Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 531 msec - Sono state trovate 4589 voci

La ricerca è stata rilevata in 18294 forme, per un totale di 13513 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
17790 504 18294 forme
13201 312 13513 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
SOLDANATO
Apri Voce completa

pag.568



1) id: 089ad80c81db4d3182e4e04f889e4bb8)
Esempio: Libr. Viagg. E ancora hae un altro paese, ch'è detto Calipe, che è uno soldanato, che tanto è a dire, quanto regno.
201) Dizion. 4° Ed. .
DIFFERENZIATO
Apri Voce completa

pag.105



1) id: 0df8c546f9204b608681c790779e3dde)
Esempio: Libr. Viagg. In detta cittade si è un tempio fatto proprio come quello di Ierusalemme, ma pure è egli un poco differenziato.
202) Dizion. 4° Ed. .
TRAINO
Apri Voce completa

pag.121



1) id: a113e6206ae04f2abeb4a8167c9014b9)
Esempio: Libr. Viagg. Hanno fatti traini tessuti, come canestri, e altre masserizie, e legano i cavalli, e le dette vacche alli detti traini.


2) id: 5fa67b2665b740e19543d078c9438f80)
Esempio: E Libr. Viagg. altrove: Caricano questi traini, e poi toccano le bestie, cioè i cavalli, e le vacche verso 'l monte alla largura.
203) Dizion. 4° Ed. .
MADRE, e MATRE
Apri Voce completa

pag.114



1) id: 1639e46673a546e4a143ebd37d7b6b86)
Esempio: Dav. Mon. 122. Duo punzoni d'acciaio stamperieno il ritto, e 'l rovescio d'una moneta in duo madri, e quasi petrelle di rame.
204) Dizion. 4° Ed. .
ORGOGLIARE
Apri Voce completa

pag.426



1) id: 5236ba64b422436e804348b4f2629269)
Esempio: E Rim. ant. Mon. da Sien. Così mi sto in temenza, e in volere, Ch'io non poría orgogliare Inver lo suo piacere.


2) id: 4c3b9fdecdf547e9bf1ff9676f22a4a3)
Esempio: Gr. S. Gir. 4. Non s'orgogli unqua lo malo uomo della sua malizia.
205) Dizion. 4° Ed. .
PUNZONE
Apri Voce completa

pag.776



1) id: ba1b69542da94742bdfcd1b4a71845b4)
Esempio: Dav. Mon. 112. Due punzoni d'acciaio stamperieno il ritto, e 'l rovescio d'una moneta in duo madri, e quasi petrelle di rame.
206) Dizion. 4° Ed. .
PETRELLA
Apri Voce completa

pag.588



1) id: 739e2b0840284f0da1294d18ec483612)
Esempio: Dav. Mon. 122. Due punzoni d'acciaio stamperiano il ritto, e 'l rovescio d'una moneta in duo madri, e quasi petrelle di rame.
207) Dizion. 4° Ed. .
BROCCATINO
Apri Voce completa

pag.470



1) id: a454e49928634f638b9a355ab47ed735)
Esempio: Borgh. Mon. Fior. 164. Nelle quali due cose sole, senza l'altre spese di drappi, broccatini, e gioie, n'andò intorno a cinquemila fiorini.
208) Dizion. 4° Ed. .
INNABISSARE, e INABISSARE
Apri Voce completa

pag.844



1) id: b0434970ed5e4efda1680beb9dc6e6f1)
Esempio: Libr. Viagg. Uscinne un capo brutto, e sozzo, e temoroso, il quale strangolò il detto giovane, e la città, e 'l paese innabissóe.
209) Dizion. 4° Ed. .
PICCINACOLO, e PICCINACO.
Apri Voce completa

pag.609



1) id: 7556a569c99849108b049c9d2da21d08)
Esempio: Libr. Viagg. In detta isola si truova genti piccoline, come piccinacoli, e là dove debbono aver la bocca, v'hanno eglino un piccol pertuso.


