Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 719 msec - Sono state trovate 27917 voci

La ricerca è stata rilevata in 107367 forme, per un totale di 78335 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
104600 2767 107367 forme
76683 1652 78335 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
CIANCIATRICE.
Apri Voce completa

pag.655



1) id: 4d584e7822d84eb7ac289bda1c6e18d1)
Esempio: Rim. ant. R. Femmina cianciatrice, e berlinghiera.
2) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 0cfe9a67335d41128eb4cab0c109c4f1)
Esempio: Vit. Crist. Cominciò a andare da Nazarette a Ierusalemme.


3) id: bfcc391918de4806877645bf21131996)
Esempio: Dant. Inf. 32. Che non è 'mpresa da pigliare a gabbo Descriver fondo a tutto l'universo, Né da lingua, che chiami mamma o babbo.


4) id: d4c2bb11c5764d53abfcbe9b764a72b8)
Esempio: Petr. son. 1. Quand'era in parte altr'uom da quel, ch'io sono.


5) id: 85e2bc07238345538526a81c8728b2f7)
Esempio: Petr. son. 137. Pien d'un vago pensier, che mi disvia Da tutti gli altri.


6) id: 5e1477b019794d6b8a2796da479e5adf)
Esempio: E Bocc. g. 4. p. 13. Per certo chi non v'ama, e da voi non disidera d'essere amato ec. sì mi ripiglia.


7) id: 097240cdbc984e48a693dd72c836f9f3)
Esempio: Bocc. pr. 7. E se per quelli alcuna malinconia ec. sopravviene nelle loro menti, in quelle conviene, che con grave noia si dimori, se da nuovi ragionamenti non è rimossa.


8) id: 553d49ebef4e4071bf3432acb3e42189)
Esempio: Bocc. pr. 2. Dalla mia giovanezza infino a questo tempo oltremodo essendo acceso stato d'altissimo, e nobile amore.


9) id: 892a4add0c3d490290b6a779428e5bc9)
Definiz: Segno dell'ultimo caso, o come alcuni vogliono, che si debba dire, preposizione, lo stesso, che 'l Lat. a, o ab, abs. Gr. ὑπό, παρὰ, ἀπό, πρός.
3) Dizion. 4° Ed. .
DA'
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 2dbac4ffc2294838bf25a44a10257255)
Esempio: Bocc. pr. 6. Ristrette da' voleri, da' piaceri, da' comandamenti de' padri ec. nel piccolo circuito delle lor camere racchiuse dimorano.


3) id: e5df0230f0654b9ba20ab03b88390ca4)
Definiz: Coll'apostrofo. Voce tronca da Dai, o Dalli, che è preposizione, o segno di caso affisso all'articolo.
4) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 2ed7cc360d2b48eea682e10fadcc8a02)
Definiz: §. Da, anche talora esprime la forza della particola SINO, e vale Sin da. Lat. ex, a. Gr. ἐκ, ἐξ.


3) id: 593ff9cfd7194b9abd20f5aa31bce522)
Esempio: E Bocc. nov. 20. 8. Essendo a lui il calendario caduto da cintola ec. la cominciò a confortare con fatti.


4) id: 33f6b1ba1dc34878bb776eef37a39b62)
Esempio: Petr. cap. 3. Da quel tempo ebbi gli occhi umidi, e baffi.


5) id: 7d18cdf81ba34cdcb33fa89adc9122ac)
Esempio: Bocc. nov. 100. 29. Ove colei in continue fatiche da piccolina era stata.


6) id: a39781816a394d11b703ce591994ce39)
Esempio: E Bocc. nov. 50. 21. Che venir possa fuoco da cielo, che tutte vi arda.


7) id: 1d70e5746c7b4a748a1828f11e674b77)
Esempio: Bocc. nov. 13. 25. Maravigliossi Alessandro, udendo la moglie esser figliuola del Re d'Inghilterra ec. da altra parte il Papa ec.
5) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: fd15b7cbb4b5472da965febd680f9e61)
Esempio: Liv. M. Gli biasimava duramente, ora da follía, ora da codardía.


3) id: f033b48f13f3433f8a08eada83bbfa82)
Esempio: E Bocc. nov. 18. 28. La donna, a cui più tempo da conforto, che da riprensioni parea, sorridendo disse.


4) id: 9a58652897ef401f993c83985d880236)
Esempio: Bocc. pr. 7. Essi ec. hanno molti modi da alleggiare, o da passar quello.


