Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 585 msec - Sono state trovate 6044 voci

La ricerca è stata rilevata in 14904 forme, per un totale di 8850 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
14881 23 14904 forme
8837 13 8850 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 2° Ed. .
AVVERTIRE
Apri Voce completa

pag.100



1) id: e4983d1eb1b54cdb8f51a97402ef7ccd)
Definiz: Dare avvertimenti, ammoníre: e AVVERTIMENTO è un ragionamento, che stogliè da gli errori, indirizzando alla virtù. L. admonere.
161) Dizion. 2° Ed. .
ALLEGAMENTO.
Apri Voce completa

pag.39



1) id: 994b9548377a424d8f834fddfd93ca74)
Definiz: L'allegare. Qui nel secondo signific. del verbo.


2) id: 703ac488608a473dbbc7e4a0b8da4010)
Esempio: M. Aldobr. Se voi volete rimuover l'allegamento de' denti, che spesse volte avviene, masticate la porcellana, e mandorle, nocelle, formaggio arrostito, e vin caldo.


3) id: ea3a78a550754c38be68f60d5c69ac61)
Esempio: Cr. 6. 95. 4. Avicenna dice, che la porcellana, di sua proprietà, eradica le verruche, se si stropicceranno con essa, e rimuove l'allegamento de' denti.
162) Dizion. 2° Ed. .
IMPRENDIMENTO
Apri Voce completa

pag.413



1) id: c0b4beeae56f4480a71d6f03005916da)
Definiz: Lo 'mprendere, nel secondo significato. Lat. susceptio.
163) Dizion. 2° Ed. .
SECONDAMENTE
Apri Voce completa

pag.770



1) id: 51fb1e75f5404e6b9926b5654bd14930)
Definiz: Nel secondo luogo. Lat. secundò, secundo loco.
164) Dizion. 2° Ed. .
SECONDARIAMENTE
Apri Voce completa

pag.770



1) id: 56558d3d582349fcb18c4940e164faa5)
Definiz: Nel secondo luogo. Lat. secundò, secundo loco.


2) id: 18447427a0da4d69b103eacaf248da5b)
Esempio: Cr. 10. pr. 2. Trattando in che modo si piglino gli uccelli, e secondariamente le bestie salvatiche, e poi de' pesci.


3) id: 27385baf2dc54fa4b21fc45c3470564d)
Esempio: Maestruz. Puote essere alcuno ricevuto nel piato suo, per testimonio? no: ne principalmente, ne secondariamente.
165) Dizion. 2° Ed. .
A BI CI.
Apri Voce completa

pag.6



1) id: 4f395aacd38647479e53781505ab6adc)
Esempio: Cr. lib. 6. pr. Dirò mischiatamente, secondo l'ordine dell'a b c.


2) id: 8c31857c0a4444629962add299310bcb)
Definiz: Non saper l'a b c, vale mancar della intelligenza de' princípi.
166) Dizion. 2° Ed. .
ALCUN'OTTA.
Apri Voce completa

pag.37



1) id: f9ae7ff47ff74b17a75ee2910ce579d5)
Esempio: Fr. Giord. Salv. La stella di Marte, ch'è una delle pianete, che ha potenza di fare stelle Comate, e fanno razzuoli alcun'otta inverso Levante, e talora inverso 'l Ponente, e quando inverso il Settentrione, e alcun'otta inverso 'l Merigge: e di tali sono, che gettano il suo razzuolo in alto in su.
167) Dizion. 2° Ed. .
ELEVAZIONE
Apri Voce completa

pag.307



1) id: 0c1c44239022413ab7f6c7a088c810c8)
Esempio: Com. Purgat. c. 18. Chiaro appare nel Mappamondo, considerando l'elevazione de' segni e de' suoi occasi.
168) Dizion. 2° Ed. .
DISCREDENTE
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 0d8af765ed594147a1668375532c009c)
Definiz: add. da DISCREDERE. Disprezzator degli avvertimenti, e comandamenti altrui: non curante, non credente i detti, o l'altrui minacce. Lat. incredulus.
169) Dizion. 2° Ed. .
PROVERBIO
Apri Voce completa

