Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 450 msec - Sono state trovate 9077 voci

La ricerca è stata rilevata in 26781 forme, per un totale di 17687 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
26734 47 26781 forme
17657 30 17687 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
60) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 9a6d7a8e8eb84879bfdaf5011cc082c4)
Esempio: Dan. Purg. 6. Vero è, ch'io dissi a lui, parlando a giuoco [cioè in giuoco, da giuoco, o per giuoco] Lat. ioco.
61) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: cc03ecb3199140fc80bb43203bc1fe0b)
Esempio: N. ant. 75. 2. Il cavallo era duro, e il fante, non potendolo tener neente, si dirizzò verso il padiglione del Soldano, a sua gran forza.
62) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 5101ec9b339745678b2c00036728ed83)
Esempio: N. ant. 65. 8. Or come ebbe tutto affettáto, e a fetta a fetta cercato [cioè una fetta dopo l'altra, e a fetta per fetta] Lat. frustillatim.
63) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 4f81d2bc06df4e2d8b2b4cd5b9ac678b)
Esempio: Liv. M. Gridò a corr'huomo: Signori cavalieri soccorretemi.


3) id: 19f45070ec4240eda6533d142967b58b)
Esempio: E Liv. M. altrove. La bália cominciò a gridare a corr'huomo, soccorrete, buona gente, soccorrete [cioè sì che huom corra] in lat. si direbbe vehementer.
64) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: a88bf9c8d9a14d238e62d3fe568c5541)
Definiz: aggiunta a' verbi, alcuna volta diversifica loro il significato, come: COMANDARE ACCOMANDARE: TENERE ATTENERE: COSTARE ACCOSTARE: METTERE AMMETTERE. Alcuna volta lo diversifica, e lo mantiene, come: BATTERE ABBATTERE: OPERARE ADOPERARE. Alcuna volta mantiene appunto lo stesso, come: OMBRARE ADOMBRARE: CUMULARE ACCUMULARE. Alcun'altra accresce lor forza, come: BARBICARE ABBARBICARE.
65) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 0757bbd10de7438f89d0b4977ee8dbae)
Definiz: Aggiunta a' nomi, opera il medesimo, che ne' verbi, come BATTIMENTO ABBATTIMENTO: CUMULAMENTO ACCUMULAMENTO: BARBICAMENTO ABBARBICAMENTO. Eziandio aggiunta, ma non affissa, a' predetti nomi, di lei, e di lor si forma una locuzion, ch'ha forza d'avverbio, come: A MIGLIAIA, A MARTELLO, A RUBA, A ROMORE, A MAN SALVA, e sì fatti, de' quali, come de' soprallegati, favelleremo, co' loro esempli, a' lor luoghi.
66) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1

67) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: d5832ec3af2940b4a1c6419d32438a6d)
Esempio: Bocc. n. 27. 14. La qual morte io ho tanto pianta, quanto dolente a me.


3) id: 53fc674584d74969b8ea5f9db79fff76)
Esempio: Pass. 19. E consigliastimi, ec. che, misero a me, ancora era tempo di trovar misericordia.
68) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 6c56a45acf6a44dead430732cedf56c9)
Definiz: congiunta a verbo di stato in luogo, vale IN, o NEL.


3) id: 879f808f4ca04e6ca86a9fd49e53b364)
Esempio: Boc. nov. 7. 6. Avvenne, che trovandosi egli a Parigi in povero stato.


4) id: 066e257c35ee4ab9a664a4665961c0df)
Esempio: E Bocc. nov. 77. 3. Un giovane, ec. avendo lungamente studiato a Parigi.


5) id: 9d4779e5b2b24acdb3a7de8eb4526f24)
Esempio: E Bocc. nov. 89. 10. il quale a capo del ponte si sedea.
69) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 79b7c2a4abd04e04a8fd96979ec806ca)
Esempio: E Bocc. Introd. num. 11. Ora a quella taverna, ora a quell'altra andando.


3) id: d877ff49f8ca4e56918abb67553f1f39)
Definiz: congiunta a verbi di moto, vale il lat. ad.


