Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 806 msec - Sono state trovate 13562 voci

La ricerca è stata rilevata in 153975 forme, per un totale di 140413 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
153975 0 153975 forme
140413 0 140413 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
ARRUGARE.
Apri Voce completa

pag.721



1) id: 39b0cf74b9a842a6addff4a6eae243fc)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 263: Pria che s'arrughe 'l volto e 'l pelo imbianchi.
2) Dizion. 5° Ed. .
MISERELLO
Apri Voce completa

pag.435



1) id: ff4e5b0ff6da428283bbea8c5d950b0c)
Esempio: Mart. L. Op. 61: Non dispregiate i miserelli amanti.


2) id: b4bfdccdf79740e7b948eb21e14ed80b)
Esempio: Alam. L. Gir. 20, 52: Io vi consiglio Che senza più contrasto mi doniate I miserei che 'n lagrimoso ciglio Chieggion mercè.
3) Dizion. 5° Ed. .
L,
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 967f9e1b1e944e0da71f0d9681a2cee5)
Definiz: § II. L. Numero de' Romani, che significa Cinquanta. –


3) id: 706cdf94cb00465c8df9bbeef5905eef)
Definiz: § I. E per il Segno o Carattere, che rappresenta la lettera L. –


4) id: 5bd9ba83dc7040c19310737936128eb3)
Esempio: E Cavalcant. B. Retor. appr.: Dell'altre lettere il G, il C lo L.... fanno dolcezza.


5) id: 9105afaac284405da8c3e18b9a0f2923)
Esempio: Mann. Ist. Decam. 186: Il Sansovino.... dice che in Bologna della R ne fanno L.


6) id: 3ba8f7566d74413c8766b6ae218a0f26)
Esempio: E Mann. Ist. Decam. appr.: La L e la R spesse fiate da' Toscani si scambiano.


7) id: 88889c9b697d4ac78578b76a994f2f1f)
Esempio: Bemb. Pros. 68: Molle e dilicata e piacevolissima è la L, e di tutte le sue compagne lettere dolcissima.


8) id: 12c33940cb2a46578c9e9150ce830c89)
Esempio: Dant. Parad. 18: Sì dentro a' lumi sante creature Volitando cantavano e faciensi Or D, or I, or L in sue figure.


9) id: 22d41e5ca0374005b6530a05c3433499)
Esempio: Borgh. V. Disc. 2, 181: Cosa che in nessun de gli altri (segni) riscontra: non nell'I all'uno,... non nella L al cinquanta.


10) id: b2e31172b2984d6987fbc7fb04a05b02)
Esempio: Cavalcant. B. Retor. 263: Quelle [parole] ne le quali è lo S, lo L,... pare che.... abbiano più tosto del rimesso che altro.


11) id: 4ea445d02eaf4b0b988dc92b9ecf0883)
Esempio: Salvin. Annot. Fier. 511: Nel profferire la l, più su s'alza la lingua, e tocca il palato, e ripiegasi, e poi scende; laonde la minuta plebe fiorentina, per iscansare questa fatica, dice aitro, in vece d'altro: e nel dialetto franzese autre, nello spagnuolo autro, per più comodità venne a dirsi: e vegghiare e stregghiare e mugghiare dissero i nostri antichi per fuggire la faticosa l. Così grolia, la plebe, e Papa Chimenti per Clemente già disse; risparmiandosi così dalla lingua la prima lettera del suo nome.


12) id: 288bd180b70d4f23af261067c1968141)
Esempio: Salv. Avvert. 1, 273: La fiorentina lingua, quando la L scempia segue appresso a vocale ed in consonante viene a percuotere, sì dolce la profferisce, che a sentirla par quasi un i raccolto. Pare un i, dico, a coloro a cui l'idioma è straniero. E perciocchè par vero, e non è, di qui avviene che contraffar non ci possono: chè se potesson contraffarci, non sempre ce n'avvedremmo, quando per gabbo di farlo studiano alcuna volta, e dicono: aitre voite: aimo sole: tra l'Eiba e i Giglio: appiè dell'olmo: un uom de i vulgo: ed altre cotali giullerie.
4) Dizion. 5° Ed. .
ANGIOLELLA.
Apri Voce completa

pag.505



1) id: 7c494ea494e341dfb0232adaf92bb38a)
Esempio: Med. L. Op. 2, 147: Sicchè a un'angiolella tu m'assembri.


