Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 742 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136578 forme, per un totale di 105681 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132762 3816 136578 forme
103284 2397 105681 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
120) Dizion. 4° Ed. .
AL DIRIMPETTO.
Apri Voce completa

pag.113



1) id: 56ad96ba0e164deb9a2fd95ac0edb264)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. Invitarongli a sedere sur una panca, che era loro al dirimpetto.
121) Dizion. 4° Ed. .
TRITO.
Apri Voce completa

pag.161



1) id: d780201066d34d97bb3075df0185b60f)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 376. Mandano a cuocere il trito cibo alla pentola dello stomaco.


2) id: d5a21070e13848e1a3c197d60b9012c0)
Esempio: Salvin. disc. 1. 100. Non vi ha cosa più trita, nè più frequente presso i santi Padri ec. che il chiamare l'instituto del vivere Cristiano, e massime il più stretto, e il più ritirato, quale si era quello de' monaci, col nome di filosofia Cristiana.


3) id: c6b39d606ca24a7fa786a9dbc3206db8)
Esempio: Bocc. nov. 77. 14. Videro lo scolare fare su per la neve una carola trita al suon d'un batter di denti.
122) Dizion. 4° Ed. .
BERNIA
Apri Voce completa

pag.421



1) id: b9ec71ada0af4dcbbf29088eebc69304)
Esempio: Fir. rim. burl. In cioppa, in bernia, in gammurra, o in doagio.


2) id: 6749bafaf3c14732afc9a33e01ed06a5)
Esempio: Cecch. Dissim. 4. 7. Ella tosto tosto si raffazzona sempre, piangendo, e tapinandosi, piglia la bernia, e la serva, esce fuori, e serra la casa.
123) Dizion. 4° Ed. .
UCCELLAMENTO
Apri Voce completa

pag.203



1) id: f903fe16d88042afb8b97b52505acf5a)
Esempio: Fir. Trin. 2. 1. Che baie son queste, e che uccellamenti?


2) id: a13639af340e4aa7a07b52fc6e2ba2af)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 263. Hanno cotali adulazioni sciocche per una spezie d'uccellamento.
124) Dizion. 4° Ed. .
AFFRITTELLATO.
Apri Voce completa

pag.82



1) id: 722005d85c1445fa8b50700db00d2657)
Esempio: Fir. Luc. 4. 1. Aveva la serva, che sapeva far l'uova affrittellate.
125) Dizion. 4° Ed. .
BESTIACCIA
Apri Voce completa

pag.424



1) id: 0c62817568e7478683895bc46b954d26)
Esempio: Fir. As. 6. 187. Piacciavi adunque domani di sparare questa bestiaccia.


2) id: ded75d4bf6644562ab1ad24bac72f75b)
Esempio: E Ber. rim. Donde diavol cavò quest'animale Quella bestiaccia?


3) id: 01fcd58f4a6d4984993e872f43ae2a9a)
Esempio: Bern. Orl. 1. 2. 51. Che quanto 'l sol circonda, e 'l mare abbraccia, Non si trova di lui maggior bestiaccia.
126) Dizion. 4° Ed. .
COVATO
Apri Voce completa

pag.853



1) id: 3e201958ee554ba48262f6bfbe315e8e)
Esempio: Fir. Trin. 4. 2. Senza che 'l Dormi ha le donna covate.
127) Dizion. 4° Ed. .
CUMULARE
Apri Voce completa

pag.880



1) id: f0dd941dec5842bfbabc259c4d8b7372)
Esempio: Fir. disc. an. 397. Con frequenti sobole gli spessi capelli cumulano il bel capo.
128) Dizion. 4° Ed. .
RESCRIVERE.
Apri Voce completa

pag.110



1) id: 0bb0d115bba044e28f9db9e4bae45efc)
Esempio: Fir. lett. donn. Prat. 336. Hogli adunque rescritti di mia mano, e deliberato di mettergli in luce.
129) Dizion. 4° Ed. .
CANDIDEZZA.
Apri Voce completa

pag.529



1) id: 2495504b44bf40aa8d379f9ea8d19d20)
Esempio: Fir. lett. donn. Prat. 206. I due Gracchi ec. impararono dalla madre la candidezza del parlare latino.


2) id: 212c78fd5b12424db0039549e5f42c6c)
Esempio: Red. esp. nat. 2. Perchè so ancora quanto dalla candidezza dell'animo vostro amata sia la saldezza, e il bello di questo vero.
130) Dizion. 4° Ed. .
CAPARBIO.
Apri Voce completa

pag.544



1) id: 7e41443cc88047ff899ae615ab390a97)
Esempio: Fir. Luc. 4. 2. Moglie fastidiosa, importuna, e caparbia è un purgatorio continuo.


