Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 576 msec - Sono state trovate 7212 voci

La ricerca è stata rilevata in 30849 forme, per un totale di 23579 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
30439 410 30849 forme
23227 352 23579 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
20) Dizion. 3° Ed. .
VISCHIO.
Apri Voce completa

pag.1791



1) id: 6a90ce7ed15c4bbfb1c6f37130a30cf9)
Esempio: D. Gio. Cell. Il vischio non prende altro, che gli uccelli, che volan basso.
21) Dizion. 3° Ed. .
RAFFAZZONATO.
Apri Voce completa

pag.1309



1) id: a129d589504d4fc4a44f126c4c4020c2)
Esempio: D. Gio. Cell. Ma più ne' villani rilevati, e raffazzonati nelle spoglie de' poveri.
22) Dizion. 3° Ed. .
CREATURA, e CRIATURA
Apri Voce completa

pag.433



1) id: 88290b2a0d7f48828bee397fdd3c608d)
Esempio: D. Gio. Cell. Lett. Avvegnachè al dì d'oggi mi sia grande consolazione non veder creatura.


2) id: b488c1476dbf469d9c124ed845a38981)
Esempio: E G. V. 10. 230. 3. Il quale era del paese del Papa, e sua creatura.


3) id: f26eeb79a8f4417182653d89e8b219c8)
Esempio: G. V. 8. 80. 5. Con tutto che fosse creatura del Papa Bonifazio, e non amico del Re di Francia.
23) Dizion. 3° Ed. .
ADORATORE.
Apri Voce completa

pag.35



1) id: cf75113d47d5448da99e579998350cd2)
Esempio: D. Gio. dalle Celle. I suoi adoratori conviene l'adorino in ispirito.
24) Dizion. 3° Ed. .
MESCOLANZA
Apri Voce completa

pag.1028



1) id: 043a2062548446ada98696d18eddeaec)
Esempio: D. Gio. Cell. Ove albergan soldati, masnadieri, e ogni mala gente è in questa mescolanza.
25) Dizion. 3° Ed. .
INDUBITATAMENTE.
Apri Voce completa

pag.869



1) id: 34e167b931c645bab7b8cf1a9397d4ad)
Esempio: D. Gio. Cell. Così ogni male ha il suo rimedio proprio, e chi lo sapesse, guarrebbe indubitatamente.
26) Dizion. 3° Ed. .
CORTECCIA
Apri Voce completa

pag.423



1) id: 2cecdaaa330a4929bc6c9d26f0f0a838)
Esempio: D. Gio. Cell. Piatoso disiderio è quello nella corteccia, ma nella midolla è più crudel, ch'ogni crudeltà.
27) Dizion. 3° Ed. .
SALDAMENTO
Apri Voce completa

pag.1426



1) id: d4fe338ab56b4b4db4a50a318d7451cc)
Esempio: D. Gio. Cell. Credo che per sua cortesia, esso ha voluto indugiare il saldamento di vostre ragioni.
28) Dizion. 3° Ed. .
SERRAME
Apri Voce completa

pag.1510



1) id: 3ffa819d212d49b199b792c7b3b3e280)
Esempio: D. Gio. Cell. Non dico se sono uficiati, e cantate l'ore, ma se hanno tetto, uscia, o serráme.


2) id: 511273f883c94ac0bcd6bd22b0bc4843)
Esempio: Guid. G. Prego divotamente, che tu m'apra i serrámi del tuo consiglio.
29) Dizion. 3° Ed. .
ZAMPA
Apri Voce completa

pag.1823



1) id: 38cae49a8cd847cbaf122c4c610b5aab)
Esempio: D. Gio. Cell. Vidi tale, che l'orso gli diè tale della zampa, che gli scorticò tutto 'l capo.
30) Dizion. 3° Ed. .
COLTELLINO
Apri Voce completa

pag.357



1) id: ccdde1a25a3144e3a1c34a13b4dd59f5)
Esempio: D. Gio. Cell. Lett. Sì si turò il volto collo scapolare, e diegli di uno coltellino per lo corpo.
31) Dizion. 3° Ed. .
INGRAZIATO
Apri Voce completa

pag.885



1) id: d2d67c0867534cb2a5ce279fcfe908dd)
Esempio: D. Gio. Cell. Niuno più puro, ne più prudente, niuno più ingraziato da tutti quelli, che mai il vidono.
32) Dizion. 3° Ed. .
D
Apri Voce completa

pag.451



2) id: 3a52265b7c654b09ab5227c812aba5f6)
Definiz: Lettera, che ha gran parentela colla T, e perciò molte voci Latine, nel farsi nostrali, hanno mutato il T in D, come più dolce di suono: Latro, Ladro: Potestas, Podestà: Litus, Lido. Acconsente dopo di se solamente la R, oltre alle vocali, tanto in principio, quanto in mezzo della dizione, e nella stessa sillaba, con perdere alquanto di suono: come Drago, Salamandra. Riceve avanti di se, nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, la L, N, R, S: come Geldra, Bando, Verde, Disdicevole. Ma la S, avanti la D, si trova di rado in mezzo di parola, e quasi sempre ne' verbi composti dalla particella DIS: come Disdire. Nel principio si trova più spesso: come Sdegno, Sdentato; e deesi sempre profferire la S, avanti, nel secondo suono, e più rimesso, come nella voce Accusa, come si dice nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo, quando egli occorre: come Freddo, Addurre.
33) Dizion. 3° Ed. .
GUARDARE
Apri Voce completa

pag.813



1) id: 0facfb124a6f40c28fba5051ffe8b59e)
Esempio: Gio. Vill. Fu guardato da' nimici.
34) Dizion. 3° Ed. .
DILETTO
Apri Voce completa

pag.512



1) id: 106abd0fa1874403986bbca4f0a4410e)
Esempio: Gio. Vill. Ad alcuni diletti nostri.
35) Dizion. 3° Ed. .
TRA
Apri Voce completa

pag.1710



1) id: fc1b2147175c4ed189ba8bf7d17c7257)
Esempio: Gio. Vill. Tra uccisono, e menaron via.


2) id: 0782a67c34a6460193064f1eaf90f6ca)
Esempio: Gio. Vill. Tra due volte [cioè in due volte]


3) id: 99661aa94aee4110be3929a8eabf39a0)
Esempio: E G. V. 11. 87. 1. Tra di capitali provvisioni, ec.


4) id: 18853e02f065450ea1e9027ea06cd1fa)
Esempio: Guid. G. Quale dovesse avere il Palladio, tra Telamone, e Ulisse.
36) Dizion. 3° Ed. .
APPRESSARE
Apri Voce completa

pag.123



1) id: 92bbaed6e6314ea3b0fb2daa92ae639c)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. S'appressò la sera.
37) Dizion. 3° Ed. .
FRONTE
Apri Voce completa

pag.729



1) id: 6d9e49f9bb184ea9946e73993f113476)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Baciollo nella fronte.


2) id: 134e3e0fe01a4c8db9fb4695953bf252)
Esempio: G. V. 8. 32. 1. Non vi si murò più innanzi, che quelle mura della fronte del prato.
38) Dizion. 3° Ed. .
GIUSTA, e GIUSTO.
Apri Voce completa

pag.778



1) id: 7d92ee103ef641fe9b84cb2ed5474a39)
Esempio: Vit. S. Gio. Giusto il mio potere.
39) Dizion. 3° Ed. .
DALLE DALLA, DALLE, e simili.
Apri Voce completa

pag.453