Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 484 msec - Sono state trovate 21039 voci

La ricerca è stata rilevata in 75950 forme, per un totale di 53830 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
73408 2542 75950 forme
52369 1461 53830 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
DENTELLO
Apri Voce completa

pag.489



1) id: ea7adc7f70b9452197fbe265df40b647)
Definiz: Ornamento a guisa di denti, che va sotto la cornice. Vitruvio lo chiama denticulus.


2) id: d00d7159d4ab4bea8524bbc1bead8b78)
Definiz: §. Dentello: Dente di alcuni strumenti.


3) id: 664ead0853ff4e87b3608365af7a60f7)
Esempio: Vit. Barl. Poi fu menato in una Città, che era sì grandissima, che non si potrebbe dire, che le mura erano di finissimo oro, e li cantoni, e li dentelli di pietre preziose.
2) Dizion. 3° Ed. .
CUBITO
Apri Voce completa

pag.441



1) id: 9b85c20c2c54485fa27659db5ba77a7f)
Definiz: §. Per Misura; che il cubito minore, secondo Vitruvio, è di sei palmi, il comune di sedici, il maggiore di trentasei.


2) id: 81bedf44bda94278a8cd23f247c446f1)
Esempio: G. V. 36. 8. 4. Per Ispazio dall'una torre all'altra di venti cubiti.


3) id: 1eb74c9da04c4b2da86affce723badfb)
Esempio: Stor. Eur. 5. 106. Ed è la grandezza loro (delle balene) tale, e sì fatta, che molte eccedono i cubiti, o vogliamo dire a misura nostra braccia settantacinque, per essere tre di queste, quattro cubiti degli antichi.
3) Dizion. 3° Ed. .
NODOSITÀ, NODOSITADE, e NODOSITATE
Apri Voce completa

pag.1089



1) id: 1ba0c13bc15546c689c66a36d90e4fea)
Definiz: La durezza del legno, ch'è intorno al nodo. Vitruvio dice in Latin. nodatio, e Cresc. nodositas.
4) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 4c554db957a5411d889a18dda5297048)
Definiz: Particella, che si usa in varie maniere, e in diversi significati. Per ciò molto esaminata da' nostri Gramatici, e particolarmente dal Salviati, e dal Cinonio; da' quali diffusamente si trattano, e dansi le regole del mutarsi in De, dell'accompagnarsi coll'articolo, e di molte altre sue proprietà, delle quali vedi i suddetti autori, ec.
5) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: b4d1111c8f01462f85673b2411c6978d)
Esempio: G. V. 9. 309. 1. Fuggiti in una casa di verso il Borgo di Bruggia.


3) id: 276dbe3f99bd4db491775a257f61d0d6)
Esempio: Boc. Proem. n. 8. Intendo di raccontare cento novelle.


4) id: 5f1b56c6ee024d6495f234a11213d328)
Esempio: Boc. Proem. n. 5. In cambio di ciò, ch'io ricevetti.


5) id: 46744043646041deaaa5bf288ddcae75)
Esempio: Dan. Par. 17. A molti fia savor di forte agrume.


6) id: f39b2b77a8334a5292e6b09998db3e3b)
Esempio: Bocc. Nov. 40. 12. La qual tornò, e disse di[E in questi due ultimi esempli la Di può aver forza di Che. E nell'ultimo del Boc. può anche esser particella riempitiva]


7) id: a47b1d4fd8564bd285e636b6238c3c75)
Esempio: E Bocc. Introd. n. 3. Al numero pervenuti di mille trecenquarantotto.


8) id: b2beafb23e974c45a365a23475223731)
Esempio: G. V. 3. 1. 5. Non però, che fosse della grandezza di prima.
6) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: f542f5e632cb4b80b6c746e788a8e775)
Esempio: Boc. Urb. Siccome quelli, che per fermo credevano, che egli fusse di Urbano.


3) id: a81e00de3d4f4199a17c8c44a39f6757)
Esempio: Dan. Purg. 14. Quando in Bologna un fabbro si ralligna, Quando in Faenza un Bernardin di Fosco.
7) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 549f2b22a9234b59929e6a9ff0c3612d)
Definiz: Segno di particolareggiamento: e vale Alcuni, o Alquanti.


3) id: 264d4514a73944f493e990cfda80258f)
Esempio: Boc. Nov. 34. 4. E misevi su di valent'huomini.


4) id: 7e7e77875eee427a8e8aba1e1b604809)
Esempio: E Bocc. g. 3. f. 7. Ed ebbevi di quelli, che intender vollono alla Melanese.
8) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 189ed378f1bd4f75b7bd8813a33dd0a5)
Definiz: In vece di A, segno del terzo caso.


3) id: 0abd769ef18043629f8523db19cad137)
Esempio: G. V. Pr. Lascerò la correzione di più savi.


