Lessicografia della Crusca in rete

Volume 11 - Dizionario 5° Ed.
100) Dizion. 5° Ed. .
OTTOBRE.
Apri Voce completa

pag.772

OTTOBRE.
Definiz: Sost. masc. Nome del decimo mese dell'anno civile.
Dal lat. october. –
Esempio: Dant. Purg. SD. 6: Fai tanto sottili Provedimenti, ch'a mezzo novembre Non giugne quel che tu d'ottobre fili.
Esempio: Pallad. Agric. 251: Dopo X dì d'ottobre si vogliono scalzar le viti novelle.
Esempio: Cap. Comp. Orsam. 4, 40: Ancora provegiano i governatori di farlo del mese d'ottobre.
Esempio: Bocc. Decam. 5, 233: Dunque.... dirò io: Monna Simona, imbotta, imbotta; e' non è del mese d'ottobre.
Esempio: Machiav. Leg. Comm. 2, 198: Questo signore, da calende ottobre in qua, ha speso meglio che sessantamila ducati.
Esempio: Guicc. Op. ined. 10, 85: Finalmente a dì 17 di ottobre 1511 fui eletto io.
Esempio: Varch. Boez. 11: Ridir sapeva.... Qual possa e faccia sempre Natural legge, o pio voler divino, Versar giugno le biade, ottobre il vino.
Esempio: Soder. Op. 2, 323: Piantansi (i rosaj) d'ottobre, novembre e dicembre.
Esempio: Dav. Colt. 525: Taglisi ogni legname di verno, dalla luna d'ottobre a quella di gennaio.
Esempio: Magazzin. Coltiv. 45: Anco d'ottobre si trapiantano (gli aranci e i limoni), ma fanno meglio al luglio.
Esempio: Guast. Scritt. Art. 158: Nel 1841, una mattina d'ottobre, si trovò ec.
Definiz: § In locuz. figur. –
Esempio: Card. Poes. 799: Lidia in tanto de i fiori, ch'educa Mesti l'ottobre da le macerie Romane, t'elegge un pio serto.

101) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENMILLESIMO. –
Apri Voce completa

pag.772

OTTOCENMILLESIMO . –
V. Ottocentomillesimo.
102) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENTESIMO.
Apri Voce completa

pag.772

OTTOCENTESIMO.
Definiz: Add. numerale ordinale di Ottocento. –
Esempio: Guicc. Stor. Gh. 1, 305: Dipoi, l'anno ottocentesimo della nostra Salute, Leone pontefice insieme col popolo Romano (non con altra autorità il Pontefice che come capo di quello popolo) elessono il medesimo Carlo per Imperadore romano.
Esempio: Dav. Tac. 1, 249: La festa de' cent'anni si vide quest'ottocentesimo dopo Roma edificata e sessantaquattresimo da che la celebrò Augusto.
Esempio: Grand. Mov. Acq. 31: La somma delle quantità d'acqua.... darà di quoziente 5, con 559 parti ottocentesime quarantunesime.
Definiz: § I. Componesi con altri Adiettivi numerali ordinali, e dicesi Ottocentesimoprimo, Ottocentesimosecondo, Ottocentesimoterzo ec., Ottocentesimonono.
Definiz: § II. Popolarmente l'Adiettivo numerale di Ottocento, quando è congiunto coi primi nove numeri, formasi dando la desinenza di esimo al suo respettivo numero composto; e così abbiamo Ottocentunesimo, Ottocentoduesimo, Ottocentotreesimo ec., e Ottocentonovesimo, da Ottocentuno, Ottocentodue, Ottocentotre ec. E in questa forma ha anche valore di partitivo.
Definiz: § III. Congiungesi anche con gli Adiettivi numerali ordinali da Decimo in su, e dicesi Ottocentodecimo, Ottocentundecimo ec., Ottocentoventesimo e Ottocenventesimo, Ottocentotrentesimo e Ottocentrentesimo, Ottocentoquarantesimo e Ottocenquarantesimo ec. Ed ha anche valore di partitivo.
Definiz: § IV. Ottocentesimo è anche Add. numerale partitivo.
Definiz: § V. In forza di Sost. L'ottocentesima parte.

103) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENTISTA.
Apri Voce completa

pag.772

OTTOCENTISTA .
Definiz: Add. usato più spesso in forza di Sost. Dell'ottocento, ossia Appartenente al secolo decimonono; e dicesi per lo più di scrittore od artista.

104) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENTO.
Apri Voce completa

pag.772

OTTOCENTO.
Definiz: Add. numerale cardinale indeclinabile. Che contiene otto centinaia, o Che è formato di otto centinaia. –
Esempio: Vill. G. 194: Udendo lo stato del re Carlo suo cugino, passò di Tunisi in Puglia con più di ottocento cavalieri spagnuoli, molto buona e bella gente.
Esempio: Sacch. Nov. 1, 103: Questo cane non è per li fatti mia, se non piglia più che un porco per volta. Se gliene venisse alle mani uno di quelli di Foscherello da Matelica, che ne piglia ottocento per volta, priegalo che me lo mandi.
Esempio: Gio. Fior. Pecor. 1, 177: Erano a Siena col conte Giordano, ch'era capo di quegli ottocento Tedeschi.
Esempio: Capp. G. Tum. Ciomp. T. 265: Farannosi quattro ragunate: l'una si farà in Santo Spirito, e saranno mille uomini;... l'altra in San Piero Maggiore, e saranno ottocento, o più.
Esempio: Guicc. Stor. Gh. 2, 162: Erano nell'esercito ottocento lancie,... mille ottocento cavalli leggieri, seimila Svizzeri e seimila fanti di altre nazioni.
Esempio: Gell. Lettur. N. 1, 108: Quella provincia non acquistò tal nome se non passati più che ottocento anni dopo la morte sua.
Esempio: Ammir. Stor. 2, 619: Entrarono poi in speranza d'aver Santa Maria a Monte, ove di notte cavalcò Rinieri del Busso da Baschi loro capitan generale con ottocento cavalieri e duemila pedoni.
Esempio: Serdon. Stor. Ind. volg. 124: Aveva nel porto gran numero di navi..., e fra queste due d'inusitata grandezza..., e ciascuna di esse teneva ottocento botti.
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 3, 41: Fecero da per loro la terza parte della fossa larga sei cubiti e profonda quattro e lunga ottocento piedi.
Esempio: Red. Lett. 2, 13: V. S. illustrissima si rallegri meco di un'annua pensione di ottocento piastre, assegnata dalla generosità del serenissimo Granduca.
Esempio: Bott. Stor. Ital. cont. 1, 269: Ei fece una congregazione di soldati, in cui non si numeravano meno di ottomila Italiani ed ottocento Tedeschi.
Definiz: § I. Ottocento, si unisce con gli altri numeri semplici e composti, e se ne formano le voci Ottocentuno, Ottocentodue, Ottocentotre, Ottocentoquattro ec., Ottocentodieci, Ottocentundici ec., Ottocentoventi ec., Ottocentoquaranta, e così di seguito fino a Ottocentonovantanove; e si usa anche scriverli disgiuntamente. –
Esempio: Tav. Rit. 1, 364: Scontraro sullo cammino lo re di cento cavalieri, lo quale andava alla detta semblea in compagnia di ottocentottanta pro' cavalieri stranieri.
Esempio: Machiav. Leg. Comm. 3, 234: Erano ottocentodieci lance e cinquemila fanti, duemila Svizzeri, e il resto fra Guasconi e altri spicciolati.
Esempio: Giambull. P. F. Inf. Dant. 43: Manifestamente si conosce che il piano di questo secondo Cerchio è sotto la terra miglia ottocento sei e mezzo.
Esempio: E Giambull. P. F. Inf. Dant. 75: Non potrebbe egli nel VII cerchio sentirne il rimbombo, essendo da quivi a 'l principio delle bolge una altezza di miglia ottocentodieci.
Definiz: § II. Talvolta Ottocento, nel comporsi con certi altri numeri, si acconcia per apocope in Ottocen; ma ciò più comunemente nel parlar familiare. Così dicesi Ottocenquattordici, Ottocendiciassette, Ottocendiciotto, Ottocendiciannove, Ottocenventuno ec., Ottocentrentuno ec., Ottocenquaranta, Ottocencinquanta, Ottocensessanta, Ottocensettanta e Ottocennovanta.
Definiz: § III. Per le forme dell'Adiettivo ordinale e partitivo di Ottocento, quando è congiunto con altri numeri. –
V. Ottocentesimo, § II.
Definiz: § IV. Ottocento, adoperasi anche con senso di Adiettivo ordinale, dicendosi
Esempio: Esempio del Compilatore L'anno ottocento, La pagina ottocento, e simili,
Definiz: per L'anno ottocentesimo, La pagina ottocentesima, ec.
Definiz: § V. E in forza di Sost. Il numero o La somma di ottocento.
Definiz: § VI. Usasi pure a denotare L'anno ottocento, ossia ottocentesimo, ed altresì il Secolo nono e il decimonono dell'era cristiana. –
Esempio: Leopard. Pros. 1, 211: Petrarcheggia come fosse un lirico italiano del cinque o dell'ottocento.
Esempio: Giobert. Buon. Not. 202 Not.: Il Petit-Radel ricorda una Tybe menzionata in un diploma dell'ottocento.
Esempio: E Giobert. Rinnov. 2, 506: Prossimo al trecento per la bontà, ma non pari, è il cinquecento; e ha seco a comune questa prerogativa che tutti o quasi tutti ci scrissero italianamente. Lode che già non può darsi al secento, e meno ancora al quattrocento, al settecento e all'ottocento.
Esempio: Guadagn. Poes. 2, 243: Que' nostri vecchi avanti l'ottocento Dovean esser che fitta di somari!
Esempio: Tomm. Capp. Cart. 2, 389: Vi manderò certo scrittarello del Tabarrini per quel giovine Pezzella che morì, cosa che noi nati prima dell'ottocento non si saprebbe fare ec.
Esempio: E Tomm. Capp. Cart. 2, 531: Io.... come autore d'un libro interdetto nè compreso nell'amnistia passata o nelle future che possa un papa dell'ottocento concedere..., non sarei ricevuto.
Esempio: Card. Pros. 1162: Non il giorno si può fissare nè l'anno, ma certo in questi ultimi lustri dell'ottocento si contiene l'intierezza dell'ottavo secolo da che è lo Studio di Bologna.
Definiz: § VII. Pure in forza di Sost. e in locuzione partitiva, vale Ottocento persone, o cose, del numero, od ordine, che ne dipende, espressi dal sostantivo di quelle di cui si parla.
Definiz: § VIII. E assolutam. per Ottocento persone.

105) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENTOMILA.
Apri Voce completa

pag.773

OTTOCENTOMILA.
Definiz: Add. numerale cardinale indeclinabile. Che contiene ottocento volte mille, o Che è formato di ottocento migliaia. –
Esempio: Guicc. Stor. Gh. 1, 279: Che per ristoro delle spese fatte, quali affermavano i Viniziani ascendere a ottocentomila ducati, fossino obligati i Fiorentini ec.
Esempio: Segner. Crist. instr. 1, 369: Arrivò in un giorno solo a donare ad uno ben ottocentomila scudi senza ragione e senza riguardo.
Definiz: § I. Ottocentomila si unisce con gli altri numeri semplici e composti, e se ne formano le voci Ottocentomilauno, Ottocentomiladue, Ottocentomilatre ec., Ottocentomiladieci ec., Ottocentomilaventi ec., Ottocentomilacinquanta ec., Ottocentomilacento ec. fino a Ottocentomilanovecentonovantanove.
Definiz: § II. Per le forme dell'Adiettivo ordinale e partitivo di Ottocentomila, quando è congiunto con altri numeri. –
V. Ottocentomillesimo, § II.
Definiz: § III. In forza di Sost. Il numero o La somma di Ottocentomila.

106) Dizion. 5° Ed. .
OTTOCENTOMILLESIMO e OTTOCENMILLESIMO.
Apri Voce completa

pag.773

OTTOCENTOMILLESIMO e OTTOCENMILLESIMO.
Definiz: Add. numerale ordinale di Ottocentomila.
Definiz: § I. Componesi con gli altri Adiettivi numerali ordinali e dicesi Ottocentomillesimoprimo, Ottocentomillesimosecondo, Ottocentomillesimoterzo ec., Ottocentomillesimonono.
Definiz: § II. Popolarmente l'Adiettivo numerale di Ottocentomila, quando è congiunto coi primi nove numeri, formasi dando la desinenza di esimo al suo respettivo numero composto; e così abbiamo Ottocentomilunesimo, Ottocentomiladuesimo, Ottocentomilatreesimo ec., e Ottocentomilanovesimo. E in questa forma ha anche valore di partitivo.
Definiz: § III. Congiungesi anche con gli Adiettivi numerali ordinali da Decimo in su, e dicesi Ottocentomiladecimo, Ottocentomilundicesimo, Ottocentomiladodicesimo ec., Ottocentomilaventesimo ec., Ottocentomilacentesimo ec., Ottocentomilanovecentonovantanovesimo. Ed ha anche valore di partitivo.
Definiz: § IV. Ottocentomillesimo è anche Add. numerale partitivo.
Definiz: § V. In forza di Sost. La ottocentomillesima parte.

107) Dizion. 5° Ed. .
OTTODECIMO.
Apri Voce completa

pag.773

OTTODECIMO .
Definiz: Add. Lo stesso che Decimottavo o Diciottesimo, come comunemente si dice. –
Esempio: Salvin. Odiss. 106: Navigò ben diciassette Giorni, e nell'ottodecimo appariro Gli ombrosi monti del Feacio suolo.

108) Dizion. 5° Ed. .
OTTOGENARIO. –
Apri Voce completa

pag.773

OTTOGENARIO . –
V. Ottuagenario.
109) Dizion. 5° Ed. .
OTTOGESIMO –
Apri Voce completa

pag.773

OTTOGESIMO
V. Ottuagesimo.
