Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 961 msec - Sono state trovate 28343 voci

La ricerca è stata rilevata in 124228 forme, per un totale di 94562 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120857 3371 124228 forme
92514 2048 94562 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
TARGA.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: c770b7f3b7644d90bef9858f5520c32d)
Esempio: Liv. Dec. 3. A costoro fu comandato, che avessero una targa in luogo di scudo.


2) id: 5096d4ff27be48889a3e2cf2fa35de36)
Esempio: M. V. 3. 63. Catuno (portava) una grande bandiera tutta di quell'arme, colle targhe rilevate, nel campo azzurro un leone rampante.
201) Dizion. 4° Ed. .
RIMPROCCIARE
Apri Voce completa

pag.185



1) id: 5d92b520b6c149e8bb6c4cc4000d3fb6)
Esempio: Liv. M. Gli ricordavan le sue promesse, gli rimprocciavano lor guiderdone, ch'avéno avere.


2) id: 6f67a8d5d0af498f96dc7b0efe55662c)
Esempio: E G. V. 12. 58. 3. I quali Fiorentini al continovo dalle mura erano rimprocciati da' Giadratini, che si partissono dal loro assedio, ch'erano amici, e andassono a farsi sconfiggere a Lucca.
202) Dizion. 4° Ed. .
DISMEMBRARE.
Apri Voce completa

pag.183



1) id: da6f540ab8b84f1c80b65a51f3dd8700)
Esempio: Liv. M. Così 'l tuo corpo sarà dismembrato, e dipartito in più pezzi.


2) id: 07c8f8d277c341b38a16520999a909d8)
Esempio: E Liv. M. altrove: Quivi il dismembrato crudelmente, perocch'egli il partiro in due metadi.
203) Dizion. 4° Ed. .
INVELENITO
Apri Voce completa

pag.900



1) id: ccda4323365347b28461f49796c299ac)
Esempio: Liv. M. Invelenita duramente, siccome l'animo delle femmine, per piccola cosa si muove.


2) id: 3d6a81c43b8342aca8c475e186e73353)
Esempio: M. V. 9. 50. Il signore per queste preghiere invelenito, e aspramente turbato, comandò ec.


3) id: 509564297d8f404faffc63b5b0724ad8)
Esempio: Bern. Orl. 1. 6. 48. Tenendosi da lui molto beffato, Ritorna in campo tutto invelenito.


4) id: a6efc90e55b34e83a9e5339227374a6c)
Esempio: Cecch. Stiav. 5. 1. La Padrona è invelenita, e vuol toccarne Il fondo, s'ella potrà.


5) id: 51832844462c4013a37d2f22643cfe5b)
Esempio: E Ber. Orl. 2. 4. 72. Addosso a lui si scaglia invelenito.
204) Dizion. 4° Ed. .
FALSARE
Apri Voce completa

pag.339



1) id: 364f0850f9454292ac2b46c97d88fa67)
Esempio: Liv. M. Elli sì dottavano altrettanto di falsare loro saramento, e lor fede.


2) id: 3311eff7d8bf4d30bfa1c1522c3d4ad2)
Esempio: Tav. Rit. Che a falsare la giustizia, e a fare contro la vostra coscienza medesima, acqua non lava, nè cuopre mantello.
205) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



1) id: c7d00b8d16f74915a7975e21035124c9)
Esempio: Liv. M. Elli se n'andavano di pieno andare verso le logge de' nimici.


2) id: b8b925901019488d806fde723f2f39a3)
Esempio: E Bocc. nov. 85. 18. Maestri, a me conviene andar testè a Firenze, lavorate di forza.


3) id: fba5896012214173b62ac0107af61bc1)
Esempio: S. Grisost. E di innumerabili, e ingiuriose, e contumeliose parole continuamente li nostri prossimi provochiamo, ed affliggiamo.


4) id: b2a6ea5192bb44358a193e83e70637eb)
Esempio: Bocc. nov. 79. 46. Abbiamo stanotte avute tante busse, che di meno andrebbe un asino a Roma.
206) Dizion. 4° Ed. .
GORA
Apri Voce completa

pag.644



1) id: f483666ce6cd494193a4404989cad965)
Esempio: Liv. M. I quali abitarono entro la gora del mare (quì vale golfo)
207) Dizion. 4° Ed. .
ONTARE
Apri Voce completa

pag.408



1) id: 4871b2c0f9c346a7bcc68dfd342188c0)
Esempio: Liv. M. D'onde i padri credettono, che il lor sangue ne fosse ontato.
208) Dizion. 4° Ed. .
FELLONESSA
Apri Voce completa

pag.425



1) id: 8355eea775cf4b8b84531f30e3c91208)
Esempio: Liv. M. La figliuola fellonessa, e pessima scalpitò il corpo del suo padre.


2) id: 905fecda26214e16b6965c707b710c11)
Esempio: E Liv. M. appresso: Ancora è chiamato quel luogo, la ruga fellonessa, ch'ella fece il corpo del suo padre a' piè de' cavalli affollare, e scalpitare.
209) Dizion. 4° Ed. .
MANOVALE
Apri Voce completa

pag.160



1) id: 03fd52a0e3ec4c4d9fa9c38d6020ba8f)
Esempio: Liv. M. De' combattitori Romani, ec. avea fatti maestri di pietra, e manovali.


2) id: d33f4572e81b462d84f21e50f870e58a)
Esempio: M. V. 2. 55. Corruppono più loro fedeli, mandandogli per essere manovali, come se fussero Mugellesi.
210) Dizion. 4° Ed. .
ATTENDARE
Apri Voce completa

pag.315



1) id: 581189bbf5794e7ba1a0521c4e1bc947)
Esempio: Liv. M. E attendarsi, e steccarsi di sotto alla montagna d'Alba la lunga.


