Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 1123 msec - Sono state trovate 28359 voci

La ricerca è stata rilevata in 124340 forme, per un totale di 94636 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120961 3379 124340 forme
92602 2034 94636 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
300) Dizion. 4° Ed. .
STIACCIA.
Apri Voce completa

pag.741



1) id: 04ba453b9d884ae29fc1603840eae910)
Esempio: Dav. Oraz. Gen. delib. 148. E noi potremmo trovarci alla stiaccia.


2) id: 45128e1908e14aac9106e2de9fe13823)
Esempio: Buon. Fier. 2. 5. 7. E 'l peso sopra i petti lor rivoltosi Fece di lor non molto dolce stiaccia.


3) id: b58ef654cbe84513ab54ccc1440250f6)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 12. Parti, o di questo mur, che ti sta 'n faccia, T'aspetta di restar tosto alla stiaccia.


4) id: 087817b9c76248c884afb1f14bfb8df1)
Esempio: Malm. 7. 24. E che sia il vero, fede ve ne faccia Il Garani scampato dalla stiaccia.
301) Dizion. 4° Ed. .
SBARAGLIARE
Apri Voce completa

pag.336



1) id: e6c401ea173547cea11146344cc3216c)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 24. Massimamente i cavalli ec. sprangavan calci, scavalcavan l'uomo, sbaragliavano i circostanti.


2) id: 4dbf5d6589ca491bb00c21cba8db6244)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 4. 355. I plebei, gittate giù l'armi, si sbaragliarono per la campagna.


3) id: ae52c5020c5c431e90b83e411b69ea41)
Esempio: E Tac. Dav. ann. appresso: Un cavallo, rotta la cavezza, spaurito dalle grida, correndo si avvenne in certi, e sbaragliolli.


4) id: b48eca53206e4106a7f25bfe57972453)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 2. 36. E dal gelato vicino Settentrione incrudelito rapì, e sbaragliò le navi in alto mare.


5) id: 76e8e7d8c8f6455bb5f5c430fb2cfec5)
Esempio: Serd. stor. Ind. 10. 408. Poichè furono sbaragliati, gli seguitò gagliardamente colla cavallería.


6) id: 741de3bef30a43dc8dd956c5db993d20)
Esempio: Buon. Fier. 4. intr. E quand'io non potrò più sottomano Farmi la mia fortuna, alla scoperta Sbaragliando farollami.
302) Dizion. 4° Ed. .
EXTEMPORE.
Apri Voce completa

pag.326



1) id: 2bbfe9e8eec4492dbd584216fc7825a0)
Esempio: Tac. Dav. Perd. eloq. 405. S'egli (il dicitore) dice extempore, non può fare, che non si periti alquanto, e se e' ne esce a bene, quell'aver temuto gli accresce il diletto.
303) Dizion. 4° Ed. .
LUNGHERÍA
Apri Voce completa

pag.99



1) id: e7784f1ac61d4c89b50004c54e69a038)
Esempio: Tac. Dav. Perd. eloq. 412. Pativa questo ignorante popolo, e rozzo quelle lungheríe, e pareva valente chi durava tutto un dì a dire (quì il T. Lat. ha imperitissima orationum spatia)


2) id: 91cbb0583d884263b541fd0239ecf351)
Esempio: Cecch. Servig. 1. 1. Girandole, Lungheríe, rompicolli a dirvi il vero.
304) Dizion. 4° Ed. .
BRILLAMENTO
Apri Voce completa

pag.469



1) id: c7007e5b448f4f92ac51c0a73a0329c5)
Esempio: Tac. Dav. Perd. Eloq. 407. E recitato, ch'egli è ec. non se ne fa un amico, un divoto, un obbligato per sempre, ma un ou ou, lodar vano, brillamento, che vola.
305) Dizion. 4° Ed. .
DIACCIO
Apri Voce completa

pag.87



1) id: b7aba3461cff478ba218b29debdd7124)
Esempio: Tac. Dav. Post. 440. I piaceri sono monti di diaccio, dove i giovani corrono alla china.


2) id: f59e8b8426764e28bba8ac7a08de84a0)
Esempio: Dav. Oraz. gen. delib. 146. Le quali, rompendo io questo diaccio del mio naturale, e caro silenzio, avrei volentieri celebrato.
306) Dizion. 4° Ed. .
ANNASARE
Apri Voce completa

pag.204



1) id: c0d004ff8b8a46ebb3a53f8b6a3d2c75)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 97. Se forse i barbari, per l'orgoglio di quella notte, li annasassero.
307) Dizion. 4° Ed. .
FANTACCINO
Apri Voce completa

pag.343



1) id: 91613e6c281643c997fb90e6383c04e9)
Esempio: Tac. Dav. ann. 14. 190. Consolavali la sola tolleranza del capitano, maggiore che di qualunque fantaccino.


2) id: fc9ea9b93727491a8ca1b73ad7972d55)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 2. 290. Salito di fantaccino a' primi gradi della milizia.


3) id: d3cd1b62bb3a4da7a89ab75c1d24f4bb)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 4. 9. Che toccherà a ciascun fantaccino Un tremila ducati, o da vantaggio.


