Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 543 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
CARLINO.
Apri Voce completa

pag.569



1) id: a858654b845a447da1d88af89c14828e)
Esempio: Fir. As. Domandai quanto ne voleva ec. me ne chiese due carlini della libbra.


2) id: 53193b91d33d449684300b7518e25eb8)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 128. Questo è intervenuto de' carlini nel Regno, che quantunque da Roberto, da Alfonso, e Ferrando siano stati battuti, e col nome loro, ritennero tuttavia quel di Carlo, che fu il primo.
201) Dizion. 4° Ed. .
RIFRUSTO
Apri Voce completa

pag.162



1) id: bf419150d4ff40c2869cd90764a3bb94)
Esempio: Fir. Luc. 5. 3. Io non so che mi si tiene, ch'i' non gli dia un rifrusto di pugna.
202) Dizion. 4° Ed. .
SFILARE.
Apri Voce completa

pag.504



1) id: 901d898e62584b86876141dcc441b86a)
Esempio: Fir. Luc. 4. 5. Oh madonna, voi vi siete sfilata la corona. F. S'io l'ho sfilata, mio danno; rinfilerenla.
203) Dizion. 4° Ed. .
COLON
Apri Voce completa

pag.702



2) id: 5728f9f7226c4d23a0f3d2d4ddd45d3e)
Esempio: Volg. Diosc. Erasistrato scrive, che il fegato, la vescica, e il budello colon infradiciano.


3) id: 59bb538ca0024798a8ba71ed10d0f22a)
Esempio: Red. Oss. an. 21. Il peritoneo va ad unirsi al mesenterio, intorno all'intestino colon.


4) id: fdb9e27f34df41b783612995aaa15d50)
Esempio: Volg. Ras. Seguita un budello, il quale è chiamato colon, il cui cominciamento è nel lato diritto, ma egli per la larghezza del ventre è posto disteso infino al lato manco.


5) id: 15d3068792134b478ca59c5730d49375)
Definiz: Il più largo, e il più grosso degl'intestini. Lat. laxius intestinum. Gr. κῶλον.
204) Dizion. 4° Ed. .
COL
Apri Voce completa

pag.694



2) id: b51b9d4bc9b041fd9cc89851f23a6ce8)
Esempio: Din. Comp. 1. 8. I palvesi col campo bianco, e giglio vermiglio furono attelati dinanzi.


3) id: 6eafac69c3df4364bdac5db3cf49a359)
Esempio: Bocc. Introd. 49. Acciocchè ciascuno provi il peso della sollecitudine insieme col piacere della maggioranza.


4) id: eb8134a6cde84ec98933f04a7ed2324f)
Esempio: E Din. Comp. 15. I Priori per piacere al popolo scesono col Gonfaloniere in piazza, credendo attutare il furore.


5) id: 6db68a17f52c468bab8f33d1cc543df1)
Esempio: Buon. rim. 57. Prima, che del mortal la privi, e spogli, Col pentimento ammezzami la via, E fia più certa a te tornar beata.


6) id: 7fb8269af5be452897ff80c82a3f6b28)
Definiz: Tronco da COLLO, pronunziato coll'O stretto, è composto di CON proposizione, e di LO articolo masculino; trasformata per lo costume della pronunzia la N nella seguente liquida mantiene d'amendue la forza; nè mai si trova scritto COL, che la parola seguente non cominci da consonante, se però non cominci da S con altra consonante allato, COL STOCCO, COL SCUDO ec. nel qual caso si dee dire COLLO STOCCO, COLLO SCUDO ec. il che non avviene di COLLA, nè di COLLE, che possono stare avanti alla parola, che cominci da vocale, e da consonante.
205) Dizion. 4° Ed. .
FROGE
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 5c86d07792db40858351e9871262ddc9)
Esempio: Fir. disc. an. 39. Con un coltello, che gli venne alle mani, le mozzè le froge del naso.
206) Dizion. 4° Ed. .
CAMPANACCIO.
Apri Voce completa

pag.523



1) id: 13459dadfe7f445ab277c4f6b2395ac3)
Esempio: Fir. disc. an. 91. Comandò ad una delle serve, che sonasse intorno al capo della putta un campanaccio.
207) Dizion. 4° Ed. .
SGUARDOLINO.
Apri Voce completa

pag.521



1) id: 973c9b3885544f55a8287a87818ab04d)
Esempio: Fir. Luc. 3. 4. Non hanno mai altro da loro, che ec. uno sguardolino attraverso.
208) Dizion. 4° Ed. .
CORNIOLA
Apri Voce completa

pag.820



1) id: 23c5de9fabe1432085e11b73517d3561)
Esempio: Fir. nov. 8. 300. Egli è un bel rubino! che dich'io, ella è una cornióla.
209) Dizion. 4° Ed. .
MOSCHERINO, e MOSCERINO
Apri Voce completa

pag.294



1) id: 1a8872ce41054338891bb6c2bf864a8f)
Esempio: Fir. nov. 2. 206. Or io non vi dico, fe e' le salse il moscherino.


