Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 585 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 4° Ed. .
COMPASSARE
Apri Voce completa

pag.724



1) id: ffe2e49af3a44b59bab45d7a2a65d5b4)
Definiz: Misurar col compasso. Lat. circino metiri.


2) id: 27dd6be0de1e4ea98afc99ab598ba5fc)
Definiz: §. Per metaf. vale Misurare per l'appunto col discorso. Lat. perpendere, metiri. Gr. διαμετρεῖν.


3) id: e649e7218fb44a6c827aa45a541be894)
Esempio: Dittam. 2. 5. E per quel, che si parla, e si compassa, A così fatto vizio.
221) Dizion. 4° Ed. .
FIGURACCIA
Apri Voce completa

pag.456



1) id: 24914706865846cc8405ffc41cefd768)
Esempio: Fir. disc. an. 59. Il terzo, che, come s'è detto, era una certa figuraccia da non pensare a nulla, ec. fu preso.
222) Dizion. 4° Ed. .
ACCINCIGLIATO.
Apri Voce completa

pag.31



1) id: b2b1408406094962be69ff31c2d69758)
Esempio: Tratt. gov. fam. In fare, ec. mantellucci inarientati, gonnellucce accincigliate.
223) Dizion. 4° Ed. .
UNITORE
Apri Voce completa

pag.310



1) id: 0ee83b57858f4b20a870e41754585d4c)
Esempio: Tratt. gov. fam. Sii degli unitori, e fuggi i dividitori.
224) Dizion. 4° Ed. .
TOCCARE.
Apri Voce completa

pag.89



1) id: a928960ade71401fb30f1e0540ff0eff)
Esempio: Tratt. gov. fam. I motteggi sien morti, i toccari uccisi.
225) Dizion. 4° Ed. .
NANFA
Apri Voce completa

pag.316



1) id: be2b630fb8ab4b2b894e3783efe92360)
Esempio: Bocc. nov. 80. 10. Qual d'acqua di fior d'aranci, qual d'acqua di fior di gelsomino, e qual d'acqua nanfa.
226) Dizion. 4° Ed. .
SVENEVOLONE.
Apri Voce completa

pag.797



1) id: 88e1fb46254d4ef7aca9c0d71a0b4807)
Esempio: Fir. nov. 8. 296. Stringendo Santolo colle braccia con certe amorevolezzocce svenevolone, che ec.
227) Dizion. 4° Ed. .
ROZZA.
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 1a9b81acc576438b99f44fef03ffa0c2)
Esempio: Fir. Trin. prol. Come l'uomo cavalca queste rozze, e' bisogna andare a lor modo.


2) id: b859c61705454c4db08fbed02642aa6a)
Esempio: E Fir. Trin. appresso: Lo stancarmisi di quella rozza sotto è stato cagione d'ogni male.
228) Dizion. 4° Ed. .
INTRISO
Apri Voce completa

pag.897



1) id: c9125d130b5249678fecd26b25bdbb33)
Esempio: Fir. As. 41. Voltava lo 'ntriso per lo mortaio con quelle sue manine biancoline.
229) Dizion. 4° Ed. .
FIANCUTO
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 6807fedcbcc34c8ba35fc21461c4199c)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 423. Simili al secondo son quelle, che son ben fiancute.
230) Dizion. 4° Ed. .
LASAGNOTTO.
Apri Voce completa

pag.22



1) id: c31820853e2d48b787ebd0a867c3a7ef)
Esempio: Fir. Luc. 1. 3. Con un poco di vitella morbida per amor de' lasagnotti.
231) Dizion. 4° Ed. .
PARASSITACCIO.
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 5155635a753245f4ac0aaea2a9602462)
Esempio: Fir. Luc. 4. 3. Che venga il canchero a quel poltrone di quel parassitaccio.
232) Dizion. 4° Ed. .
PALCACCIO.
Apri Voce completa

pag.464



1) id: 913f4c1f50e34957abb1fffb30bf0bb9)
Esempio: Fir. As. 282. Mi menò sopra un palcaccio, che era in cima della casa.
233) Dizion. 4° Ed. .
PUTTANACCIA.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 203cfc9494e541fd837e75bf663760db)
Esempio: Fir. nov. 4. 230. Lasciami andare, che io voglio svenare questa puttanaccia di mogliama.
234) Dizion. 4° Ed. .
PUZZOLA.
Apri Voce completa

pag.783



1) id: 0878a12fcdf2414da04f8d1d4b201399)
Esempio: Fir. As. 237. Aveva un grandissimo numero di quelle formiche, che costor chiamano puzzole.


2) id: 3f0a8d43a039477b8c35cfc39c4c6c82)
Definiz: §. Puzzola, è anche una Sorta di Animale simile alla faina, che spira cattivo odore. Lat. putorius.
235) Dizion. 4° Ed. .
PIACEVOLINO.
Apri Voce completa

pag.597



1) id: 600c22bde07e4064a7c12ce94c74f9b1)
Esempio: Fir. As. 42. Allora ella, che naturalmente era tutta piacevolina, e faceta, mi rispose.
236) Dizion. 4° Ed. .
CIVETTERÍA.
Apri Voce completa

pag.679



1) id: 5bf911f8617d4769966089473b785bf8)
Esempio: Fir. Luc. 3. 4. Se elle avessero a far meco, elle farebbon manco civetteríe.
237) Dizion. 4° Ed. .
CIVETTONE.
Apri Voce completa

pag.679



1) id: c0da9e2fbf6047619ab2b725267ecee6)
Esempio: Fir. rim. 131. E dove le civette, e i civettoni ec. Si posan lieti.
238) Dizion. 4° Ed. .
ARCHITETTORE
Apri Voce completa

pag.249



1) id: bf10e9a93e2645b499ac8fda18623bc6)
Esempio: Fir. As. L'altre parti della casa, ec. erano state da buono architettore benissimo compartite.


2) id: c9f5cda0abee4a2781ccc68c430b63af)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 199. Alcuni perciò credono architettato da quel Vitruvio, che si tiene per principe degli architettori.
239) Dizion. 4° Ed. .
MERLUZZO
Apri Voce completa

pag.219



1) id: 2647b5df71a74a00ae352eccdfe8dd72)
Esempio: Fir. rim. 12. Tra quei merluzzi, e quella reticella Vi scorgerai mille amorosi lacci.