2) id: 708ab89eb4b44685b9d1c1b2a28c8a7e)
Esempio: Ambr. Cof. 5. 2. Io non credo, che al mondo sia possibile Trovar un animal tanto caparbio.


3) id: 21e89f47fa7346e2ac92aa65a002b21f)
Esempio: Tac. Dav. stor. 1. 246. Lacone, ec. caparbio contro a' più saggi gli fe svanire.
131) Dizion. 4° Ed. .
SANTERELLO, e SANTARELLO
Apri Voce completa

pag.319



1) id: 3b002c5e11954f27a045d49cffaf89d3)
Esempio: Fir. nov. 7. 261. Era tenuto per un cotal santerello.


2) id: 2d99dbf663f24a3093a971d50f7d48e7)
Esempio: Varch. Suoc. 2. 1. Benchè non pensi a mal nessuno nè di lui, nè di lei, che è come una santarella.


3) id: 94cde35c83254c3a9bb1b61bbdf994db)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 2. 3. E' non si può ire a altri, che a fra Timoteo, ch'è nostro confessore di casa, ed è santarello.
132) Dizion. 4° Ed. .
FACILITARE
Apri Voce completa

pag.330



1) id: 657d2a46687441dfb5fe194a4c7db690)
Esempio: Fir. disc. an. 29. Gli faciliterebbe la via a venire a' miei danni.
133) Dizion. 4° Ed. .
ORBÈ.
Apri Voce completa

pag.418



1) id: 0103420727314269832050a2cc2f77e1)
Esempio: Fir. disc. an. 82. Io volo sì; orbè, che ne vuo' tu dire?


2) id: 4689899f538f431ea2d18a2a2a1da4a5)
Esempio: Malm. 4. 24. Orbè, compagni, olà dal cimitero.


3) id: c1a08d95f8e946a0aa21477cb779c6eb)
Esempio: Ambr. Cof. 2. 1. Orbè, hattisi A dir buon prò ti faccia?
134) Dizion. 4° Ed. .
ANNOSO
Apri Voce completa

pag.207



1) id: 3602b461805b40059db631f4c6a83b65)
Esempio: Fir. disc. an. Le sommità degli alti templi, e le cime dell'annose querce.


2) id: aaae4263af2f4582aadd54d62f7a5245)
Esempio: Alam. Colt. 1. 14. La ghiandifera quercia, il cerro annoso.
135) Dizion. 4° Ed. .
UCCELLUZZO
Apri Voce completa

pag.204



1) id: 8e92524309a74933b635cfc286d1332a)
Esempio: Fir. disc. an. 26. Per non mostrare d'aver bisogno d'uno così piccolo uccelluzzo.
136) Dizion. 4° Ed. .
CONSULTORE
Apri Voce completa

pag.779



1) id: 7ba49cad75c04ec38056160c78d2b551)
Esempio: Fir. disc. an. 74. Perda Iddio il consiglio tuo, e te pessimo consultore.


2) id: abc3ceb41ac94031bd8a8769919aaa89)
Esempio: Buon. Fier. 5. 3. 8. I consultori Fra se stessi contrarj, al proprio voto rinunziar persuasi.
137) Dizion. 4° Ed. .
CONGRUO
Apri Voce completa

pag.764



1) id: 7de3d961f5d549f48afcd9a51c4d13ed)
Esempio: Fir. disc. an. 106. La mattina all'ora congrua se ne andò al convito.


2) id: 62262e06cec248d382157d493e97219c)
Esempio: Cas. lett. 61. Può, e debb'esser vero, che quel proemio sia congruo.
138) Dizion. 4° Ed. .
COVO
Apri Voce completa

pag.853



1) id: 0fd8d7adc6e84c9dba71fccb921e3533)
Esempio: Fir. Trin. 2. 5. Ben trovò costui la Purella a covo.


2) id: 42c16d019ac54aaaa951ed95d3dfd4a5)
Esempio: Cecch. Servig. 2. 4. Ma ecco appunto quà 'l suo consigliero, Che me lo saperrà insegnare a covo.
139) Dizion. 4° Ed. .
SPASSEGGIARE
Apri Voce completa

pag.641



1) id: 766d561173834a809540456014849a97)
Esempio: Fir. Trin. 5. 7. Sta, è ei quello, che spasseggia?