Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 662 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136099 forme, per un totale di 105202 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132346 3753 136099 forme
102868 2334 105202 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
260) Dizion. 4° Ed. .
OSPITE.
Apri Voce completa

pag.438



1) id: 9d7db6a8be9d47eaab37c0229b6d6da4)
Esempio: Fir. As. 31. Lucía, piglia la valigia, e le bolge di questo ospite.


2) id: 222cf49b55ec40a3bcfd49216d20ceff)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 68. Io confesso, pietosi cittadini, che pensandomi di far l'uficio di buon gentiluomo, e de' miei ospiti, e di me stesso forte dubitando, ch'io volli ec. dar la caccia, e impaurire que' ribaldoni.


3) id: ae918ed7003a47959ca21e10f198e9fd)
Esempio: Serd. stor. 4. 152. Senza pur salutar l'ospite, se n'andò subito volando al Re di Cambaia.
261) Dizion. 4° Ed. .
BOLGIA
Apri Voce completa

pag.446



1) id: 548a2b683a6c4b43a49d1d737bd2d716)
Esempio: Fir. As. 31. Lucia piglia la valigia, e le bolge di questo ospite.


2) id: 11ae570476ab4d7fb10e840912afce40)
Esempio: Tes. Br. 5. 1. Serpenti ec. non fiedono, se prima non sono riscaldati, e però esce di loro più veleno di dì, che di notte, perchè di notte si ricoglie, e fa bolge per la rugiada.
262) Dizion. 4° Ed. .
CICALONE.
Apri Voce completa

pag.659



1) id: 0186aa6ab56d4450874861b99fe01c3b)
Esempio: Fir. Lucid. 4. 1. Eh sta cheto cicalone, che pazzie dì tu?
263) Dizion. 4° Ed. .
GALLIONE.
Apri Voce completa

pag.566



1) id: 91c8005c0c314b64978bf304f3dde3ec)
Esempio: Fir. Trin. 2. 5. Di' tu daddovero? G. Da gallione, fate a mio modo, dico.


2) id: 7dcc826ecfd949ed9525ae206ff163fa)
Esempio: Rusp. son. 4. Se ne va per Firenze un gallione, Che ha la barba a foggia d'un bavaglio.
264) Dizion. 4° Ed. .
COLORIRE
Apri Voce completa

pag.704



1) id: d62c841e8c8941bcb4601ca21d3fd99b)
Esempio: Fir. Trin. 2. 5. Può fare il mondo, ch'io non possa colorire cosa, ch'io disegni!


2) id: eeb7316754c04e6cbf3554031b470827)
Esempio: Fir. nov. 1. 185. Egli accortosi per mille segni, che il padrone era egli, per colorir, com'io mi credo, un suo disegno, se mai l'occasione gli venisse, pensò tentare di farla far cristiana.


3) id: 4cd15752f25046119ca092064ff99fa2)
Esempio: Stor. Eur. 5. 118. Conoscendo assai chiaramente, che e' non poteva per se medesimo colorire il disegno suo.


4) id: 9a03ac6b30fe4940aa8a46a5f370a913)
Esempio: Varch. stor. 2. Nè altro, a dovere scoprire l'animo, e i suoi disegni colorire, aspettava ciascuno, che una qualche occasione.
265) Dizion. 4° Ed. .
DESIDERABILE
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 31f51abe50b24b14bd479f14249ea003)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 356. La complession vostra ec. fatta dalla natura ec. così dolce, così amabile, così desiderabile.
266) Dizion. 4° Ed. .
GIOCONDISSIMO.
Apri Voce completa

pag.607



1) id: 90959a6234684e35bbfb7fcbc3dece7d)
Esempio: Fir. As. 8. Me n'andai entro alla nobilissima, e giocondissima città di Siena.


2) id: 8bfcc2471e5749f1803be129a3e6d8c4)
Esempio: Bemb. Asol. 2. Sono aspettate giocondissime, sono non aspettate venturose.
267) Dizion. 4° Ed. .
ROZZA.
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 1a9b81acc576438b99f44fef03ffa0c2)
Esempio: Fir. Trin. prol. Come l'uomo cavalca queste rozze, e' bisogna andare a lor modo.


2) id: b859c61705454c4db08fbed02642aa6a)
Esempio: E Fir. Trin. appresso: Lo stancarmisi di quella rozza sotto è stato cagione d'ogni male.
268) Dizion. 4° Ed. .
GABBIONE.
Apri Voce completa

pag.559



1) id: 5240c098493a4610841845f4035c4f2e)
Esempio: Fir. Trin. prol. Oh che bel passerotto! ecci chi abbia il gabbione per mettervelo?


2) id: dba67c4356394f42ab1b03213b8fa554)
Esempio: Viv. disc. Arn. 39. Coll'usare ne' gran fondi ec. alcune volte gabbioni ripieni di sasso.


3) id: 495c9ff2c8534176ad400ab3a4e0cfe6)
Esempio: Pecor. 2. 2. Ma pure si diceva, come una donna aveva giunto un suo amante al gabbione.


