Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 388 msec - Sono state trovate 27654 voci

La ricerca è stata rilevata in 113337 forme, per un totale di 84339 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
109898 3439 113337 forme
82244 2095 84339 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 4° Ed. .
LEGITTIMAZIONE, e LEGITTIMAGIONE.
Apri Voce completa

pag.43



1) id: a7891ec496324907b9397b4804c2e797)
Esempio: Salv. Spin. 1. 1. Gli sono eziandío dinanzi a' giudici entrati mallevadori Per la verità, e legittimazione della sua persona.
161) Dizion. 4° Ed. .
SPANTATO.
Apri Voce completa

pag.634



1) id: 8537294f5c7e46a0a1e31c46cb0be1b4)
Esempio: Salv. Spin. 5. 1. E' si vedeva, che egli stava spantato, avendomi veduto sopraggiugnere allo 'mprovviso quivi per lui.
162) Dizion. 4° Ed. .
RIMESCOLANAZA
Apri Voce completa

pag.177



1) id: 9f4b2f15b4014a1b924768104c26fcb4)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 2. 21. Che nuovo linguaggio, che inaudita rimescolanza ec. che mostro sarebbe quello, quando pure anche far si potesse.
163) Dizion. 4° Ed. .
ORTOGRAFÍA.
Apri Voce completa

pag.436



1) id: 00c9a9ba431348e791312b39c5542210)
Esempio: Salv. avvert. 1. 1. 4. Quanto poi all'ortografia di quella copia, ell'è siffatta, quale accennammo al lettore davanti al libro delle dette novelle.


2) id: acf69f17c3c945c983bdaef23dc67c0a)
Esempio: E Salv. avvert. 1. 3. 4. 6. Ora che dell'ortografia d'alcune parti del favellare checchessia si dicesse, richiederebbe forse l'ordine incominciato.
164) Dizion. 4° Ed. .
SOPRUSO
Apri Voce completa

pag.605



1) id: 333cea9fae394ba4911cdb77be2a137f)
Esempio: Salv. Spin. 5. 6. S'io fossi provvisto, come se' tu, tu non saresti uomo per farmi questi soprusi.
165) Dizion. 4° Ed. .
GHIRIBIZZO.
Apri Voce completa

pag.599



1) id: 5b953508fea84542a98884f4dea4a81a)
Esempio: Salv. Granch. 4. 1. Dirò a Duti, che e' m'è Sopra questo proposito caduto Uno strano arzigogolo, e un nuovo Ghiribizzo nell'animo.


2) id: 9e4af64d125e494a83010fa4a997e975)
Esempio: Bern. Orl. 3. 3. 40. A Mandricardo il ghiribizzo tocca D'udir se la campana avea buon suono.


3) id: 40d88515c3864499a5d879d79c6d83fa)
Esempio: Capr. Bott. 2. 36. Credo, che sien ghiribizzi da far impazzare altrui.


4) id: 7bb9dfe27e9c4456a819ade8ad87ac2b)
Esempio: Circ. Gell. 2. 62. Sempre sarebbe piena (la fantasía) d'umori, e di ghiribizzi.
166) Dizion. 4° Ed. .
RUFFIANO
Apri Voce completa

pag.279



1) id: 3ed39bbb5b0d4040b40e8267555ded69)
Esempio: Salv. Granch. 2. 5. Onde espugnata così la gelosía Del vecchio, e fatta quasi contrammina Alla ruffiana cortesía della balia ec.
167) Dizion. 4° Ed. .
TOPPALLACCHIAVE.
Apri Voce completa

pag.99



1) id: e30e9ecd605145ac80f5683cc407c369)
Esempio: Salv. Granch. 5. 4. Mona Gostanza mi manda per uno Toppallachiave, ch'e' non ci sarebbe Ordine di poter aprir quell'uscio Altrimenti.
168) Dizion. 4° Ed. .
COMPITO
Apri Voce completa

pag.728



1) id: 70b7d7d311374886a129c3cf64f82424)
Esempio: Salv. Granch. 5. 3. Dove tu non esca Del compito, che io ti darò, Non ci sarà uno scrupolo al mondo.


2) id: 7285e841b3e64a3a8b1883befab62263)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 4. 332. Gli darebbe bene un buon consiglio di non fare il satrapo co' principi; non dare il compito a Vespasiano vecchio, trionfatore ec.
169) Dizion. 4° Ed. .
BRACHIERAIO
Apri Voce completa

pag.463



1) id: 5f3c3662caca4772bb949fd169f76c18)
Esempio: Salv. Granch. 2. 1. Chi m'avesse veduto Da parecchi anni indietro, e vedesse, Che brachieraio, che omaccio sciatto, Che bacheca io sono ora.
170) Dizion. 4° Ed. .
ARRAPINATO
Apri Voce completa

pag.268



1) id: 26eeb0483f9f47e299f91536ba5e12b5)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. E' par che tu Non sappi ancor, che sospettosa cosa È qualche volta questo arrapinato Di questo nostro vecchio.


