Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 556 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
GIALLORINO.
Apri Voce completa

pag.603



1) id: e160d673390946e89dc934ab3784a374)
Esempio: Borgh. Rip. 209. Di Fiandra viene un giallo detto giallorino fine, che ha in se materia di piombo, e s'adopera a colorire olio.


2) id: 5e9289d798b142cb871d45354b53731f)
Esempio: Borgh. Rip. 240. Prima favellerò di quel color giallo sbiancato ec. e questo è quel colore, s'io non sono errato, di cui s'intende quando si dice: chi porta il giallo, vagheggia in fallo ec. questo colore significa speranza perduta, diffidenza, inganno, e disperazione.
101) Dizion. 4° Ed. .
PEDUCCIO.
Apri Voce completa

pag.534



1) id: deaee78bba914ac5a0da73adcedcf640)
Esempio: Borgh. Rip. 534. Fece ancora il ritratto del Duca, e ne' peducci della volta d'una sua villa alcune figure a olio molto belle.
102) Dizion. 4° Ed. .
MARTELLINA
Apri Voce completa

pag.173



1) id: 9502e1990edb47c59534043d9c68ac64)
Esempio: Borgh. Rip. 440. Sdegnato co' frati, perchè aveano scoperta detta istoria senza sua licenza, con una martellina da muratori ne guastò una parte.
103) Dizion. 4° Ed. .
SQUADRATO.
Apri Voce completa

pag.694



1) id: d841dd63c8b34bcb8cc77a5bc1d03dfd)
Esempio: Borgh. Rip. 140. Sarà cosa molto utile far prima i cartoni, i quali si fanno di fogli squadrati, ed attaccati insieme con pasta.


2) id: 9fdb85e56ce64039ab7eeae12b40e776)
Definiz: §. Per Esaminato, Considerato. Lat. ponderatus, aestimatus, pensiculatus, perspectus, consideratus. Gr. τιμηθείς.
104) Dizion. 4° Ed. .
TERMINATO.
Apri Voce completa

pag.61



1) id: 19b3d8ce248f4dc6b3e6ee34d56daa35)
Esempio: Borgh. Rip. 228. I tre elementi ancora che seguono sotto i cieli, come corpi semplici, e trasparenti, non terminati, non hanno veramente colore.
105) Dizion. 4° Ed. .
ZERO.
Apri Voce completa

pag.358



1) id: c17a14980465449391c796c89fde2d6c)
Esempio: Borgh. Mon. 174. Aggiugnendo a' primi numeri un zero, o due, o tre secondo che è il bisogno nostro, facciam crescere le centinaia in migliaia.
106) Dizion. 4° Ed. .
MISTIO
Apri Voce completa

pag.259



1) id: 050d2dd7b10a4745bb858efb6363c851)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 184. Non solamente l'essersi ridotti questi edifizj a case private ha guasto l'antica forma loro ec. ma tolto via ancora le statue, e quegli ornamenti di colonne, cornici, tavole, e incrostature di marmi, e di mistj, ec.
107) Dizion. 4° Ed. .
ACCATASTATO.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: 59958a0e8ed64060b266af6738840aee)
Esempio: Borgh. Fies. 221. Ed aiuterebbe non poco questo pensiero, vederla sotto il medesimo Tribo descritta, e per dir così, censuata, o al puro modo nostro accatastata.
108) Dizion. 4° Ed. .
MAESTRATO
Apri Voce completa

pag.116



1) id: 453a8ae5019d410fbda82b8cf8ff8308)
Esempio: Borgh. Vesc. Fior. 545. Che ce lo dichiara conventato in divinità, che così dicevano allora, ed anche più propriamente, da questo titolo di maestro maestrato quel, che noi oggi dottorato in teología.
109) Dizion. 4° Ed. .
COMODEZZA, e COMMODEZZA
Apri Voce completa

pag.720



1) id: 8c9b84632fdb4b8c969ad15f6a06436c)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 47. Non sarà maraviglia, che alcuni scrittori, nè di poco pregio, non abbian dato altro principio a questa città, che l'occasione di questa commodezza, che a poco a poco invitasse i Fiesolani, ed altre castella de' poggi vicini a scendere il monte.
110) Dizion. 4° Ed. .
TOSONE.
Apri Voce completa

pag.111



1) id: 276adcb09789495b906b44c5bcebf7a3)
Esempio: Borgh. Arm. 100. Non pare a me questa di quella sorte ec. che si donino da Principe, o Signore, come suo favore, o contrasegno, qual è il Tosone, il san Michele ec.


2) id: 6650f1c230314512bb05a6ee73b19798)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 22. Alcuni valorosi giovani Greci ec. feciono l'impresa del toson d'oro.