2) id: 00f156c6d52149829cf7555dff612eac)
Esempio: Pulc. L. Morg. 15, 68: Io credo tu fussi mandata, Il primo dì dal cielo un'angiolella.
5) Dizion. 5° Ed. .
INCENDERE.
Apri Voce completa

pag.421



1) id: e3a808844b2f48e8bf62cf5bcb2e4363)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 141: Io questo lauro incendo.


2) id: fee3036d4a6146f48b136691b155d29a)
Esempio: Pulc. L. Morg. 16, 35: Veggendo nude queste membra tenere, Che m'han sì il cor ferito e l'alma incesa.


3) id: a5704f7e8e7440f5844f73bd80f15a1b)
Esempio: Cresc. Agric. volg. 59: Imperciocchè 'l secco calore, che con tal letame intorno le radici si genera, incende queste cotali radici.


4) id: f519f1df5b1f4624be256f74fbabb4db)
Esempio: Buonarr. M. V. Rim. G. 195: Come sarà udita La casta voglia che 'l cor dentro incende Da chi sempre se stesso in altrui vede?


5) id: cce8ae9375d14466927098c509884a6f)
Esempio: Cresc. Agric. volg. 325: A far cauterio senza fuoco pestisi la flamula, e pongasi sopra 'l luogo che si vuole incendere, e vi si lasci un giorno, e troverassi la buccia arrostita e arsa.
6) Dizion. 5° Ed. .
INFRIGIDARE.
Apri Voce completa

pag.759



1) id: 7ba688325d154b84a49b5267f2468f10)
Esempio: Med. L. Op. 2, 101: Fan gli occhi e 'l naso un fonte, e 'l ciel lo 'nfrigida.
7) Dizion. 5° Ed. .
INFORME.
Apri Voce completa

pag.742



1) id: 5c9c20cef3384a77bb02c578a630650b)
Esempio: Med. L. Op. 2, 87: I picciol frutti ancor informi allegano.
8) Dizion. 5° Ed. .
ANNEGHITTIRE, ed anco ANNIGHITTIRE
Apri Voce completa

pag.525



1) id: 3f4b8c92d9a0461caeea435bd4d99dad)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 2, 69: Mentre nell'ocio annighittisci e dormi.
9) Dizion. 5° Ed. .
DISTRUGGITORE, e anche DISTRUTTORE.
Apri Voce completa

pag.715



1) id: ab66bd94156d418ead7426d1d03788de)
Esempio: Giord. Op. 1, 101: L. Mummio conquistatore, cioè distruggitore, di Acaia.


2) id: d32ecdbad6f0419fbc7dddc5b17c09df)
Esempio: Giamb. Lat. Tes. 164: Distruggitore è quello che giuoca a' dadi e spende in vivande, e dà a' giucolari. E 'l distruggitore dispende ciò ch'elli hae, che non ne rimane memoria.
10) Dizion. 5° Ed. .
MACCHIERELLA, e anche MACCHIARELLA
Apri Voce completa

pag.587



1) id: d689d9b3b2d94dd1b64e88560103ca17)
Esempio: Med. L. Op. 2, 149: Vientene.... Appiè dell'orto in quella macchierella.
11) Dizion. 5° Ed. .
FRENATO.
Apri Voce completa

pag.498



1) id: 1c84294f56064934af338909f8c0de3e)
Esempio: Med. L. Op. 2, 102: Stridon frenate turbide e maligne L'onde.


