Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 501 msec - Sono state trovate 9940 voci

La ricerca è stata rilevata in 31081 forme, per un totale di 21140 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
31081 0 31081 forme
21140 0 21140 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
FELICITÀ, FELICITADE, e FELICITATE.
Apri Voce completa

pag.737



1) id: d697c5bab2fc4449baaee198346a3717)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 334: La felicità consiste nella virtù accompagnata dal piacere.


2) id: 05c0f869b2474af2af5416a74c1344dd)
Esempio: Cavalcant. B. Retor. 35: Poniamo adunque, che felicità sia prosperità di fortuna congiunta con virtù, ec.


3) id: 609b641f88a94c80ad98416f64833160)
Esempio: Gell. Vit. Alfons. volg. 84: E senza esser pur ferito un de' suoi (il che fu una felicità maravigliosa), le ruppe tutte.
2) Dizion. 5° Ed. .
MURATORIO.
Apri Voce completa

pag.672



1) id: c3be93aa58b04fd9b7bc348b09406787)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 354: L'arte muratoria è ordinata per fin della casa.


2) id: de127eda4a33478d92c88da4a90eea37)
Esempio: E Segn. B. Etic. volg. 42: Sarà e' mai quello il bene..., qual è.... nell'arte militare la vittoria? nell'arte muratoria la casa? e simile in simili?
3) Dizion. 5° Ed. .
COMPONENTE.
Apri Voce completa

pag.272



1) id: 58cb0053c4d24416bf0812034c22d89d)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 218: Quei cittadini, che per natura son componenti della città.


2) id: f29be80c69764039bb2b5e2670452309)
Esempio: Cresc. Agric. volg. 287: L'erbe.... alcune qualità hanno dai componenti, alcune dalla composizione;... da' componenti hanno lo scaldare, il raffreddare ec.
4) Dizion. 5° Ed. .
CITARA.
Apri Voce completa

pag.73



1) id: 9c21fa557e984b919886ca6bcb98f86d)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 23: E tessessino li pettini, e l'archetto sonasse la citara.
5) Dizion. 5° Ed. .
FIATO.
Apri Voce completa

pag.23



1) id: eed9f6cc5bf64b2692fc2c29357f02eb)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 387: Il rattenimento del fiato genera forza in chi s'affatica.


2) id: e13898c2362f4b1181091eccbf3247e6)
Esempio: E Nov. Ant. B. appr.: Pervertì tutto il fatto: però che disse, che questo donzello non potea più sostenere il fiato della bocca del re.


3) id: 0bf53964121e41c1aa0609495f8e3915)
Esempio: Cresc. Agric. volg. 61: Il monte del letame.... per lo fiato schifarne, sia rivolto dalla parte di dietro della corte, o vero magione.


4) id: 7c8def1a56d2497fa3321972a50028b5)
Esempio: Cecch. Comm. ined. 1, 263: Io son morta Per l'ansima. Io non posso aver il fiato, Io scoppio per la pena. P. Riposatevi. B. Ohimè! io sono corsa tanto, tanto.


5) id: 0011a5056edb4ad6ac8b7d8fda1b9c0c)
Esempio: Cecch. Diss. 2, 5: È bene che tu venga a imparare; chè oggidì un tuo pari non è da fiato, se non sa fare d'ogni lana un peso. B. Tu mi vorrai insegnar qualche cosa da forche.


6) id: a25a87d707de499882bc33239683c6c8)
Esempio: Nov. Ant. B. 74: Messer lo Re t'ama;... ma, secondo che dice, tu lo offendi troppo per lo fiato della bocca tua. Per Dio, dunque, sia savio, che quando tu gli darai bere, strigni sì la bocca e lo naso con mano e volgi la faccia nell'altra parte, che l'alito tuo non offenda il Re.


7) id: b8ce087c594e4819839d243d7e5f2d44)
Esempio: Fr. Bart. Amm. ant. volg. 361: Siccome nel suono delle corde o del fiato, avvegnachè poco discordino, lo buono maestro se n'accorge: così si dee vedere nella vita, che nulla vi discordi, ovvero tanto più quanto maggiore e migliore è l'accordo delle operazioni, che quello de' suoni (il lat. ha: in fidibus aut in tibiis).