2) id: ec0d27f93d9e4e8db26750706ce53236)
Esempio: E Salv. Spin. 2. 6. O voi siete arrapinata! Udite di grazia due parole, e sarete chiara.
171) Dizion. 4° Ed. .
LEGARE.
Apri Voce completa

pag.39



1) id: 2324e6a5a86d4e6da490e4917944b82f)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Purchè questi Tuoi asini, e questi tuoi legari, Balia, non sieno annunzj, e pronostichi, Che ti tornino in capo.
172) Dizion. 4° Ed. .
CHIAPPOLERÍA.
Apri Voce completa

pag.639



1) id: fdbcd9364b5d4c47ba53efdd023335cb)
Esempio: Salv. Spin. 4. 11. Dunque per chiappoleríe, e per chiacchiere s'ha a venir di notte a pigliar un par mio, com'un ladro?


2) id: d30fc4e7a4ed41b68e20121d591cbf9a)
Esempio: E Granch. 1. 2. Mazzi, cuori, trapunti, e altre simili chiappoleríe da monache.
173) Dizion. 4° Ed. .
NEUTRALMENTE
Apri Voce completa

pag.341



1) id: 791a9c66cfa545c2babadbb9329e26f6)
Esempio: Salv. avvert. 2. 1. 12. Le quali ancora in vece di le quali cose neutralmente disse per mia credenza nel conte d'Anguersa il Boccaccio.
174) Dizion. 4° Ed. .
AFFORESTIERARE.
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 34c49dd262e64936b5654611b247a669)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 2. 12. Ma non si può nascondere, che nacquono di forestiero, e che da forestiero, in copiandogli, furono afforestierati assai più.
175) Dizion. 4° Ed. .
RAGGUAGLIANZA.
Apri Voce completa

pag.45



1) id: c351865df7444706b90514734ecdb5c4)
Esempio: Salv. dial. am. 47. Havvi per tanto la terza benivolenza, la quale è più tosto una maniera di ragguaglianza.
176) Dizion. 4° Ed. .
SFRONDARE
Apri Voce completa

pag.511



1) id: f371fd274cd24be590a8e6e419bedeb9)
Esempio: Salv. rim. Scuota pur, se gli aggrada, e sfrondi, e schiante, O ramo, o tronco aspra tempesta, e fella.


2) id: a9a03038790445398ab14d06f99e77ea)
Esempio: Bern. Orl. 1. 16. 13. Siccome un arbuscello sfronda, e scorza Colla grandine spessa la tempesta.


3) id: c2afe823362a42d0850be5dbf9af04dd)
Esempio: E Ber. Orl. 2. 15. 12. Qual suol di Maggio La dolorosa, ed orrida tempesta Sfrondar gli alberi, e l'erbe alla foresta.


4) id: 77f647c22f664e8e832610a52e7a9b5b)
Esempio: Alam. Colt. 3. 58. Indarno spendi Tanti affanni, e sudor d'un anno intero A potare, a zappare, e sfrondar viti.
177) Dizion. 4° Ed. .
DISAIUTARE
Apri Voce completa

pag.153



1) id: fdc8422d62a9414f86ba3faf549f6ece)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Pred. 47. Ad avere i beni del mondo ogni gente t'è nimica, e ti disaiuta.


2) id: e568f2442cd34456a7b983a2f228daf0)
Esempio: Fir. disc. an. 16. Sempre avemo udito dire, che la fortuna aiuta gli audaci, e disaiuta i paurosi.
178) Dizion. 4° Ed. .
SCILOMA
Apri Voce completa

pag.394



1) id: 9aced1e1e8ad48eea08ade4afe048d99)
Esempio: Salv. Spin. 1. 3. Or finisci ora quel tuo sciloma, che tu avevi cominciato di colui là. G. Lo sciloma è bello e finito.


2) id: 07c12a3f8b574b8ca214ebdfb6bdef52)
Esempio: Cecch. Corred. 1. 3. O pur fornì quella sciloma.
179) Dizion. 4° Ed. .
LUSTRE.
Apri Voce completa

pag.105



1) id: e9c7258c4446437a9c90f00d559f3cec)
Esempio: Salv. Spin. 1. 3. Padrone, voi andate cercando il male a danar contanti; scherzate pure; a dirvi il vero, queste vostre lustre non passano.


2) id: dcb9a2528e5544f09e3674f8faaf9008)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 4. Quelle lustre faceva, per aver fama d'essere stato allo 'mperio dalla repubblica eletto.


3) id: 125114d67f55430e9291085dceb47a5b)
Esempio: Varch. stor. 2. 29. I più affermano, che egli con Borbone s'intendesse, e fusse a beffare, e ingannare il Papa con lui d'accordo, e che tutte l'altre fossero lustre, e finzioni.