Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 374 msec - Sono state trovate 7637 voci

La ricerca è stata rilevata in 24602 forme, per un totale di 16935 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
24519 83 24602 forme
16882 53 16935 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 1° Ed. .
ERRONICO
Apri Voce completa

pag.318



1) id: 50db3670e9f04dcf93e8fa4fd13e1fba)
Esempio: G. V. vit. Maom. Con diverse maniere di leggi erroniche.
2) Dizion. 1° Ed. .
LUSSURIOSO
Apri Voce completa

pag.495



1) id: 6896833e69d244fbaedd4c4d4d86383e)
Esempio: G. V. Vit. Maom. Maometto di sua natura molto lussurioso.
3) Dizion. 1° Ed. .
ORGOGLIO
Apri Voce completa

pag.577



1) id: 80772bc2a0ea4351a7969d1266bec1ec)
Esempio: G. V. Vit. Maom. Si montò in grande orgoglio, e superbia.


2) id: 453f9aa47ece4e8695551392b397f5fa)
Esempio: E G. V. Vit. Maom. lib. 1. 2. 2. E, per lo suo orgoglio e forza, si credette contrastare a Dio.
4) Dizion. 1° Ed. .
INCOMINCIAMENTO
Apri Voce completa

pag.431



1) id: 2f9fa84e82824238b969e1e984120469)
Esempio: G. V. vit. Maom. Lasceremo dello incominciamento della legge de' Saracini.
5) Dizion. 1° Ed. .
IMBALSIMARE
Apri Voce completa

pag.414



1) id: e89e0f69fbc148c98e2149b6db9e8773)
Esempio: G. V. Vit. Maom. Lui poi, imbalsimato, il portarono alla sua Città.


2) id: c8994ad1c96849899bc57230c116112d)
Esempio: M. V. 4. 18. Il corpo suo fece imbalsimare, e portare 25. giornate.
6) Dizion. 1° Ed. .
CARNALITA
Apri Voce completa

pag.157



1) id: 244387491f5f4777aa04964d4552457a)
Esempio: G. V. vit. Maom. Per lo vizio lascivo, e largo della carnalità.
7) Dizion. 1° Ed. .
ADDIZIONE
Apri Voce completa

pag.17



1) id: c6966a407dc04e089fdd95dd3d1e274c)
Esempio: G. V. Vit. Maom. E feciono addizione, e correzione alla legge prima.
8) Dizion. 1° Ed. .
TENIMENTO.
Apri Voce completa

pag.881



1) id: 97c927b9c5d54e70968ef2792bd5ed19)
Esempio: G. V. vit. Maom. Sta sospesa in aria, senza nullo altro tenimento.


2) id: e74887354eb840f8a14589fc556dec6d)
Esempio: M. V. 3. 106. Se la compera era lecita, senza tenimento di restituzione.
9) Dizion. 1° Ed. .
REEDIFICARE.
Apri Voce completa

pag.691



1) id: e3026bca2a244751a46ee35f6c99011d)
Esempio: G. V. Vit. Maom. lib. 12. Maom. Furono gran cagione di non lasciar reedificar la nostra Città di Firenze.


2) id: 6c09121b2a544306bacef45da8b320d7)
Esempio: M. V. 7. 41. Ordinarono, che si reedificasse maggiore, e più bella.
10) Dizion. 1° Ed. .
GIUDEARIA
Apri Voce completa

pag.389



1) id: 1565e8c5d71248c59b4d71596cc73c43)
Esempio: G. V. Vit. Maom. Fece una legge, seguendo la giudearia del vecchio testamento.
11) Dizion. 1° Ed. .
ANCILLA, e ANCELLA.
Apri Voce completa

pag.53



1) id: 038aad2cb4424e46a8311b7f11a97bc2)
Esempio: G. V. Vita Maom. Ismael figliuolo d'Abraam, e d'Agar sua ancilla.
12) Dizion. 1° Ed. .
VELATO
Apri Voce completa

pag.924



1) id: 12f189259c52458db64689d02ea9f2d8)
Esempio: G. V. vit. Maom. E per gelosia le teneva nascose, e velate il viso.
13) Dizion. 1° Ed. .
MAGISTERO
Apri Voce completa

pag.499



1) id: dc12c181157a41cbb441193dd9f40d26)
Esempio: G. V. vit. Maom. Per magistéro di ferro, per forza di calamíta [cioè ordigno]


2) id: a87505178a3d4402ba6372a1a5a40801)
Esempio: E Vit. S. Pad. appresso. Questi poichè fu stato sotto 'l magistéro del predetto Elpidio anni otto, o in quel torno, si si rinchiuse in uno sepolcro.