4) id: 0114b4777c7c4de2ba31cd0cc58154bb)
Esempio: Bern. Orl. 2. 19. 7. Un fantaccin, che in mano aveva un brando, Era a cavallo, e quanto può spronava.
308) Dizion. 4° Ed. .
ADOTTAMENTO.
Apri Voce completa

pag.66



1) id: 1a529b94d5424db78c04abeba6e3b8c4)
Esempio: Tac. Dav. ann. 12. 148. Entrati consoli G. Antistio, e M. Suilio, s'avacciò l'adottamento di Domizio.
309) Dizion. 4° Ed. .
BENE
Apri Voce completa

pag.414



1) id: 520395e764894d85b8fb5ae15db5c837)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 9. Poco stavano a uccidere il Legato, cacciaron via bene i tribuni.


2) id: eb0a724cdaf245a0a8f6abac7748f41a)
Definiz: §. I. Talvolta si mette nel principio del periodo avanti allo 'nterrogativo. Lat. heus. Gr. καλῶς.
310) Dizion. 4° Ed. .
BACCHIARE
Apri Voce completa

pag.363



1) id: dcc86769c2514659a1944b86ae97414c)
Esempio: Tac. Dav. Germ. 378. Bacchiare i figliuoli nati per non ne avere tanti, è tenuto sceleratezza.
311) Dizion. 4° Ed. .
UBBÍA
Apri Voce completa

pag.202



1) id: be705c31374846feb1ac86adaf3928c5)
Esempio: Tac. Dav. ann. 13. 181. Per ubbía, che quel sito sia il più presso al cielo.


2) id: 4f84bff6503947039629d833d6e804ca)
Esempio: Red. Vip. 1. 61. Per levare una certa ubbía a quelle volgari donnicciuole, che dovevano lavarlo dopo morto.
312) Dizion. 4° Ed. .
A SPIZZICO
Apri Voce completa

pag.290



1) id: 4101ced9ec1641629ad095c1f8bede21)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 91. Tiberio stesso favellatore a spizzico, quando giovava, era largo, e pronto.
313) Dizion. 4° Ed. .
POSTERI
Apri Voce completa

pag.679



1) id: ddc291e6ae05443990e6901348d9f16a)
Esempio: Tac. Dav. ann.4. 92. Regnante Tiberio, furon puniti, o svergognati molti, li cui posteri vivono.


2) id: 8e343f24887a4675bd61783df7145b25)
Esempio: Serd. stor. 8. 317. Scongiurava i posteri, che non volessero diminuire in parte alcuna quella entrata.
314) Dizion. 4° Ed. .
CONFERMA
Apri Voce completa

pag.754



1) id: 78fb2f634688490597bdd98c7a593a65)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 85. Vennero di Grecia ambasciadori per la conferma dell'antiche franchigie de' tempj.


2) id: 3323eb48a1064db19281dc333c5cfc09)
Esempio: Red. lett. 2. 135. Non mancherò di parlare delle sue suppliche per la conferma in cotesto governo.
315) Dizion. 4° Ed. .
TOGA.
Apri Voce completa

pag.90



1) id: 0c099f8f2197411dba4e94f7337490d5)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 82. Nel principio di quest'anno Druso di Germanico prese la toga virile.


2) id: 4095fa39a3cb4d2bb00638cb7792196b)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 3. 322. Essere stato sempre in toga, e un senatore, come gli altri.


3) id: 96d4eeae03ec41f39040c5056aad7742)
Esempio: E Tac. Dav. stor.1. 250. E quella sola guardia di Palagio, che è in toga, non difende mica Galba, ma lo ci serba.


4) id: b19b8abcf6564f9a944a7e41e3b58395)
Esempio: Malm. 1. 52. Posò la spada, e ripigliò la toga.


5) id: 1782422004564b578682523ffab63234)
Esempio: Dittam. 1. 29. Vero è, che appresso pensando, com'io Mi rimisi la toga, mi conforto.


6) id: b323b62f207548faaee4cbf9eddec01d)
Esempio: Menz. sat. 1. E perchè a me non domandar piuttosto, Se ho converso la toga in santambarco?
316) Dizion. 4° Ed. .
FORZUTO
Apri Voce completa

pag.510



1) id: f2c4c2f0178d49b7989c1464b7f65f98)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 2. Agrippa postumo, nipote unico, idiota sì, forzuto, e furibondo, ma innocente.
317) Dizion. 4° Ed. .
NIQUITOSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.346



1) id: 3d01bfc351c5479d803641c145461dd9)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 11. Vanno colle pugna in sul viso, ec. niquitosissimi contra Gneo Lentulo.
318) Dizion. 4° Ed. .
APPROVAZIONE
Apri Voce completa

pag.240



1) id: e25c64b0374848bba5e0a3323aacd7be)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 26. Nè si lasciò, come 'l Senato volea, giurare l'approvazione de' fatti.
319) Dizion. 4° Ed. .
BOSCATO
Apri Voce completa

pag.454



1) id: a2059597133048c9adf374699bd015e9)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 23. Con dolci colline boscate intorno, le quali Arminio empiè di gente.