2) id: 63d9a4c013844305be257a9f4871a3b4)
Esempio: E Libr. Viagg. appresso: Sono ben fatti, secondo la lor grossezza, perocchè non sono maggiori, che si sieno i nani, ovvero i piccinacoli.
210) Dizion. 4° Ed. .
SCOIATTOLO
Apri Voce completa

pag.402



1) id: 2a331ba0899a46f3a0b7fa45d0464fb3)
Esempio: Libr. Viagg. Quivi è un bello giardino entrovi delle molte fiere grosse, e minute, ciò sono lepri, conigli, ermellini, scoiattoli, e altri animali.
211) Dizion. 4° Ed. .
TREMENTINA
Apri Voce completa

pag.152



1) id: b8d120fd63fa4c6998f739b8281541dd)
Esempio: Libr. Viagg. Vi è una ragione di trementine, che le vendono in iscambio di balsamo, perocchè vi mettono dentro un poco di balsamo.
212) Dizion. 4° Ed. .
FIGURETTA
Apri Voce completa

pag.457



1) id: 59b4398196bc4cf9a4369e0e7555f41f)
Esempio: Borgh. Mon. 164. Lo volle sottilmente lavorato di teste, figurette, istorie di bassi rilievi, e smalti per mano di ec. Antonio del Pollaiuolo.
213) Dizion. 4° Ed. .
FALSITÀ, FALSITADE, e FALSITATE
Apri Voce completa

pag.339



1) id: 7f13786db3a744509a111ff6de14149b)
Esempio: Fior. Virt. Agn. Mon. Falsità contradio vizio della lealtà, e a dire una, e a fare un'altra per animo d'ingannare altrui d'alcuna cosa.


2) id: af7fa8f3b9be4f8dae143bdcfee87ae1)
Esempio: Dav. Mon. 116. Ben si dee dunque tener gran conto di questo vivo membro della repubblica (parla della moneta) e guardarlo da quei malori, che 'n lui mal custodito si sogliono ingenerare, falsità, monopolio, simonía, usura, e gli altri già sgridati, e noti per tutto.
214) Dizion. 4° Ed. .
SBOLZONARE
Apri Voce completa

pag.342



1) id: dc5bebf1bcb94413a05c316c5d46943d)
Esempio: Dav. Mon. 119. Peggiorandola (la moneta) i vicini, e 'l tempo, e le male arti, la sua buona fia sbolzonata incontanente, e trafugata.
215) Dizion. 4° Ed. .
QUINTESSENZA,
Apri Voce completa

pag.24



1) id: 1adfa51d70c646799816f31a16dd89b8)
Esempio: Borgh. Mon. Fior. 175. Bastandoci delle cose forestiere saperne certi generali, e senza volerne sempre ricercare la quinta essenza, credergli, o almanco presupporgli.
216) Dizion. 4° Ed. .
SCRUPOLO, e SCRUPULO
Apri Voce completa

pag.433



1) id: 87254c98239443d28734c6b0ce3d3607)
Esempio: Borgh. Mon. 221. E così veniva a essere intorno ad uno scrupolo più grave del nostro, che è la terza parte della dramma.


2) id: 2b3c5d01265a496d931d918941e8c9f8)
Esempio: E Borgh. Mon. 222. Riducendosi il peso di questo scrupolo, e danaio alla valuta di soldi sei, e danari otto per uno di quella sorte, che noi chiamiamo soldi ad oro.
217) Dizion. 4° Ed. .
SAGGIUOLO
Apri Voce completa

pag.298



1) id: 0f1226bddb6348af95c2b057bceb698a)
Esempio: Dav. Mon. 122. I quali per arnesi portano in seno lor cesoie, e saggiuolo, e non hanno a combattere, che con la lega.


2) id: 5197235866654b4d997f402bc164e365)
Esempio: Borgh. Mon. 228. Il tenere i pesi delle monete, e quel, ch'e' dicevano saggio, e saggiuolo, fu già ofizio proprio, e solo del pubblico.
218) Dizion. 4° Ed. .
INVASARE
Apri Voce completa

pag.900



1) id: b6de6fc80da844f189dee6f6c3bb82b8)
Esempio: Libr. Viagg. E quando egli la vide uccidere, invasò egli per lo grande amore, che le portava, e lungo tempo era fuori di se.
219) Dizion. 4° Ed. .
CANATTIERE.
Apri Voce completa

pag.528



1) id: d5fe5cc1bbe84870bca31d37339f022f)
Esempio: Libr. Viagg. Ma cotidianamente ha egli sessantamila uomini a cavallo, e dumila a piede, sanza i giocolari, sanza i canattieri, e degli altri bestiuoli.