3) id: 081addb26e3445d183747c463856550e)
Definiz: §. II. Tosone, si dice anche Chi è tosato, e ha tonduto i capelli. Lat. vir detonsus. Gr. ἀνὴρ καρτός.
111) Dizion. 4° Ed. .
GIALLOSANTO.
Apri Voce completa

pag.603



1) id: ef44597d2d514e8f9f203347b3a4463f)
Esempio: Borgh. Rip. 209. A un altro giallo si dice giallosanto, questa è materia d'un'erba con artificio ridotta, come si vede, in colore, che serve per a olio.
112) Dizion. 4° Ed. .
POSATURA
Apri Voce completa

pag.675



1) id: 3950e23b26da4ef390a5c794a599938b)
Esempio: Borgh. Rip. 512. Chi pensa mai vedere una figura più perfetta con più facilità condotta, e con più bella posatura? (quì nel signific. del §. III. di Posare)


2) id: df393667fc214907b4346a899f8226cf)
Esempio: Ricett. Fior. 120. Lascia posare circa a tre ore, e getta via la posatura.


3) id: 6d7068b4aeed40599c4169f745d2452d)
Esempio: Sagg. nat. esp. 5. L'acqua naturale, per nobile, e pura, che sia, in processo di tempo fa sempre qualche residenza, o posatura di fecce.


4) id: 77f97ba2ab6645369e1245ddac15a0d6)
Definiz: §. Per quella Parte, che depongono in fondo le cose liquide. Lat. sedimen. Gr. ὐπόστασις.
113) Dizion. 4° Ed. .
MANGERECCIO
Apri Voce completa

pag.145



1) id: cefa054c5dff408686cb54c89fbf0fc7)
Esempio: Borgh. Vesc. Fior. 363. Credo siano cotali doni, e presenti mangerecci simili peravventura a questi, che s'usano oggi da noi dare innanzi nelle nozze, ed in gran conviti, e se ne portano poi a casa.
114) Dizion. 4° Ed. .
SOPRACCIELO
Apri Voce completa

pag.596



1) id: 8eac1dfe3de246aebdc451e1c0dfe66d)
Esempio: Borgh. Rip. 635. A Matteo Botti ec. ha dipinto uno scrittoio, dove negli ottangoli del sopraccielo ha fatto le sette arti liberali a olio (quì per similit. e vale Volta)
115) Dizion. 4° Ed. .
TRIBUNA.
Apri Voce completa

pag.155



1) id: 061a4dd1f9a4428586410819b41af236)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 300. Egli è ben vero, che le maggiori (chiese) e più solenni nella parte di sopra, dove gli antichi avevano il tribunale, che noi oggi, ritenuto l'antico nome intero, chiamiamo tribuna, e la forma si vede ancora mantenuta nella sopraddetta di san Piero all'antica girata in mezzo cerchio.


2) id: 10126213c72b49969643223f84b31185)
Esempio: Borgh. Rip. 86. In sette facce è distinta la cupola, e la principale è quella, che vien sopra la tribuna del sacramento.


3) id: 5826eaad304f424ca8bffe749a45f0bc)
Esempio: E Vesc. Fior. 410. Finalmente nel suo tribunale in testa. che noi, mantenendo già tanti secoli senza saper perchè l'antica voce, diciamo tribuna.
116) Dizion. 4° Ed. .
PANORO
Apri Voce completa

pag.480



1) id: 5b83d9f61ce84f31aa6471dc3fcb38db)
Esempio: Borgh. Vesc. Fior. 551. Era ancora lo staio di dodici, e quel di dieci pani, onde è ritenuto ancora nelle misure della terra il nome di panora, come anche io credo da staiuolo essere uscito quello di staiora.
117) Dizion. 4° Ed. .
TAVOLINA.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: 10608dd41ccb4c7eabf55eeef2a09734)
Esempio: Borgh. Rip. 332. Dipinse fra Filippo nella Pieve di Prato in una tavolina sopra alla porta del fianco ec. la morte di san Bernardo (quì nel signific. del §. X. di Tavola)
118) Dizion. 4° Ed. .
VAIAIO
Apri Voce completa

pag.187



1) id: f9d0db60cdc54be5aa88dbc0eab4d52b)
Esempio: Borgh. Arm. 49. L'uso frequentissimo in Fiorenza di queste pelli può essere ottimo segno, che l'una delle sette, che si dicono maggiori arti, è de' vivaj, messa fra le maggiori per la grossa condotta se ne facea.
119) Dizion. 4° Ed. .
AONCINARE
Apri Voce completa

pag.217



1) id: 79ea78659f784973ad23b41ac07bfbcb)
Esempio: Fir. As. 82. L'unghie appuntandosi, s'aoncinarono.