Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 444 msec - Sono state trovate 11432 voci

La ricerca è stata rilevata in 31015 forme, per un totale di 19244 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
30280 735 31015 forme
18848 396 19244 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
TROIA
Apri Voce completa

pag.1731



1) id: 0289b92ec7f84b75838e7e90daa5fe79)
Esempio: Fir. Luc. Oh che cera da castrar troie.
2) Dizion. 3° Ed. .
CACASANGUE
Apri Voce completa

pag.253



1) id: f9ee856621d743248c4072032e0e4ad7)
Esempio: Fir. Luc. Cacasangue to su quest'altra.
3) Dizion. 3° Ed. .
M
Apri Voce completa

pag.978



2) id: c308d8b4f348446f9dc1c897bc02cda0)
Definiz: Lettera, sorella della N, prendendosi in cambio di essa, seguitandone B, o P, per miglior pronunzia: come Empio. Consente similmente in mezzo di parola innanzi di se, e in diversa sillaba la L, R, S: come Alma, Orma, Risma, quantunque la S si truovi di rado nel mezzo della parola, e sarà per lo più ne' verbi composti colla preposizione DIS: come Dismettere; ma nel principio è più frequente: come Smania, Smarrito. Proferiscesi la S innanzi alla M, nel secondo modo, cioè con sottil suono, e rimesso, come nella voce Rosa, conforme a quello, che si dice nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo della parola, quando egli occorre: come Femmina, Mamma, ec.
4) Dizion. 3° Ed. .
INCHIODARE
Apri Voce completa

pag.857



1) id: 7b7b08365ec946c7a95e641ea9d56872)
Esempio: Fir. Luc. Chi ne ferra ne inchioda.
5) Dizion. 3° Ed. .
SGUARDOLINO.
Apri Voce completa

pag.1523



1) id: 3e3bd35c29b345438736414b17de72dd)
Esempio: Fir. Luc. Uno sguardolino attraverso, quando, ec.
6) Dizion. 3° Ed. .
BAIONE
Apri Voce completa

pag.191



1) id: 0cebd7a569db4dfead79ad171ede34bf)
Esempio: Fir. Luc. 2. 2. Niega pure baione.


2) id: 130e996c98be4652af8f83b3c87664d1)
Esempio: Tac. Dav. An. 13. 178. Fusse da certi baioni scherzando, come si fa, fatta paura.


3) id: f4ec44cdb1b14174bc6e28dcda194148)
Esempio: Varch. St. 15. Come fanno i baioni, quasi si azzuffasser da vero, correr di qua di la gridando.
7) Dizion. 3° Ed. .
MOLTO
Apri Voce completa

pag.1051



1) id: 7f28e6ab7ea649669db9a4ac1e58d809)
Esempio: Fir. Luc. E' sa molto dov'e' s'è.


2) id: edb3531afada4343b5958f52a9c30456)
Definiz: §. Da molto, contrario di Da poco. Latin. praestans, bonus, frugi.


3) id: 8d739788d37543b2b68a06771aec8be4)
Esempio: E Bocc. Nov. 12. E veggendo la donna, e da molto parendogli, riverentemente la salutò.


4) id: ff335eaee3a1474abc98c39dde3f71d0)
Esempio: Boc. Nov. 49. Li fratelli, udendo l'animo di lei, e conoscendo Federigo da molto, lei con tutte le sue ricchezze gli donarono.
8) Dizion. 3° Ed. .
IMPEGNARE
Apri Voce completa

pag.838



1) id: 22db542214f549979a23924ee67c1326)
Esempio: Fir. Luc. Rendimela, ch'io t'impegno la fede mia.
9) Dizion. 3° Ed. .
DISCOSTARE
Apri Voce completa

pag.537



1) id: 2217420439664013ad454d9b3cba73c6)
Esempio: Fir. Luc. Deh discostatevi un poco l'uno dall'altro.


