Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 636 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 4° Ed. .
ACCANEGGIATO.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: b2d5494acd3945e9acba972a6349d107)
Esempio: Fior. Ital. D. Lo porco ferito accaneggiato ferì molti di questi giovani.


2) id: 43cf14cec97b4a2893c6a93c9be3e415)
Esempio: Ar. Fur. 18. 19. Immansueto tauro accaneggiato.
221) Dizion. 4° Ed. .
CITTADINUZZO.
Apri Voce completa

pag.678



1) id: 50c3a3d2727f432ab77cab2c8477a367)
Esempio: Carl. Fior. Gli altri cittadinuzzi del nostro tempo colle loro tapinità ec.


2) id: a738587f16f04deeb22b78c40d44efd1)
Esempio: Lasc. Streg. 5. 8. Il dar di signore a un cittadinuzzo di fava sarebbe cosa troppo gretta, e meschina.
222) Dizion. 4° Ed. .
CIVILE.
Apri Voce completa

pag.680



1) id: 51293ad1b3d24af99dd2ed304432201e)
Esempio: Carl. Fior. 54. Que' miseri scartabelli, che voi impiastrate al vostro civile.


2) id: 48eb4e8d08a54d698fd552e4ba7f3c40)
Definiz: §. II. E figuratam. il Culo. Lat. anus. Gr. πρωκτός.
223) Dizion. 4° Ed. .
CALI.
Apri Voce completa

pag.511



1) id: d4eda36e44c34d4fa7d76bcfb86cece9)
Esempio: Ricett. Fior. 15. L'allume ec. che si fa dell'erba cali fattane cenere.


2) id: a22c478d53a44effb870900383302974)
Esempio: E Ricett. Fior. 60. Il sale alcalì, il quale si fa dell'erba cali, che è quella, di cui si fa la soda.
224) Dizion. 4° Ed. .
CONVENTUALE
Apri Voce completa

pag.804



1) id: 0e5652c5acdd42d0a1b11c2c5ee8d49f)
Esempio: Fior. S. Franc. 159. Essendo una volta frate Egidio a Roma conventuale.


2) id: 6a7db5538cfc473e98856c90370b2e07)
Esempio: Borgh. Vesc. Fior. 419. Nè è dissimile la fortuna della voce conventuale ec. che presa nel principio per quelli, che viveano in convento a vita regolata insieme ec. cominciò questa voce a significare fuor di regola, e d'osservanza.
225) Dizion. 4° Ed. .
TIRATA.
Apri Voce completa

pag.88



1) id: 9d8a1ed079d5438dbab0763ea46cf3ef)
Esempio: Fior. Ital. D. Le falci fanno peggio da tirata, che da percossa.
226) Dizion. 4° Ed. .
APPADIGLIONATO
Apri Voce completa

pag.220



1) id: 9fc0b43b80944bf7a62fe261449f4f1a)
Esempio: Fior. d'Ital. Veduti gli figliuoli d'Israelle così appadiglionati, e attrabaccati, ec. disse.
227) Dizion. 4° Ed. .
RAMMANTARE.
Apri Voce completa

pag.57



1) id: 1302788b1c8d46e7a7e4bd99c704c832)
Definiz: Ricoprir col manto.


2) id: 6ccb7e5adfe6474e840eae0e81d7839b)
Esempio: Rim. ant. P. N. Riccuc. da Fir. E di ciò mi rammanto, E vivone in gioire.


3) id: 3e45f9f01eea4b94b7c35d95e0a70d09)
Definiz: §. I. Figuratam. per Proteggere. Lat. tueri.


4) id: 23b0dda6d715448a8c965bdfa9bd5693)
Definiz: §. II. In signific. neutr. pass. vale Abbellirsi, Raffazzonarsi, Ripulirsi. Lat. se exornare. Gr. κατακοσμεῖσθαι.
228) Dizion. 4° Ed. .
SUCCHIELLARE
Apri Voce completa

pag.796



1) id: 694cafc923d740b292adb27737dad3e2)
Definiz: Forare col succhiello.


