Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 419 msec - Sono state trovate 9458 voci

La ricerca è stata rilevata in 27125 forme, per un totale di 17282 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
26286 839 27125 forme
16828 454 17282 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
RIFRATTO
Apri Voce completa

pag.1362



1) id: 13a324f203244547a9ac1a868e5b7ac9)
Esempio: Disc. Com. M. G. Forse cagionato dal lume principal dell'oggetto rifratto in quella umidità.
2) Dizion. 3° Ed. .
REFLESSIONE.
Apri Voce completa

pag.1332



1) id: 2e5486339f114284874669c13a510466)
Esempio: Disc. Com. M. G. Potremmo in essa scorgere una simil reflessione del lume solare.
3) Dizion. 3° Ed. .
ROVINA, e RUINA
Apri Voce completa

pag.1412



1) id: 7a8f13cf87e7423490a77996916e345d)
Esempio: But. Com.


2) id: 8e88a487302a4cedabb98027766be081)
Esempio: G. V. 11. 1. 3. Scendendo l'alpi con gran rovina, ed impeto, sommerse molto del piano del Casentino.
4) Dizion. 3° Ed. .
RIFRAZIONE
Apri Voce completa

pag.1362



1) id: ff7d58f80f7345758a9c6852c8487940)
Esempio: Disc. Com. M. G. Onde in cotal piano non possono più farsi le rifrazioni de' raggj.


2) id: debf93c691be46728ca354d9c7978d7d)
Esempio: E Disc. Com. M. G. altrove. Non può fare una così grande, e lucida rifrazione.
5) Dizion. 3° Ed. .
REFLESSO.
Apri Voce completa

pag.1332



1) id: 0d44d1cbe9d848709aede7f7089f48a7)
Esempio: Disc. Com. M. G. Il quale, ec. non essendo altro che un lume, reflesso del Sole in picciolissimo corpicello.
6) Dizion. 3° Ed. .
LUCIDITÀ, LUCIDITADE, e LUCIDITATE
Apri Voce completa

pag.969



1) id: 241b985966b54e0987f6d02a0b5766ae)
Esempio: Mar. Guid. Disc. Com. 39. Illuminato [il Cielo] in modo, che di lucidità non cede alla più candida Aurora.
7) Dizion. 3° Ed. .
TUTTO QUANTO
Apri Voce completa

pag.1738



1) id: 4e2515220bd045f8b2793164725785d5)
Esempio: Disc. Calc. Squadrando tutti quanti.
8) Dizion. 3° Ed. .
INFIGNITORE, e INFINGITORE
Apri Voce completa

pag.876



1) id: 17db23e966e14fab9ecba3cc5f19d4c8)
Esempio: Com. Inf. 23. Infignitore, cioè ingannatore.
9) Dizion. 3° Ed. .
CUNTA
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 8b527e40b3b74ecca5e8bc022afa630a)
Esempio: Com. Sanza cunta, cioè sanza dimoranza.
10) Dizion. 3° Ed. .
M
Apri Voce completa

pag.978



2) id: c308d8b4f348446f9dc1c897bc02cda0)
Definiz: Lettera, sorella della N, prendendosi in cambio di essa, seguitandone B, o P, per miglior pronunzia: come Empio. Consente similmente in mezzo di parola innanzi di se, e in diversa sillaba la L, R, S: come Alma, Orma, Risma, quantunque la S si truovi di rado nel mezzo della parola, e sarà per lo più ne' verbi composti colla preposizione DIS: come Dismettere; ma nel principio è più frequente: come Smania, Smarrito. Proferiscesi la S innanzi alla M, nel secondo modo, cioè con sottil suono, e rimesso, come nella voce Rosa, conforme a quello, che si dice nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo della parola, quando egli occorre: come Femmina, Mamma, ec.
11) Dizion. 3° Ed. .
SCANDALIZZATORE, e SCANDALEZZATORE
Apri Voce completa

pag.1452



1) id: bdda6376c1314c91b03db66164937c4c)
Esempio: Com. Inf. 28. Qui induce un'altro scandalizzatore.