5) id: a9510fe6677c47ea886f01810b4ab314)
Esempio: E Bocc. nov. 49. 16. Degno cibo da voi il reputai.
6) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: ad5ae3b9ec384e9aab196d6c25ec2efd)
Esempio: Dant. Purg. 1. Poscia rispose lui: da me non venni.


3) id: 13ed67bf9027465ab2057e09fc4c2113)
Definiz: §. Talora ci si frammette il PER, come Da per me, Da per te ec. Lat. per me, per te. Gr. διὰ μοῦ, διὰ σοῦ.


4) id: 88224033c02341ed94fde834de93b3ee)
Esempio: Libr. cur. malatt. Molte malattie gueriscono da per se, senza l'opera del medico.


5) id: 179e9532d720487facd02f3a3fea2bc9)
Esempio: Tav. Rit. Tu ci anderai da per te, perchè io non voglio venirvi.
7) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 24cb034aa2d240e19931868aa1218a51)
Esempio: E Bocc. nov. 26. 15. Adunque, disse la buona femmina, andatevene da lui.


3) id: 0ae4a1bed302457ca92883a2940d54ec)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Questa fanciulla verrà dinanzi da voi, e farà queste sue giulleríe.


4) id: f930e487bbae42e7be67a2feb3dacaa3)
Esempio: Sen. Pist. Non andrò io per la traccia di coloro, che furon dinanzi da noi?


5) id: d562d95c8b8748529e40b5a341dbb13c)
Esempio: E Bocc. nov. 79. 34. Andrà faccendo per la piazza dinanzi da voi un gran sufolare.


6) id: 286f44d78b02407e988986295c23df43)
Esempio: E Bocc. nov. 20. 10. Io ec. vi menerò da lei, e son certo, che ella vi conoscerà.


7) id: 49da65a39a694bc48961bbd3491e0c8a)
Esempio: Bocc. g. 3 p. 4. Esso avea intorno da se, e per lo mezzo in assai parti vie ampissime.


8) id: efc6db41e61642bbbe6c8dfda43b0d3d)
Esempio: Petr. uom. ill. Mandata innanzi parte della gente da cavallo ad attizzare i nimici sotto la capitananza di Massinissa.


9) id: 6eb3000bc3534b56bd11278ef2458abb)
Esempio: E Bocc. nov. 99. 33. La qual cosa come il Saladino sentì, che sommamente l'amava, venuto da lui ec. il biasimò molto.


10) id: 061be49d1c8b47398b00a64785532971)
Esempio: Omel. Orig. 286. Ella si levò molto per tempo una mattina dinanzi da tutti, e venne con preziosi unguenti per trovarvi, e per ungere il vostro corpo.


11) id: 16e35c554ffc4f1ca20bfc847f0db2f3)
Definiz: In signific. medesimo, che A, segno del terzo caso.
8) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 9a7605cd54eb4826a3ad66fea7e3bf61)
Esempio: Cap. Comp. disc. 32. Da se a lui lo riprenda, e ammonisca.


3) id: 1efea823987346c29129f23d7019306d)
Esempio: M. V. 8. 38. Qui cominciò l'odio da' gentiluomini al popolo.


4) id: 1933f66be7c24dedb7a210521cf6349a)
Esempio: E G. V. cap. 162. 1. Stette più di otto dì a segreto consiglio da lui al Papa.


5) id: cbd2373ab8b94d6ead484748fdf7b6e4)
Esempio: G. V. 6. 34. 11. Fue aspra battaglia infino nell'Arno dagli usciti Guelfi a' detti Tedeschi.
9) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: c17f6a2df32542909daac627303ab3b5)
Esempio: Bocc. g. 1. f. 7. Verso un rivo d'acqua chiarissima, il quale d'una montagnetta discendeva in una valle ombrosa da molti arbori ec. con lento passo sen'andarono.
10) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 3bd8d2526f81489fb6b413eeebed550c)
Esempio: Tratt. gov. fam. Non voler permettere, che i fanciulli vestano mai da donna.


3) id: e84311cc4cd84709b7eab823c8f69079)
Definiz: Per A modo, A foggia. Lat. instar, more. Gr. δίκην.
11) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 5a7ab153a38c46879f8f7145bfe63e25)
Esempio: E Bocc. nov. 44. 1. Materia da crudeli ragionamenti, e da farvi piagnere vi imposi.


3) id: b5d8efeea09949388f84fad7a7570492)
Esempio: E Bocc. nov. 34. 5. Gioie da donne portandole, come i mercantanti fanno, a vedere.


4) id: 89d38012d9444a79b4f099f68d09107a)
Esempio: Bocc. nov. 129. 3. Essendo ella già di età da marito.


