Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 705 msec - Sono state trovate 26279 voci

La ricerca è stata rilevata in 105542 forme, per un totale di 77958 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
102305 3237 105542 forme
76026 1932 77958 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 4° Ed. .
ZIBETTO
Apri Voce completa

pag.358



1) id: bdd869f128814cd5afa5bd488f258591)
Esempio: Red. annot. Ditir. 134. Lo untano o di zibetto, o di balsamo nero.


2) id: ce2f8a55a38e490aada63b755b902019)
Esempio: E Oss. an. 10. I cani, le volpi, le lontre, i gatti del zibetto.


3) id: f0c960280e994a588d8dba2b5ea5b724)
Esempio: E Oss. an. 94. Un gatto del zibetto, che iena odorifera fu chiamato da Pietro Castello Messinese, indugiò a morire dieci giorni.
161) Dizion. 4° Ed. .
BOTANICO
Apri Voce completa

pag.455



1) id: eb7cea640c46415f8418c9fc1ebbe638)
Esempio: Red. annot. Ditir. 41. Nel Quadripartito botanico, e nel trattato dell'abuso dell'erba Tè.
162) Dizion. 4° Ed. .
FANGHIGLIA
Apri Voce completa

pag.343



1) id: 866eea1682794120bad812125f1218ff)
Esempio: Red. Oss. an. 117. I lombrichi giacevano placidissimamente in quella fanghiglia.
163) Dizion. 4° Ed. .
PEZZETTINO.
Apri Voce completa

pag.594



1) id: 35507681177e49cd8ce0fd31a5ecd0b4)
Esempio: Red. Oss. an. 108. Infusi nell'acqua comune alcuni pezzettini di agarico.
164) Dizion. 4° Ed. .
PORZIONCELLA
Apri Voce completa

pag.673



1) id: f67b35d1096d43fa9c103827c6fbba1b)
Esempio: Red. Oss. an. 106. Aggiuntovi qualche piccola porzioncella di aloè polverizzato.


2) id: 0303006cceb14cf89c61c117fd145ff5)
Esempio: E Red. cons. 2. 97. La natura da per se stessa ec. può gentilmente ec. cacciar fuora qualche porzioncella di sieri.


3) id: 8a90f656bfb5421391f000d03b3dc797)
Esempio: E Red. cons. 1. 88. La sola manna, ed il solo giulebbo aureo ec. si adoprino stemperati in brodo colla giunta di qualche porzioncella di cremor di tartaro.
165) Dizion. 4° Ed. .
FEBBRIFUGO
Apri Voce completa

pag.423



1) id: beb76a8d7231432396f1de077cd89163)
Esempio: Red. oss. an. 110. Quel famoso febbrifugo Americano, che chiamasi chinachina.
166) Dizion. 4° Ed. .
FORAMETTO
Apri Voce completa

pag.491



1) id: bd5a6dac1e0c4ce5858a073e90f9dbf7)
Esempio: Red. Oss. an. 41. In questo forametto termina l'intestino del lumacone.


2) id: fa53ea783f154392b0dcd975d9dc799d)
Esempio: E Red. Oss. an. 61. Per questi due forametti esterni ec. esso piglia l'acqua.


3) id: fbb12c02682e4d17a6cae4d8b27213cb)
Esempio: E Red. cons. 14. Affine di trar fuora dalle cavità, e da' forametti ec. quelle materie.
167) Dizion. 4° Ed. .
PLACIDISSIMAMENTE.
Apri Voce completa

pag.640



1) id: 7d141d96db6349348b931f4f98e00f44)
Esempio: Red. Oss. an. 117. I lombrichi giacevano placidissimamente in quella fanghiglia.
168) Dizion. 4° Ed. .
PERITONÉO
Apri Voce completa

pag.572



1) id: e651f2cda90946a49c66c7b481e91985)
Esempio: Red. Oss. an. 161. Il peritoneo della vipera marina è doppio.


2) id: 4838eb8af9a3458686f78a63628c9740)
Esempio: E Red. Oss. an. appresso: Nel fondo di uno di questi sacchi del peritoneo sta nascosta la milza.


