Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
FATICOSO.
Apri Voce completa

pag.654


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
FATICOSO.
Definiz: Add. Che apporta fatica, Che è cagion di fatica; detto di cosa materiale. –
Esempio: Dant. Inf. 23: Tutte piombo (le cappe), e gravi tanto, Che Federigo le mettea di paglia. O in eterno faticoso manto!
Esempio: Ar. Orl. fur. 2, 39: Stanco ho il destrier, che muta a pena i passi Ne l'aspre vie de' faticosi sassi.
Esempio: Mont. Poes. 1, 252: Sul ciglio rabbassati ha i larghi feltri, Impiombate le cappe;... Ma sotto il faticoso vestimento Celan ferri e veleni.
Definiz: § I. In locuz. figur. –
Esempio: Petr. Rim. 1, 4: Turbata [la mia virtute] nel primiero assalto Non ebbe tanto nè vigor nè spazio, Che potesse al bisogno prender l'arme; Ovvero al poggio faticoso ed alto Ritrarmi accortamente dallo strazio.
Esempio: Tass. Gerus. 17, 61: In cima all'erto e faticoso colle Della virtù riposto è il nostro bene.
Esempio: Crudel. Rim. 136: Drizzando al faticoso Erto monte scabroso, Ove Virtù risiede, Il giovinetto piede.
Esempio: Manz. Prom. Spos. 346: La strada dell'iniquità.... è noiosa la sua parte, e faticosa, benchè vada all'ingiù.
Definiz: § II. E figuratam. –
Esempio: Petr. Rim. 1, 317: Dall'altra parte un pensier dolce ed agro Con faticosa e dilettevol salma Sedendosi entro l'alma, Preme 'l cor di desio, di speme il pasce.
Esempio: Ar. Orl. fur. 25, 71: Un erto colle, e pien di sassi e stretto, Apria il camin con faticosa chiave. Sedea al sommo un castel, ec.
Definiz: § III. E per Che si fa con fatica, In cui si dura fatica, od anche Che si fa con travaglio, In cui si soffre, Penoso; detto di atti, operazioni, impresa, vita, e simili. –
Esempio: Lat. B. Tesorett. 54: E 'l parto doloroso, E 'l nodrir faticoso.
Esempio: Creaz. Mond. volg. 59: Credere che 'l digiunare e 'l vegghiare, e altre cose ispirituale, non sieno buone, perchè sono faticose e aspre alla carne.
Esempio: Bibb. N. 6, 189: Non odiare le faticose opere.
Esempio: Morell. Cron. 238: Fu di necessità che il detto Pagolo.... provvedesse al tutto; e se fu faticoso e di sollecitudine e di rischio, i' penso.... dirtene tanto innanzi, che ec.
Esempio: Panzier. Tratt. 5: La seconda parte della vita attiva sta in pene corporali e nelle faticose operazioni.
Esempio: Tass. Gerus. 6, 69: Viste guerre e stragi avea sovente, E scorsa dubbia e faticosa vita.
Esempio: E Tass. Gerus. 7, 2: Qual dopo lunga e faticosa caccia Tornansi mesti ed anelanti i cani, Che la fera perduta abbian di traccia.
Esempio: E Tass. Gerus. 8, 7: Lo spingeva un desio d'apprender l'arte Della milizia faticosa e dura Da te sì nobil mastro.
Esempio: Manz. Prom. Spos. 312: Era uno studio faticoso di raccapezzare le cose dette e fatte la sera avanti.
Definiz: § IV. E per Malagevole, Difficile. –
Esempio: Benciv. Mes.: È profittevole medicina, e sperimentata alle fedite puzzolenti ed antiche, e che sono faticose a saldare, e malagevoli.
Esempio: Bocc. Laber. 15: Quantunque l'entrare in questo luogo sia apertissimo a chi vuole entrarci,... egli non è così agevole il riuscirne, ma è faticoso, e conviensi fare e con senno e con fortezza.
Esempio: Albanz. Petr. Vit. Uom. fam. R. 2, 173: Niente è faticoso a chi vuole.
Esempio: Ar. Orl. fur. 43, 186: Non volean senza medico levarsi, Che d'Olivier s'avesse a pigliar cura, La qual, perchè a principio mal pigliarsi Potè, fatt'era faticosa e dura.
Esempio: Tass. Gerus. 19, 45: Si muovon quegli ad eseguir l'effetto, Ma trovan dura e faticosa impresa.
Esempio: Manz. Prom. Spos. 520: Impresa vasta e complicata, e tanto più faticosa, che ec.