2) id: af475840912d419d97ecd89d0d3df681)
Esempio: E Tanc. 5. 7. Gli occhi suoi mi succhiellano, e mi bucherano.
229) Dizion. 4° Ed. .
MANTACARE
Apri Voce completa

pag.160



1) id: c8c2716481d7461c83cc22e09bf78067)
Definiz: Soffiar col mantaco.
230) Dizion. 4° Ed. .
ZAPPONARE
Apri Voce completa

pag.355



1) id: 527f9614b10847c481d3e6dc906b8ec3)
Definiz: Lavorar col zappone.
231) Dizion. 4° Ed. .
CESELLARE.
Apri Voce completa

pag.630



1) id: 202a8c00fe0f4f63b85d6c6e0f3bf3ab)
Definiz: Lavorar col cesello.
232) Dizion. 4° Ed. .
ACCATTAMENTO.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: 87bcd78225c4483fae07fbca4c8487b5)
Esempio: Fir. Disc. an. 30. Fu ricevuto da lui, e da tutta la sua baronía con grandissimo accattamento.
233) Dizion. 4° Ed. .
UCCELLACCIO.
Apri Voce completa

pag.202



1) id: c1f3cb550386403b99e72b90d2c04948)
Esempio: Fir. disc. an. 75. Ben dimostri, vile uccellaccio ec. che in te non è fede, nè discrezione.


2) id: 7d9fd478433c40cab1751cb15122b5c1)
Esempio: E Fir. disc. an. 89. Le poche faccende, che tu hai, messer uccello, anzi ser uccellaccio, ti hanno fatto pigliare briga di quello, che noi ci facciamo.


3) id: 9b526c1cd53948b895984402fad69f4a)
Definiz: §. Uccellaccio, diciamo anche ad Uomo scempiato, semplice, sciocco, minchione. Lat. nebulo. Gr. οὐτιδανός.
234) Dizion. 4° Ed. .
VELENOSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.216



1) id: a3886c9f53d04c49a076c1140c8b61db)
Esempio: Fir. disc. an. 60. Più sicuro può dormir uno sopra il nido d'una serpe velenosissima, che ec.
235) Dizion. 4° Ed. .
PULEDRUCCIO, e POLEDRUCCIO.
Apri Voce completa

pag.768



1) id: 502dba92f3994fbca274588318bcfbee)
Esempio: Fir. nov. 4. 225. Saltava d'allegrezza, che pareva un poledruccio di trenta mesi.
236) Dizion. 4° Ed. .
ASININO
Apri Voce completa

pag.286



1) id: 5220563f30334f90bd985c1e8879ce1d)
Esempio: Fir. As. 88. E volendo sforzare il natio parlare asinino, e dire ec.


2) id: 1fb73bda2cd1456bb18a2d5ae7d4792c)
Esempio: Bern. Orl. 2. 19. 4. La natura superba, ed asinina, Colla quale ognun d'essi odia, e disprezza.
237) Dizion. 4° Ed. .
AGILISSIMO.
Apri Voce completa

pag.94



1) id: cef90e3c79224629935efad816ddfefb)
Esempio: Fir. As. Imperocchè quivi erano bellissimi giovani ec. agilissimi, e ricchissimi di vestimenti.
238) Dizion. 4° Ed. .
VILLAGGIO.
Apri Voce completa

pag.272



1) id: 24bfbbf484bb4c6d91383d737a854291)
Esempio: Fir. As. 236. Il quale il più del tempo dimorava in quel villaggio.


2) id: c202e620be2b4073a68347f8e2ea4165)
Esempio: E Fir. nov. 1. 190. Le campagne, che vi son d'attorno, i giardini, i villaggi, de' quali ella è più, che ogni altra, copiosa, non vi parranno altro, che paradisi.
239) Dizion. 4° Ed. .
VISETTO.
Apri Voce completa

pag.286



1) id: d91ddb5ba9e54d48a80e377c875fad1f)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 366. Aggiugne gran grazia a quel suo bel visetto.