3) id: f463053b56ac4df7b8b12a08d3175384)
Esempio: E Red. Oss. an. 173. La vescica, o notatoio dell'anguilla è composta di due tuniche proprie, e di una terza tunica comune all'altre viscere, ed è quella stessa, che deriva dal peritoneo.
169) Dizion. 4° Ed. .
STERMINATISSIMO.
Apri Voce completa

pag.739



1) id: 278502b5df0042088de7424823967e57)
Esempio: Red. Oss. an. 27. Vi trovai raggruppato uno sterminatissimo lombrico morto.
170) Dizion. 4° Ed. .
RITENTARE
Apri Voce completa

pag.239



1) id: 84f85c3b1125481ab98ff54f8576e922)
Esempio: Red. Oss. an. 93. Ritentai la prova in un altro cappone.


2) id: 536723800f764788b560bb24c50d3291)
Esempio: Sagg. nat. esp. 174. Per dar motivo ad altri di ritentarla per vie più sicure.


3) id: 69176522983347f0a3e9948a909fe495)
Esempio: Alam. Gir. 15. 105. Poi riprende il suo scudo, e s'apparecchia A ritentar di nuovo la battaglia.
171) Dizion. 4° Ed. .
SPIRALMENTE.
Apri Voce completa

pag.672



1) id: 152e331f22694ac39f96cb5cfb5e17d2)
Esempio: Red. Oss. an. 51. Nella quale esso membro è attorto spiralmente.
172) Dizion. 4° Ed. .
TRIFOGLIATO.
Apri Voce completa

pag.156



1) id: d8329f657d4c41efb50e266c8434a10f)
Esempio: Red. Oss. an. 70. Fiori d'elleboro nero, e fiori d'elleboro trifogliato.
173) Dizion. 4° Ed. .
STABILISSIMO.
Apri Voce completa

pag.699



1) id: 40e0066af1564505a93b4c71a3d0d134)
Esempio: Red. Ditir. 35. Alle moli stabilissime, Che sarian perpetuissime, Di rovina sono origini.
174) Dizion. 4° Ed. .
RICANTARE.
Apri Voce completa

pag.129



1) id: 989dbbfd95f040469374e5f5f0015eb7)
Esempio: Red. Ditir. 40. Cantami un poco, e ricantami tu Sulla mandóla la cuccurucù.
175) Dizion. 4° Ed. .
MANDÓLA
Apri Voce completa

pag.143



1) id: eff0b0a7faf24aa4a3c1a0f776176965)
Esempio: Red. Ditir. 40. Cantami un poco, e ricantami tu Sulla mandóla la cuccurucù.


2) id: 7e8058477e294ce18dffcf00996640ab)
Esempio: E Red. annot. Ditir. 197. La mandóla ha dieci corde, e cinque ordini.


3) id: 6d6a5915e17f452299cd51a283890821)
Esempio: E Red. annot. Ditir. 196. Mandóla può esser forse, che sia detto dal Latino pandura.


4) id: bd714ab68c4741eca0208826495f2878)
Esempio: Buon. Fier. 2. 3. 7. Dammi, tu Claudia, Quella tua chitarrina, o sia mandóla.
176) Dizion. 4° Ed. .
DIARIO
Apri Voce completa

pag.90



1) id: 380e4298da3c44c888aba65a6b79ead8)
Esempio: Red. Oss. an. 69. Lo riferirò quì schiettamente in un piccolo diario.
177) Dizion. 4° Ed. .
INSOLENTE
Apri Voce completa

pag.864



1) id: 9d01647e80c54e36be2f02cfa2f3fd64)
Esempio: Red. Ditir. 25. Da un insolente satiretto osceno Con infame flagel venga percosso.


2) id: d31e85453d5049e3a221f4978d2c2682)
Esempio: Malm. 1. 27. Ch'ella pizzica poi dell'insolente.
178) Dizion. 4° Ed. .
MALFATTO
Apri Voce completa

pag.131



1) id: a4561ef441c444cc9516a0004a819d08)
Esempio: Red. esp. nat. 85. In somma son malfatte, e abbozzate quasi per ischerzo.
179) Dizion. 4° Ed. .
MEDESIMISSIMO
Apri Voce completa

pag.193



1) id: 0bacbadb66714ec992349d45b63f4b2a)
Esempio: Red. lett. 1. 51. Le medesime medesimissime indicazioni debbono dal medico prendersi.