Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 619 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136578 forme, per un totale di 105681 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132762 3816 136578 forme
103284 2397 105681 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
240) Dizion. 4° Ed. .
ATROCISSIMO
Apri Voce completa

pag.313



1) id: 851e98fbb8e140418f4201e06c95245d)
Esempio: Fir. As. 187. Ma considerate le altre sciaure, e le atrocissime pene.


2) id: a6eefb61747746d8b003ebf4f3506a47)
Esempio: Guicc. stor. 1. Materia ec. piena d'atrocissimi accidenti.
241) Dizion. 4° Ed. .
CENERELLA.
Apri Voce completa

pag.616



1) id: 3cec598693ab4f548d2ed6ad67523a9c)
Esempio: Fir. As. 45. Essendo stato chiamato alla buona cenerella del mio Petronio.
242) Dizion. 4° Ed. .
ODORATISSIMO.
Apri Voce completa

pag.388



1) id: 21f1990a850d4a9e8b6a4a6f619aa6c5)
Esempio: Fir. As. 306. Due botton di rose profumate, altrettanti di odoratissime polveri.
243) Dizion. 4° Ed. .
ANIMALACCIO.
Apri Voce completa

pag.201



1) id: b55450b6cffb4cc7a39859699b6cde41)
Esempio: Fir. As. 3. 87. E insino a quanto sosterrem noi questo animalaccio?


2) id: 38afa9c0bc3d4692ab20aa35b7b707f7)
Esempio: Fir. Trin. 3. 7. O che disutile animalaccio!


3) id: 841376d17d094eb3ae789c9c85d7e428)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 10. 302. E mostrosi l'uno all'altro la disonesta gola d'un così fatto animalaccio ec.


4) id: 1a1cfc87d82a46a293ac5d51d55e70bf)
Esempio: E disc. an. 28. Ogni volta che ella la sentiva sonare, cominciava a tremare per la paura, che e' fusse qualche bestiale animalaccio.
244) Dizion. 4° Ed. .
CONDECENTE
Apri Voce completa

pag.747



1) id: c7f798b1476348fc989f2d410c01801e)
Esempio: Fir. As. 103. Ordinava pubbliche pompe condecenti allo splendore della sua dignità.
245) Dizion. 4° Ed. .
COLTELLA
Apri Voce completa

pag.707



1) id: 3643c4893a5d41a1b62a6861cd387141)
Esempio: Fir. As. 282. Lo voleva tagliare a pezzi con una sua coltella.
246) Dizion. 4° Ed. .
BICA
Apri Voce completa

pag.429



1) id: 432d736ed7b54d0789805644f07d5476)
Esempio: Fir. As. 181. Pareva proprio un galletto sur una bica di grano.


2) id: fbc838c748404f9abc6b88b9e1991ace)
Esempio: Fir. Luc. 2. 1. Alla prima parola, ch'io non ho detta a modo suo, egli è subito montato in sulla bica.


3) id: 39fd7c7eb106481493eb7af5d8b8edec)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. altrove: Consentimi, che io m'asconda in quella bica di quelle spighe.
247) Dizion. 4° Ed. .
TARDETTO.
Apri Voce completa

pag.16



1) id: f898e786008e4c3aa2d8b9616bac4502)
Esempio: Fir. As. 316. Quelle capriolette minute, quelle riprese nette, quegli scempi tardetti.


2) id: 33419403786547568a98bab38caa603d)
Esempio: Car. lett. 1. 101. Se vi pare, che la risposta sia stata tardetta ec. ricordatevi almeno della licenza, che m'avete data per la prima vostra, che io lo facessi agiatissimamente.
248) Dizion. 4° Ed. .
COLORACCIO
Apri Voce completa

pag.704



1) id: 832d02a646e343f0925cc7b852d4a1ec)
Esempio: Fir. As. 13. Perciocchè egli aveva un coloraccio livido sopra le carni.
249) Dizion. 4° Ed. .
CAPRETTA.
Apri Voce completa

pag.559



1) id: 86d737166c3445c3b30e06dff3d9c896)
Esempio: Fir. As. Alcune lascive caprette andavano or questo, or quello virgulto rodendo.


2) id: f5c658aa7cff4d729429c064ec9dfffa)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. appresso: E piovendo sopra a quelle caprette, che ivi pascevano, fece lor mutare i bianchi velli nel colore dell'oro.
250) Dizion. 4° Ed. .
INTENDACCHIO
Apri Voce completa

pag.875



1) id: 4c4810761b3f4a8cbb2e40e93b273e8b)
Esempio: Fir. Trin. 3. 6. Queste son cose da uomini, ch'abbian dello 'ntendacchio.
251) Dizion. 4° Ed. .
OSPITE.
Apri Voce completa

pag.438



1) id: 9d7db6a8be9d47eaab37c0229b6d6da4)
Esempio: Fir. As. 31. Lucía, piglia la valigia, e le bolge di questo ospite.


