Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
ARROGATO.
Apri Voce completa

pag.714


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
ARROGATO.
Definiz: Partic. pass. di Arrogare.
Lat. arrogatus. –
Esempio: Dav. Scism. 388: Arrogatosi questo nuovo titolo, bandì la guerra a Francia.
Definiz: § In forma d'Add., usato anche sostantivam., detto di persona, maggiore di età, che sia stata adottata. –
Esempio: Lett. Pros. fior. IV, 4, 91: De' liberti ancora datur successio, come negli arrogati e negli adottati.
Esempio: Pallav. Tratt. Stil. 265: Quasi figliuoli arrogati, come parlano i giuristi, lasciarono il casato natio, e passarono pienamente nella famiglia dell'arrogante.
Esempio: Segner. Crist. instr. 3, 74: Un padre.... nè meno può diseredare l'arrogato.