Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
AFFRETTARE.
Apri Voce completa

pag.82


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
AFFRETTARE.
Definiz: Far fretta, Sollecitare. Lat. accelerare. Gr. ταχύνειν.
Esempio: Bocc. nov. 99. 40. Il nigromante aspettando lo spaccio, e affrettandolo, venne un medico con un beveraggio.
Esempio: Vit. Crist. Ove si truova mai niuno sì scellerato, la cui morte fosse così affrettata, e sfolgorata, com'è suta quella del figliuol mio, sanza nulla offesa?
Definiz: §. In signific. neutr. pass. Lat. festinare, properare. Gr. σπουδεῖν.
Esempio: Dant. Purg. 10. Ed ella: signor mio, Come persona, in cui dolor s'affretta, Se tu non torni?
Esempio: Bocc. nov. 41. 27. Pasimonda ec. quanto può, s'affretta di celebrare le nozze della tua Efigenia.
Esempio: Petr. canz. 9. 1. La stanca vecchierella pellegrina Raddoppia i passi, e più s'affretta.