Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 1005 msec - Sono state trovate 28062 voci

La ricerca è stata rilevata in 117101 forme, per un totale di 87681 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
113619 3482 117101 forme
85557 2124 87681 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 4° Ed. .
RAGGUAGLIANZA.
Apri Voce completa

pag.45



1) id: c351865df7444706b90514734ecdb5c4)
Esempio: Salv. dial. am. 47. Havvi per tanto la terza benivolenza, la quale è più tosto una maniera di ragguaglianza.
181) Dizion. 4° Ed. .
SFRONDARE
Apri Voce completa

pag.511



1) id: f371fd274cd24be590a8e6e419bedeb9)
Esempio: Salv. rim. Scuota pur, se gli aggrada, e sfrondi, e schiante, O ramo, o tronco aspra tempesta, e fella.


2) id: a9a03038790445398ab14d06f99e77ea)
Esempio: Bern. Orl. 1. 16. 13. Siccome un arbuscello sfronda, e scorza Colla grandine spessa la tempesta.


3) id: c2afe823362a42d0850be5dbf9af04dd)
Esempio: E Ber. Orl. 2. 15. 12. Qual suol di Maggio La dolorosa, ed orrida tempesta Sfrondar gli alberi, e l'erbe alla foresta.


4) id: 77f647c22f664e8e832610a52e7a9b5b)
Esempio: Alam. Colt. 3. 58. Indarno spendi Tanti affanni, e sudor d'un anno intero A potare, a zappare, e sfrondar viti.
182) Dizion. 4° Ed. .
DISAIUTARE
Apri Voce completa

pag.153



1) id: fdc8422d62a9414f86ba3faf549f6ece)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Pred. 47. Ad avere i beni del mondo ogni gente t'è nimica, e ti disaiuta.


2) id: e568f2442cd34456a7b983a2f228daf0)
Esempio: Fir. disc. an. 16. Sempre avemo udito dire, che la fortuna aiuta gli audaci, e disaiuta i paurosi.
183) Dizion. 4° Ed. .
SCILOMA
Apri Voce completa

pag.394



1) id: 9aced1e1e8ad48eea08ade4afe048d99)
Esempio: Salv. Spin. 1. 3. Or finisci ora quel tuo sciloma, che tu avevi cominciato di colui là. G. Lo sciloma è bello e finito.


2) id: 07c12a3f8b574b8ca214ebdfb6bdef52)
Esempio: Cecch. Corred. 1. 3. O pur fornì quella sciloma.
184) Dizion. 4° Ed. .
LUSTRE.
Apri Voce completa

pag.105



1) id: e9c7258c4446437a9c90f00d559f3cec)
Esempio: Salv. Spin. 1. 3. Padrone, voi andate cercando il male a danar contanti; scherzate pure; a dirvi il vero, queste vostre lustre non passano.


2) id: dcb9a2528e5544f09e3674f8faaf9008)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 4. Quelle lustre faceva, per aver fama d'essere stato allo 'mperio dalla repubblica eletto.


3) id: 125114d67f55430e9291085dceb47a5b)
Esempio: Varch. stor. 2. 29. I più affermano, che egli con Borbone s'intendesse, e fusse a beffare, e ingannare il Papa con lui d'accordo, e che tutte l'altre fossero lustre, e finzioni.
185) Dizion. 4° Ed. .
RABBERCIATO.
Apri Voce completa

pag.28



1) id: 5a0a1500f9e048f694e5ed5377f73419)
Esempio: Salv. Granch. prol. Ma nuova, come nuova si direbbe Talor cappa, o mantel non rabberciato Di vecchio, ma levato dalla pezza Di taglio.
186) Dizion. 4° Ed. .
VELETTAIO
Apri Voce completa

pag.217



1) id: 4d41dccd2d4048859240e179e37b8868)
Esempio: Salv. Infar. prim. 494. S'io fossi dell'umor vostro, io vi direi, onde vengono i velettaj, i tessitori, e i magnani, gli zanni, e gli spazzacammini a Firenze.


2) id: 19ec3b4a88b84d4999b17a2dcba2d562)
Esempio: Buon. Fier. introd. 4. Quella eloquenza adopra ardita, e impronta, Ch'usano onnipotenti i velettaj.
187) Dizion. 4° Ed. .
SPRIGIONARE
Apri Voce completa

pag.686



1) id: 0cc76e933ea84938ab92f0f0595f37c5)
Esempio: Salv. Spin. 5. 7. Digli, che 'l Podestà m'ha fatto favore di farmi sprigionare subito ch'egli ha saputo ch'i' sono.


2) id: 8673c9c8da5240a4aa1df9a9d75e764b)
Esempio: Bern. Orl. 2. 20. 8. Adesso, poichè furno sprigionati, Com'udiste, dall'isole lontane ec.
188) Dizion. 4° Ed. .
CONSEGUITARE
Apri Voce completa

pag.770



1) id: 9ce61b36c7b54709a9c427f3cdb8fb7f)
Esempio: Salv. dial. amic. 40. La qual cosa due effetti grandissimi quasi sempre conseguitano, ne' morti beatitudine, ne' vivi vera gloria, ed onore.


2) id: 39a6e4bc4bda40a7bfb9f41cde34ef14)
Esempio: Boez. Varch. 4. 4. Ed io allora: codeste cose, dissi, conseguitano da quelle, che poco dianzi conchiuse furono.


