Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 811 msec - Sono state trovate 28649 voci

La ricerca è stata rilevata in 127341 forme, per un totale di 97329 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
123914 3427 127341 forme
95265 2064 97329 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
BALENANTE
Apri Voce completa

pag.372



1) id: aa61783012ce4cc0b663b96a385de3ac)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 306. Urta la cavallería vincente la balenante battaglia.
101) Dizion. 4° Ed. .
LOPPA
Apri Voce completa

pag.87



1) id: d6ef617436ff4dcc80c54ff12ea2a803)
Esempio: Dav. Colt. 155. Da' loro loppa, e pagliaccio.


2) id: 3837d0ee41114eee8d3c13e408bb2969)
Esempio: Car. lett. 1. 8. Fino ad ora ci si vede del carbone, del fumo, e delle loppe assai.
102) Dizion. 4° Ed. .
AONESTARE
Apri Voce completa

pag.217



1) id: d7d025708f2d41f98600453bb59e7ff5)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 7. Tiberio s'aonestò di proporne quattro, e non più.
103) Dizion. 4° Ed. .
STIACCIA.
Apri Voce completa

pag.741



1) id: 04ba453b9d884ae29fc1603840eae910)
Esempio: Dav. Oraz. Gen. delib. 148. E noi potremmo trovarci alla stiaccia.


2) id: 45128e1908e14aac9106e2de9fe13823)
Esempio: Buon. Fier. 2. 5. 7. E 'l peso sopra i petti lor rivoltosi Fece di lor non molto dolce stiaccia.


3) id: b58ef654cbe84513ab54ccc1440250f6)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 12. Parti, o di questo mur, che ti sta 'n faccia, T'aspetta di restar tosto alla stiaccia.


4) id: 087817b9c76248c884afb1f14bfb8df1)
Esempio: Malm. 7. 24. E che sia il vero, fede ve ne faccia Il Garani scampato dalla stiaccia.
104) Dizion. 4° Ed. .
INVANITO
Apri Voce completa

pag.900



1) id: d5beecb61d1d44b8bbe3f57417fc1888)
Esempio: Tac. Dav. vit. Agr. 393. Nè per prosperità invanito quella appellava impresa, o vittoria.


2) id: 2000b955eaa649c8be45c5c927142ce0)
Esempio: Stor. Eur. 1. 3. Invanito dunque di se medesimo, e tenendosi da molto più, che 'l nuovo Principe de' Germani, giudicò per cosa vilissima il riconoscere per suo maggiore chi e' teneva da meno di se.
105) Dizion. 4° Ed. .
OSPITE.
Apri Voce completa

pag.438



1) id: fabf2bf552494003a712fab605de2920)
Esempio: Tac. Dav. ann. 14. 190. Presentarongli una corona d'oro, quasi a buono ospite.


2) id: ae918ed7003a47959ca21e10f198e9fd)
Esempio: Serd. stor. 4. 152. Senza pur salutar l'ospite, se n'andò subito volando al Re di Cambaia.
106) Dizion. 4° Ed. .
ONDEGGIATO
Apri Voce completa

pag.404



1) id: b1e9289d7b8f46419a21b20836e87c0b)
Esempio: Tac. Dav. I quali continuamente stanno gonfiati, ovvero ondeggiati di diversi pensieri.
107) Dizion. 4° Ed. .
RAPPATTUMARE.
Apri Voce completa

pag.67



1) id: cbe71c655f0c404484452c2e8c020b06)
Esempio: Tac. Dav. ann. 12. 154. Mitridate gli fu mezzano a rappattumarlo col padre.


2) id: 4d389f1db44e47f69cd9c433f39da726)
Esempio: Dav. Scism. 60. Mise il Duca di Cleves in gran sinistro, e terrore, e Arrigo in pensiero di rappattumarsi con Carlo.


3) id: 664fc4c6627f4bf797eb36d888525ab1)
Esempio: Red. Ditir. 7. E forse allor rappattumarmi seco Non fia ch'io sdegni.


4) id: 4135c6b970924c98b37ddeab0328fc78)
Esempio: Bocc. nov. 72. 16. Entro col mosto, e colle castagne calde si rappattumò con lui.


5) id: 663362dc34c242039b89ea2f9ef8019f)
Esempio: Malm. 12. 56. Ed egli, e Psiche Rappattumato fu da i cavalieri.


