Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
IN SU
Apri Voce completa

pag.868


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
IN
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
IN SU.
Definiz: Avverb. Contrario di In giù; vale In alto, Verso la parte superiore; che talora per proprietà di lingua si disse anche IN SUSO, IN SUE, IN SOSO. Lat. sursum. Gr. ἄνω.
Esempio: Dant. Inf. 10. Io, ch'era d'ubbidir disideroso, Non gliel celai, ma tutto gliel apersi, Ond'ei levò le ciglia un poco in soso.
Esempio: E Dan. Inf. 16. I' vidi per quell'aer grosso, e scuro Venir notando una figura in suso.
Esempio: E Dan. Purg. 8. I' vidi quell'esercito gentile Tacito poscia riguardare in sue.
Esempio: Cr. 9. 3. 1. Per lo montuoso fanno miglior gamba (i cavalli) per l'esercizio dell'andare in su, ed in giù.
Definiz: §. Da uno, o due ec. in su; vale Oltre a uno, o due, o più.
Esempio: Bocc. nov. 20. 18. So bene, come il fatto andò da una volta in su.
Esempio: E Bocc. nov. 59. 1. Quantunque, leggiadre donne, oggi mi sieno da voi state tolte da due in su delle novelle ec.