Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 600 msec - Sono state trovate 22326 voci

La ricerca è stata rilevata in 68989 forme, per un totale di 45829 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
66980 2009 68989 forme
44654 1175 45829 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
ORZAIUOLO
Apri Voce completa

pag.436



1) id: ea12966814c6437fba487bf1b0c69d50)
Esempio: M. Pier. Reg. L'aglio fa nascer l'orzaiuolo nell'occhio.
2) Dizion. 4° Ed. .
DENTELLIERE
Apri Voce completa

pag.72



1) id: b814587e9eac48728701a1952cf38a4c)
Esempio: M. Pier. Reg. B. V. Lo mentastro è lo miglior dentellier, che sia.


2) id: 8f7b76e411254b7c9bbb7feab853e384)
Esempio: M. Aldobr. Prendete una tastetta lunghetta di piuma, o uno dentelliere d'argento, mettetelvi bellamente.
3) Dizion. 4° Ed. .
POMETO.
Apri Voce completa

pag.655



1) id: 6bbbf50265954cadbd3ab738f8942b30)
Esempio: M. Pier. Reg. A modo d'un pometo, il quale stesse in mezzo d'un cerchio.
4) Dizion. 4° Ed. .
M
Apri Voce completa

pag.107



2) id: c342d03e8430481cabf2fe1826e317e2)
Definiz: §. M, talora serve per nota del numero Mille.


3) id: 18ca60f6519e4627bb52c7f1ecddac8f)
Esempio: E Din. Comp. 2. 44. Molti furono accusati, e convenía loro confessare, aveano fatta congiura, che non l'avevano fatta, e eran condannati in fior. M. per uno.


4) id: 867e9768724f4098bd36e3794d65e1b1)
Definiz: Lettera di suono simile alla N, pondendosi in cambio di essa innanzi a B, o P, per miglior pronunzia, come IMBOLÍO, e EMPIO. Consente in mezzo di parola innanzi di se, e in diversa sillaba la L, R, S, come ALMA, ORMA, RISMA quantunque la S si truovi di rado nel mezzo della parola, e per lo più ne' verbi composti colla preposizione DIS, come DISMETTERE; ma nel principio è più frequente, come SMANIA, SMARRITO. Proferiscesi la S innanzi alla M nel secondo modo, cioè con sottil suono, e rimesso, come nella voce ROSA, conforme a quello, che si dice nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo della parola, quando egli occorre, come FEMMINA, MAMMA, ec.
5) Dizion. 4° Ed. .
UBBIOSO
Apri Voce completa

pag.202



1) id: ebfcc9454e3546dfa4243901d4119d15)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Umile, come pagone stolto, e ubbioso.
6) Dizion. 4° Ed. .
ROGATORE
Apri Voce completa

pag.258



1) id: 7c34b35b71564ec6abc778f5e7d39611)
Esempio: M. V. 9. 48. E delle carte ne fu rogatore ser Pier di ser Grifo da Pratovecchio, notaio delle Riformagioni.
7) Dizion. 4° Ed. .
DISCIPIDEZZA
Apri Voce completa

pag.161



1) id: 0f846c4a90884c3d8065a464aff59d66)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Son questi ec. untuosità, acetosità, e discipidezza.
8) Dizion. 4° Ed. .
SCILOPPO
Apri Voce completa

pag.395



1) id: d980c332cac4491cac5cc5124cbf7374)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Prenda ciascun mattino, e ciascuna sera sciloppo acetoso.


2) id: 0e82a3c7a3e746b88be1b75afff9dba0)
Esempio: E M. Aldobr. P. N. 44. Lor conviene prendere la mattina, e la sera sciloppo acetoso.
9) Dizion. 4° Ed. .
SOPRAVVIVOLO
Apri Voce completa

pag.604



1) id: 4bcf9b1e49994aca8c150d35998466f4)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Recipe rose, lattughe, porcellana, e cavolo, e sopravvivolo.


2) id: 9931a84206294e17898429ab7be36c7e)
Esempio: M. Aldobr. P. N. Sempreviva, e barbaiovis sì è una medesima cosa, ed è erba così detta, perciocchè sempre è trovata verde, e volgarmente è detta sopravvivolo.