2) id: aef553991da1433e87e76eeff02fee26)
Esempio: Bocc. nov. 48. 5. Attendatosi adunque quivi Nastagio, cominciò a far la più bella vita, e la più magnifica, che mai si facesse.
211) Dizion. 4° Ed. .
PENARE.
Apri Voce completa

pag.542



1) id: 90ead7d9900a43e2b63f82280ccc34ec)
Esempio: Liv. M. Che tanto facea travagliare, e penare in facendo le sue opere.


2) id: ce7d89a35ebc4ef1aa57bb517a4bd5ce)
Esempio: E Bocc. nov. 46. 13. Venuto il giovane a riguardare, senza troppo penare il riconobbe.


3) id: 6481bb45e8084518ad8bfb73632c80bd)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 4. 6. O tanto mi bastasse un pa' di scarpe, Quant'io perrò a farti profetessa.


4) id: f18586603d274fdc9c7268270d43ef6b)
Esempio: Varch. Lez. 576. La quale etica quanto perrà ad essere intesa ec. tanto perrà il mondo a essere buono.


5) id: c856ce1af7914c55a9729d8a57b606c8)
Esempio: Bocc. nov. 15. 34. Mentre ch'io penerò a uscire dell'arca, egli se ne andranno pe' fatti loro, ed io rimarrò senza cosa alcuna.


6) id: 720d60ca303d4646bfb0b3310fcb6e6c)
Esempio: E Sagg. nat. esp. 245. Per la notizia poi di ciascuna distanza ignota ci servirà di scala il tempo, che il suono pena a correre una distanza nota di un miglio.
212) Dizion. 4° Ed. .
ANNICHILARE, e ANNICHILIRE
Apri Voce completa

pag.206



1) id: 88a6d7ca36564e72923eb1e6a0cbe9d3)
Esempio: Liv. M. Per la disubbidienza avéno guasta, e annichilata la maniera del guerreggiare.
213) Dizion. 4° Ed. .
AFFOLLARE.
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 53e99243420a4f8cbfeecae962158ef1)
Esempio: Liv. M. Acciocchè tanti prodi uomini, i quali erano rinchiusi, no fossono affollati.


2) id: d040c46a7cbe4e7d8541b56f9b29fd1a)
Esempio: E Liv. M. altrove: Ch'ella fece il corpo del suo padre a'piè de'cavalli affollare, e scalpitare.
214) Dizion. 4° Ed. .
TORMA
Apri Voce completa

pag.102



1) id: 0b0e4578bb3442a2ba2ef2c107a46c7b)
Esempio: Liv. M. Quell'Aulo vide, che le torme de' Romani andavano cancellando, e rinculando.
215) Dizion. 4° Ed. .
TIZZONE
Apri Voce completa

pag.89



1) id: 59328ada406447a2a5086a324da9f6aa)
Esempio: Liv. M. Con questi medesimi tizzoni gittare il fuoco nella città de' nimici.


2) id: c858020375e5458f9e657437e9d96584)
Esempio: Bern. Orl. 1. 4. 39. Nero più ch'un tizzon, quand'egli è spento.


3) id: 5da26b5d8386447a89f7bc0fe6144888)
Esempio: Mor. S. Greg. Or non è questo tizzone stato tratto del fuoco?
216) Dizion. 4° Ed. .
VISTO.
Apri Voce completa

pag.289



1) id: 00ce51f5596c458b8711082e43852d90)
Esempio: Liv. M. Elli fue non pur pur solamente visto d'ingegno, anzi fue ec.


2) id: 475f67bf01d6436cbbd89c739e1c2f52)
Esempio: Ovvid. Pist. G. D. Egualmente dava corona a' più visti, e pronti.
217) Dizion. 4° Ed. .
APPELLAZIONE
Apri Voce completa

pag.227



1) id: ba374727638646af9f9fd6d26526bf0d)
Esempio: Liv. M. Io appello: così il dibattito dell'appellazione fu intra 'l popolo ec.
218) Dizion. 4° Ed. .
BUZZICARE
Apri Voce completa

pag.491



1) id: d712bd3d5f0f4963b7c7b85d8844d44a)
Esempio: Liv. M. Quando elli fue alta ora, e li nemici non si buzzicavano.


2) id: 8fdddd7f17bc4717b662263410de00c0)
Esempio: Salv. Granch. 1. 1. E già mi parev'egli averne Sentito buzzicare non so che.
219) Dizion. 4° Ed. .
AFFARE.
Apri Voce completa

pag.72



1) id: d017359d295d48e7b034c436ffd7662e)
Esempio: Liv. M. Allora dispittava sua sirocchia, che avea marito di sì alto affare.


2) id: a3365bcd0f634df2a32262332121b3aa)
Esempio: E G. V. 2. 12. 1. Imperciocchè questo Carlo Magno fu di sì grande affare ec.


3) id: 18bfc33f021f425b9dac885b47a8a170)
Esempio: Cas. lett. Prego V. S. Eccellentiss. che ec. si degni d'indirizzare, e favorire gli suoi affari appresso a Sua Maestà.


4) id: 301dcd9ed76140858e64528af2642578)
Esempio: G. V. 9. 74. 4. Così fece ec. a più altri di basso affare.


5) id: c4369b525f6a4bb1b2163e8ad56da400)
Esempio: Vit. S. Margh. Messere, sappi, che tu non puoi avere nessuna communitade, nè nessuno affare con lei, che ella non serve, e non crede alli nostri Dei (quì atto carnale. Lat. rem habere)