3) id: 9cf93b3460914ee680d87c6bae10c86d)
Esempio: Guicc. stor. 1. 8. Non conseguitava con queste arti la moderazione dell'odio conceputo.
189) Dizion. 4° Ed. .
SPAZIOSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.643



1) id: 6954e5fa2272496398653c5bc5f066a6)
Esempio: Salv. dial. am. 70. Al geometrico non è anche quasi punto fatica il ritrovare il centro di qualsivoglia cerchio spaziosissimo.
190) Dizion. 4° Ed. .
INVASATO
Apri Voce completa

pag.900



1) id: 4e0b0821a46c4853a46cb9f855e938f5)
Esempio: Salv. Spin. 2. 5. Io era tanto invasato in una mia frenesía, ch'io vi prometto, ch'io non mi sono accorto, che voi foste quì.


2) id: c742a8393fc64070bad945a5d225bcab)
Esempio: Buon. Fier. 1. 1. 1. Perchè invasati Nella dolce esca sua, benchè dannosa ec.


3) id: 3f3f93d99ce146c3aed9ccbfeaec4ddd)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 103. Quanto già alla cure pubbliche inteso, tanto ivi in tristo ozio, e libidini occulte invasato (quì il Lat. dice: in luxus, et malum otium resolutus)
191) Dizion. 4° Ed. .
DILIZIANO
Apri Voce completa

pag.120



1) id: 3f2fd99a06464c21acc98a7a671a4fa1)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Pred. 66. In questa vita non ci sono, nè nel ninferno, nè nel paradiso diliziano perfettamente.
192) Dizion. 4° Ed. .
ZINZINO
Apri Voce completa

pag.360



1) id: 1a0eb01253c74707a39d25bf8175a20e)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Sentendo, che quel lor bere a zinzini Non toccava lor l'ugola, e non era Altro, che uno accendere lor più La sete, vollon mutar verso.
193) Dizion. 4° Ed. .
SMACCARE
Apri Voce completa

pag.542



1) id: 88d4018236454144b741366f9d57559c)
Esempio: Salv. Spin. 3. 4. Non avev'io a credere, o almeno almeno a temere, che questa fosse una ragna tesa da loro per ismaccarmi, e farmi qualche vergogna?


2) id: fcd54442912d4aa39778acb2d04eb276)
Esempio: Car. lett. 2. 41. Mi fu detto, che l'aveva fatto studiosamente per ismaccarmi.


3) id: ce3972e0342d4bcfb5facbf024371928)
Esempio: Buon. Fier. 4. intr. So con varj argomenti Smaccar la mercanzía quantunque eletta.
194) Dizion. 4° Ed. .
GAVILLOSO.
Apri Voce completa

pag.577



1) id: 44ffd17057fb4203b96424f913755893)
Esempio: Salv. dial. amic. 37. Sbattute a terra le gavillose dubitazioni di coloro, che in qualunque modo parlano in disfavore di questo sacrosanto legame.
195) Dizion. 4° Ed. .
IOTA
Apri Voce completa

pag.914



1) id: ddc1684101554aae83158389e70b75ea)
Esempio: Salv. Granch. 2. 5. Ma in quanto Alla balia, non fare assegnamento, Ch'io sia per comportar, ch'e' se le manchi D'un iota pur di quel, ch'io l'ho promesso.


2) id: ce8dd2e0f0c645c2b5d16d2eaef35146)
Esempio: Lor. Med. Arid. 2. 3. Non uscite un iota di questa commissione.


3) id: 34b4b7a50689463fa58c8f659f5e9357)
Esempio: Malm. 1. 18. Senza pensare un iota alla vendetta.
196) Dizion. 4° Ed. .
TRINA.
Apri Voce completa

pag.156



1) id: c2a8294c20d2497baa116a0060852a74)
Esempio: Salv. Granch. 3. 9. Non gli trovarono altro da potere Appiccarvi su, che certe trine D'oro, che un suo amico gli aveva Date, che egli portasse a Vinegia.


2) id: 591ebe84b9c34424b1f4e940bbfa5273)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 1. Dodici colla trina Collari inamidati.
197) Dizion. 4° Ed. .
SCALAMENTO
Apri Voce completa

pag.351



1) id: 7a4c4f1fb0c347ad90d305337400968f)
Esempio: Salv. Granch. 4. 1. E' mi farà agevole ec. a persuader loro, Che la cosa sia grave, essendoci iti Massimamente attorno scalamenti, Scale di seta, latrocinj, ed altre Simil cose.
198) Dizion. 4° Ed. .
RACQUISTATORE.
Apri Voce completa

pag.37



1) id: 90ec289d8b2348c9b482c955f103532d)
Esempio: Salv. dial. amic. 23. Quali abbiamo noi più diligenti conservadori, e più pii, e più solleciti racquistatori ec. di nostra sanità, che gli amici?
199) Dizion. 4° Ed. .
RICOMMETTERE
Apri Voce completa

pag.140



1) id: 4d8a5dde97ef4cc7b25123268ed37704)
Esempio: Salv. dial. am. 4. E tratto il freno dell'appetito di mano a quel furore, lo ricommise alla ragione (cioè: di nuovo lo diede, o consegnò)