Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 774 msec - Sono state trovate 28343 voci

La ricerca è stata rilevata in 124228 forme, per un totale di 94562 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120857 3371 124228 forme
92514 2048 94562 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
380) Dizion. 4° Ed. .
ASSEMBIATICCIO
Apri Voce completa

pag.297



1) id: 655dac23ee1a4079a8644f86de82d866)
Esempio: Liv. M. Come sarebbe la cosa andata, se quella moltitudine di pastori, e di gente assembiaticcia, salvatica, e fiera avesse franchigia avuta?
381) Dizion. 4° Ed. .
PROPENSATO.
Apri Voce completa

pag.745



1) id: 68442bfe79424acfb56457fb1d1238e8)
Esempio: Liv. M. Io mi sono sì lungamente taciuto, non mica perch'io fossi ben propensato, e bene avvisato di ciò, ch'io dovessi dire.
382) Dizion. 4° Ed. .
SARGANO, e SARGINA
Apri Voce completa

pag.328



1) id: 9454cb40a7214b7b9e72e9e2bfc7f483)
Esempio: Liv. dec. 3. Queste cose li Duchi disprezzevolmente riprendevano, ma nè trapassare, nè disrompere la salmería opposta, nè a far far luogo alle costipate barde, e alle sargine sopra lor poste era leggiere.
383) Dizion. 4° Ed. .
RIMPIAGNERE
Apri Voce completa

pag.185



1) id: 48a248e6b7654184ac61768eb2188595)
Esempio: Liv. M. Biasimando la superbia de' padri, e la crudeltà degli usurieri, e rimpiagnendo il pericolo della plebe, e la prodezza di quell'uomo.
384) Dizion. 4° Ed. .
RICOVERARE, e RICOVRARE
Apri Voce completa

pag.147



1) id: 78e900d0f4b448089aa5a0dd87998a05)
Esempio: Liv. M. Dona al tuo legnaggio il pensiero, e 'l cuore, col quale tu già per lo tempo ricovrasti la rocca del campidoglio.


2) id: 5d08563c980a4ad8a0724180827e6acb)
Esempio: E Liv. Dec. 3. E per loro fu la battaglia ricoverata.


3) id: c2f8aa1df0cc44f9bae63716ea5e8e05)
Esempio: Bern. Orl. 1. 17. 19. Poichè non posso ancor col mio morire Ricovrarlo da tanto aspro martire.


4) id: 9e22063ef87d40fd860a94a90d2750c3)
Esempio: Cavalc. Med. cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.


5) id: b6d2a78cc5e84e54899820ae65c14f1b)
Esempio: E G. V. 9. 295. 2. Cavalcossi insino a Prato, credendo, che la parte della terra si tenesse, per aiutarla ricovrare.


6) id: b5a0f6b7ccc6437c8ac7dfbe8eb0fd5d)
Esempio: E G. V. 4. 14. 4. Mostrando a' suoi frati Cardinali, che ciò, ch'avea fatto, si fece per ricoverare lo stato di santa Chiesa.
385) Dizion. 4° Ed. .
DEDICAMENTO
Apri Voce completa

pag.64



1) id: c23cc7daa0ac4e329886a4a765c55778)
Esempio: Liv. M. I parenti di Valerio furono crucciati, e sdegnati, che 'l dedicamento di così nobil tempio fosse di necessità datro ad Orazio.
386) Dizion. 4° Ed. .
SUCCESSIVO
Apri Voce completa

pag.796



1) id: 03aabab2fd394042ad039da9163b8000)
Esempio: Buon. Fier. 1. 1. 1. Trar piacer nuovo, e successivo spasso.


2) id: b7473038a5874effafcf6eb855a850b2)
Esempio: Buon. Fier. 4. intr. Accoccarla Ho stabilito a tutti, e successivo Circolare.
387) Dizion. 4° Ed. .
NASUTISSIMO
Apri Voce completa

pag.321



1) id: 6aed18917b4040bcb8faa332738bd78e)
Esempio: Car. lett. 1. 16. Nasutissimo M. Gio. Francesco.
388) Dizion. 4° Ed. .
PECUNIARIO
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 6b4577bca01943bc8bb16bc50ba15a0e)
Esempio: Cr. 1. 1. 1. Gli umani corpi debbono a ciascuna pecuniaria utilitade esser premessi.
389) Dizion. 4° Ed. .
PREMETTERE
Apri Voce completa

pag.700



1) id: 259cce21ae1445488bca2babbbf2767b)
Esempio: Cr. 1. 1. 1. Gli umani corpi debbono a ciascuna pecuniaria utilitade esser premessi.
390) Dizion. 4° Ed. .
MELMA
Apri Voce completa