5) id: 2f396793a5f04512b2e0d2fbf283e524)
Esempio: E Bocc. nov. 79. 11. E non vorrei, zucca mia da sale, che voi credeste ec.


6) id: 5f4f6b0aef9947f3968752cb7c8a410b)
Esempio: E Bocc. nov. 72. 9. La gonnella mia del perso, e lo scaggiale da i dì delle feste.


7) id: 77ba7294035f458da4c62c4ddc109ff4)
Esempio: E Bocc. nov. 32. 8. Frate Alberto ec. parendogli terreno da' ferri suoi, di lei subitamente, ed oltremodo s'innamorò.


8) id: c11f0f41fa9246bc88927a0daeab1f3e)
Esempio: E Bocc. nov. 60. f. 13. Parendo lor tempo da dover tornare verso casa, con soave passo ec. in cammino si misero.
12) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: e670853705ab49318721889b4223b71d)
Esempio: Bocc. nov. 15. tit. Andreuccio da Perugia venuto a Napoli ec.


3) id: 8c0b677c89be43f6b784a3f36cf26578)
Esempio: E Bocc. nov. 20 tit. Paganino da Monaco ruba la moglie a messer Ricciardo di Chinzica.


4) id: 522352122e6b4a9b82b6ae01288e9a48)
Esempio: E Bocc. nov. 21 tit. Masetto da Lamporecchio si fa mutolo.


5) id: 35aa2e0dea2a4779b37ca040888937ae)
Esempio: E Bocc. nov. 45 tit. Guidotto da Cremona lascia a Giacomin di Pavía una sua fanciulla, e muorsi.


6) id: 7f553aea4c9c4146abbf9568f0feb37c)
Definiz: Talora in signific. d'Origine di patria, salvo se si parli di Regno, di Provincia, o d'Isola, che allora in vece di Da si usa Di.
13) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: a2aeea3351004dd6ac8caeada18f927b)
Esempio: Red. lett. 1. 302. Rispondo ora, ma non le rispondo da medico, ma bensì da suo buono amico.


3) id: baa33c9fc7ed4dd8bdca6e967c1904af)
Esempio: Stor. Aiolf. Ti giuro da cavaliere, che io non l'ho veduto.


4) id: a98b14b63f574a899e11e714dc7dbe18)
Definiz: In vece di Per; come Da quel, ch'io sono, cioè Per quell'uomo, ch'io sono, Da uomo dabbene, cioè Per quello, che dee dire un uomo da bene, Per quell'uomo dabbene, ch'io professo d'essere. Lat. secundum. Gr. κατά.
14) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



2) id: e859bfeb6b464ab7a6d8f0a87ea4c42a)
Esempio: Stor. Pist. 45. Quelli da san Simone, e da Montecuccoli con da 400. fanti, e da 10. uomini a cavallo.


3) id: 729d06f01ff344a19a276cfe1f504d45)
Esempio: Vit. Crist. Comincióe ad andare da Nazzarette a Ierusalemme, che v'hae da 74. miglia.


4) id: 156fab2b40914c3e9a1c423b859f2993)
Esempio: Bocc. nov. 15. 7. Essa incontrogli da tre gradi discese.


5) id: 9b4bf9936f264816ae4153573dd05b6d)
Esempio: E G. V. num. 3. Cinque badíe con due prioríe con da ottanta monaci; ventiquattro monasterj di monache con da 500. donne.


6) id: 8bd4065081424408b07b92585ac39010)
Esempio: Cr. 4. 9. 4. Da quattro, ovvero cinque generazioni di nobili sermenti porremo.


7) id: f01dcbaa54074e7e87bd705ced58760e)
Esempio: G. V. 7. 27. 7. Allora prese da 30. in 40. de' migliori baroni del Re.


8) id: 39144c5086c641c28efae2a462914304)
Esempio: Dant. Purg. 2. Veramente da tre mesi egli ha tolto Chi ha voluto entrar con tutta pace.


9) id: fc8f9dde32e944b0b9c0fc65fdc92056)
Esempio: E G. V. 11. 93. 2. Istimavasi avere in Firenze da 90. mila bocche, tra uomini, e femmine, e fanciulli.


10) id: a2d3ea3773a442898c570cbd8556d93a)
Esempio: E Bocc. nov. 43. 5. Si videro vicini ad un castelletto, del quale, essendo stati veduti, subitamente usciron da dodici fanti.


