Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 788 msec - Sono state trovate 24382 voci

La ricerca è stata rilevata in 92792 forme, per un totale di 67253 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
90057 2735 92792 forme
65675 1578 67253 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 4° Ed. .
SPRANGHETTA.
Apri Voce completa

pag.684



1) id: 325559d4ff9540a5a5109bb383a6cffe)
Esempio: Red. Ditir. 32. E per lui mai non molesta La spranghetta nella testa.


2) id: 241d14bfab4b4097aca2ccf2a95f1e48)
Esempio: E annot. Ditir. 177. Aver la spranghetta si dice di coloro, i quali avendo soverchiamente bevuto sentono gravezza, o dolore di testa nello svegliarsi la mattina seguente dal sonno. Così fatta spranghetta vien disegnata da Plinio, ove de' vini Pompeiani del Regno di Napoli favella.


3) id: 894fd2a2e8bf4d5d85bb9f7c68d6018d)
Esempio: Malm. 1. 12. Ella, che ancor del vino ha la spranghetta ec.
141) Dizion. 4° Ed. .
CANDIERO.
Apri Voce completa

pag.529



1) id: 466f7a572ae8448e9a97b704bdd728e9)
Esempio: Red. Ditir. Dell'aloscia, e del candiero, Non ne bramo, e non ne chero.


2) id: 8f421c6812934f06b1174bc731c4403c)
Esempio: E Red. Annot. 199. Candiero è una sorta di bevanda modernamente inventata.
142) Dizion. 4° Ed. .
ALOSCIA.
Apri Voce completa

pag.132



1) id: c6749bd940064f139e1c168264bb700c)
Esempio: Red. Ditir. Dell'aloscia, e del candiero Non ne bramo, e non ne chero.


2) id: 1bf21134b44c4818b72fd60e9bb13db8)
Esempio: E Red. annot. 198. Aloscia bevanda costumata dalli Spagnuoli, e introdotta in Italia.
143) Dizion. 4° Ed. .
VESPERTINO.
Apri Voce completa

pag.253



1) id: 0be5827c60144ead82db03fc8397465d)
Esempio: Red. Ditir. 8. E molto ben distinguere sapea Dal matutino il vespertin crepuscolo.
144) Dizion. 4° Ed. .
SALSAPARIGLIA
Apri Voce completa

pag.306



1) id: 50af75b0b8734136a73dfdca89db1fff)
Esempio: Red. lett. 2. 102. Lodo l'uso della salsapariglia.


2) id: e1dc7133937e4b18bda7f472f7b6cc22)
Esempio: E Red. lett. appresso: Metto in considerazione, se in quella pollastra, con la quale si dee far bollire la salsapariglia, fosse bene il mettervi nel suo ventre o dell'orzo cotto, o del riso cotto.
145) Dizion. 4° Ed. .
ROMOREGGIANTE
Apri Voce completa

pag.263



1) id: 9d806b405ed3445c8f53c775ad3d9537)
Esempio: Red. annot. Ditir. 121. I vini orgogliosi, e potenti assordano il palato, quasi come una grossa, e romoreggiante piena.
146) Dizion. 4° Ed. .
ASTRAZIONE
Apri Voce completa

pag.308



1) id: a586bb94f5fc495dbf93a9d89ea52530)
Esempio: Red. annot. Ditir. 214. Gli Spagnuoli volendo significare una persona astratta di qualsiasi astrazione di mente, si vagliono ec.
147) Dizion. 4° Ed. .
SETTATORE.
Apri Voce completa

pag.497



1) id: be9e281fff5d4ea790c9d64e98a4d50d)
Esempio: Red. annot. Ditir. 79. I Platonici settatori della teología d'Orfeo, stimavano l'anime più pure degli eroi pigliare corpi celesti.
148) Dizion. 4° Ed. .
SILLABA
Apri Voce completa

pag.531



1) id: a47d5e50525c4ad69cfbfe5f16dc03e4)
Esempio: Red. annot. Ditir. 4. I nostri scrittori antichi aggiugnevano la lettera N alla prima sillaba di così fatti nomi.
149) Dizion. 4° Ed. .
INTORTICCIATO
Apri Voce completa

pag.892



1) id: a4ec545c24754e10af7104dd1722b875)
Esempio: Red. annot. Ditir. 32. Tiene unita quella carne, che si divide, come una ghianda, in molti pezzetti d'intorticciate commettiture.
150) Dizion. 4° Ed. .
CICALATA.
Apri Voce completa