110) Dizion. 5° Ed. .
OTTOMANNA e OTTOMANA.
Apri Voce completa

pag.773

OTTOMANNA e OTTOMANA .
Definiz: Sost. femm. Specie di canapè a molla, fornito di una materassa che, raddoppiata, serve da spalliera, e, distesa, da materassa.

111) Dizion. 5° Ed. .
OTTOMILA.
Apri Voce completa

pag.773

OTTOMILA.
Definiz: Add. numerale cardinale indeclinabile. Che contiene otto volte mille, o Che è formato di otto migliaia. –
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 258: Bene ottomila servi, ch'avea fra maschi e femmine, fece liberi.
Esempio: Vill. G. 723: Fue condannato il Comune della nuova terra a pagare a' Conti fiorini ottomila d'oro.
Esempio: Stef. March. Istor. 7, 41: Che' Lucchesi dessero ogni anno al Duca il dì di San Giovanni ottomila fiorini questi quindici anni.
Esempio: Pucc. A. Guerr. Pis. 258: Fur più d'ottomila cavalieri Sanza suo' cittadini e masnadieri.
Esempio: Cavalcant. G. Istor. fior. 1, 37: Io ho in pegno Castel Bolognese per ottomila fiorini.
Esempio: Machiav. Art. Guerr. 247: Ogni nazione, nell'ordinare gli uomini suoi alla guerra, ha fatto nell'esercito suo ovvero nella sua milizia un membro principale, il quale, se l'hanno variato con il nome, l'hanno poco variato col numero degli uomini, perchè tutti l'hanno composto di sei in ottomila uomini.
Esempio: Guicc. Stor. Gh. 2, 163: Da altra parte uscirno di Genova ottomila fanti, guidati da Jacopo Corso.
Esempio: Giambull. P. F. Inf. Dant. 37: Gira intorno lungo la ripa miglia ottomila trecento trentasette e mezzo.
Esempio: Baldin. Decenn. 6, 196: Non fu (una eredità) oltre al segno d'ottomila scudi in circa.
Esempio: Viv. Relaz. Fucecch. 537: Col farvi piantare.... una sola fila di sopra ottomila alberi..., si acquisterebbe ec.
Esempio: Bott. Stor. Ital. cont. 1, 269: Ei fece una congregazione di soldati, in cui non si numeravano meno di ottomila Italiani ed ottocento Tedeschi.
Esempio: Tomm. Capp. Cart. 2, 546: Le torce poco men d'ottomila misurarono tutto il Corso.
Definiz: § I. Ottomila si unisce con gli altri numeri semplici e composti, e se ne formano le voci Ottomilauno, Ottomiladue ec., Ottomiladieci, Ottomilaventi ec., Ottomilacento, Ottomiladugento, fino a Ottomilanovecentonovantanove.
Definiz: § II. Per le forme dell'Adiettivo ordinale e partitivo di Ottomila, quando è congiunto con altri numeri. –
V. Ottomillesimo, § II.
Definiz: § III. In forza di Sost. Il numero o La somma di ottomila.
Definiz: § IV. E assolutam. per Ottomila delle persone o cose di cui si parla. –
Esempio: Bott. Stor. Ital. 3, 144: Prevaleva di gran lunga di numero, conducendo quarantamila soldati contro un nemico, che se arrivava agli ottomila, non gli passava.