4) id: ac3856652b454e06955573e8c0fddceb)
Esempio: Buon. Fier. 3. 1. 7. Che lanternoni, e che gabbion son questi, Di che voi vi siete ora scaricati?
269) Dizion. 4° Ed. .
PULEDRUCCIO, e POLEDRUCCIO.
Apri Voce completa

pag.768



1) id: 502dba92f3994fbca274588318bcfbee)
Esempio: Fir. nov. 4. 225. Saltava d'allegrezza, che pareva un poledruccio di trenta mesi.
270) Dizion. 4° Ed. .
FACCENDUZZA
Apri Voce completa

pag.329



1) id: 150544e64f9f4e51b550750beb7a2cc3)
Esempio: Fir. Luc. 1. 3. Noi andremo a far due faccenduzze infino in piazza.
271) Dizion. 4° Ed. .
GRETOLA
Apri Voce completa

pag.669



1) id: e1862816b0d949bb99eac583842a689c)
Esempio: Fir. disc. an. 26. Guardate adunque quelle gretole, che son sotto l'abbeveratoio della vostra gabbia.


2) id: 102f827e0b1f470186b8db87c86b7272)
Esempio: Ambr. Bern. 4. 9. Egli ha trovato la gretola, Onde uscire.


3) id: c08c442bb4a6427ead440cc67c51ae3a)
Esempio: Buon. Fier. 3. 4. 9. E ritrovavan gretole non mai Credutesi fin quì venire a luce.


4) id: c8b9f69e3a7644ad974f90a64abb2c40)
Esempio: Ciriff. Calv. 2. 70. E fracassógli la milza, e l'arnione ec. E della lancia si fe mille gretole (quì per similit.)


5) id: ac464b5d9ed945f6a4ee87663f31ed12)
Esempio: Tac. Dav. stor. 1. 261. Nel medesimo tempo Calvia Crispinilla chiesta al supplizio se n'uscì per varie gretole con biasimo del Principe, che chiuse gli occhi (quì il Lat. ha variis frustrationibus)
272) Dizion. 4° Ed. .
IN PARTICOLARE, e IN PARTICULARE
Apri Voce completa

pag.851



1) id: 5f54ab770a9544bfb80dc2b96c4bde42)
Esempio: Fir. disc. an. 25. Ed io in particolare vi voglio arditamente dire il parere mio.
273) Dizion. 4° Ed. .
DA VERO
Apri Voce completa

pag.57



1) id: 72cb3414a2ec436a99885956021dc600)
Esempio: Fir. disc. an. 9. Guardandolo fiso nel volto, per vedere, se egli diceva da vero.
274) Dizion. 4° Ed. .
NUTRIRE.
Apri Voce completa

pag.371



1) id: 36617a6905a145f5b560e952c7487223)
Esempio: Fir. disc. an. 101. Ella se lo rimise in casa, e nutrival come suo figliuolo.


2) id: 3315cdce4cd84c63a394fe0ba2f73da6)
Esempio: Fir. As. 169. Dal quale piovono quelle oscurissime acque, le quali ec. nutrono il picciol fiume Cocito.


3) id: c97c4ddce16f48c69a0c6b5f3adeff5b)
Esempio: Red. cons. 1. 274. L'animale, dal quale si piglia il latte, fa di mestiere farlo nutrire di vena, di orzo, ec.
275) Dizion. 4° Ed. .
MALARRIVATO
Apri Voce completa

pag.127



1) id: 45900b9474b546f0ab10c9b380e1c72c)
Esempio: Fir. disc. an. 11. Menava un contadino un paio di buoi ec. magri, e malarrivati.
276) Dizion. 4° Ed. .
QUALIFICATO.
Apri Voce completa

pag.7



1) id: cf7a0b54eca84151bd0b0a7b57edadd9)
Esempio: Fir. disc. an. 32. Mostrasse di essere una persona qualificata, discreta, e di grande ingegno.


2) id: b303eb6de333400796636aedaeeb1839)
Esempio: Salvin. disc. 2. 42. Una delle doti più qualificate dell'amicizia giustamente si annovera il buon consiglio.


3) id: c4b5f941e69e452d8d8884b46c071a4c)
Esempio: Ambr. Furt. 4. 7. Cavar gli uomini qualificati delle case, sott'ombra di voler valersi di loro, per mettergli poi in questi travagli eh?


4) id: b20a43219f4348bfa177bce83e6b78f2)
Esempio: Segr. Fior. Mandr. 1. 3. Spesso si vede un uomo ben qualificato riuscire una bestia, e per avverso una prudente donna avere un pazzo.


5) id: d291b5bf30604aac83bcc20d4d01298e)
Esempio: E pros. Tosc. 1. 97. In tempo adunque così qualificato, ed illustre, e nella maggior'auge dell'Accademia nostra ec. ho riserbato a renderle tributo di umilissimo ossequio.
277) Dizion. 4° Ed. .
INGERIRE
Apri Voce completa

pag.831



1) id: e857b751b95b4dfd8870f945df984a59)
Esempio: Fir. disc. an. 14. E però non è bene ingerirsi ne' segreti di sana Marta.


2) id: e5ef1c4c7f1b4ff2ba47d05d55238134)
Esempio: Fr. Iac. T. 6. 2. 25. Luce nuova io t'ingerisco.
278) Dizion. 4° Ed. .
GRAVICCIUOLO
Apri Voce completa

pag.667



1) id: 9ae3ec0701c843a992a958cd3d372c68)
Esempio: Fir. disc. an. 81. Ben vedete, come io son gravicciuola, e male atta al camminare.
279) Dizion. 4° Ed. .
MOCCIO.
Apri Voce completa

pag.263



1) id: 571da72d7b544fd18b2757fc7785aec6)
Esempio: Fir. disc. an. 59. Tanto pauroso, e pigro, che sempre pareva, che affogasse ne' mocci.