8) id: 67ebb23a101842858319cafd5b867986)
Esempio: Fior. Agric. Met. volg. 519: Se ne va [la ludra] notando sotto l'acque, e corre, prima ch'ella esca fuori e ripigli il fiato, quanto che può tirare la saetta un ben duro e gagliardo arco teso; e s'egli avvenga che non possa riaver il fiato, come gli altri animali che van carponi, si soffoca.
6) Dizion. 5° Ed. .
B,
Apri Voce completa

pag.1



2) id: 28a5ff78c849408cafa1c812d9efe47c)
Definiz: § I. B molle. Lo stesso che Bimolle o Bimmolle. –


3) id: 8437772d5476418b8468f108ebffc1a9)
Definiz: § II. B quadro. Lo stesso che Biquadro o Biqquadro. –


4) id: 98740594e99b482dbb92517a22f95ea6)
Esempio: Pazz. Rim. burl. 380: E qual fu primo sì borgio cantore, Che cantò per b quadro o per b molle.


5) id: cce6391d0ed04562b4dbba58555dc8a1)
Esempio: E Pazz. Rim. burl. 380: E qual fu primo sì borgio cantore, Che cantò per b quadro, o per b molle.


6) id: f3256d154e944ea8b89aa2ad21093def)
Esempio: Not. Malm. 1, 172: Il b molle è chiave musicale o segnatura di semituono; ma qui dicendo far la zolfa per b molle, si serve della voce molle per intendere Ammollare la bocca, cioè Bere.


7) id: 6460fbf76b7f47f2ad3e9ca96a5b0bfc)
Esempio: Pazz. Rim. burl. 351: Varchi, tu canti per natura grave, Ed io l'intuono per b quadro acuto (qui locuz. figurat.).


8) id: ddbef9978c90404aace07725e4c9a5c2)
Esempio: Lipp. Malm. 2, 30: E giunto a Campi, lì fermar si volle A bere e far la zolfa per b molle.


9) id: 8bab96b110b142bfa3ac3f2f7d72d681)
Definiz: lettera labiale, la seconda dell'alfabeto e la prima delle consonanti, che i grammatici dicono mute, assai simile nel suono al P al V, dicendosi molte voci coll'una o coll'altra scambievolmente, come Serbare e Servare, Nerbo e Nervo, Corbo e Corvo, Barco e Parco. Pronunziasi Bi, e si fa tanto masc., quanto femm. Delle consonanti riceve dopo di sè nella medesima sillaba la L e la R, e vi perde alquanto di suono, come Oblio, Pubblico, Braccio, Ombra, benchè colla L di rado si trovi appresso i Toscani, e rarissimo in principio di parola, come pronunzia a loro più strana, salvo alcune voci per lo più latine, quali sono Blando, Blandimento, Bleso. Consente avanti di sè in mezzo di parola, ma in diversa sillaba, la L, M, R, S, come Albume, Lembo, Erba, Usbergo; quantunque si trovi di rado colla S in mezzo della parola, e per lo più ne' verbi composti colla preposizione Dis, come Disbrigare, e più frequentemente nella prima sillaba, come Sbandito, Sbattere; e deesi sempre la S avanti al B pronunziare col suono più sottile o rimesso, come nella voce Accusa; di che si dirà nella lettera S.
7) Dizion. 5° Ed. .
INSOPPORTABILISSIMO.
Apri Voce completa

pag.943



1) id: 05c6d62f2425406185993f184414e48a)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 19: Essendo invero insopportabilissima quella ingiustizia, che ha l'arme in mano.
8) Dizion. 5° Ed. .
NOBILTÀ
Apri Voce completa

pag.163



1) id: 672d65143a5a40f284b8ccc3625c5910)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 209: Nobiltà non è altro che ricchezza o virtù negli antichi.
9) Dizion. 5° Ed. .
COLLETTIVAMENTE.
Apri Voce completa

pag.145



1) id: cb9b9346da1149b698a345755a7e8164)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 56: Questo nome di tutti si può pigliar distributivamente e collettivamente.


2) id: df5ebd72d15e4137bf0599b956d38240)
Esempio: E Segn. B. Polit. volg. appr.: Chi ha ogni cosa commune, e' non si può pigliare se non collettivamente.
10) Dizion. 5° Ed. .
ESPOSIZIONE.
Apri Voce completa

pag.325



1) id: 7be3668214a644bdbaac2f0807bcc6d8)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 384: Quanto alla esposizione, ed allo allevamento dei figliuoli, facciasi una legge.


