Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 755 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136099 forme, per un totale di 105202 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132346 3753 136099 forme
102868 2334 105202 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
120) Dizion. 4° Ed. .
STIZZATO.
Apri Voce completa

pag.751



1) id: 74e8de2591f44af0ba91ac46a3eb2f58)
Esempio: Fir. Luc. 4. 6. Che hai, che tu pari così stizzato?


2) id: c83d4abb07f044c5bddaf30a23933cdc)
Esempio: Malm. 4. 32. Perch'egli allor, per farmela vedere, Stizzato meco se n'andò con Dio.
121) Dizion. 4° Ed. .
OSTESSA.
Apri Voce completa

pag.441



1) id: f176e8c2dbc141e0990b55bf18dbe472)
Esempio: Fir. As. 8. Mene andai a una ostessa chiamata Megera.


2) id: cdb451b1397b47cc8bda58c796c1fbe4)
Esempio: Lor. Med. canz. 18. 4. Oh che buon brodo fan le fave lesse, Che nel pignatto condiscon l'ostesse.
122) Dizion. 4° Ed. .
BASETTA
Apri Voce completa

pag.390



1) id: a01cc4293e4340009d34a055c057711a)
Esempio: Fir. nov. Va raso, e porta le basette all'antica.


2) id: ba0759a1deee4386b30287a9c2492724)
Esempio: Buon. Fier. 4. 4. 23. Che han sempre cento lor sotto una lastra Compagni di basette arroncigliate.
123) Dizion. 4° Ed. .
CAPINERA, e CAPINERO.
Apri Voce completa

pag.546



1) id: 93231eda2a8b40c3a9972d0e687a0f2e)
Esempio: Fir. canz. E dove sverna il gentil capinero.
124) Dizion. 4° Ed. .
DOTTAMENTE.
Apri Voce completa

pag.246



1) id: cb533864f41b48199063b5639335833e)
Esempio: Fir. Lett. Lod. Don. 126. La quale, mentre viveva, ne poteva dottamente parlare.


2) id: ecd56f47ab584aa1a96bc44f6b3b2517)
Esempio: Red. Vip. 1. 15. Contuttociò dottamente è stato difeso il Vettori.
125) Dizion. 4° Ed. .
SPROFONDARE
Apri Voce completa

pag.686



1) id: ed79832c782943bfa432d9b4d5c110f1)
Esempio: Fir. Luc. 2. 2. Io vorrei volentieri, che quella casa sprofondasse.


2) id: 7f5f8b350e3d49eba2ab9de440cb78ff)
Esempio: Buon. Fier. 4. 4. 12. Sicch'ogni mercante ec. Si contrista, e si duol, piange, e s'adira D'essere sprofondato.


3) id: e963e8b1ab55405cbeb3522fa52dab9f)
Esempio: Bern. Orl. 2. 7. 18. Ma colla spada la spezza, e sprofonda.


4) id: 010eecdfb5444e0c920c6b25116ab971)
Esempio: Buon. Fier. 1. 5. 2. I pazzi oggi hanno a dominare: i pazzi Guastare, e portar via l'altrui fatiche, E le sostanze altrui, E 'l tutto sprofondar, far ogni male.


5) id: f491eb1f625b4691a06844d26efdda01)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 21. Io sarò buono a rappaciarvi colla gente Germanna, ove ella voglia anzi pentirsi, che sprofondare.
126) Dizion. 4° Ed. .
ESANGUE.
Apri Voce completa

pag.302



1) id: cc28170bd6244201951ec4f4369e617c)
Esempio: Fir. Rag. 173. Ond'io per tema ne divenni esangue.


2) id: 29bb5d014a7646ecbd04b77f7e6476da)
Esempio: Sannazz. Arc. Egl. 8. Ove sì sol con fronte esangue, e pallida Sull'asinello or vaine, e melanconico?
127) Dizion. 4° Ed. .
GALANTE.
Apri Voce completa

pag.563



1) id: 97c04ed4514d4028915765d6e5da703d)
Esempio: Fir. Trin. 3. 3. Buondì, buondì, fornaia mia galante.


2) id: 0c711ea1ddc24239acf1830b9fa7d473)
Esempio: E disc. an. 89. Fu un certo mercatante, il quale aveva una bella moglie, la quale viveva innamorata d'un galante giovane suo vicino.


3) id: 14fe2254e41444a5a72e8c367a54db0a)
Esempio: Bern. Orl. 1. 1. 65. Sempre si dilettò d'andar galante.


4) id: 285ee051b7b34abd8cbfd60e088eaf83)
Esempio: Bern. Orl. 2. 7. 39. Il conte Orlando par, che sia in Levante, A far con orsi, e con tori quistione, E là è innamorato, e fa il galante.


5) id: 09580046cb514de5af20261c8c9cecdf)
Esempio: Ar. Cass. 1. 5. Chi credería, che quì, dove è sì splendida Corte, ove son sì galanti giovani, Non si dovesse a due fanciulle tenere Più, che latte, trovar mille ricapiti?
128) Dizion. 4° Ed. .
TRAFELATO.
Apri Voce completa

pag.119



1) id: bd3e3b83d44f45c1b34e699e772922ef)
Esempio: Fir. Trin. prol. Sono arrivato or ora tutto trafelato.