3) id: e9f36e05914340cfbb6370d8f6ebdfb8)
Esempio: Cr. 6. 2. 16. Contr'all'eruche i semi, che da seminar sono, di sugo di sopravvivolo sempre s'imbagnino.
10) Dizion. 4° Ed. .
GUARDAMENTO
Apri Voce completa

pag.684



1) id: c1a6ea34a54141aab585b0f97b924cba)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Memoria è tesoriera, e guardamento di tutte le cose.
11) Dizion. 4° Ed. .
DISMARRIMENTO.
Apri Voce completa

pag.183



1) id: 24009c1c616b435bb8338b8908df9773)
Esempio: Rim. ant. P. N. M. Pier. Vign. Membrando ciò, ch'Amor mi fa soffrire, Sento dismarrimento, Ond'io sono al morire.
12) Dizion. 4° Ed. .
FANTICINO, FANTISINO, e FANTIGINO
Apri Voce completa

pag.347



1) id: 4bc763147de94d63a638ed00b07aeec8)
Esempio: M. V. 10. 96. Essi sono matti fantini:


2) id: 34779b3f61d84d04be6cbe91666dfa3c)
Esempio: E M. V. appresso: Vedere si puote, che non avea a fare con fantisini, ma con valenti, e savi signori.
13) Dizion. 4° Ed. .
ARBITRO
Apri Voce completa

pag.247



1) id: d75cc3cab9224220888c1963fd591829)
Esempio: M. V. 8. 95. I quali furono terminati per M. Alderighi da Siena, arbitro intra i detti Comuni.


2) id: 0e26288411fa44ff9b2d46be63b7e105)
Esempio: G. V. 7. 17. 2. Fecero arbitri, e corressero tutti statuti, e ordinamenti, e ordinaro, che ogni anno si facessero i detti arbitri.
14) Dizion. 4° Ed. .
RINNOVAZIONE, e RINOVAZIONE
Apri Voce completa

pag.197



1) id: fdc1a3a8595a4ff2b64a07cc5305d6ab)
Esempio: M. Aldobr. B. V. La luna in ciascuna rinnovazione corre medesimamente come il sole.
15) Dizion. 4° Ed. .
PERCOTIMENTO
Apri Voce completa

pag.562



1) id: be038744c39a4d329faa4392a48ac4ed)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Quando alcuna cosa vi s'accostasse, o ch'elle ricevessero alcuno percotimento.
16) Dizion. 4° Ed. .
VENTOSA
Apri Voce completa

pag.232



1) id: 767dc5912e69431c993e4b24f4a6f491)
Esempio: M. Aldobr. B. V. Le ventose si voglion porre, quando la luna è piena.


2) id: e552d42529ee4beca7eec850c007d723)
Esempio: M. Aldobr. P. N. 34. Le ventose purgano il sangue sottile, il quale è nelle vene piccole.


3) id: 7d507635594641c0a3480606c60f92e0)
Esempio: Tes. Pov. P. S. cap. 18. La ventosa posta in sul capo, essendo raso, tira l'ugola.
17) Dizion. 4° Ed. .
ATTRAPPARE
Apri Voce completa

pag.321



1) id: 00ea74541b8a48038d5b9c0fd3d68ea1)
Esempio: Liv. M. E così fu attrappato da' nimici.
18) Dizion. 4° Ed. .
B
Apri Voce completa

pag.361



2) id: 03832eb31eca4e04858932008c1ebaf4)
Definiz: Lettera assai simile al P, e all'V consonante, dicendosi molte voci coll'una, e coll'altra scambievolmente; come SERBARE, e SERVARE, NERBO, e NERVO, BOCE, e VOCE, PUBBLICO, e PIUVICO. Delle consonanti riceve dopo di se nella medesima sillaba la L, e la R, e vi perde alquanto di suono; come OBBLIGO, PUBBLICO, BRACCIO, OMBRA, benchè colla L di rado si truovi appresso i Toscani, nè mai in principio di parola, come pronunzia a loro più strana, salvo alcune voci Latine, come BLANDO, BLANDIMENTO, ec. Consente avanti di se in mezzo di parola, ma in diversa sillaba, la L, M, R, S, come ALBUME, LEMBO, ERBA, USBERGO, quantunque si trovi di rado colla S in mezzo della parola, e per lo più ne' verbi composti colla preposizione DIS, come DISBRIGARE. Usasi più frequentemente in principio di parola, come SBANDITO, SBATTERE; e deesi sempre la S avanti al B pronunziare col suono più sottile, o rimesso; come nella voce ACCUSA, di che si dice nella lettera S. Puossi raddoppiare nel mezzo della parola, quando egli occorre, come NEBBIA, TREBBIO, ec.
19) Dizion. 4° Ed. .
SEZZO.
Apri Voce completa

pag.498



1) id: ce60f531ee4f4b35b3570227b1ad0705)


2) id: abad50ddb27346c6bcb02d9563cfdc3b)


3) id: 3678640ff8cf49bca1cbd49238fcfb31)
Definiz: §. Da sezzo.
20) Dizion. 4° Ed. .
RETTORICAMENTE.
Apri Voce completa

pag.119



1) id: d46830802bc445d1bd3a451be26ebdcb)
Esempio: M. V. 9. 100. Più altre ragioni rettoricamente dicendo.