Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 564 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
240) Dizion. 4° Ed. .
VALICO
Apri Voce completa

pag.190



1) id: 5268f84a09cb41e0b45bec536e8b0335)
Esempio: Fir. As. 257. E così durò la cosa fino all'ora valica di desinare.
241) Dizion. 4° Ed. .
COMPASSARE
Apri Voce completa

pag.724



1) id: ffe2e49af3a44b59bab45d7a2a65d5b4)
Definiz: Misurar col compasso. Lat. circino metiri.


2) id: 27dd6be0de1e4ea98afc99ab598ba5fc)
Definiz: §. Per metaf. vale Misurare per l'appunto col discorso. Lat. perpendere, metiri. Gr. διαμετρεῖν.


3) id: e649e7218fb44a6c827aa45a541be894)
Esempio: Dittam. 2. 5. E per quel, che si parla, e si compassa, A così fatto vizio.
242) Dizion. 4° Ed. .
PENNITO
Apri Voce completa

pag.547



1) id: 5880d365c18c4459a06bb5ae4865ed6e)
Esempio: Ricett. Fior. 93. I penniti, i locchi, i manuscritti diventano bianchi, rimenandoli molto.


2) id: b1b23e2496634866a7e9e5ddc0dfda91)
Esempio: E Ricett. Fior. 138. Sciroppo di Prasso di Mesue. Recipe marrobbio ec. penniti, mele stummiato ec.


3) id: 3e16bce84ac0465e83ddf10d46a0de04)
Esempio: E Ricett. Fior. 136. Cuoci a consumazione della metà, e cola, e alla colatura aggiugni mele, zucchero, penniti ec.
243) Dizion. 4° Ed. .
MANUCRISTO, e MANICRISTO
Apri Voce completa

pag.164



1) id: bb25b15084c6456397549d86df6e61af)
Esempio: Ricett. Fior. 93. I penniti, i locchi, i manuscristi diventano bianchi, rimenandogli molto.


2) id: 2b0cf642646e4d5682d231fe95ecdebf)
Esempio: Morg. 19. 67. E come manicristo a tutti piacque.
244) Dizion. 4° Ed. .
TARLATO.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: ce478ecb38e54f5db9076dfee7593849)
Esempio: Ricett. Fior. 59. Eleggesi quella (salsapariglia) ec. non tarlata, non nera, nè scortecciata.


2) id: 165518f317a644aab63a08d4b5cc3d1d)
Esempio: Car. lett. 2. 77. Col quale per non aver fin quì avuto a pena entratura, mi par d'esser nuovo servitore, ancorachè sia de' vecchi, e de' tarlati di casa (quì per metaf.)
245) Dizion. 4° Ed. .
CRAZIA
Apri Voce completa

pag.855



1) id: 093870980af94ac8860c575285ae8302)
Esempio: Ricett. Fior. Il coperchio abbia di sopra uno spiracolo grande quanto una crazia.
246) Dizion. 4° Ed. .
CUCURBITA
Apri Voce completa

pag.877



1) id: 64039f8ee44f481ca667075218631b36)
Esempio: Ricett. Fior. Dee essere o un orinalino con suo antenitorio, o una cucurbita.
247) Dizion. 4° Ed. .
BALLETTA
Apri Voce completa

pag.375



1) id: e1e2bf4c16a4435ca3534d88319ba35c)
Esempio: Fior. S. Franc. Si truova nelle ballette de' drappi, che vengono d'oltra mare.
248) Dizion. 4° Ed. .
FROGE
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 5c86d07792db40858351e9871262ddc9)
Esempio: Fir. disc. an. 39. Con un coltello, che gli venne alle mani, le mozzè le froge del naso.
249) Dizion. 4° Ed. .
CAMPANACCIO.
Apri Voce completa

pag.523



1) id: 13459dadfe7f445ab277c4f6b2395ac3)
Esempio: Fir. disc. an. 91. Comandò ad una delle serve, che sonasse intorno al capo della putta un campanaccio.
250) Dizion. 4° Ed. .
BLATTA
Apri Voce completa

pag.441



1) id: ad2a0d8bd5ba46a8949c414ddae933b1)
Esempio: Ricett. Fior. 19. Il bdellio è lagrima d'un arbore ec. che abbruciata rende odore simile alle blatte bisanzie.


2) id: 01c89d67f38449b0b94d03c691a10a60)
Esempio: E Ricett. Fior. 22. Le blatte bisanzie degli Arabi sono l'unghie odorate de' Greci, le quali sono una sorta di nicchio.
251) Dizion. 4° Ed. .
SVENEVOLONE.
Apri Voce completa

pag.797



1) id: 88e1fb46254d4ef7aca9c0d71a0b4807)
Esempio: Fir. nov. 8. 296. Stringendo Santolo colle braccia con certe amorevolezzocce svenevolone, che ec.
252) Dizion. 4° Ed. .
ROZZA.
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 1a9b81acc576438b99f44fef03ffa0c2)
Esempio: Fir. Trin. prol. Come l'uomo cavalca queste rozze, e' bisogna andare a lor modo.


2) id: b859c61705454c4db08fbed02642aa6a)
Esempio: E Fir. Trin. appresso: Lo stancarmisi di quella rozza sotto è stato cagione d'ogni male.
253) Dizion. 4° Ed. .
INTRISO
Apri Voce completa

pag.897



1) id: c9125d130b5249678fecd26b25bdbb33)
Esempio: Fir. As. 41. Voltava lo 'ntriso per lo mortaio con quelle sue manine biancoline.
254) Dizion. 4° Ed. .
FIANCUTO
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 6807fedcbcc34c8ba35fc21461c4199c)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 423. Simili al secondo son quelle, che son ben fiancute.
255) Dizion. 4° Ed. .
LASAGNOTTO.
Apri Voce completa

pag.22



1) id: c31820853e2d48b787ebd0a867c3a7ef)
Esempio: Fir. Luc. 1. 3. Con un poco di vitella morbida per amor de' lasagnotti.
256) Dizion. 4° Ed. .
PARASSITACCIO.
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 5155635a753245f4ac0aaea2a9602462)
Esempio: Fir. Luc. 4. 3. Che venga il canchero a quel poltrone di quel parassitaccio.
257) Dizion. 4° Ed. .
PALCACCIO.
Apri Voce completa

pag.464



1) id: 913f4c1f50e34957abb1fffb30bf0bb9)
Esempio: Fir. As. 282. Mi menò sopra un palcaccio, che era in cima della casa.
258) Dizion. 4° Ed. .
PUTTANACCIA.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 203cfc9494e541fd837e75bf663760db)
Esempio: Fir. nov. 4. 230. Lasciami andare, che io voglio svenare questa puttanaccia di mogliama.
259) Dizion. 4° Ed. .
PUZZOLA.
Apri Voce completa

pag.783



1) id: 0878a12fcdf2414da04f8d1d4b201399)
Esempio: Fir. As. 237. Aveva un grandissimo numero di quelle formiche, che costor chiamano puzzole.


2) id: 3f0a8d43a039477b8c35cfc39c4c6c82)
Definiz: §. Puzzola, è anche una Sorta di Animale simile alla faina, che spira cattivo odore. Lat. putorius.