Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 487 msec - Sono state trovate 7212 voci

La ricerca è stata rilevata in 30849 forme, per un totale di 23579 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
30439 410 30849 forme
23227 352 23579 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
40) Dizion. 3° Ed. .
MAESTRO
Apri Voce completa

pag.979



1) id: 4a98c4588fb14f8dbd1cd7f6350984d7)
Esempio: Gio. Vill. Feceli molto gran maestri appo lui.
41) Dizion. 3° Ed. .
GUARDIANO
Apri Voce completa

pag.813



1) id: 632574e3ac144d0fb358c4e3a5d1162c)
Esempio: Gio. Vill. Guardiano di lui, e del Regno.


2) id: 75f5e47de94b4fb28f215f6d69c04a28)
Esempio: G. V. 12. 100. 1. Il qual trattato, si disse, menava un Frate Minore, Guardiano de' Frati di Monteguarchi.
42) Dizion. 3° Ed. .
QUINCIOLTRE.
Apri Voce completa

pag.1299



1) id: d03d7c6e4f9343d79bbc70e215064f74)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. E quincioltre s'andrà sollazzando.
43) Dizion. 3° Ed. .
OLTRARNO.
Apri Voce completa

pag.1113



1) id: 116dbbe3e43f4b9bb66c57f8309adb83)
Esempio: Gio. Vill. 7. 40. 2. Nel sesto d'oltrarno.
44) Dizion. 3° Ed. .
SOTTERRA
Apri Voce completa

pag.1566



1) id: 9e2a048d0fce4bf4957a0f1770736535)
Esempio: Cas. Rim. O fortunato chi sen gio sotterra.
45) Dizion. 3° Ed. .
CHIAMATORE.
Apri Voce completa

pag.324



1) id: 0265f1f9dad84ece970f9967c22dbd21)
Esempio: Guid. G. Essendo svegliato dalle boci de' chiamatori.
46) Dizion. 3° Ed. .
RETTAMENTE.
Apri Voce completa

pag.1344



1) id: 3a90002c5b844cdb8c265b5275df06d1)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Eccolo, ch'e' viene; apparecchiatela rettamente.
47) Dizion. 3° Ed. .
PROSPERARE
Apri Voce completa

pag.1272



1) id: 356f2cbd60874d7e91d584ae80bfb761)
Esempio: Gio. Vill. 12. 106. 2. Al continuo prosperavano felicemente.
48) Dizion. 3° Ed. .
ACCHETATO
Apri Voce completa

pag.17



1) id: 5c06d467e0a84265ad434e1c37e7e13c)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. La corte è tutta acchetata.
49) Dizion. 3° Ed. .
ANNUNZIAMENTO
Apri Voce completa

pag.110



1) id: e9853e362a6c459784993f19939fb9a7)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Insino nell'annunziamento della sua generazione.
50) Dizion. 3° Ed. .
RACCONSOLARE.
Apri Voce completa

pag.1305



1) id: a10b4457e01f4da6af8f825e40b5a564)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Credevalsi racconsolare, per quel modo.
51) Dizion. 3° Ed. .
STIRPATO.
Apri Voce completa

pag.1624



1) id: f178014810af456188d82067ff55dbf3)
Esempio: S. Gio. Gris. Così stirpato l'uno fia stirpato l'altro.
52) Dizion. 3° Ed. .
G
Apri Voce completa

pag.741



2) id: 410716f2e7c04521b162cb230823855a)
Definiz: Lettera compagna del C, la quale, anch'ella, ha due suoni diversi, perchè posta avanti all'A, O, U, ha il suono più rotondo: come Gallo, Gota, Gusto; e avanti all'E, ed I, ha il suono più sottile, o aspirato: come Gente, Giro; onde per necessità di proprio carattere, per servircene nel primo suono colla E, e coll'I, pogniamo dopo la H: come Gherone, Ghiro. Questo Gh, quando ne seguita l'I, ha anch'egli due suoni, l'uno più rotondo, e grosso: come Ghirlanda, Vegghi dal verbo Vedere; l'altro più sottile, e schiacciato, il quale, per lo più, avviene, quando all'I segue un'altra vocale, come Ghianda, Ghiera, Vegghia: e a cotali suoni, per isfuggire errore, sarebbe di bisogno proprio carattere a ciascheduno. Delle consonanti riceve dopo di se, nella stessa sillaba, la L, N, R: come Negletto, Gloria, Egli, Regno, Sogno, Disegnare, Ingrato, Gretola; bene è vero, che dopo la L, dove non seguita l'I, per esser suono, per sua durezza sfuggito da questa lingua, si truova di rado. Quando alla L, col G avanti seguita l'I, in tal caso ha due suoni, l'uno più rotondo, e grosso: come Negligente, il quale non è molto ricevuto da noi; l'altro più sottile, o schiacciato: come Giglio, Foglio, e questo è nostro proprio. Aggiunto, come s'è detto, il G alla L, e N, gran parte ne perde del suo suono, come Aglio, Ragna. Consente avanti di se la L, N, R, S. Nel mezzo della parola, e in diversa sillaba: come Volgo, Vanga, Verga, Disgregare, benchè la S si trovi in mezzo di rado, e per lo più, in composizione, colla preposizione DIS. Ma nel principio di parola, più frequentemente: come Sgarare; e si pronunzia sempre la S avanti al G, nel secondo modo, cioè nel suono più rimesso, come nella voce Accusa. Raddoppiasi questa lettera nelle nostre voci molto spesso: come Poggio, Oggi, ec.
53) Dizion. 3° Ed. .
MORMOROSO
Apri Voce completa

pag.1058



1) id: be69e84356de40da8560b397796aed1f)
Esempio: Guid. G. Temperati dalle lagrime, e da' mormorosi lamenti.
54) Dizion. 3° Ed. .
PROFONDARE
Apri Voce completa

pag.1265



1) id: d8c83867b5f549f0ae2a7991a4a95846)
Esempio: Gio. Vill. Sì che lo Mondo parea, che dovesse profondare.


2) id: e489ad13bcc44246bbef2aa7c2a2af37)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. E profondarti più in umiltade.
55) Dizion. 3° Ed. .
TEMOROSAMENTE.
Apri Voce completa

pag.1671



1) id: 8b87b9b6ab014c1287022eb96d241d31)
Esempio: Gio. Vill. 7. 9. 7. Tutti temorosamente disson di sì.
56) Dizion. 3° Ed. .
LASCA
Apri Voce completa

pag.937



1) id: d1c3afb4d60c4d0c93160a47ed29039d)
Esempio: Gio. Vill. 11. 28. 2. Colle lasche del lago infilzate.
57) Dizion. 3° Ed. .
CREDUTO
Apri Voce completa

pag.435



1) id: 5efc6b984dc7437889ecea63ce3d38a2)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Costoro erano huomini creduti, e buoni.


2) id: d10a984e81724ead95faa932645082d3)
Esempio: G. V. 9. 73. 1. Fece pigliare in Pisa Banduccio Buonconti, ec. molto creduto da' suoi Cittadini.
58) Dizion. 3° Ed. .
APPARECCHIATORE
Apri Voce completa

pag.119



1) id: c406bf6d796343718031c82f2f98caff)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Pace teco, apparecchiatore della mia via.


2) id: 349fe8ec6ae14e20bf8c79f941e3a13d)
Esempio: E Vit. S. Gio. Bat. appresso. Apparecchiatore della via sua.
59) Dizion. 3° Ed. .
CILICCINO
Apri Voce completa

pag.335



1) id: fc86a8e963d144e9b721c39b4652c63a)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. La ritrovò involta in panni ciliccíni.