Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 783 msec - Sono state trovate 26617 voci

La ricerca è stata rilevata in 114643 forme, per un totale di 86796 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
111582 3061 114643 forme
84965 1831 86796 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 4° Ed. .
TRISTUZZO.
Apri Voce completa

pag.160



1) id: 2b986477b618487aa69abd8e6b0375e3)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 4. 6. Sarai ben tristuzzo Adoprato in galéa tu per un remo.
161) Dizion. 4° Ed. .
SOVVALLETTO.
Apri Voce completa

pag.626



1) id: a13cdd620a6d4a93939d956647c5de15)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 2. 8. E ci è un sovvalletto senza costo Da Principi.
162) Dizion. 4° Ed. .
IMPANNATA
Apri Voce completa

pag.735



1) id: 9352bbc4e3d34780baa09ba92cfb92ff)
Esempio: Cecch. Donz. 1. 2. Innamorato, Ch'arde le gelosíe col fiato, e fora Le 'mpannate cogli occhi.


2) id: 10328cfd20344aa28946f9116b7daab8)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 5. Piglia piglia il puleggio, O tu t'aspetta da questa 'mpannata Un paiol di rannata.


3) id: f1839596748b413a94f826600dc6a6db)
Esempio: Malm. 9. 5. Acciocch'ei non la vegga sconcia, e sciatta, Manda giù l'impannata, e si rimpiatta.
163) Dizion. 4° Ed. .
TORNAGUSTO.
Apri Voce completa

pag.102



1) id: 193074831b06413984047380388db859)
Esempio: Cecch. Stiav. 3. 1. La parrà dolce a me, che ho bisogno Di tornagusti, e di ristoro.


2) id: a6602ae80cc143bab3c8a92226226bd9)
Esempio: Salvin. pros. Tosc. 1. 106. Delle cicale ec. erano tanto divoti gli uomini anticamente, che le mangiavano per tornagusto.
164) Dizion. 4° Ed. .
FASCETTA
Apri Voce completa

pag.406



1) id: 43d15b287c674cef9e035922b26a7548)
Esempio: Cecch. Inc. 4. 1. E di portar con voi quella fascetta per fasciarle gli occhi.
165) Dizion. 4° Ed. .
COMPETERE
Apri Voce completa

pag.726



1) id: e8df5c8722964b0696d49cd1ef42e532)
Esempio: Cecch. Inc. 4. 6. Io non vo' stare a competere Con un tuo pari.


2) id: 91cd7db923824109879f0e69ea7aef8f)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 45. I Temnii ec. piacque per detto tempo sgravar de' tributi ec. e provvedergli un senator pretorio, non consolare, come il governator dell'Asia era, acciò non competessero, come pari, e s'impedissero.
166) Dizion. 4° Ed. .
BOCIARE
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 83342f04f03243dfa8bb45b6ccacacd8)
Esempio: Cecch. Servig. 3. 2. Gli son state Fatte da questi giovani le più Strane burle, le più liete fischiate, Bociato cento volte.


2) id: 02abd69a96034b6e86239e21cf601dde)
Definiz: §. Bociare, si dice dello Squittir del segugio seguitante la fiera, o la traccia d'essa, onde viene il proverb. Bociare in fallo, cioè Parlar senza fondamento, e a caso. Lat. falsos rumores serere.
167) Dizion. 4° Ed. .
FUSTUCCIO
Apri Voce completa

pag.555



1) id: 48211aa620aa45cc904932c141a89a41)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 2. 6. Che questo Fustuccio da galéa sempre gli metta Nuovi scavezzacolli.
168) Dizion. 4° Ed. .
MONSIGNORE
Apri Voce completa

pag.278



1) id: a1bdc244f88d450caf2dcb379bc83b86)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 5. 8. Finitò lì le cirimonie, Cesare contò a monsignore ec.


2) id: 0089fd8561984bb3b2f876807bd0a8b9)
Esempio: Bern. rim. 1. 1. Monsignor di Verona mio padrone Era ito quivi accompagnare un frate.


3) id: 41fa5d4162234ad5be6b4b22c4b3cf9d)
Esempio: E Ber. rim. 1. 56. Quel monsignor degli stival tirati.
169) Dizion. 4° Ed. .
DISCALZARE
Apri Voce completa

pag.158



1) id: 93e0223eb3be4a8480d9ac790b23a8a2)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 5. 10. E discalzati i piedi, Le pompose regal veste deponi.
170) Dizion. 4° Ed. .
RATTIZZARE.
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 1432eb1cc1924fbf81b88a79afbe7e76)
Esempio: Cecch. Donz. 2. 3. Padrone, dhe stando in casa rattizzate Il fuoco, che il bue non sarà cotto.


2) id: 5d48f7fba3164cd0b7ca45b9ff886a02)
Esempio: Buon. Fier. 3. 3. 2. E ritta poi la gobba, Volendo rattizzar di nuovo il fuoco, La fiamma s'avventò verso Galizio.