11) id: 96b8d0a233b1444c842af9671ac3c8e0)
Esempio: E Bocc. nov. 28. 21. In così fatti ragionamenti, ed in simili, con mangiare, e con battiture fu tenuto Ferondo da dieci mesi.
15) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.3



2) id: 84b8e79f4e80469b918cb68440926337)
Esempio: Bocc. nov. 25. 16. La donna ec. veggendol da casa sua molto spesso passare, disse.
16) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.3



2) id: 63ebbf94ee5342348df8101d785cbe6e)
Esempio: Dant. Inf. 32. Che non è 'mpresa da pigliare a gabbo, Descriver fondo a tutto l'universo, Nè da lingua, che chiami mamma, o babbo.


3) id: f288ec4bd41b469899360327087bc442)
Esempio: Bocc. pr. 8. La gratitudine ec. è sommamente da commendare, e 'l contrario da biasimare.


4) id: 7faa7da2ac114a0dac5f9839abc233f2)
Esempio: E Bocc. nov. 13. 24. Diede ordine a quello, che da far fosse.


5) id: 03f997c4506e48b081b9b0135a9e22fc)
Esempio: E Bocc. g. 6 p. 6. Dioneo, questa è quistion da te.


6) id: e5d69e5e5aa14d99b1d420e711ede31d)
Esempio: E Bocc. nov. 99. 16. Fattesi venire per ciascuno due paia di robe ec. non mica cittadine, nè da mercatanti, ma da signore, e tre giubbe di zendado, e panni lini, disse ec.


7) id: 57d779cb638f4058bd1f32005331f0ee)
Definiz: Avanti a verbo, o a nome denota convenienza, o necessità; ma davanti a' verbi si congiugne collo 'nfinito, ed è equivalente al nominativo gerundio.
17) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.3



2) id: 5f7cec6241b44fc5bdd522f71aa50ba4)
Esempio: E Bocc. nov. 7. 2. La viziosa, e lorda vita de' cherici dà di se da mordere, da parlare, e da riprendere.


3) id: 5e2af8c7dce3442fad1008d599fbbf26)
Esempio: Bocc. nov. 3. 3. Pensossi costui aver da poterlo servire.


4) id: 8250509d7b64470daeedd99f06f66272)
Esempio: Bocc. nov. 50. 25. da cena ci ha: noi siam molto usate di far cena, quando tu non ci se'.
18) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.3



2) id: cd127d6d7ee14d619c7a83cb1552d7b0)
Esempio: Dant. rim. 13. E cantinne gli augelli, Ciascuno in suo latino, Da sera, e da mattino Sulli verdi arbuscelli.


3) id: 78d23e70e2374e6c96f291e42b4587dc)
Esempio: E Bocc. nov. 73. 12. A me pare, se pare a voi, che questa sia opera da dover far mattina.


4) id: 2bb071817ba144c9b60aac955848735a)
Definiz: Talora avverb. di tempo, e vale Nel tempo del, come Da sera, Da mattina. Lat. vespertino, matutino tempore. Gr. ἑσπέρας, πρωΐ.


5) id: 836d35a5ef904326b515c2eeebff8853)
Esempio: Bocc. nov. 45. 6. Come avvenisse, che Giacomino per alcuna cagione da sera fuori di casa andasse.
19) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.3



2) id: 17cffbb8dfa347aba56815d3252df8ad)
Esempio: Bocc. nov. 22. 3. Uomo, quanto a nazione, di vilissima condizione, ma per altro da troppo più, che da così vil mestiere.


3) id: 5cccc272b2d5448faad87c6c199c1c96)
Esempio: E Bocc. nov. 60. 15. Non sospicò, che ciò Guccio Balena gli avesse fatto, perciocchè nol conosceva da tanto.


4) id: 9a39d75b399b4919a9b1784ed682c4da)
Esempio: Cas. uf. com. 95. Laddove l'esserne senza, che di sua natura è biasimevole, da molto più divenire le fa.


5) id: 124a19e0a4f24e0e98c3d1657d657060)
Definiz: Congiunto, o accompagnato colle particelle POCO, MOLTO, ASSAI, NIENTE, BENE, TANTO, PIÙ, e simili, sta avverbialm. e con esse ha forza d'add. delle quali vedi a suo luogo; e tra essa DA, e 'l PIÙ talora vi s'intromettono gli avverbi TROPPO, ASSAI, MOLTO, POCO.
20) Dizion. 4° Ed. .
SOSPIRATORE.
Apri Voce completa

pag.614



1) id: 06b1fc3c444e4e648763182b4006f91e)
Esempio: Rim. ant. F. R. Grave sospiratore ogni momento.