2) id: 733ee282e3234bacb8f427b5499da87d)
Esempio: E Com. Inf. poco sotto. Qui si palesa il nome, e 'l fatto di questo scandalizzatore.
12) Dizion. 3° Ed. .
COOPERAZIONE
Apri Voce completa

pag.407



1) id: 5d294b18afd140e1868ef960b21951ef)
Esempio: Com. Dan. Ministrano a tale attività cooperazione.
13) Dizion. 3° Ed. .
DIGESTO
Apri Voce completa

pag.507



1) id: 3898e41f34944b0ab5430445deb1a2f9)
Esempio: Com. Ovvid. Pist. Nella digesta vecchia, ec.
14) Dizion. 3° Ed. .
MELODICO
Apri Voce completa

pag.1018



1) id: 4574b12106a9456eb467991e906cc4fd)
Esempio: Com. Inf. 31. Nullo buono suono melodico.
15) Dizion. 3° Ed. .
CANTARE.
Apri Voce completa

pag.274



1) id: 4b2a12f1d4a34d4c8f78c5854e5e7486)
Esempio: Com. Ovvid. In diletto de' soavi cantari.
16) Dizion. 3° Ed. .
STEMPERATISSIMO
Apri Voce completa

pag.1619



1) id: 0cdd7c487b62427da09ad4e1472737a3)
Esempio: Com. Inf. 5. Di lussuria fu stemperatissima.
17) Dizion. 3° Ed. .
STORNELLO
Apri Voce completa

pag.1628



1) id: 4776ab53259c4d56aa569960f1453031)
Esempio: Com. Che andavano a schiera, come stornelli.
18) Dizion. 3° Ed. .
QUADRIGLIA.
Apri Voce completa

pag.1289



1) id: 34ea1c520a8541a1b38380bd65cd884c)
Esempio: Disc. Calc. Quelli della quadriglia del mezzo.
19) Dizion. 3° Ed. .
G
Apri Voce completa

pag.741



2) id: 410716f2e7c04521b162cb230823855a)
Definiz: Lettera compagna del C, la quale, anch'ella, ha due suoni diversi, perchè posta avanti all'A, O, U, ha il suono più rotondo: come Gallo, Gota, Gusto; e avanti all'E, ed I, ha il suono più sottile, o aspirato: come Gente, Giro; onde per necessità di proprio carattere, per servircene nel primo suono colla E, e coll'I, pogniamo dopo la H: come Gherone, Ghiro. Questo Gh, quando ne seguita l'I, ha anch'egli due suoni, l'uno più rotondo, e grosso: come Ghirlanda, Vegghi dal verbo Vedere; l'altro più sottile, e schiacciato, il quale, per lo più, avviene, quando all'I segue un'altra vocale, come Ghianda, Ghiera, Vegghia: e a cotali suoni, per isfuggire errore, sarebbe di bisogno proprio carattere a ciascheduno. Delle consonanti riceve dopo di se, nella stessa sillaba, la L, N, R: come Negletto, Gloria, Egli, Regno, Sogno, Disegnare, Ingrato, Gretola; bene è vero, che dopo la L, dove non seguita l'I, per esser suono, per sua durezza sfuggito da questa lingua, si truova di rado. Quando alla L, col G avanti seguita l'I, in tal caso ha due suoni, l'uno più rotondo, e grosso: come Negligente, il quale non è molto ricevuto da noi; l'altro più sottile, o schiacciato: come Giglio, Foglio, e questo è nostro proprio. Aggiunto, come s'è detto, il G alla L, e N, gran parte ne perde del suo suono, come Aglio, Ragna. Consente avanti di se la L, N, R, S. Nel mezzo della parola, e in diversa sillaba: come Volgo, Vanga, Verga, Disgregare, benchè la S si trovi in mezzo di rado, e per lo più, in composizione, colla preposizione DIS. Ma nel principio di parola, più frequentemente: come Sgarare; e si pronunzia sempre la S avanti al G, nel secondo modo, cioè nel suono più rimesso, come nella voce Accusa. Raddoppiasi questa lettera nelle nostre voci molto spesso: come Poggio, Oggi, ec.
20) Dizion. 3° Ed. .
SEGUITAMENTO
Apri Voce completa

pag.1497



1) id: ad9c68e47764464ab93d0ad96de52f14)
Esempio: Com. Inf. 8. Ragione è seguitamento di natura.