2) id: 3256b2b5462d45dea39ab1d31a57fbac)
Esempio: Buon. Tanc. 5. 5. Che tor la Tancia già sendo rimaso, Volle levarsi i moscherin dal naso.


3) id: bba4e5917bfd444ea801eeda01e7b1e4)
Definiz: §. II. Levarsi i moscherini dal naso, vale Non si lasciar fare ingiuria. Lat. iniurias propulsare. Gr. λώβην ἀμύνειν.
210) Dizion. 4° Ed. .
CALLAIUOLA.
Apri Voce completa

pag.512



1) id: a9fdbd12669b4a288284b37abb0c2ea9)
Esempio: Fir. As. 220. E messo per tutto le callaiuole a' valichi ec. sciolsero i bracchi.
211) Dizion. 4° Ed. .
VERISIMILE
Apri Voce completa

pag.243



1) id: a55aa88ada5b4bb9a7c5c3223e675c15)
Esempio: Fir. As. 291. E perchè la cosa avesse più del verisimile, ella aggiungeva, che ec.
212) Dizion. 4° Ed. .
ALLA CARLONA.
Apri Voce completa

pag.117



1) id: 4a9cf9b6b5b648788c040d696faef31e)
Esempio: Fir. As. 97. E tratto per sorte, chi avesse a servire, mangiarono così alla carlona.
213) Dizion. 4° Ed. .
BALAUSTRA, BALAUSTA, e BALAUSTO
Apri Voce completa

pag.370



1) id: d10ebb3435164ebd8192065f2f88bb13)
Definiz: Fior di melagrana. Lat. balaustium. Gr. βαλαύστιον.


2) id: 16b3ccdc54a64710833fd50625c3d9f8)
Esempio: E M. Aldobr. appresso: Prendete galla muschiata ec. scorza di melegranate, e balauste, cioè fior di melegranate.


3) id: 57ee7bafe15f4ea2819e74d9e671dd93)
Esempio: E Cr. 5. 13. 15. Il lor fiore, che balausta s'appella, è più lazzo, e più secco di tutte l'altre cose predette.
214) Dizion. 4° Ed. .
DIBÁTTITO
Apri Voce completa

pag.94



1) id: 9eda4db5d5e8494f9d358c669101fafb)
Esempio: Fir. disc. an. 27. Mentre ec. stavano in questo dibattito, il Biondo tornò a mugliare una, o due volte.


2) id: 473b642f7b8e4c67abe40434af932ec5)
Definiz: §. Per metaf. Discussione, Disputa. Lat. discussio. Gr. ἐξέταξις.
215) Dizion. 4° Ed. .
FOGLIAME
Apri Voce completa

pag.483



1) id: 0a43b607b6cc438dba6c633c7a88c378)
Esempio: Fir. rim. 43. Mira quel bel fogliame, ch'uno acanto Sembra, che sopra un mur vada carponi.


2) id: 0fd931dd2a914c2c9adf6d3b13ab7be0)
Esempio: Borgh. Rip. 353. Attese da principio a intagliar di legname, ed a commettere insieme legni tinti di più colori, faccendo prospettive, fogliami, e altre cose.
216) Dizion. 4° Ed. .
FOSSATELLO
Apri Voce completa

pag.511



1) id: 0b22d0f49f2448019fdc65998e0c10e2)
Esempio: Fir. As. 93. Io mi fermai dentro ad un fossatello, che assai pigramente sotto mi correva.
217) Dizion. 4° Ed. .
FRADICIUME
Apri Voce completa

pag.513



1) id: 0476628017a243059eb63f8af6fa26e2)
Esempio: Fir. Luc. 1. 2. O che continuo flagello è questo? e che fradiciume, e che tormento?
218) Dizion. 4° Ed. .
MADRIGALETTO
Apri Voce completa

pag.115



1) id: 8f5f560bb0d54734b983e5e98fcb79d1)
Esempio: Fir. Luc. 1. 1. Lasciami vedere, s'io ho quel madrigaletto, ch'i' feci fare in laude sua.
219) Dizion. 4° Ed. .
SEGRENNA.
Apri Voce completa

pag.459



1) id: 969dbefd98b24ba2beb16c983c080b39)
Esempio: Fir. Luc. 1. 2. Così bisogna fare a queste segrenne, che ti hanno cura alle mani.