Definiz: § V. E in particolare detto di scrittura, opera o lavoro, questione, e simili, a denotare la fatica che si richiede, la difficoltà che s'incontra, a farla, trattarla, studiarla, intenderla, e simili. –
Esempio: Dant. Rim. 189: Canzone, i' credo che saranno radi Color che tua ragione intendan bene, Tanto la parli faticosa e forte.
Esempio: S. Ag. C. D. 1, 116: La qual quistione.... fia più molto faticosa, e di maggiore disputazione più degna.
Esempio: Giambull. P. F. Stor. Europ. 11 t.: I Rugi, gli Eruli, i Gotti,... i Vandali, i Bavari, e tante altre famose genti, quante nella faticosa Germania sua largamente mostra lo Irenico.
Definiz: § VI. E per Che apporta travaglio, Che è cagione di travaglio, Che reca afflizione, dolore, e simili; Affannoso, Doloroso: detto di condizione o stato, di sentimenti, affetti, e simili. –
Esempio: S. Bonav. Medit. Vit. G. Cr. 59: Hai veduto come fu faticosa la loro povertà, e come vergognosa.
Esempio: S. Ag. C. D. 1, 185: Perchè si mormora, che nelli tristi e faticosi tempi si partirono come irati ed offesi?
Esempio: Bocc. Decam. 1, 56: Dove faticoso esser solea (l'amore), ogni affanno togliendo via, dilettevole il sento esser rimaso. Ma, quantunque cessata sia la pena, ec.
Esempio: Belc. F. Pros. 2, 41: E tutti i pensieri faticosi, o consolazioni spirituali, manifesti interamente al suo padre e maestro spirituale.
Esempio: Mart. V. Lett. 58: Come ch'egli,... per esser corsi tempi faticosi,... si potesse con qualche onesto modo scusare.
Definiz: § VII. E per Che fatica, Che dura fatica; ovvero Atto alla fatica, Che regge o può la fatica: Faticante. Detto così di uomo come di animali; ma oggi è proprio soltanto della poesia. –
Esempio: Albanz. Petr. Uom. fam. 226: Nella quale bisogna Vespasiano venne a mente a Nerone, omo più faticoso che li altri in quel tempo nello essercizio de l'arme.
Esempio: Zibald. Andr. 76: La natura della fanciulla nata sotto il segno d'Ariete, sarà bontadiosa, faticosa.
Esempio: Bemb. Asol. 1: Suole a' faticosi naviganti esser caro,... col segno della indiana pietra ritrovare la tramontana.
Esempio: Cas. Pros. 2, 92: Quelli non ad uomini da bene,... ma a liberali e ricchi.... procacciano di servire; questi, all'incontro, altri che faticosi, sagaci, diligenti, utili e moderati non ricercano.
Esempio: Tass. Gerus. 1, 62: Non è gente robusta, o faticosa, Sebben tutta di ferro ella riluce.
Esempio: E Tass. Gerus. 12, 1: Era la notte, e non prendean ristoro Col sonno ancor le faticose genti.
Esempio: E Tass. Gerus. 14, 20: Apre allora le luci il pio Buglione, E nato vede e già cresciuto il giorno; Onde lascia i riposi, e sovrappone L'arme alle membra faticose intorno.
Esempio: E Tass. Dial. 1, 378: Dee il mastro di casa o 'l padrone stesso commandare al neghittoso ed a lo scioperato, che al faticoso ed affaccendato porga aiuto (qui in forza di Sost.).
Esempio: Bellin. Framm. Lett. 255: Vorrei veder piedi di elefanti, e di ogni altro grande, e pesante, e faticoso animale da carico.
Esempio: Spolv. Colt. Ris. 1, 1348: Restisi al piano, Il vomero, il marron, la vanga, il rastro Col faticoso bue.
Esempio: Leopard. Poes. 97: Per le valli, ove suona Del faticoso agricoltore il canto.
Definiz: § VIII. Si usò per Affaticato, Stanco, Spossato; anche figuratam. –
Esempio: Senec. Pist. 129: Grande differenzia è da prolungare la vita o la morte. Ma se 'l corpo non è utile a fare il su' servigio, allora di certo dee l'uomo diliberare l'animo faticoso e penoso.
Esempio: Med. L. Canz. ball. 5: A capo chino,... stracco e faticoso, Ch'avea persa la baldanza, ec.
Esempio: Sannazz. Arcad. 11: Io veggio un uom, se non è sterpo o sasso; Egli è pur uom, che dorme in quella valle, Disteso in terra, faticoso e lasso.