Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
EMENDARE
Apri Voce completa

pag.597


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
EMENDARE.
Definiz: Correggere, e purgar dall'errore. Lat. emendare, corrigere.
Esempio: Boc. Nov. 86. 11. Non ricorse ad emendare, come meglio avesse potuto, ma disse.
Esempio: Mor. S. Greg. Costrignendomi i predetti miei frati ad altre cose, non vollono, che questa parte più sottilmente s'emendasse.
Esempio: Petr. Cap. 11. Mentre emendar potete il vostro fallo.