112) Dizion. 5° Ed. .
OTTOMILLESIMO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTOMILLESIMO.
Definiz: Add. numerale ordinale di Ottomila.
Definiz: § I. Componesi con gli altri Adiettivi numerali ordinali, e dicesi Ottomillesimoprimo, Ottomillesimosecondo, Ottomillesimoterzo ec., Ottomillesimonono, Ottomillesimodecimo ec., Ottomillesimoventesimo ec., Ottomillesimocentesimo, fino a Ottomillesimonovecentesimononagesimonono.
Definiz: § II. Popolarmente l'Adiettivo numerale, di Ottomila, quando è congiunto coi primi nove numeri, formasi dando la desinenza in esimo al suo respettivo numero composto; e si ha così Ottomilaunesimo, Ottomiladuesimo, Ottomilatreesimo, ec., Ottomilanovesimo. E in questa forma ha anche valore di partitivo.
Definiz: § III. Congiungesi anche con gli Addettivi numerali ordinali da Decimo in su, e dicesi Ottomiladecimo, Ottomilaundicesimo, Ottomiladodicesimo ec., Ottomilaventesimo ec., Ottomilanovantesimo ec., Ottomilacentesimo ec., Ottomilanovecentonovantanovesimo; ed ha anche valore di partitivo.
Definiz: § IV. Ottomillesimo è altresì Add. numerale partitivo.
Definiz: § V. E in forza di Sost. La ottomillesima parte.

113) Dizion. 5° Ed. .
OTTONAIO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTONAIO.
Definiz: Sost. masc. Colui che lavora l'ottone. –
Esempio: Comp. Mantell. 16: Romigi Buti e 'l Grancita ottonaio.
Esempio: Cellin. Vit. 60: Era figliuolo di un ottonaio spagnuolo.
Esempio: E Cellin. Pros. 120: Il qual modo.... si è quello che fanno tutti li ottonaj, cioè quelli che lavorano fornimenti da cavalli o da mule, di ottone.
Esempio: Buonarr. Fier. 2, 3, 4: Perocchè gli ottonaj Non stan ben fra gli orefici.
Esempio: Baldin. Vocab. Dis. 115, 2: E l'artefice, che fa professione di lavorar d'ottone, dicesi ottonaio.

114) Dizion. 5° Ed. .
OTTONAME.
Apri Voce completa

pag.774

OTTONAME .
Definiz: Sost. masc. Tutti insieme gli oggetti d'ottone che fabbrica e vende l'ottonaio, Assortimento di oggetti d'ottone.