pag.658



1) id: 24faf1653c6a4f11b0aefb68af86a08a)
Esempio: Red. annot. Ditir. 8. Bastiano de' Rossi ec. in una sua cicalata fatta la sera dello stravizio dell'anno 1593.
151) Dizion. 4° Ed. .
BRAVISSIMO
Apri Voce completa

pag.465



1) id: dcc0bfe51a6146cb8bfe0ce245643ab4)
Esempio: Red. annot. Ditir. 241. Il Ronsardo afferma, il solo odore del vino farlo un bravissimo intenditore de' versi d'Omero.
152) Dizion. 4° Ed. .
IRREPARABILMENTE
Apri Voce completa

pag.918



1) id: e3af2cbc0bc348a9ad345708336ce175)
Esempio: Red. Vip. 2. 24. Aveano possanza d'uccidere irreparabilmente.
153) Dizion. 4° Ed. .
GIARA
Apri Voce completa

pag.603



1) id: e1633a4675cd4062a2db951093ce019a)
Esempio: Red. Ditir. 34. Ma se giara io prendo in mano Di brillante Carmignano ec.


2) id: a523495d96694c4ebb39db1c95ba5229)
Esempio: E Red. annot. 187. Giara vaso di cristallo senza piede con due manichi per uso del bere. È voce portata in Italia dagli Spagnuoli.


3) id: 2aae058d05204a94a2d651bcbae6b1e6)
Esempio: E Red. annot. altrove: Un gentilissimo mio amico, e signore mi ha severamente, e ad alta voce sgridato, perchè io permetto a Bacco bere il vino ad una giara, e mi rammenta, che la delicatezza, e la civiltà moderna vuole, che le giare sieno destinate a bevervi l'acque, e non il vino.


4) id: e1444b6dc524438aa131d30457292cd3)
Esempio: E cons. 2. 4. Mostrerà la sua solita prudenza se si asterrà dal bere così fatta porchería del caffè, in vece della quale io le loderei il bere mattina, e sera in fine del desinare, e della cena una giara di acqua cedrata, ovvero di altra acqua acconcia ec.
154) Dizion. 4° Ed. .
PORPORA
Apri Voce completa

pag.664



1) id: c102cf33791d4a8fabf4839b3d447933)
Esempio: Red. annot. Ditir. 194. Se però non si volesse credere, che ne' secoli antichi trovavasi una sorta di porpora bianca.


2) id: 0ee669d3b42748b3b6b1cb3d94f2f090)
Esempio: G. V. 10. 70. 1. E in su i sopraddetti pergami venne vestito di porpora.
155) Dizion. 4° Ed. .
DAVVERO
Apri Voce completa

pag.57



1) id: 7033f6f7f0134016b2399ffd1d71bc55)
Esempio: Red. lett. 1. 351. Le ne rendo grazie davvero.


2) id: 064757d034d445d79fbb3cf990fec822)
Esempio: E Red. lett. 154. Credetemi, che mi dispiace davvero.


3) id: 7bdcd53cd9604466b53994af6cfc4367)
Esempio: E Red. lett. 2. 137. Mi comandi, che sono davvero ec.
156) Dizion. 4° Ed. .
PRESTAMENTE
Apri Voce completa

pag.710



1) id: 04ddf61684cd4c6bbf906591d91273d1)
Esempio: Red. esp. nat. 20. Prestamente ne venni in cognizione.
157) Dizion. 4° Ed. .
RISTILLARE.
Apri Voce completa

pag.233



1) id: c09f5b7a5a89475e85d854080ff8e2b0)
Esempio: Red. esp. nat. 28. Gli feci ristillare a bagnomaría.


2) id: f64a608717054cbab3d704a5ddd735f8)
Esempio: E Red. esp. nat. 29. Se si ristilli di nuovo della stessa sorta di erba.
158) Dizion. 4° Ed. .
OVAIA
Apri Voce completa

pag.448



1) id: 20a81bfba7934ebe814bfeb38b304e62)
Esempio: Red. esp. nat. 42. L'ovaie (della torpedine) son due.


2) id: 9291cec7bd1e4530bd2216f97eaf3418)
Esempio: E Red. esp. nat. appresso: In ciascuna delle ovaie si vedevano più di cinquanta uova.


3) id: 04691e01a155452994c85de673c5f4f8)
Esempio: E Ins. 35. Le mosche hanno la loro ovaia divisa in due celle.
159) Dizion. 4° Ed. .
DECIMOSESTO
Apri Voce completa

pag.62



1) id: ffd2b549a9784408ad59f96bacb877e4)
Esempio: Red. Ins. Nel capitolo decimosesto del libro quinto.