2) id: 5807ae52ce2d4c3e9852796861679aa2)
Esempio: Amet. 98. Che di qua nullo da me si discosta.
10) Dizion. 3° Ed. .
SCIOCCHERIA
Apri Voce completa

pag.1467



1) id: ea07382f271341a7b24209e0a3ef151a)
Esempio: Fir. Luc. Non feci mai la maggiore sciocchería.
11) Dizion. 3° Ed. .
TAGLIARE.
Apri Voce completa

pag.1662



1) id: e327fd18ff0d4e73adb720808f0f10ce)
Esempio: M. V.


2) id: f52a764945644a0084f43e1f470d9dc7)
Definiz: §. Da Tagliare Tagliuzzare: che è Frequentemente, e minutamente tagliare. Lat. minutim incidere.


3) id: 5b9dd0ddb82e469b91a8965177c475a1)
Definiz: §. Da i verbali di Tagliare, si formano parimente Tagliuzzamento, Tagliuzzato, Tagliuzzatore, ec. lor diminutivi.


4) id: a481fe930f2d4d8eb6662715f9f92f20)
Esempio: E Bocc. Nov. 69. 18. Quando Nicostrato mangiava, l'uno gli tagliava innanzi, e l'altro gli dava da bere [cioè trinciava]
12) Dizion. 3° Ed. .
FATTO
Apri Voce completa

pag.663



1) id: 4ff4a9c4738c420a8fc621c4be126eda)
Esempio: Fir. Luc. Che partito ha da esser'il mio col fatto di costui?


2) id: 1faaa7405e6845629662cd931d356312)
Esempio: Fir. Luc. Fatto sta, ch'io non m'avessi a ritrovar mai dove essa (cioè la importanza si è, cas'è)


3) id: f2a7405b062b4a4ba8b182c217a23c7b)
Esempio: Tac. Dav. An. 2. 46. Fatto sta, che tal'huomo non era tenuto da guerra.
13) Dizion. 3° Ed. .
ABBONIRE.
Apri Voce completa

pag.9



1) id: cf1c2b2940ff4d2894b84d3917b40e3c)
Esempio: Luc. Mart. rim. bur. Abbonísce, spadúla, e da l'uscita A tutte l'acque.
14) Dizion. 3° Ed. .
DI CONTINUO
Apri Voce completa

pag.502



1) id: 5edbcab0b5e44ac297e42a5327bd9ec3)
Esempio: Fir. Luc. E di continuo lacerata, e mal trattata.
15) Dizion. 3° Ed. .
MONTARE
Apri Voce completa

pag.1054



1) id: d9432758978647d093e55df3e771adf1)
Esempio: Fir. Luc. Voi siete troppo presto montata in collora.
16) Dizion. 3° Ed. .
SFACCIATACCIO.
Apri Voce completa

pag.1511



1) id: 54f4201c12c64339a1f71704afbdac1a)
Esempio: Fir. Luc. 4. 1. E' mi guarda anche sfacciataccio.
17) Dizion. 3° Ed. .
MEDAGLIA
Apri Voce completa

pag.1015



1) id: 451af8e61c004d1cae302a1490320eac)
Esempio: Fir. Luc. Vedi rovescio, che ha avuto questa medaglia.
18) Dizion. 3° Ed. .
ATTENERE
Apri Voce completa

pag.163



1) id: c1642abc47634dc2894a07ded8be9c9c)
Esempio: Fir. Luc. Se tu ti atterrai al consiglio mio.


2) id: 98938c50b7ac4224b18c57de241342fd)
Esempio: M. V. 4. 40. E dopo la detta stanza, e guasto dato, essendosi il Tiranno attenuto alle mura della Città, il Conte gli domandò trentamila fiorini d'oro (cioè stato accosto)
19) Dizion. 3° Ed. .
GANGHERO
Apri Voce completa

pag.747



1) id: 9c9d546f530b4c0c823952bfa0adc588)
Esempio: Fir. Luc. 4. 4. Siate voi fuor de' gangheri.
20) Dizion. 3° Ed. .
PAIO
Apri Voce completa

pag.1142



1) id: 406d9021db4148db9227d7279e402be8)
Esempio: Fir. Luc. Ch'ha un pa' d'occhi, ch'e' pare spiritato.


2) id: 4a91afe3d63d42d69452570aff89114d)
Esempio: Esempio del Compilatore Un paio di carte da giucare, un paio di scacchi.