115) Dizion. 5° Ed. .
OTTONARIO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTONARIO.
Definiz: Add. Di otto, Che contiene otto; detto di numero ottonario. –
Esempio: Strat. Mor. S. Greg. 2, 254 t.: Per questo numero settenario si significano le cose temporali; e per lo numero ottonario le eternali.
Esempio: Bart. C. Archit. Albert. 344: Da questa radice si fa la pianta in quattro, la quale chi la arà ritta in alto, al pari della sua radice farà il cubo ottonario.... La pianta del quale in quanto a numeri è quattro, e il pieno, o lo intero del cubo, è otto.
Definiz: § I. Detto di verso ottonario, vale Che è di otto sillabe; più spesso in forza di Sost. –
Esempio: Car. Arist. Rett. 200: Da gli ottonarj si sono gittati (i tragici greci) a i iambici senarj, come a numero più somigliante a la prosa.
Esempio: Alam. B. Lett. IV, 2, 211: I quali (versi) potete battezzare.... ottonarj, e senarj, catalettici, e acatalettici, secondo l'abbondanza, o 'l mancamento di qualche sillaba.
Esempio: Speron. Op. 4, 214: Di due resta parlare: l'uno è l'ottonario, over tetrametro, l'altro è il settenario, o vero eptasillabo.
Esempio: Salvin. Casaub. 129: Nella fine del primo di questi due versi la legge del metro ammonisce, doversi scrivere positum, poichè sono ottonarj, ovvero tetrametri trocaici perfetti.
Esempio: Card. Poes. 891: Indietro, tu settenario vile.... Lasciate a le serve.... gli ottonarj.
Definiz: § II. Si disse, anche in forza di Sost., per Gruppo di otto versi. –
Esempio: Rinaldesch. Espos. Salm. 38: Questo ottonario si pone il settimo, perchè il settimo numero significa riposo.
Esempio: E Rinaldesch. Espos. Salm. appr.: Ragionevolmente a questo ottonario e a questo salmo si premette questa lettera Zain.
Esempio: Adim. A. Pind. 360: E perchè la compartisce (l'ode) in cinque stanze di otto versi l'una, nominandoli ὀγδοάς, cioè ottonario, possiamo dire, che l'uso dell'ottave sia molto più antico di quello che vogliono alcuni.

116) Dizion. 5° Ed. .
OTTONE.
Apri Voce completa

pag.774

OTTONE.
Definiz: Sost. masc. Metallo di colore giallo chiaro lucente, formato con una lega di rame e di zinco. –
Esempio: Liv. Dec. 1, 38: Donò loro cotte dipinte insieme con una piastra d'ottone nel petto.
Esempio: Sigol. Viagg. Sin. 59: Ancora vi si fa grande quantità di bacini e mescirobe d'ottone, e propriamente paiono d'oro.
Esempio: Libr. Sent. 60: Meglio vale turbo (torbido) oro, che rilucente ottone.
Esempio: Sacch. Nov. 1, 256: Nel Borgo alla Noce, nella città di Firenze, fu già un orafo d'ottone, ec.
Esempio: Uzzan. Prat. Merc. 75: Bacini, o mescirobe, di ottone o d'altro.
Esempio: Rinucc. F. Ricord. 255: Uno bacino d'ottone da mano.
Esempio: Invent. Pal. Signor. 216: Quattro candellieri d'ottone grandi e belli.
Esempio: Cellin. Vit. 151: Avendo finito la mia medaglia, la stampai in oro ed in argento ed in ottone.
Esempio: Galil. Op. I, 219: Intorno agli intervalli, che tra i termini rimangono, avvolgasi un filo di ottone pur sottilissimo.
Esempio: Targ. Viagg. 10, 285: Il colore interno di questo pirite è come di ottone sbiadito.
Esempio: Gozz. Op. scelt. 5, 374: Veggo.... di staffe Di rilucente ferro e giallo ottone Parecchi paia.
Esempio: Volt. Op. 1, 2, 128: Questo cilindro solido di vetro ha annesso ad un capo un tubo conico di lastra d'ottone.
Esempio: Guadagn. Poes. 1, 290: Or adorno dello sprone Di ben lustro e fino ottone, Misurando ad arte il passo ec.
Definiz: § I. E figuratam. –
Esempio: Fr. Iac. Tod. 7: Se io sarò ramo (rame) o ottone, Tosto tal prova ne sia.
Definiz: § II. Vale Oggetto d'ottone; ed anche Strumento musicale da fiato, composto di ottone; ma in questo significato suole usarsi nel plurale ottoni. –
Esempio: Domin. Tratt. Car. 14: Se senza carità parlo, sono come ottone che suona, o cembalo tinniente.
Esempio: Cant. Carn. 225: Di racconciar ottoni, rami e stagni, Mastri Lombardi siamo, Che poco guadagniamo.

