id: 0b2337ac0e3a41919809e2c7ef564faf)
Esempio: E Piazz. Lez. astron. 1, 11: Vi saranno tanti meridiani diversi quanti saranno i diversi punti della terra, pei quali si potranno condurre dei cerchi dal polo all'equatore. Tutti li punti della terra che si troveranno nella direzione di uno di questi cerchi, avranno lo stesso meridiano.


11) id: 24958969606a47ddb70fd69915aba5ed)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 7: Diremo il primo emisfero orientale e l'altro occidentale, ed il cerchio che li divide meridiano; questo essendo perpendicolare all'orizzonte, sarà il termine a cui giugnendo gli astri avranno la loro massima altezza, e di dove cominceranno a discendere. Il meridiano è dunque un cerchio che generalmente divide in due parti eguali gli archi descritti dalle stelle dal punto del loro nascere sino al loro tramontare. Quando essi vi giungono, diconsi alla metà del loro corso, e parlandosi del sole, mezzodì.
34) Dizion. 5° Ed. .
DEDOTTO, e poeticam$. DEDUTTO.
Apri Voce completa

pag.96



1) id: 83802b4a44cf4d2fb1f431a9b73f9836)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 264: Queste variazioni de' diametri apparenti seguono esattamente la ragione inversa delle distanze dalla terra, dedotte dalle misure di questa ipotesi.
35) Dizion. 5° Ed. .
DIFFERENZIAZIONE.
Apri Voce completa

pag.301



1) id: af9747e5383a4fdf9c5f23782d362449)
Esempio: Agn. Inst. anal. 2, 520: Sarà necessaria una terza differenziazione.
36) Dizion. 5° Ed. .
EQUANTE.
Apri Voce completa

pag.182



1) id: 464d4ee5f8644c2d8efa16bf35bf2ffb)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 172: Intendasi dal centro K descritto un altro circolo ERQ detto equante, il cui raggio sia eguale a quello del deferente ARP.


2) id: 896aab1a3bab4d819f954c979a29f863)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 401: Tolomeo spiega i moti di Venere e di Mercurio colla medesima teorica del deferente, dell'equante e dell'epiciclo.
37) Dizion. 5° Ed. .
LONGITUDINE.
Apri Voce completa

pag.450



1) id: fc10e5074aba4551a5ce03d50f0059ad)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 248: Longitudine è quell'arco d'ecclittica, che secondo l'ordine de' segni si estende dal principio dell'Ariete fino all'incontro del detto circolo perpendicolare all'ecclittica.


2) id: e2c6c79098f44e619b36366d35a4f576)
Esempio: E Piazz. Lez. astron. appr.: Generalmente la longitudine è la distanza dell'astro dal punto di Ariete, contata sull'ecclittica, e di occidente in oriente; e la latitudine la sua distanza dall'ecclittica, presa su di un cerchio massimo, che partendo dal polo dell'ecclittica passa per la stella.


3) id: e145d1ac17534c45b47c830c3df5d2b2)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 24: Riconosciute queste stelle, passeremo ad esaminare le altre che giacciono lungo l'ecclittica; per la quale cosa non di altro sarà mestieri che di portare nell'orizzonte, in ciascun giorno dell'anno, quel punto dell'ecclittica, a cui corrisponde il sole nel suo tramonto. Il numero de' gradi intercetto tra la sezione de' 21 marzo e le stelle che di mano in mano si anderanno osservando, c'indicherà la loro distanza da quella, la quale chiameremo longitudine delle stelle, che conteremo sempre di occidente in oriente.
38) Dizion. 5° Ed. .
DIGITO.
Apri Voce completa

pag.312



1) id: a75f539991564f88b8e94c4c4a9ea4bf)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 311: La quantità di essa [ecclisse] si estima e si enuncia dagli astronomi in parti dodicesime del diametro lunare, che diconsi digiti.


2) id: 8058b49ee134443ca963d5a2bdbb1344)
Esempio: E Manfred. Inst. astron. 315: Queste ecclissi [del sole] ancora si esprimono per digiti, cioè per dodicesime parti del diametro solare.
39) Dizion. 5° Ed. .
MURALE.
Apri Voce completa

pag.666



1) id: e487cfa407a64dc7ab51ea936846fbbd)
Esempio: Manfred. Inst. astron. 120: Se con istrumento murale, posto nel piano del meridiano e guernito d'un buon cannocchiale, si starà attento al passaggio di Sirio, ec.


2) id: 26b9f57137ce478c99f36a309cacacf7)
Esempio: E Piazz. Lez. astron. 1, 229: Con un gran quadrante murale di Bird osservò da circa 50 mila stelle boreali.


3) id: 60aff6623516406eb6205a9cf8caa4ba)
Esempio: Piazz. Lez. astron. 1, 66: Quando il quadrante è di sei in otto piedi di raggio, si suole fissare contro un muro solidissimo e fabbricato nella direzione del meridiano, ed allora dicesi murale; ma se non sia che di tre o quattro piedi si fa sostenere da un piede, e prende il nome di quadrante mobile.