2) id: d6b0d1f40bd04c56a78262e078274570)
Esempio: Alam. L. Avarch. 2, 162: Tal che Nemauso e Monpelier ne piange, Che 'l frenato Nettunno ivi non frange.
12) Dizion. 5° Ed. .
FILATOIO.
Apri Voce completa

pag.94



1) id: 89b16ebb74c24a1f8a9717e14b7809a8)
Esempio: Med. L. Op. 2, 140: Guadagna al filatoio di buon danari.


2) id: 71d6fcd216254bf2a1700227e0527f8b)
Esempio: Firenz. Comm. 1, 408: Tu debbi esser qualche sciocco: va' pe' fatti tuoi, e farai bene.... B. Che arte è la tua? deh, di' 'l vero, giri tu il filatoio, o macini a secco? (qui in doppio senso).
13) Dizion. 5° Ed. .
DORMIGLIONE.
Apri Voce completa

pag.868



1) id: d50c3f47dd3d4e278acd3993272344e1)
Esempio: Med. L. Op. 3, 186: E deston la mattina i dormiglioni.
14) Dizion. 5° Ed. .
GIGLIOZZO.
Apri Voce completa

pag.216



1) id: 315217f808cc4f208c57ab3d4f815d43)
Esempio: Med. L. Op. 2, 149: Addie, gigliozzo mio, del viso adorno.
15) Dizion. 5° Ed. .
ASSEDERE, ed anche ASSIEDERE.
Apri Voce completa

pag.766



1) id: 733d2ea004ef40babec13f02446d3417)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 2, 92: Prenda 'l remo ciascun, percuota 'l mare, E con misura ugual s'assegga e levi.


2) id: a7e65e89612c40d98582a74e81865c4a)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 226: All'ombra santa.... s'assiede a tutte l'ore Orgoglio e Crudeltà tra gloria tanta.


3) id: 4ee6572d72fb46cf9da0d6d8be4e3e14)
Esempio: E Alam. L. Op. tosc. 2, 268: Deh! sentiss'ei come sovente torno Col pensier seco, e mi gli asseggo in seno.


4) id: 1cabb8252c5b4827ac0f5af018ea5dbe)
Esempio: Alam. L. Avarch. 2, 64: Fatti assedere all'onorata mensa, Di prezïosi cibi intorno piena.


5) id: 4adce9b9ad8c4297bf11e81bd65ee9e7)
Esempio: Alam. L. Gir. 2, 73: Ella [la serpe] si leva irata,.... e 'n su la coda assiede.


6) id: 950c742875454d53869bc8bd2a6166ae)
Esempio: Alam. L. Colt. 1, 71: L'arbor, che sovr'un colle o in piaggia assiede, Ben cerchi e guardi.


7) id: 11d2e4991f2343f3972746a821584f8e)
Esempio: E Alam. L. Avarch. 18, 91: Per se medesmo elegge, ove la porta Del ben serrato campo in mezzo assiede.


8) id: 7c4baec8a27241729c347209076d8e74)
Esempio: E Alam. L. Gir. 1, 250: Così lieto e ridendo a questa e quella, Da lor richiesto, a tavola si assiede.


9) id: 430ea5b576d44b2b9a2a684da49b9fd8)
Esempio: E Alam. L. Avarch. 12, 48: Nè da lui lunge il fero Palamede.... era andato Ver le radici, dove il colle assiede.


10) id: 2ae1b6bc19124c01ada214ffef443a94)
Esempio: E Alam. L. Avarch. 19, 16: Non con altro romor nel fondo diede,.... Che scoglio alpestre, ch'alla riva assiede,.... Fa col suo rovinar.


11) id: 84f6517d294247d29f8f13c4491d8425)
Esempio: Alam. L. Avarch. 10, 114: Indi alla mensa di vivande piena Il suo caro Tristan, che non volea, Sopra la stessa sua dorata sede Con dolce forza e 'n belle lodi assiede.
16) Dizion. 5° Ed. .
GELATO.
Apri Voce completa

pag.88



1) id: c000eccd17bf4a97a857d8ecaaf65c2a)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 137: Candida sei più ch'al gelato verno L'Etna e 'l Pacchin.