3) id: 90502285fba8426da46dd344fc55835b)
Esempio: Vit. S. Pad. Questi fece tanti discepoli, che quel diserto, dove stava, pareva quasi una Cittade, per la moltitudine di quelli, che vi stavano, sotto 'l suo magistéro.
14) Dizion. 1° Ed. .
GENERE
Apri Voce completa

pag.381



1) id: b6b327f2db0d4b20bce15221276f0eb9)
Esempio: G. V. vit. Maom. Ma, nel genero, la legge dell'un Califfe, e dell'altro, si concordavano insieme.
15) Dizion. 1° Ed. .
SCISMA
Apri Voce completa

pag.765



1) id: 430d197f7ff146e4b6e4f4c111c7c1d4)
Esempio: G. V. Vit. Maom. Bene ebbe tra loro al cominciamento, per la 'nvidia della signoría, grande scisma.
16) Dizion. 1° Ed. .
SQUARCIARE
Apri Voce completa

pag.841



1) id: 84cec5bea7f149b58c3a39df08c53c52)
Esempio: G. V. vita Maom. Che dovea squarciare, e aprir la porta della Santa Chiesa Romana.


2) id: 8d1760e2c8534da8934aa2b150e7a506)
Esempio: Vit. Cr. S'egli l'avesse saputo, tutto quanto l'avrebbe squarciato co' denti.
17) Dizion. 1° Ed. .
CALAMITA
Apri Voce completa

pag.141



1) id: 900a79857c4b437989d8b8bdb2d7ec94)
Esempio: G. V. Vit. Maom. E per magistéro di ferro, con forza di calamíta, la detta arca, col suo corpo, sta sospesa in aria.
18) Dizion. 1° Ed. .
G
Apri Voce completa

pag.375



2) id: 919e05438d024a83834ff042946bf965)
Definiz: lettera compagna del C, laquale, anch'ella, ha due suoni diversi, perchè posta avanti all'A, O, U, ha il suono più rotondo, come GALLO, GOTA, GUSTO e avanti all'E, ed I, ha il suono più sottile, o aspirato, come GENTE, GIRO; onde, per necessità di proprio carattere, per servircene nel primo suono con la E, e con l'I, pogniamo dopo la H, come GHERONE, GHIRO. Questo Gh, quando ne seguita l'I, ha anch'egli due suoni, l'uno più rotondo, e grosso, come GHIRLANDA, VEGGHI dal verbo vedere: l'altro più sottile, e schiacciato, il quale, per lo più, avviene, quando all'I segue un'altra vocale, come GHIANDA, GHIERA, VEGGHIA: e a cotali suoni, per isfuggire errore, sarebbe bisogno proprio carattere a ciascheduno. Delle consonanti riceve dopo di se, nella stessa sillaba, la L, N, R. Come NEGLETTO, GLORIA, EGLI, REGNO, INGRATO, GRETOLA: bene è vero, che dopo la L, dove non seguita l'I, per esser suono, per sua durezza sfuggito da questa lingua, si truova di rado. Quando alla L col G avanti, seguita l'I, intal caso ha due suoni: l'uno più rotondo, e grosso, come NEGLIGENTE, il quale non è molto ricevuto da noi: l'altro più sottile, o schiacciato, come GIGLIO, FOGLIO: e questo è nostro proprio. Aggiunto, come s'è detto, il G alla L, e N, gran parte gli fa perdere del suo suono, come AGLIO, RAGNA. Consente avanti di se La L, N, R. S nel mezzo della parola, e in diversa sillaba, come VOLGO, VANGA, VERGA, DISGREGARE, benchè la S si trovi in mezzo di rado, e per lo più, in composizione, con la preposizione DIS. Ma nel principio di parola, più frequentemente, come SGARARE: e si pronunzia sempre la S avanti al G, nel secondo modo, cioè nel suono più rimesso, come nella voce ACCUSA. Raddoppiasi questa lettera nelle nostre voci molto spesso, come POGGIO, OGGI, ec.
19) Dizion. 1° Ed. .
SCHIUMARE
Apri Voce completa

pag.764



1) id: 96bd8814e399404b827ee84b2784ed8d)
Esempio: G. V. vit. Maom. E avea Maometto la malattía di morbo caduco, che spesso cadeva in terra, e dibatteva, e schiumava con la bocca, sanza sentimento.
20) Dizion. 1° Ed. .
APPARECCHIATORE
Apri Voce completa

pag.63



1) id: 18f0a3bb873f481c9242bf81ff48e9fe)
Esempio: Vit. S. G. B. Pace teco, apparecchiatore della mia vita.