117) Dizion. 5° Ed. .
OTTUAGECUPLO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTUAGECUPLO .
Definiz: Add. Ottanta volte maggiore. –
Esempio: Galil. Op. II, 360: Essendo ch'il proposto numero contiene il 1000 circa 80 volte..., doverai accrescere il 10 con proporzione ottuagecupla.

118) Dizion. 5° Ed. .
OTTUAGENARIO, ed anche, come si disse, OTTOGENARIO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTUAGENARIO, ed anche, come si disse, OTTOGENARIO.
Definiz: Add. Che ha ottant'anni; detto di persona. Anche in forza di Sost.
Dal lat. octogenarius, con influsso, per la prima forma, di octuaginta. –
Esempio: Buomm. Oraz. I, 5, 22: Fino l'ultimo giorno della sua vita, benchè ottogenario (san Filippo Neri), senza intermissione celebrò.
Esempio: Segner. Paneg. 1, 124: Fu veduto un vecchio più che ottogenario frustato per mano di manigoldi.
Esempio: E Segner. Lett. 6: Faranno in sustanza quello che vorrà Florio, ottogenario ma vigoroso.
Esempio: Mann. Ist. Ann. sant. 7: Vi giunsero ottuagenarie persone, ed inferme portate nelle lettighe.
Esempio: Bott. Stor. Ital. 2, 20: Queste voci mandava ai principi cattolici il Pontefice ottuagenario.
Esempio: E Bott. Stor. Ital. cont. 10, 150: Tutte perirono schiacciate, salvo un'ottuagenaria.
Esempio: Manz. Prom. Spos. 592: Il protofisico Lodovico Settala, allora poco men che ottuagenario,... era certamente uno degli uomini più autorevoli del suo tempo.
Esempio: Guast. Biogr. 222: La pietà di una madre ottuagenaria e di una sorella quasi orfana ha ec.
Definiz: § Di ottant'anni, detto di età. –
Esempio: Cocch. Op. 1, 280: Quella ottuagenaria età che, sulla fede degli antichi, noi gli abbiamo attribuita.

119) Dizion. 5° Ed. .
OTTUAGESIMO, e anche OTTOGESIMO.
Apri Voce completa

pag.774

OTTUAGESIMO, e anche OTTOGESIMO.
Definiz: Add. numerale ordinale di Ottanta. Lo stesso che Ottantesimo; ma meno comune.
Dal lat. octogesimus, con influsso, per la prima forma, di octuaginta. –
Esempio: But. Comm. Dant. 3, 162: Lo settuagesimonono [imperadore], Ludovico primo...; l'ottuagesimo, Lottieri.
Definiz: § Si compone con altri adiettivi numerali ordinali, e dicesi Ottuagesimoprimo, Ottuagesimosecondo, Ottuagesimoterzo, fino a Ottuagesimonono: anche scritti disgiuntamente. –
Esempio: Regol. S. Bened. 31: Altri due salmi sian detti, secondo la consuetudine: cioè, la seconda feria il quinto e 'l trigesimoquinto...; la quinta feria, l'ottogesimo settimo ed ottogesimo nono, ec.
Esempio: But. Comm. Dant. 3, 162: L'ottuagesimo primo [imperadore], Lodovico secondo...; l'ottuagesimo secondo, Carlo Calvo secondo...; l'ottuagesimo terzio, Carlo Jovano Grosso terzio...; l'ottuagesimo quarto, Arnolfo primo...; l'ottuagesimo quinto, Ludovico terzio...; l'ottuagesimo sesto, Berlinghieri primo...; l'ottuagesimo settimo, Currado primo alamanno...; l'ottuagesimo ottavo, Berlinghieri secondo...; l'ottuagesimo nono, Arigo primo.
Esempio: Bemb. Stor. 1, 271: Il re d'Egitto, l'anno della città millesimo e ottogesimo, nel porto di Zide.... una armata con gran dispendio fece.
Esempio: Dant. E. Rad. Lat. Comment. 12: Si segnerà nell'aste medesimamente, dove la guida la taglia, l'ottuagesimonono grado.