2) id: eba0f1c530a44b7e99f6420ab54a154e)
Esempio: Varch. Ercol. 339. Don Silvano Razzi ec. tutto trafelato comparse quivi, e così trambasciato disse, che ec.
129) Dizion. 4° Ed. .
IN TUTTO IN TUTTO
Apri Voce completa

pag.900



1) id: cd971457e09c4a30ba2697dd2343632a)
Esempio: Fir. Trin. 2. 4. Che vuo' tu in tutto in tutto?


2) id: cfbd34a3d39349989de3a2a6ebb0fc79)
Esempio: Cecch. Dot. 4. 2. E in tutto in tutto a che riuscirà questa tua cosa?
130) Dizion. 4° Ed. .
RACCUSARE.
Apri Voce completa

pag.37



1) id: ae8c4496fbe04feba65be57cdbce083b)
Esempio: Fir. disc. an. 91. Meglio sarà trovar modo, che un'altra volta la trista non mi possa più raccusare.
131) Dizion. 4° Ed. .
FROGE
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 5c86d07792db40858351e9871262ddc9)
Esempio: Fir. disc. an. 39. Con un coltello, che gli venne alle mani, le mozzè le froge del naso.


2) id: 84752fab2d874bba87126f5e6bce6ad1)
Esempio: E As. 258. E come pendevan quelle froge del naso.
132) Dizion. 4° Ed. .
INDISPOSIZIONE
Apri Voce completa

pag.798



1) id: e67abb42e4444bb69b39ab12bff3aa47)
Esempio: Fir. disc. an. 27. Mostrando, come sempre fatto aveva, che del tutto fusse cagione una sua nuova indisposizione.


2) id: 25f2538142104e32be3b37698ee7a643)
Esempio: Red. cons. 1. 21. L'acque di fontana viva per loro naturalezza son sane, nulladimeno se sieno bevute strabocchevolmente, vagliono anch'esse a cagionare molte pericolose indisposizioni, e forse anche la morte, in quella guisa appunto, che indisposizioni, e morte sogliono guadagnarsi coloro ec.
133) Dizion. 4° Ed. .
MALIZIETTA
Apri Voce completa

pag.133



1) id: db565e452bfd46c599e1e10e8ec3b872)
Esempio: Fir. disc. an. 41. Perch'ella pensando sopra ciò una certa sua malizietta, trovò la tasca subito, e diedegliela.


2) id: cdb9d321e66e49d58e39ffb6107c219c)
Esempio: E Fir. nov. 3. 216. Perchè egli pensò subito ad una sua malizietta.


3) id: 14b086b4fa2849f386f4470988cb0983)
Esempio: Ciriff. Calv. 1. 12. Ed avea qualche malizietta, o scusa.
134) Dizion. 4° Ed. .
FASTIGIO
Apri Voce completa

pag.409



1) id: a9372d0b751943eeb5d461f8dc0c35b2)
Esempio: Fir. disc. an. 17. Quanto sia pericoloso il poggiare per le cime degli alti gradi de' fastigj reali.
135) Dizion. 4° Ed. .
DISAIUTARE
Apri Voce completa

pag.153



1) id: e568f2442cd34456a7b983a2f228daf0)
Esempio: Fir. disc. an. 16. Sempre avemo udito dire, che la fortuna aiuta gli audaci, e disaiuta i paurosi.
136) Dizion. 4° Ed. .
BRAVURA
Apri Voce completa

pag.465



1) id: ff59b0096a1e4d8184ea6db492fa8204)
Esempio: Fir. disc. an. 13. Non ardiva uscir più alla campagna, nè mostrare quella bravura, che egli era usato.


2) id: 0c5939e8624d44519f92f8439fd99b22)
Esempio: E Fir. disc. an. 20. Di sorte che egli si possa difendere gagliardamente dalla bravura di quelle fiere.


3) id: dfd5ebc0a17f4ac8b16949335da8a6d7)
Esempio: Bern. Orl. 2. 1. 63. Or guarda intorno con una bravura, Che ciascun tace, ed ha di lui paura.
137) Dizion. 4° Ed. .
CONTAMINATO
Apri Voce completa

pag.781



1) id: 0abbb0973e9546f994d2d5a1c5686e83)
Esempio: Fir. disc. an. 86. Potrebbe accadere, che e' lasciasse per allora di dare ricapito al contaminato animo suo.
138) Dizion. 4° Ed. .
CORROTTAMENTE
Apri Voce completa

pag.831



1) id: 9b5b9d997a6742518e715e3722196b4e)
Esempio: Fir. disc. an. 56. Alla fonte rimase il nome di Rimasto, che oggi i paesani corrottamente chiamano Rimaggio.
139) Dizion. 4° Ed. .
CAMPANACCIO.
Apri Voce completa

pag.523



1) id: 13459dadfe7f445ab277c4f6b2395ac3)
Esempio: Fir. disc. an. 91. Comandò ad una delle serve, che sonasse intorno al capo della putta un campanaccio.


2) id: 6e186ad0969748b79693928a42b5e320)
Esempio: Red. rim. I' vo' cantare al suon d'un campanaccio La leggenda d'un nano impertinente.