Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 476 msec - Sono state trovate 19777 voci

La ricerca è stata rilevata in 86096 forme, per un totale di 66319 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
86096 0 86096 forme
66319 0 66319 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 5° Ed. .
ELICA ed anche ELICE.
Apri Voce completa

pag.94



2) id: f6bf630cb5fb4efd8bb3d4496ac2eb58)
Definiz: § III. Ed altresì Ciascuna delle spire della madrevite. ‒


3) id: 4d87b1b3469848a698ef0b39d5310fb5)
Definiz: Sost. femm. Term. della Geometria. Linea spirale, che con ravvolgimenti eguali tra loro s'avvoltola intorno alla superficie d'un cilindro; ed altresì Linea spirale descritta sopra altre superficie curve.
141) Dizion. 5° Ed. .
ELICRISO ed anche ELIOCRISO.
Apri Voce completa

pag.95



2) id: e0088c340c1d42d686ee763dbbe639bf)
helicrysus ed

3) id: 9c841f5367fc458f8b9e2ce3d01245c6)
Esempio: Mattiol. Disc. 2, 1097: Lo elicriso, il qual chiamano alcuni crisantemo ed altri amaranto,... ha il fusto diritto, bianco, verdeggiante e fermo.


4) id: c1025aac166c4c8d987d570d38922de9)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 304: Con una corona in capo, o di dittamo, secondo i Greci, o di diversi fiori, secondo Marziano, o d'elicriso, secondo alcun altri.
142) Dizion. 5° Ed. .
EREDITÀ, EREDITADE ed EREDITATE.
Apri Voce completa

pag.205



2) id: 7f057aa733b04ecbb59cf1c66fe2fb35)
Esempio: S. Bern. Lett. F. 10: È [la vita solitaria] cosa d'antica religione, e perfezione di fondata pietà in Cristo, e antica eredità della Chiesa di Dio, dagli antichi profeti dimostrata.


3) id: e9f7870d93fc48749e9f2709c1b339b7)
Esempio: Bart. C. Archit. Albert. 267: Quante grandi ereditadi credian noi che pervenissino salve ne' nipoti, solamente per questa reverenzia ed osservazione della carità, o pietà, o religione, che sarebbono da' prodighi, dal giuoco e da' fallimenti sute mandate male?
143) Dizion. 5° Ed. .
ERETICISSIMO ed anche ERETICHISSIMO.
Apri Voce completa

pag.209

144) Dizion. 5° Ed. .
ERMISINO ed anche ERMESINO.
Apri Voce completa

pag.215



2) id: ba93a471df3f4013b05b36c2901cd509)
Esempio: Cellin. Vit. 177: Così partitomi, andai a tagliare e' panni azzurri con una bella vestetta di ermisino pure azzurro ed un saietto del simile; e a lui feci un saio ed una vesta di taffettà pure azzurro.


3) id: 64d4ddc65a464dffb6ed024df1ecbe84)
Esempio: Menz. Sat. 5: Chi tagliava i calli, Copre con ermesin plebea lordura; Ed ora ha messo su cocchio e cavalli.


4) id: a85e5a1064f149be874dea2a01747b00)
Esempio: Varch. Stor. 2, 84: Una vesta o di saia, o di rascia nera,... soppannata di taffettà, ed alcuna volta d'ermisino o di tabì.


5) id: 0beb0b4dc11444e5bcbe070d4b002509)
Esempio: Magal. Lett. scient. 207: Per quanto i moderni intagliatori a bolino siano arrivati a imitar le stoffe in una forma da renderci riconoscibili il dante dalla lana, la lana dalla seta, e in questa, il velluto dal raso, e il raso dall'ermisino, ec.
145) Dizion. 5° Ed. .
EROICISSIMO ed anche EROICHISSIMO.
Apri Voce completa

pag.216



2) id: abac847f9c7241efbad3ca94edf49213)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 234: Il cavalier Gandolfo gli ha diritto un sonetto eroichissimo, il quale vi sarà mandato da lui.
146) Dizion. 5° Ed. .
FARNIA ed anche FARGNA.
Apri Voce completa

pag.621



2) id: 89b189d34127416db89ef7c0483e8ffe)
Esempio: Soder. Tratt. Arb. 11: Sono [le foglie] buone, ed a questi ed agli altri [animali] tutti, quelle di quercia, di cerro, di farnia, di sughera, di leccio ec.


3) id: 012e07bef6d34e8da25639eee76a540a)
Definiz: Sost. femm. Specie di querce, detta comunemente Ischia o Eschio; ed è la quercus pedunculata dei Botanici. –


4) id: 6c67f3e7535e4225a862c5d14a028acb)
Esempio: E Soder. Tratt. Arb. 25: In Arabia le trementine e lo storace ed i mandorli sono in copia; in Nasso ed in Provenza, i noci, i cerri; e le quercie, i lecci e le farnie per tutta Italia.