2) id: 156a6d42f06046f3940d2fbbb685fc2d)
Esempio: De Luc. Dott. volg. 14, 5, 79: In alcune ben regolate città.... si suppone che.... se saranno esposti quelli, li quali siano nati di fresco, si presumano di parti furtivi e illeciti.... Ma se siano già allevati nello stato più pericoloso almeno per un anno, in tal caso si presumano più tosto legitimi, e che l'esposizione si faccia, per l'accennato motivo dell'educazione, da' padri legitimi poveri.
11) Dizion. 5° Ed. .
ECCESSIVAMENTE.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: 1f00ab93e02d4a12bcea22fe4aeaaf45)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 41: Volendosi eccessivamente dagli uomini i bisogni e i diletti del corpo.
12) Dizion. 5° Ed. .
EGUALITÀ, EGUALITADE e EGUALITATE, e UGUALITÀ, UGUALITADE e UGUALITATE.
Apri Voce completa

pag.72



1) id: bb8104dc5b2148da8b6524751ead8b4f)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 198: Il primo adunche popolare stato è quello, dove massimamente s'usa l'ugualità.


2) id: f1b44b1daec841a9aa084a26a5eec42a)
Esempio: Serdon. Stor. Genov. volg. 341: I quali dovevano esser guardati dall'innocenza loro, e dall'ugualità nel governare, non dalle guardie de' soldati.
13) Dizion. 5° Ed. .
OPPOSTISSIMO.
Apri Voce completa

pag.571



1) id: a3c7abbc2c484de49ae16e1a16168c3d)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 291: Ma le tirannidi si conservano in due modi oppostissimi l'uno all'altro.
14) Dizion. 5° Ed. .
COLTELLINAIO.
Apri Voce completa

pag.174



1) id: 85b16194fe894dfeb591a8590656f917)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 37: Siccome interviene nell'arte de' coltellinaj, ch'ella è parte dell'arte del fabbro.
15) Dizion. 5° Ed. .
COMANDANTE.
Apri Voce completa

pag.182



1) id: 77b584019ab644b8bc74615e2ab48a94)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 54: Nell'uno debbe esser la virtù assolutamente comandante, e nell'altro la virtù ubbidiente.
16) Dizion. 5° Ed. .
ERUDIZIONE.
Apri Voce completa

pag.235



1) id: 2f73dfbf6cf249279922da8b8758fe0f)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 371: L'erudizione si fa parte con la consuetudine, e parte con la udizione.


2) id: b59346ada1694eaf918ef3805b5df725)
Esempio: E Segn. B. Polit. volg. 376: A questi si debbono instruire quegli che sono ancor giovanetti, e così l'altre età che abbin bisogno d'erudizione.


3) id: c4ff9497f852475baab0295e90a1eed9)
Esempio: E Segn. B. Polit. volg. 389: Due sono l'età, nelle quali debbe esser fatta la erudizione; una dai sette anni insino alla pube, e di nuovo dalla pube al ventuno anno.
17) Dizion. 5° Ed. .
ARPIONE.
Apri Voce completa

pag.699



1) id: e956bb3d74da4a0f9264503ec981bfd4)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 87: Per non appiccare alcuna voglia agli arpioni, siccome è in proverbio nostro.
18) Dizion. 5° Ed. .
COMPRANTE, e oggi meno comunemente COMPERANTE.
Apri Voce completa

pag.281



1) id: ee2f1f3b091848bfa09360cae8633a9d)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 111: È ragionevole che li comperanti li magistrati s'avvezzino a stimar il guadagno.
19) Dizion. 5° Ed. .
CERCAMENTO
Apri Voce completa

pag.765



1) id: 9d5895f36de74f42babb7029e4e38c53)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 247: Nè la importanza delle contese è altro, che il cercamento del pari.
20) Dizion. 5° Ed. .
INCITATIVO.
Apri Voce completa

pag.459



1) id: be446ac09e7a4a769a3ebed36c3b3dea)
Esempio: Segn. B. Polit. volg. 410: Il flauto non ha il morale, ma più tosto l'incitativo a ira.