4) id: cfd8bfabad21486f977e835cf54159fa)
Esempio: Liv. M. Gli sbanditi, e servi, intorno di 1500. huomini.


5) id: f5f9e25eb8b640fda8e29c71fc60196a)
Esempio: Boc. Nov. 46. 2. Ischia è un'isola assai vicina di Napoli.


6) id: 2b6e1fff4ba9440a9e7c6c01d1d8654b)
Esempio: Boc. Introd. num. 13. E i più di tali servigi non usati.


7) id: bf27dab8e0454b6a8d4c3e8c0056d89b)
Esempio: E Bocc. Nov. 100. 6. Io ho trovato un giovane, secondo il cuor mio, assai presso di qui.


8) id: cc84fadb0ddc415092d99e8f6b28786a)
Esempio: Petrar. Son. 42. Per cu' i ho invidia di quel vecchio stanco, Che fa colle sue spalle ombra a Marocco.
9) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 85402dd779504250ae296b1942a7faf9)
Esempio: Filoc. Io son giovane di eccellentissima fama, e di famosi parenti discesi.


3) id: 4135bc31cd794b1c85fc8c104bf7581f)
Esempio: E Bocc. Nov. 15. 10. Sopravvenuta cagione a Pietro di partirsi di Palermo, ec.


4) id: 244a2f094c3e428c8c644786954a828d)
Definiz: In vece di Da, o Dal, o simili.


5) id: 78a19e9204544d579e21e719fddbe561)
Esempio: Petr. Son. 100. Veggio di man cadermi ogni speranza.


6) id: fff3faf29bb74c59a78b3bd502dba82e)
Esempio: E Bocc. Nov. 60. 2. Certaldo è un Castello di Valdelsa, e quantunque picciol sia, già di nobili huomini fu abitato.


7) id: a86932728888460fb3290cbb59fa2ddf)
Esempio: E Bocc. Nov. 39. 6. Passato di quella lancia, cadde.


8) id: c94bc25b686140ff84ded92cab0f0673)
Esempio: E Bocc. Nov. 27. 11. Madonna io son di Costantinopoli.


9) id: 5d28c7279ec343b18b1d4381ea539053)
Esempio: E Bocc. Nov. 99. 25. Egli di prigione il trasse.


10) id: 2f48265edfdb4786b67853a3dccba0a9)
Esempio: Bocc. Nov. 60. 21. Chiunque di questi carboni è tocco, ec.


11) id: 54d60f76361e4e11a2a3aa5a09c5454b)
Esempio: E Bocc. Nov. 29. fin. La Reina levatasi la laurea di capo, ec.
10) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: e963f0726a294493b64634facc703630)
Definiz: In vece di Con.


3) id: fac20405354d46a29ad10bfce63601ee)
Esempio: Salust. Catell. Di grandissima forza combattea da ciascuna parte.


4) id: 45f64859d0ec4463be04868f8ef399ce)
Esempio: E Dan. Inf. 31. Torreggiavan di mezzo la persona.


5) id: 39a1377b5d8c42a9b59bfe4aaeb02829)
Esempio: Dant. Purg. 32. E ferío 'l carro di tutta sua forza.


6) id: 14a9e468c0ba4b07a8186fc5096cec84)
Esempio: Ar. Fur. 11. 66. E temprato che l'ha, tira di forza.


7) id: 99f01697545b478da0f3264ded8fa95d)
Esempio: Liv. M. Elli se n'andavano di pieno andare verso le logge de' nimici.


8) id: 978528335e3145b5af732f8ef075a926)
Esempio: S. Grisost. E di innumerabili, e ingiuriose, e contumeliose parole li nostri prossimi provochiamo.


9) id: 2c08d9d448504f7c81fae7a5da2e8722)
Esempio: Boc. Nov. 85. 18. Maestri, a me conviene andar testè a Firenze; lavorate di forza.


10) id: aa73a952c9c94acfafdf15946d260525)
Esempio: Boc. Nov. 79. 46. Abbiamo stanotte avuto tante busse, che di meno andrebbe un'asino a Roma.
11) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: a47025990d8a4969b5eeb1d2ae37c03f)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Ti menerebbe al Ninferno, Così è di verità.


3) id: 647a5645bbd04b4584e57df9ff57ea69)
Esempio: Boc. Nov. 15. 17. Ve ne potreste tutti andar di brigata.


4) id: 0eccf3ad726a4f03ad025251cd6d215d)
Esempio: E Bocc. Nov. 19. 21. Dimmi, di che io t'ho offeso.


5) id: 925b02be4f754a0cacce81e45ec0c62c)
Esempio: Tav. Rit. E mosterrogli per virtù, e forza d'amore, come io l'uccisi di leale battaglia.


6) id: 85135e1bc593401d9b33938c8e6cc93b)
Esempio: E Bocc. Nov. 90. 11. Levatasi in piè, di buona fe disse al marito: Bestia, che tu se.
12) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 0156e1cede2742bc9437a5c519537b3e)
Definiz: In vece di Per.