pag.644



1) id: bc23f368a6b2428bb5cb9902c87693a7)
Definiz: Breve, e arguto detto, ricevuto comunemente, che, per lo più, sotto parlar figurato, comprende avvertimenti attenenti al vivere umano. Latin. adagium, proverbium.
170) Dizion. 2° Ed. .
DE
Apri Voce completa

pag.246



2) id: 0bcfca4b65b44e44aee4a0e11e7c67dd)
Esempio: Bocc. proem. n. 6. Da' comandamenti de' padri, delle madri, de' fratelli, de' mariti.


3) id: 78b907a8210b43b8ac87fe9a3a78492a)
Definiz: con l'è chiusa. è segno del secondo caso, ed è sempre affisso all'articolo, ne si scrive mai DE senza l'articolo affisso, o senza l'apostrofo, in vece di esso articolo: e con esso apostrofo è sempre masculino nel numero del più. I Greci τοῦ, τῶν.
171) Dizion. 2° Ed. .
CARNALE
Apri Voce completa

pag.157



1) id: e604a19701dd4609b7f64ba80d0fb6de)
Definiz: secondo la carne.
172) Dizion. 2° Ed. .
PURIFICAZIONE
Apri Voce completa

pag.649



1) id: e1d510482215452a83b3291ccba14902)
Esempio: Annot. Vang. Secondo il costume della purificazion de' Giudei.
173) Dizion. 2° Ed. .
POESIA
Apri Voce completa

pag.616



1) id: 76da99b534764cec86c0829f264e8fb0)
Definiz: Secondo il Salviati nella poetica, si dice a quella poetica imitazione, che stia da se, ma lunghezza non abbia, come un sonetto, un madrigale, una stanza, ec. Lat. Poesis, Gr. ποίησις.
174) Dizion. 2° Ed. .
MOLTITUDINE
Apri Voce completa

pag.524



1) id: ac5e8db2f6bc46e89e8337896378bad3)
Esempio: E Coll. S. Pad. appresso. Anche dice secondo la moltitudine de' dolori miei nel cuor mio.
175) Dizion. 2° Ed. .
APRILE
Apri Voce completa

pag.67



1) id: f88f1258f7f8494791cf4c703f6a1267)
Definiz: Nome del secondo mese dell'anno, secondo gli astrologi.


2) id: 078b37ed0913479da2cdb1401766e83a)
Esempio: Bocc. g. 2. f. 1. E tal divenne nel viso, qual fresca rosa d'Apríle.
176) Dizion. 2° Ed. .
NETTARE
Apri Voce completa

pag.541



1) id: e7bff8390761493eadd539c5ee057d15)
Definiz: Bevanda de gl'Iddij, secondo gli antichi. Lat. nectar. gr. νέκταρ.
177) Dizion. 2° Ed. .
UOVO
Apri Voce completa

pag.942



1) id: e37f1262c1c64a509890649052af1bdf)
Definiz: Acconciar l'uova nel paneruzzolo, cioè accomodar bene i fatti suoi.
178) Dizion. 2° Ed. .
AFFINITA.
Apri Voce completa

pag.26



1) id: 774d7a188692464c92b4b3f2d8bb487b)
Esempio: Maestruz. Nondimeno rimane l'affinitade, la quale era de' consanguinei suoi:


2) id: f55e940671c6431ca893212a3b9c4578)
Esempio: Cr. 9. pr. 4. A' quali molte cose dette de' cavalli si potranno adattare per l'affinità della lor natura.
179) Dizion. 2° Ed. .
CONDENSO
Apri Voce completa

pag.204



1) id: b65bdd08dff34a11a2c99fa853c12f39)
Esempio: Lod. Mart. rim. Fia de' suoi dolci error sempre credenza.