2) id: 222cf49b55ec40a3bcfd49216d20ceff)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 68. Io confesso, pietosi cittadini, che pensandomi di far l'uficio di buon gentiluomo, e de' miei ospiti, e di me stesso forte dubitando, ch'io volli ec. dar la caccia, e impaurire que' ribaldoni.


3) id: ae918ed7003a47959ca21e10f198e9fd)
Esempio: Serd. stor. 4. 152. Senza pur salutar l'ospite, se n'andò subito volando al Re di Cambaia.
252) Dizion. 4° Ed. .
BOLGIA
Apri Voce completa

pag.446



1) id: 548a2b683a6c4b43a49d1d737bd2d716)
Esempio: Fir. As. 31. Lucia piglia la valigia, e le bolge di questo ospite.


2) id: 11ae570476ab4d7fb10e840912afce40)
Esempio: Tes. Br. 5. 1. Serpenti ec. non fiedono, se prima non sono riscaldati, e però esce di loro più veleno di dì, che di notte, perchè di notte si ricoglie, e fa bolge per la rugiada.
253) Dizion. 4° Ed. .
CICALONE.
Apri Voce completa

pag.659



1) id: 0186aa6ab56d4450874861b99fe01c3b)
Esempio: Fir. Lucid. 4. 1. Eh sta cheto cicalone, che pazzie dì tu?
254) Dizion. 4° Ed. .
CACAIUOLA.
Apri Voce completa

pag.493



1) id: 317199651f084fb7b7f329fb71190199)
Esempio: Fir. Trin. 2. 4. Che venga la cacaiuola a chi mi pose questo nome.


2) id: c073567aceba4e7ca8154e3d27e6dcf2)
Esempio: Burch. 1. 63. E durandoti ancor la cacaiuola, Bei risagallo, e pianto di gallina.


3) id: f760b26529d948f5a3ef568676971a47)
Esempio: Buon. Fier. 3. 1. 9. Lasciate, che 'n piè aveva a cacaiuola Le scarpe, anzi alla soglia.
255) Dizion. 4° Ed. .
GIOCONDISSIMO.
Apri Voce completa

pag.607



1) id: 90959a6234684e35bbfb7fcbc3dece7d)
Esempio: Fir. As. 8. Me n'andai entro alla nobilissima, e giocondissima città di Siena.


2) id: 8bfcc2471e5749f1803be129a3e6d8c4)
Esempio: Bemb. Asol. 2. Sono aspettate giocondissime, sono non aspettate venturose.
256) Dizion. 4° Ed. .
IN TUTTO, E PER TUTTO
Apri Voce completa

pag.900



1) id: 5d374ac517a14a9888465ab59af7b754)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 357. Lasciando io oggi in tutto, e per tutto il parlar della bellezza dell'uomo.


2) id: 774770f4fa5a4bbab32f93a181ed8f46)
Esempio: E Rag. 24. Mostra farsi beffe della giustizia, e finalmente pare in tutto, e per tutto dissimile a se medesima.


3) id: 3b41b7daf1d94a87970a889381169416)
Esempio: E Rag. 52. Confidandosi in tutto, e per tutto di se stesso, non pigli nè parere, nè consiglio da veruno.
257) Dizion. 4° Ed. .
FRAGRANZA, e FRAGRANZIA
Apri Voce completa

pag.513



1) id: d43eff267c434defa51e48cb655d374e)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 348. Scrive Plutarco, che Alessandro il grande spargeva dalle sue membra una fragranzia soavissima,


2) id: 52e70b5ae2074b1da1627ca615ad90b3)
Esempio: Ciriff. Calv. 2. 65. E ne spirava un lampo, uno splendore, Una fragranza d'un odor perfetto.


3) id: b61e2372f516402395ede948718b6e59)
Esempio: Red. Vip. 1. 73. Non ho mai sentita quella soavissima fragranza, che fu detto ec. che spiravano certe vipere arrostite.
258) Dizion. 4° Ed. .
MUTUAMENTE
Apri Voce completa

pag.313



1) id: 6bcda747e58748beb4c278068987d196)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 381. Nelle veneree azioni, e negocj amorosi assai beneficj accagiono mutuamente tra gli amanti.
259) Dizion. 4° Ed. .
RARETTO.
Apri Voce completa

pag.71



1) id: cce2a50e633140ba8a22ec3ed2dc1f1e)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 404. I peli delle quali (palpebre) vogliono essere raretti, non molto lunghi, non bianchi.