5) id: 78975223bb71480c8fe4fe8f147c363d)
Esempio: Red. Lett. 1, 300: Non so già se sieno frutto del leccio;... direi piuttosto di quella sorte di quercia detta quercus latifolia, e volgarmente farnia e fargna.
147) Dizion. 5° Ed. .
ASSEDERE, ed anche ASSIEDERE.
Apri Voce completa

pag.766

148) Dizion. 5° Ed. .
ARMEGGIATORE, ed anche ARMEGGIADORE.
Apri Voce completa

pag.693

149) Dizion. 5° Ed. .
AGGRUMARE, ed anco AGGROMMARE
Apri Voce completa

pag.307

150) Dizion. 5° Ed. .
AGGRUPPAMENTO, ed anche AGGROPPAMENTO
Apri Voce completa

pag.308

151) Dizion. 5° Ed. .
AGGRUPPARE, ed anche AGGROPPARE
Apri Voce completa

pag.308



2) id: bb5b6fe736ff4ab1a3e5014fe96cd8ea)
Esempio: Bern. Orl. 27, 14: Le dita insieme incrocicchia ed aggruppa.


3) id: 8ab780f354c144139aa627697c20de45)
Esempio: Fr. Guitt. Lett. 38: Soltone voi uno [dei lacci], il Diaulo n'aggroppa due.


4) id: e2dd55c19bf7447f8cccfc434b2ffeda)
Esempio: Barber. Docum. Am. 15: E chi sua lingua aggroppa Per lo corrente parlar, ed inciampa.


5) id: eb2947bca81d41128f2a45f51b556e17)
Definiz: § III. Per Unire convenevolmente più figure in gruppi, ed è più specialmente termine delle Arti del disegno. −


6) id: 4489b1167dd946faa2d312e12dd30fe2)
Esempio: Ubert. Faz. Dittam. 2, 11: Ma perchè dove ricchezza s'aggroppa, Lussuria, gola, ira ed avarizia, Accidia, invidia e superbia vi schioppa.


7) id: 2f9007ba28e24b50a3ecb96c31f9768c)
Esempio: Red. Lett. 1, 185: Se il suo flato grosso alle volte se le risveglia e se le aggruppa, come ella dice, nello stomaco,.... lo lasci risvegliare quanto vuole.
152) Dizion. 5° Ed. .
ARCILIUTO, ed anche ARCILEUTO
Apri Voce completa

pag.659

153) Dizion. 5° Ed. .
AFFRANGERE, ed anche AFFRAGNERE.
Apri Voce completa

pag.277

154) Dizion. 5° Ed. .
ABBRUSTOLIRE, ed anco ABBROSTOLIRE
Apri Voce completa

pag.51



2) id: 460915134fd0430fa17c532ce5767033)
Esempio: Red. Lett. 3, 78: Ho provato.... alla candela della bugìa quel cerume della quarta spezie; e trovo che non si liquefà, ma s'abbrustolisce come la midolla del pane, e sa di quell'odore.
155) Dizion. 5° Ed. .
ABIETTAMENTE , ed anco ABBIETTAMENTE.
Apri Voce completa

pag.54



2) id: 8c7a3f7d5b5c44d0a0aaa6a1aaedaccf)
Esempio: Imit. Crist. 114: Oh quanto umilmente ed abiettamente io debbo sentire di me medesimo, eziandio avendo alcuno bene!
156) Dizion. 5° Ed. .
ABIETTEZZA, ed anco ABBIETTEZZA
Apri Voce completa

pag.54

157) Dizion. 5° Ed. .
ABIETTISSIMAMENTE, ed anco ABBIETTISSIMAMENTE.
Apri Voce completa

pag.54

158) Dizion. 5° Ed. .
ABIETTISSIMO, ed anco ABBIETTISSIMO.
Apri Voce completa

pag.54

159) Dizion. 5° Ed. .
ABIETTO, ed anco ABBIETTO.
Apri Voce completa

pag.54



2) id: 19de9a2f17304e718d30b4867861b94a)
Esempio: Tass. Lett. 1, 289: Egli potrà forse rallegrarsi di vedermi povero e mal agiato, ma di vedermi umile ed abietto, non goderà giammai.


3) id: f318173f1f914feea9a21296dc5341cc)
Definiz: Add. Vile, Basso, Spregevole, Di niun conto; detto delle persone, ed altresì delle cose.


4) id: 2dbd8f4e079344669d58b378a5970886)
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 3: Vagliami un animo non abietto, e vagliami la certezza del vostro amore.... per trattenermi da una disperazione.


5) id: b818fa6b645f41c8aefa6219b6544d2a)
Esempio: Cell. G. Lett. 34: La semplicità della coscienza, la quale gl'ingiusti dispregiano come cosa vile e abietta, i giusti ne fanno sacrificio di virtude.


6) id: 8b6b6560efcf4ab1a6022d58642cc2fe)
Esempio: Imit. Crist. 129: O Signore, niuna cosa debbe letificare il tuo servo, quanto che esso sia unito sempre con la tua volontà;.... e così volentieri essere dispregiato ed abietto, e non avere alcun nome e fama.