3) id: b5b1ef8fdf624940b079485befa956a2)
Esempio: Tac. Dav. stor. 2. 296. Le male biette, e la città feconda madre di nimicizie, le rattizzò, e mise ambo in gara d'onori, di codazzi ec. (il T. Lat. ha auxerat)
171) Dizion. 4° Ed. .
CACAPENSIERI.
Apri Voce completa

pag.494



1) id: a0972fac90ba4947b6737e6ded79902d)
Esempio: Cecch. Dissim. 3. 5. Contatela a quel cacapensieri di Filippo mio fratello voi, che a me non cred'egli.


2) id: 3de0c280388e41bfaa3673ee5ef79dfb)
Esempio: E Cecch. Dissim. 5. 2. Starmi a spezzare il capo con questo cacapensieri.


3) id: d407962d9afc48db84a18ee3137c6d3e)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 2. 3. Non è mai, se non in sulle taverne, su per i giuochi; un cacapensieri, che morre' di fame nell'Altopascio.


4) id: e1f979befadb47b5bccccce6d4440da7)
Esempio: Car. lett. 1. 45. Credo, perchè si sia avveduto, che in questi casi io sono stato infino ad ora un cacapensieri.
172) Dizion. 4° Ed. .
PROMUTA.
Apri Voce completa

pag.742



1) id: e92ad2ccb1584d0482dc652123cc62b1)
Esempio: Cecch. Dot. 1. 1. E la promuta poi fatta in Maiorica Non vi dovette arricchire? .
173) Dizion. 4° Ed. .
GRATAMENTE
Apri Voce completa

pag.662



1) id: 924f819fbd9349f48243423e7309bb37)
Esempio: Cecch. Mogl. prol. Nè cercherà Altro, ch'essere udita gratamente (quì vale: attentamente)
174) Dizion. 4° Ed. .
RIMESTARE
Apri Voce completa

pag.180



1) id: 043fe23d3d60456885438e561ebef71e)
Esempio: Cecch. Stiav. 5. 2. Deh non la rimestate più, che quanto Più ne dicessi, men ne crederrei.


2) id: 3e7d12addf6e42e49c2cfca901148784)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 42. Benchè molti cortigiani cavalieri, e senatori si dicessono avergli porto aiuti, e consigli, non fu rimestato (il T. Lat. ha: haud quaesitum)
175) Dizion. 4° Ed. .
BALORDACCIO
Apri Voce completa

pag.376



1) id: 2d398560f4ba4542a6e28ec6ff7f3ae4)
Esempio: Cecch. Mogl. 4. 10. Balordaccio capone, su su accomodati Al temporale, e dammi del Messere.


2) id: 92a3b3da264744c2a2e08ccaff6dd7b2)
Esempio: E Esalt. cr. 3. 10. O vanne là, e metti il chiavistello, Balordaccia.
176) Dizion. 4° Ed. .
DIVETTARE
Apri Voce completa

pag.218



1) id: f174be10b5ee4c57a5a40c5bdac04b95)
Esempio: Cecch. Servig. 3. 4. Acciocchè il poveraccio, ec. avesse A darsi al divettare, o al tener scuola, O a qualche esercizio più meschino.
177) Dizion. 4° Ed. .
CAROTA.
Apri Voce completa

pag.573



1) id: 335f88ad09ea4c81886565d7caf73eb5)
Esempio: Cecch. Corr. 2. 2. Ed egli avesse una carota dietro, E in man le foglie.


2) id: 780f22cc90574bba818c187a30e97e56)
Esempio: Bern. Orl. 2. 3. 25. E son profeti del tempo presente, E caccian su carote alla brigata.


3) id: 497691d2fcea49eb9fd2f25762b6f316)
Esempio: Buon. Fier. 4. 2. 7. Quivi barbassori Battersi i fianchi, e screditando questa, Delle passate fiere dir carote, E scaricar miracoli.


4) id: 95eb4df7673549c3a61537bab312b6c5)
Esempio: Alam. Colt. 5. 139. La purpurea carota, la vulgare Pastinaca servil, l'enula sacra.


5) id: 5c7ee474527a470eb50bc9e5dcea9bef)
Esempio: Malm. 2. 70. Noi vi facevam morto, o giudicate, Se la carota c'era stata fitta.
178) Dizion. 4° Ed. .
MERENDONACCIO
Apri Voce completa

pag.215



1) id: e31b7c4f02d94286b22167e02855c656)
Esempio: Cecch. Spir. 4. 5. Su, alzala Merendonaccia, che se' grande, e giovane, Da reggere ogni verso.
179) Dizion. 4° Ed. .
RAGGUAGLIATO.
Apri Voce completa

pag.47



1) id: 50b42013db014d22ba3505c6c310fd11)
Esempio: Cecch. Dot. 5. 2. Lo tratterrò in Firenze, e vi terrò Ragguagliato del tutto (cioè: informato, avvisato)