2) id: 82b398eaa0cf4c088343be6cb482bd31)
Esempio: Segner. Op. 4, 524: Siccome il ferro, gelato di sua natura, rugginoso, rigido e greve.


3) id: c6cf6f188cbd4eeeb48f534f10b4f9d9)
Esempio: Buonarr. M. V. Rim. G. 208: Non avria 'l mondo sì gelata parte Che non ardesse com'acceso strale.
17) Dizion. 5° Ed. .
CONGEDO.
Apri Voce completa

pag.453



1) id: db2d3d9bd0d4488ebcb7ba6359fd49cf)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 20: Già la negra stagion che 'l mondo tace, Prendea congedo.
18) Dizion. 5° Ed. .
INTOPPARE.
Apri Voce completa

pag.1097



1) id: 24a84ddf25994a44a20ecfb6b18eb129)
Esempio: Med. L. Op. 2, 25: Così nel lupo alcuna [pecora] non intoppa.


2) id: 07bf48da84474c29aee7a0bd7182676b)
Esempio: Buonarr. Tanc. 3, 2: In prima e' sarà uopo, ch'io 'l saluti Quand'io lo 'ntoppo, e 'l buon giorno gli dia.


3) id: 1a813eff7a114bd8a236bbce8f22e22f)
Esempio: Galil. Op. VIII, 206: Giunta che ella sia (la palla) in B, intoppando il filo nel chiodo E, sia costretta ec.


4) id: 9a48c416d5774f55ba52a75a56593112)
Esempio: Pulc. L. Morg. 20, 32: Il mar pur gonfia, e coll'onde rinnalza, E spesso l'una coll'altra s'intoppa, Tanto che l'acqua in coverta su balza, Ed or saltava da prora or da poppa.
19) Dizion. 5° Ed. .
OMBRIA, con l'accento sulla i.
Apri Voce completa

pag.478



1) id: a04a8c7f26ab41d0a33e41256dd50a3e)
Esempio: Soder. Op. 2, 252: Ama il prezzemolo l'ombria e 'l luogo umido.
20) Dizion. 5° Ed. .
INTEPIDIRE e INTIEPIDIRE.
Apri Voce completa

pag.1016



1) id: da8e09ef563342f096b09dee780e20f8)
Esempio: Alam. L. Op. tosc. 1, 75: Tu sei cagion, che 'ntepidisci l'òra.


2) id: 49aed5ab15ff40029ddcaa1d14e1c57a)
Esempio: Med. L. Op. 2, 160: Or pensa che dolcezza è in quello amore, Il qual fortuna intepidisce o vizia.


3) id: ce8e6aa6cc994b2f90572a59d88fbf78)
Esempio: Petr. Rim. 2, 58: Tutta la mia fiorita e verde etade Passava, e 'ntepidir sentia già 'l fuoco Ch'arse 'l mio cor.


4) id: e4f66068271e4ae2861312c3c1ac490a)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 270: Il venir mio sarà tosto che 'l tempo si intepidisce, e le faccende si raffreddano.


5) id: 634fa02a490b4bc2af60b85ce200a9cb)
Esempio: Galil. Op. IV, 635: La qual vostra vaghezza mi messe in necessità di toccarne quel poco che avete sentito di sopra: il che crederò che vi abbia in parte intepidito il desiderio delle risposte del signor Galileo.


6) id: 6af0f7c85a274d23b9ba7b44822772cd)
Esempio: Passav. Specch. Penit. 32: Certo tempo fu spirituale e devoto, ma poi venne intepidendo; e a poco a poco, lasciando lo spirito e 'l fervore, diventò dissoluto e cattivo.


7) id: 13e3bb775d354c3eadaa9971dbe978f2)
Esempio: Passav. Specch. Penit. 147: Avvegnachè 'l peccato veniale e molti peccati veniali non tolgano la grazia e la carità, la quale solo toglie il peccato mortale; tuttavia la intiepidiscono, e dispongono al peccato mortale.