pag.201



1) id: 14d42cf09b184c59bd8161fa8ad0e776)
Esempio: Liv. M. L'acqua fue piccola, e bassa, e la melma il ritenne con altre minute cose (quì il Lat. ha: tenuis in sicco aqua)
391) Dizion. 4° Ed. .
MERCORELLA
Apri Voce completa

pag.215



1) id: 7437c061792140e88ff5583e807de545)
Esempio: Red. lett. 1. 119. Mercorella, bietola, ana m. 1. bolli in brodo di castrato.
392) Dizion. 4° Ed. .
DOGLIUZZA.
Apri Voce completa

pag.230



1) id: 613699c0ee5c47cea55faa3d71602cba)
Esempio: Gell. Sport. 1. 1. Ella cominciava a sentire qualche dogliuzza.


2) id: ae8397cd3e774b38977aabba3cc9578b)
Esempio: E Gell. Sport. 1. 4. Io voglio ec. dirgli, come la Brigida mi ha detto, che ella cominciò stanotte a avere qualche dogliuzza (quì nel signific. del §. I. di Doglia)
393) Dizion. 4° Ed. .
RICHIAMATO
Apri Voce completa

pag.135



1) id: d76a4ff6263c472dafc0bc3b6ecb2d6c)
Esempio: M. V. 1. 32. M apassato alcun tempo, richiamato dal padre venne a lui.
394) Dizion. 4° Ed. .
INCACIATO
Apri Voce completa

pag.763



1) id: 601fb7bd26d745189af9ade6f0ae5416)
Esempio: Burch.1. 1. Mille Franciosi assai bene incaciati.
395) Dizion. 4° Ed. .
OBBLIGATISSIMO.
Apri Voce completa

pag.375



1) id: a87e090647c240c4b573474d97e3c162)
Esempio: Cecch. Mogl. 1. 1. E' gnene resterebbe obbligatissimo.
396) Dizion. 4° Ed. .
CANTAMBANCO.
Apri Voce completa

pag.537



1) id: 3cb3e72a0db549e48aaf86331f24f7f1)
Esempio: Cecch. Spir. 1. 1. Lo stimava un cantambanco.


2) id: 21e09c9427a4465b92f9453e875792db)
Esempio: Buon. Fier. 3. 1. 9. E l'opra De' cantambanchi in questi giorni è in piazza.
397) Dizion. 4° Ed. .
RIMARITARE
Apri Voce completa

pag.174



1) id: 3701ca3a6d0f4af986c06ad0aea49911)
Esempio: Ambr. Furt. 1. 1. E' cercan di rimaritarla.


2) id: 9778cdebb4b74cd9abf9c341a9125463)
Esempio: Amor. vis. 21. Adunque a me, giusto è, ti rimarita (parla Medea a Giasone)


3) id: 2ea36a7fd13747cfb96daf8aa6c57cf0)
Esempio: Cron. Vell. 23. Poi si rimaritò a Pepo di Marignano Buondelmonti.


4) id: 6b66c09f516a439b9f819b7514053825)
Esempio: Ar. Negr. 5. 3. Qual ti sia facile Rimaritar a giovane onorevole.


5) id: 2e91acf2e9c44098aa057ebb75e05eac)
Esempio: But. ivi: Ch'a Dio ne rimarita, cioè lo quale dolore ci ricongiugne a Dio.


6) id: ee74ffcf72324fbf9f77bc1e3d6b4a16)
Esempio: E Morg. 28. 130. Però con le sue veste nuziali L'anima in cielo a Dio si rimarita.


7) id: 4f9af32428d642f38ae3f719438cf83e)
Esempio: Bocc. nov. 49. 18. Essendo rimasa ricchissima, ed ancora giovane, più volte fu da' fratelli costretta a rimaritarsi.


8) id: 7f24abe6d50c42ff9aa8d2e59e1e3c98)
Esempio: Dant. Purg. 23. Se prima fu la possa in te finita Di peccar più, che sorvenisse l'ora Del buon dolor, che a Dio ne rimarita.
398) Dizion. 4° Ed. .
RINOMINATO
Apri Voce completa

pag.198



1) id: 3d549bf8b8f84f9da07572fc6cf22120)
Esempio: Liv. M. Appresso questo venne il nobil consolo Lucio Papirio Cursore, pregiato, e rinominato, sì per la nobiltà del padre suo, sì per la sua.
399) Dizion. 4° Ed. .
DISCHIERARE
Apri Voce completa

pag.161



1) id: 0916b49c44f845a9832e8c137c10c216)
Esempio: Liv. M. Allora si dichieronno la torma de' cavalieri (dice dischieronno per dischierarono, siccome in Dant. Par. 28. è terminonno per terminarono, e altri simili)