4) id: fcf81268e8c84d5e8652b5298da89cfa)
Esempio: Boc. n. 15. tit. Andreuccio, ec. con un rubíno si torna a casa sua.
70) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: b689f79e8ccd4031bf39664cef301df0)
Esempio: E Bocc. nov. 31. 16. Tancredi, ne a negare, ne a pregar son disposta.


3) id: 46d2d5fe0fc540e08df14afbc9f01d45)
Esempio: Boc. n. 52. 6. cominciava a ber così saporitamente questo suo vino.


4) id: f8e817abdba643cf9a0c42f1512214fa)
Esempio: E Bocc. nov. 13. 5. cominciarono a vendere, e impegnare le posessioni.


5) id: e99a0b27ed2d406e82be156b399ce4f4)
Esempio: E Bocc. nov. 79. 20. Che cosa è a favellare, e ad usar co' savi?


6) id: e5941f388e0b4e6898ec2acbea29f4a0)
Definiz: congiunta con gl'infiniti, ha quasi forza di AL, o IL, e perciò viene a dar loro quasi forza di sustantivo.
71) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 8ab2f07481ae43239a8c31f9b965aa24)
Esempio: Bocc. n. 40. 5. A trargli l'osso potrebbe guerire [cioè col trargli l'osso]
72) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: c77dc990148e43e5b781a5458cdd8f3a)
Esempio: E Bocc. n. 5. 4. A dire alla donna, che, ec. l'aspettasse a desinare.


3) id: ae053eab1e7c4368812e1212a7979ab5)
Esempio: Boc. nov. 31. 23. Va con le femmine a spander lagrime.
73) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: e3abbf53769f4f108a614fc92757b716)
Definiz: E per IN GUISA, modo comune di dire a noi e a' Greci. Lat. instar. Flos. 354.


3) id: c09aa06295284b89baad3960798e5e5c)
Esempio: Bocc. nov. 85. 12. Mordere con cotesti tuoi denti fatti a bischeri.
74) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: d1eb70ac62d943938520ed5d121471a2)
Definiz: in vece di DA segno del sesto caso. Lat. A, ab.


3) id: c719a9242e7b4d18ad53e86b985958a2)
Esempio: Bocc. nov. 16. 18. Amenduni gli fece pigliare a tre suoi servidori.


4) id: 0d6e84bfe68540589d0b2eb216d85b6c)
Esempio: E Bocc. nov. 11. 11. Fatevi a ciascuno, che m'accusa, dire quando, o dove, ec.
75) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: eef8bee8632f4909935dcc529e30b139)
Definiz: tal'ora corrispondente di DA, passando da cosa a cosa, per distinguerle. Latin. inter.


3) id: 55aafd52856346f69b9e58b9a73cee21)
Esempio: Bocc. Introd. n. 35. Senza far distinzione dalle cose oneste, a quelle, che oneste non sono.
76) Dizion. 1° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



2) id: e725fbb6ab84410592157c6152e15110)
Esempio: Boc. n. 7. 7. Quanto egli allora dimorasse presso a Parigi, a che gli fu risposto, che forse a sei miglia.


3) id: fc589a4c79424295b2df3d8fa197ae31)
Esempio: E Bocc. n. 10. 5. Il quale, essendo già vecchio, di presso a settanta anni.
77) Dizion. 1° Ed. .
IMBIACCATO
Apri Voce completa

pag.415



1) id: b96ac626a0a14197b1521cc57408ac5a)
Esempio: Sen. Pist. A poche cose si ripon la faccia, che è disopra imbiaccata.


2) id: 8d91bbbec4e748caa1ca74601d63894c)
Esempio: Sen. Pist. La beatitudine di tutti coloro è fittizia, imbiaccata, e non vera.
78) Dizion. 1° Ed. .
RETAGGIO.
Apri Voce completa

pag.696



1) id: f70ded340b03473f86f026a37bde88c6)
Esempio: Sen. Pist. Questo medesimo avviene a coloro, che son Signori di gran retaggio.
79) Dizion. 1° Ed. .
TRABEATO
Apri Voce completa

pag.894



1) id: 56e13383e5c747869f1f2ca8295256b5)
Esempio: Sen. Pist. Vergilio chiama trabeati quegli, che moriano a Troia la grande, combattendo.