3) id: 63570fce75494336bf80ddfc1bb6b9f1)
Esempio: E G. V. lib. 9. 304. 2. Consigliando di porsi a Santa Maria a monte, e di fermo era il migliore.


4) id: f57ab5e81549430cbd87ab4cd35fadfc)
Esempio: Gio. Vill. E di certo se Papa Giovanni fosse più lungamente vivuto.


5) id: 8e6c5f1fbb414374934fbe61e9044834)
Esempio: Liv. M. Ma elli piagnea, e di grande pietà non potea motto fare.


6) id: 03fb3bbeeb7a46ed8387ae28a457ff71)
Esempio: Cavalc. Med. Cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.
13) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: b38cd94e80b24131a7e6260d4bd0f351)
Definiz: In luogo di Per mezzo di, Per via di.


3) id: 180b452fb0a043aa90b55e0ea501827e)
Esempio: G. V. 9. 263. 1. Carlo Re di Francia tolse per moglie la figliuola, che fu di M. Luis di Francia fratello di padre, ma non di madre, che fu del Re Filippo suo padre.
14) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 24b3a2bf6d524766bce9798294e874d5)
Esempio: Dan. Conv. La natura umana è perfettissima di tutte le altre nature di quaggiù.


3) id: cb4ce5b8aa1d4d56824793975373f111)
Esempio: Filoc. 6. E fra se disse: cortesissimo giovane è costui di quanti io mai vedessi.
15) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 36ac1f6d0d304300ac4ddda412a5cae2)
Esempio: Pass. E di questo parleremo più distesamente, quando tratteremo della contrizione.


3) id: 9740e927271d4a5b856b332efdae7831)
Esempio: Bocc. Nov. 99. 26. Avvenne un giorno, che ragionando con lui il Saladino di suoi uccelli, Messer Torello cominciò a sorridere.
16) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 828f98ac24464be48961b7ec9d15350d)
Definiz: In vece di Che. Latin. quam.


3) id: c9628793f4af4cee9ee780390a30fb6e)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Che non ha più figliuoli di lui.
17) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: cd42900d52164514b649d8923279b8d9)
Definiz: In sentimento di Contrassegno, o di Titolo, ma coll'articolo unito insieme.
18) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 1609c213660e47b18fe3571ed2ee16f6)
Esempio: Dan. Inf. 18. S'i' meritai di voi, mentre ch'io vissi, S'i' meritai di voi assai, o poco.
19) Dizion. 3° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.494



2) id: 165e0e35bfeb435da9df64a9caa5c7c7)
Definiz: §. Di dì in dì: vale lo stesso, che Di giorno in giorno. Lat. in dies.


3) id: b9e246d8576f4ebe975f74101d9f1e0b)
Esempio: Bocc. Introd. n. 21. E assai n'erano, che nella strada pubblica di dì, o di notte finivano.


4) id: 72406a198e8743f5aae0cb139ae11340)
Esempio: M. V. 7. 44. E valicarono a Messina a dì 24. di Dicembre la vilia di Natale.


5) id: 320cdce4302a467bad8f9f3c51e5d51b)
Esempio: G. V. 12. 35. 5. Il detto anno a dì 12. di Marzo passò di questa vita il Santifico.


6) id: 2eae9cf0d1074649a4ea3bcdf9ed4d81)
Esempio: Lib. Astr. Poni l'opposito del grado del Sole se fosse di die.


7) id: 321ac8e3470a4b05a4018170fdaff54b)
Esempio: Petr. Son. 163. Di dì in dì vo cangiando il viso, e 'l pelo.


8) id: ec6a0e0fb7444f3594e4c0eac3ae1c79)
Esempio: Dan. Par. 16. Sicchè, se non s'appon di die in die, Lo tempo va d'intorno colle force.


9) id: b1839fae33344ca2b75957a6593955dd)
Esempio: Alam. Colt. 2. L'aspra necessità, l'usanza, e 'l tempo Partorir di dì in dì l'astuzia, e l'arte.


10) id: 0351a47cf4624dda91dcf50dc3f07b98)
Definiz: §. Il buon dì si conosce da mattina. Proverbialmente: si dice del Dar buon saggio, e buona speranza di se per tempo.


11) id: aadb4fb976a2488198a3e2337c6c2142)
Definiz: §. Vivere, o simili di dì in dì, o dì per dì: dicesi Del non pensare, e provvedere anticipatamente a ciò, che bisogna; ma giornalmente.
20) Dizion. 3° Ed. .
SOFFOLCERE, e SOFFOLGERE
Apri Voce completa

pag.1544



1) id: 7e14d74fc0a0464584b9a31f106a700c)
Esempio: But. La vista tua pur si soffolge, cioè si ficca. [Altri Comentatori, s'appoggia, e si ficca. Altri s'affissa. Lat. figere]