Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
BENEPLACITO
Apri Voce completa

pag.215


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
BENEPLACITO.
Definiz: Volontà, libito piacimento, voglia. Lat. voluntas.
Esempio: G. V. 12. 8. 6. Ogni altro ordine, e uficiali di popolo cassò, se non a suo beneplacito [cioè secondo sua volontà]
Esempio: E G. V. lib. 12. 9. 2. Ordinò i suo' Principali Baroni, Governatori, e Guardiani del Regno, e beneplacito della Chiesa.
Esempio: Guid. Giud. Per nobil natura, mostrate aver compassion delle mie fatiche; per la qual cosa tutto m'offero a' vostri beneplaciti.
Esempio: Vinc. Mart. Lett. 2. Che benchè il pensiero abbia questa liberta da Dio, non mi parrebbe usarla legittimamente senza il beneplacito vostro.