Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 683 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 4° Ed. .
UCCELLACCIO.
Apri Voce completa

pag.202



1) id: c1f3cb550386403b99e72b90d2c04948)
Esempio: Fir. disc. an. 75. Ben dimostri, vile uccellaccio ec. che in te non è fede, nè discrezione.


2) id: 7d9fd478433c40cab1751cb15122b5c1)
Esempio: E Fir. disc. an. 89. Le poche faccende, che tu hai, messer uccello, anzi ser uccellaccio, ti hanno fatto pigliare briga di quello, che noi ci facciamo.


3) id: 9b526c1cd53948b895984402fad69f4a)
Definiz: §. Uccellaccio, diciamo anche ad Uomo scempiato, semplice, sciocco, minchione. Lat. nebulo. Gr. οὐτιδανός.
181) Dizion. 4° Ed. .
VELENOSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.216



1) id: a3886c9f53d04c49a076c1140c8b61db)
Esempio: Fir. disc. an. 60. Più sicuro può dormir uno sopra il nido d'una serpe velenosissima, che ec.
182) Dizion. 4° Ed. .
SVENEVOLONE.
Apri Voce completa

pag.797



1) id: 88e1fb46254d4ef7aca9c0d71a0b4807)
Esempio: Fir. nov. 8. 296. Stringendo Santolo colle braccia con certe amorevolezzocce svenevolone, che ec.
183) Dizion. 4° Ed. .
ROZZA.
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 1a9b81acc576438b99f44fef03ffa0c2)
Esempio: Fir. Trin. prol. Come l'uomo cavalca queste rozze, e' bisogna andare a lor modo.


2) id: b859c61705454c4db08fbed02642aa6a)
Esempio: E Fir. Trin. appresso: Lo stancarmisi di quella rozza sotto è stato cagione d'ogni male.
184) Dizion. 4° Ed. .
INTRISO
Apri Voce completa

pag.897



1) id: c9125d130b5249678fecd26b25bdbb33)
Esempio: Fir. As. 41. Voltava lo 'ntriso per lo mortaio con quelle sue manine biancoline.
185) Dizion. 4° Ed. .
FIANCUTO
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 6807fedcbcc34c8ba35fc21461c4199c)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 423. Simili al secondo son quelle, che son ben fiancute.
186) Dizion. 4° Ed. .
LASAGNOTTO.
Apri Voce completa

pag.22



1) id: c31820853e2d48b787ebd0a867c3a7ef)
Esempio: Fir. Luc. 1. 3. Con un poco di vitella morbida per amor de' lasagnotti.
187) Dizion. 4° Ed. .
PARASSITACCIO.
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 5155635a753245f4ac0aaea2a9602462)
Esempio: Fir. Luc. 4. 3. Che venga il canchero a quel poltrone di quel parassitaccio.
188) Dizion. 4° Ed. .
PALCACCIO.
Apri Voce completa

pag.464



1) id: 913f4c1f50e34957abb1fffb30bf0bb9)
Esempio: Fir. As. 282. Mi menò sopra un palcaccio, che era in cima della casa.
189) Dizion. 4° Ed. .
PUTTANACCIA.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 203cfc9494e541fd837e75bf663760db)
Esempio: Fir. nov. 4. 230. Lasciami andare, che io voglio svenare questa puttanaccia di mogliama.
190) Dizion. 4° Ed. .
PUZZOLA.
Apri Voce completa

pag.783



1) id: 0878a12fcdf2414da04f8d1d4b201399)
Esempio: Fir. As. 237. Aveva un grandissimo numero di quelle formiche, che costor chiamano puzzole.


2) id: 3f0a8d43a039477b8c35cfc39c4c6c82)
Definiz: §. Puzzola, è anche una Sorta di Animale simile alla faina, che spira cattivo odore. Lat. putorius.
191) Dizion. 4° Ed. .
PIACEVOLINO.
Apri Voce completa

pag.597



1) id: 600c22bde07e4064a7c12ce94c74f9b1)
Esempio: Fir. As. 42. Allora ella, che naturalmente era tutta piacevolina, e faceta, mi rispose.
192) Dizion. 4° Ed. .
CIVETTERÍA.
Apri Voce completa

pag.679



1) id: 5bf911f8617d4769966089473b785bf8)
Esempio: Fir. Luc. 3. 4. Se elle avessero a far meco, elle farebbon manco civetteríe.
193) Dizion. 4° Ed. .
CIVETTONE.
Apri Voce completa

pag.679



1) id: c0da9e2fbf6047619ab2b725267ecee6)
Esempio: Fir. rim. 131. E dove le civette, e i civettoni ec. Si posan lieti.
194) Dizion. 4° Ed. .
ARCHITETTORE
Apri Voce completa

pag.249



1) id: bf10e9a93e2645b499ac8fda18623bc6)
Esempio: Fir. As. L'altre parti della casa, ec. erano state da buono architettore benissimo compartite.


2) id: c9f5cda0abee4a2781ccc68c430b63af)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 199. Alcuni perciò credono architettato da quel Vitruvio, che si tiene per principe degli architettori.
195) Dizion. 4° Ed. .
MERLUZZO
Apri Voce completa

pag.219



1) id: 2647b5df71a74a00ae352eccdfe8dd72)
Esempio: Fir. rim. 12. Tra quei merluzzi, e quella reticella Vi scorgerai mille amorosi lacci.
196) Dizion. 4° Ed. .
PETRONE
Apri Voce completa

pag.590



1) id: cc5c0436f70d4ea5b0d60844cb433f55)
Esempio: Fir. As. 53. Io vidi un vecchione assai grande starsi in su un petrone.
197) Dizion. 4° Ed. .
CIPOLLATA.
Apri Voce completa

pag.670



1) id: a8e11f86a36d461ca24c85c9ad485521)
Esempio: Fir. Trin. 2. 3. E chi ha detto questa bella cipollata alla tua padrona?
198) Dizion. 4° Ed. .
VECCHIARDO.
Apri Voce completa

pag.206



1) id: 680b47d78b724cc392cbb9c1eb4998e9)
Esempio: Fir. As. 52. E certe vecchiarde le adoperano poscia alla rovina de' miseri mortali.


2) id: 681c4daa18e9476cb3e26ce8f04a43ce)
Esempio: E disc. an. 99. Come il male accorto vecchiardo comincio a sentire il caldo, io voglio lasciar pensare a voi, che animo fosse il suo.
199) Dizion. 4° Ed. .
BIANCASTRONACCIO
Apri Voce completa

pag.426



1) id: 25fcdcc5b46a4ba2bc0b64c99eae1057)
Esempio: Fir. nov. 7. 266. Per essere questo Menicuccio un certo biancastronaccio sanza troppa barba.