Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 728 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 4° Ed. .
SONETTACCIO.
Apri Voce completa

pag.587



1) id: f3e591c4b61040c98fd9fa714d1ae63b)
Esempio: Fir. rim. 53. Altro ci vuol ch'un sonettaccio, a cui Tronche abbia l'ossa la cieca ignoranza.
221) Dizion. 4° Ed. .
SCHERICATO.
Apri Voce completa

pag.378



1) id: 9c6f1b5d797949779ec9b3a0c5bd89d1)
Esempio: Fir. nov. 4. 230. Ahi pretaccio, ribaldo schericato, vedi, vedi, che io ti ho pur giunto.
222) Dizion. 4° Ed. .
FRAPPA
Apri Voce completa

pag.517



1) id: 8d0fde091165484db21433927eca7ecc)
Esempio: Fir. As. 195. Io presi una veste da donna tutta piena di frappe, e di fiocchi.


2) id: 775db7f29ecc424da317af7ed67e0feb)
Esempio: Buon. Fier. 5. 4. 4. E d'orpello, e di fiamme, e frappe, e fronde Nobilitati.
223) Dizion. 4° Ed. .
STEFANO
Apri Voce completa

pag.735



1) id: 2561819606dd47c68996f35897594f64)
Esempio: Fir. Luc. 3. 2. Or che 'l compare ha pieno lo stefano, e trangugiatosi ogni cosa.
224) Dizion. 4° Ed. .
RIBALDONACCIO.
Apri Voce completa

pag.124



1) id: 5c779b680a334ca882601fb84bef10d9)
Esempio: Fir. Luc. 3. 2. E poi vogliono esser tenuti gentiluomini, e aver la coda dietro; ribaldonaccio.
225) Dizion. 4° Ed. .
ASINITÀ, ASINITADE, e ASINITATE
Apri Voce completa

pag.286



1) id: 10bea1d183754c3eaff8a6d55d5de9bb)
Esempio: Fir. As. 245. Dove io mi ricordo aver provato il maggior pericolo, ch'io portassi mai nell'asinità.


2) id: 883eee090a0e4cb2a9fa02ebb5ea5877)
Esempio: Buon. Fier. 3. 1. 5. E vuoi poi, ch'ella stessa Rivolti in pazzia tua Ogni asinità sua.
226) Dizion. 4° Ed. .
TURCHINA.
Apri Voce completa

pag.173



1) id: 7cf3bb6a7dbb4a19a9e2991c8a074215)
Esempio: Fir. nov. 8. 300. Egli è un bel rubino ec. no no, pazzo, l'è una turchina.
227) Dizion. 4° Ed. .
VIRTUALMENTE
Apri Voce completa

pag.284



1) id: f6bab1179c474a59b74eda23b12c722f)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 342. Quelle membra, per virtù delle quali la bellezza risulta più virtualmente.
228) Dizion. 4° Ed. .
ALIQUOTO.
Apri Voce completa

pag.116



1) id: 7d6984a875f446f3a3115ceb2b766ad2)
Esempio: Fir. Rag. Quel numero è perfetto, le parti aliquote del quale accozzate insieme rilevano detto numero.
229) Dizion. 4° Ed. .
CORAMVOBIS
Apri Voce completa

pag.812



1) id: 75b7340c9bc94b8e9942c6229f7fd963)
Esempio: Fir. Luc. 3. 4. Quanti ce ne sono di quelli perdigiorni, e di questi be' coramvobis!
230) Dizion. 4° Ed. .
SGOCCIOLATURA.
Apri Voce completa

pag.515



1) id: 770dcef2c5da41fc881bcfe75420f599)
Esempio: Segr. Fior. Mandr. 5. 1. Ben si sono indugiati alla sgocciolatura.
231) Dizion. 4° Ed. .
PETROSELLO, e PETROSILLO
Apri Voce completa

pag.590



1) id: 7291ce0b9e12431993f6713f77a7229c)
Esempio: Pataff. 5. Prete col pretognano, e petrosello.


2) id: 5f3a9f814c8f4418b0e5d6926e05ad62)
Esempio: Amet. 45. Il saporito finocchio col frigido petrosillo.
232) Dizion. 4° Ed. .
COCCOLONE, e COCCOLONI
Apri Voce completa

pag.686



1) id: 031e0f0b0f704db9a698c9700973e7b7)
Esempio: Fir. disc. an. 50. Gli ordinò, che ogni dì gliene montasse addosso certa quantità, quando egli si metteva coccoloni nell'acqua.
233) Dizion. 4° Ed. .
GRECO
Apri Voce completa

pag.669



1) id: ff519da344584f0a9d7013a7ab014238)
Esempio: Fir. Luc. 1. 1. Bisognerebbe legarlo a' piedi d'una botte di trebbiano, di greco, o di malvagía.


2) id: ba9d63ddc0c44d4fbc83b2c3b20fe45a)
Definiz: §. Per nome d'Uva così detta. Lat. uva graeca.
234) Dizion. 4° Ed. .
AMMAGLIARE.
Apri Voce completa

pag.153



1) id: 5e913f60ff4e42e9af5815c27adedf5f)
Esempio: Fir. As. Presa la fune, con che egli era ammagliato, da un canto l'attaccano a un travicello.
235) Dizion. 4° Ed. .
SOFFOGGIATA.
Apri Voce completa

pag.564



1) id: 919d052cd428450898e5da14d1206a02)
Esempio: Fir. Luc. 4. 1. Bella cosa vedere un gentiluomo con la soffoggiata andare a casa le femmine!
236) Dizion. 4° Ed. .
IN TERZO
Apri Voce completa

pag.886



1) id: f5ed9bf0ecd146bda6d04fa20a12805a)
Esempio: Fir. Luc. 4. 6. Io son venuto quì per metter pace, e non per combattere in terzo.
237) Dizion. 4° Ed. .
FASTELLACCIO
Apri Voce completa

pag.408



1) id: 4459f71de07a4755a02c0479fcbc3c82)
Esempio: Fir. As. 282. Nè quel fastellaccio, posciach'e' fu in terra, si potè mai o rizzare, o rivolgere.
238) Dizion. 4° Ed. .
SPIUMACCIATO.
Apri Voce completa

pag.676



1) id: dde42fb0c3b24a37943b2678b08364d8)
Esempio: Fir. As. 272. E' si dormiva in piana terra, come farebbe un altro in un letto spiumacciato.
239) Dizion. 4° Ed. .
RIBALDONE, e RUBALDONE.
Apri Voce completa

pag.124



1) id: d17162c297fb4d0bb97a0d72d0d50c16)
Esempio: Fir. Luc. 2. 2. Quel ribaldone dello Sparecchia, o del divora, che voi ve lo vogliate chiamare.


2) id: 7caf1e64ef744d8795a4a7c28a463dc8)
Esempio: E Fir. As. 303. E' non ha parlato male il ribaldone.


3) id: 46f0f4f253eb43acbe24bdc3bc541480)
Esempio: E Fir. Luc. 4. 1. Come ei fa ben le viste il ribaldone?