6) id: 7609b949580d47bda44b985b2c48d425)
Esempio: Lasc. Pinz. 4. 12. C. Tosto pur quel, che tu vuoi fare. G. Il più bel colpo del mondo; rappattumare, racconciare ogni cosa, fare ognun contento.
108) Dizion. 4° Ed. .
GENERALATO.
Apri Voce completa

pag.582



1) id: cb0e5a1daffb43a7ba73d52b7fb772fd)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 82. Il generalato della guardia non era gran cosa.
109) Dizion. 4° Ed. .
MISERANDO
Apri Voce completa

pag.256



1) id: 1f89e92fbf224bba90ec588323b78d87)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 90. In questo consolato nacque esempio miserando, e atroce.


2) id: ad1363f261984f33ae97246dbf45d9c0)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 2. 282. Allora i vinti, e vincitori con un mare di lagrime, e miseranda allegrezza maladicevano l'armi civili.


3) id: 89ef5fb578bf4c3a94bd60a6a0152e7a)
Esempio: Fir. As. 124. I miserandi genitori per l'angoscia di tanto travaglio divenuti schifi della luce, serratisi in casa, si diedero alle tenebre d'una perpetua notte.
110) Dizion. 4° Ed. .
SPACCARE.
Apri Voce completa

pag.628



1) id: 74c8eec1f2ab425fb434ec7508c1d18a)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 101. La macchina caricata si spaccò (quì neutr. pass.)
111) Dizion. 4° Ed. .
FIOCCARE
Apri Voce completa

pag.468



1) id: 51ffc00b415c4d4a8680be770a40643f)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 93. Fioccarono in quest'anno tante le cause, che ec.
112) Dizion. 4° Ed. .
IMBESTIALIRE
Apri Voce completa

pag.718



1) id: ba6499c7092345e9b74395fb5cdf9548)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 338. Ma que' discordi animi s'imbestialivano per più conti.


2) id: 52e15ae32ac24de8b239aa5208343b2c)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 13. 166. Agrippina imbestialisce, e grida in modo, che il principe l'ode.
113) Dizion. 4° Ed. .
RIACCENDERE.
Apri Voce completa

pag.121



1) id: be5d8e2dde99452eb41be005e8c3e38c)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 101. L'odio solito tra' fratelli era riacceso da invidia.
114) Dizion. 4° Ed. .
SFILATO.
Apri Voce completa

pag.504



1) id: 0f7fdb6fbc5e4e1cba472895d4d1d647)
Esempio: Tac. Dav. ann.1. 18. Avendogli tagliati, come pecore, sonnacchiosi, disarmati, e sfilati.


2) id: 907c76672a344a36b0024dd209a4734c)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 3. 69. Fecesi ec. macello di male armati, sfilati, e senza nostro sangue.


3) id: ed61e00892da469881282e80eccf2a03)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 44. Rappiccavansi, se Maroboduo non si ritirava alle colline: segno, che impaurì, onde i rifuggiti alla sfilata il piantarono.


4) id: 209c7d2c687f42e088ab9ab981312135)
Esempio: Bern. Orl. 1. 4. 79. Ecco fuggir la gente alla sfilata, Che par, quando si fugge a Roma il toro.


5) id: e07ab9da74634583ac04b89a0a5da3e1)
Esempio: Bern. Orl. 1. 20. 21. Dietro alla sella in sulla groppa il prese, Sicchè sfilato in terra lo distese.


6) id: dd261558f40b4cefa09af4b99fb46dec)
Definiz: §. I. Alla sfilata, posto avverbialm. vale Fuor di fila, Senza ordinanza, A pochi per volta. Lat. singillatim. Gr. καταμόνας.
115) Dizion. 4° Ed. .
DISFAVORITO.
Apri Voce completa

pag.176



1) id: 078145f462344bccba11404373d87581)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 17. A quale andrò, che l'altro disfavorito non s'accenda?
116) Dizion. 4° Ed. .
DA MENO
Apri Voce completa

pag.7



1) id: bb3513954a6e44dfbb7b57f4b8d710a2)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 43. I suoi figliuoli, come molto da meno, spregiava.
117) Dizion. 4° Ed. .
A MORTE.
Apri Voce completa

pag.166



1) id: 9d7d39f9b204432191dceac37ffe5899)
Esempio: Tac. Dav. stor. 4. 356. Chiamati da'vostri maggiori, che si nimicavano a morte.
118) Dizion. 4° Ed. .
ORTOGRAFIZZARE.
Apri Voce completa

pag.436



1) id: e58219e8c3e34040af884ca476673ea9)
Esempio: Tac. Dav. Post. 427. Contr'alla quale il semidotto, che troppo vuole ortografizzare, cacografizza.
119) Dizion. 4° Ed. .
BORBOTTONE
Apri Voce completa

pag.451



1) id: 25d3b774481442a19b46104a3259568a)
Esempio: Tac. Dav. Post. 426. Impara qualunque se' moglie strebbiatrice, borbottona, salamistra, e gelosa.