Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
MOTORE
Apri Voce completa

pag.298


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
» MOTORE
MOTORE.
Definiz: Movitore, Che muove. Lat. motor. Gr. κινητής.
Esempio: M. V. 4. 48. Per lo meno reo presono di volere esser motori innanzichè fatto venisse alla setta contraria a loro.
Esempio: Amet. 10. Se cotale affetto muove dalla colui deità, nome prendendo dal suo motore.
Esempio: Petr. canz. 19. 2. Onde il motore eterno delle stelle Degnò mostrar del suo lavoro in terra.
Esempio: Dant. Purg. 25. Lo motor primo a lui si volge lieto.
Esempio: E Dan. Par. 2. Lo moto, e la virtù de' santi giri ec. Da' beati motor convien che spiri.
Esempio: E Dan. Par. 29. Che non concederebbe, che i motori Sanza sua perfezion fesser cotanto.