Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 810 msec - Sono state trovate 26144 voci

La ricerca è stata rilevata in 114144 forme, per un totale di 86801 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
111298 2846 114144 forme
85154 1647 86801 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
DIVOLGARIZZARE
Apri Voce completa

pag.226



1) id: a60aab5811854d439fb9c3421945bcc2)
Esempio: Nov. ant. 77. 2. Pensossi, che divolgarizzar la scienza si era menomare la deitade.
101) Dizion. 4° Ed. .
VALUTA
Apri Voce completa

pag.192



1) id: 8e6db60e3a784973a714f0de5c4ecb7e)
Esempio: Nov. ant. 2. 3. Maestro, questa mi sembra più bella, e di maggior valuta.


2) id: f570a4fdf81e448fa96565ce786e85a6)
Esempio: Fr. Iac. T. 2. 2. 46. Messert, questa mia carne è viziosa, Ma sforzerolla a tutte mie valute.


3) id: 7a66b57eb1034f55a5671c50fe39f033)
Esempio: G. V. 7. 39. 3. Tutto l'arnese di que' dell'oste si perdeo, ch'era d'innumerabile valuta.
102) Dizion. 4° Ed. .
CHE.
Apri Voce completa

pag.635



1) id: 1d2743c076da4ffaaf874f4981a768b1)
Esempio: Nov. ant. 100. 2. Sappi, ched io t'amo sopra tutte le persone del mondo.


2) id: 564e894098774d358b0dcecd8c08ee72)
Esempio: E Rim. ant. M. Cin. 55. Questa leggiadra donna, ched io sento.


3) id: a4249e287b2a41a9b1a4560c3f8705ae)
Esempio: Rim. ant. M. Cin. 49. Se fia tostano Lo mio redire a far sì, ched io miri La bella gioia, da cui son lontano.
103) Dizion. 4° Ed. .
COMPIANTO
Apri Voce completa

pag.727



1) id: 4782697717d44a0bb52aba7ab3a409dd)
Esempio: Nov. ant. 22. 2. Fu dinanzi allo 'mperadore, fece il compianto di suo barlione.


2) id: 0a372bbe467b47b6ab4a7edbdd6c2464)
Esempio: E N. ant. 99. 9. Allora ricomincia da capo lo grande compianto.
104) Dizion. 4° Ed. .
CORAGGIO
Apri Voce completa

pag.812



1) id: b8026ea68cd8403fb552f1186f74b99a)
Esempio: Nov. ant. 61. 2. Venía, che si sentía sì poderoso d'avere, e di coraggio.


2) id: 3d7285e2947f4467ad57e735b43a86ff)
Esempio: Nov. ant. 99. 11. Io so di vero, che madonna Isotta v'ama di buono coraggio.


3) id: 2e6fcb9fcad54579993031efd306f940)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 77. Sicchè amendue aggiam solo un coraggio.


4) id: 6674af094611493bb55cd28886a3f21b)
Esempio: Rim. ant. Guid. G. 112. Amor non cura di far suoi dannaggi, Che li coraggi mette in tal calura.


5) id: e3ff76f2b809433d89145d1d078c24b5)
Esempio: Tes. Br. 1. 15. In ciò, ch'ell'è volontà d'alcuna cosa, sì è appellata coraggio, e per ciò, che ella giudica dirittamente, ella è appellata ragione.
105) Dizion. 4° Ed. .
PRANZARE
Apri Voce completa

pag.687



1) id: 6456fabf3ae44625b58e2e102fd3bacc)
Esempio: Nov. ant. stamp. ant. 61. 3. Voi pranzerete innanzi, e poi intenderemo a' vostri bisogni. Tennero lo 'nvito, e pranzaro assai cattivamente, e sanza molto rilevo.


2) id: 1f4d03a6100d4c90b1a91fdce384c9b8)
Esempio: Pataff. 1. E' pranzerebbe volentieri a squacquera.
106) Dizion. 4° Ed. .
DESINÉA
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 7c7931b0001745749675eb6bf52878ad)
Esempio: Nov. ant. 79. 1. Fue alla desinéa, poi, levate le tavole, menarollo a donneare.


2) id: cf9d4083ec9d4e94b62201561f8d9552)
Esempio: M. V. 4. 39. Avendo ordinato la desinéa alla gran badía di Chiaravalle.
107) Dizion. 4° Ed. .
DEITÀ, DEITADE, e DEITATE
Apri Voce completa

pag.66



1) id: b5440e509c214a1787e889343dd068d6)
Esempio: Nov. ant. 77. 1. Pensossi, che divolgarizzar la scienzia si era menomar la deitade.


2) id: 3ffcea54d2ee43c19c20edc7986e20d8)
Esempio: Dant. Par. 1. Che partorir letizia in sulla lieta Delfica deità dovria la fronde Peneia.
108) Dizion. 4° Ed. .
FICO, e FIGO
Apri Voce completa

pag.449



1) id: 4b8518089cab4da48357640db6be0bb6)
Esempio: Nov. ant. 73. 1. Vide in sulla cima d'un fico un bello fico maturo.


2) id: 9bdcd5c314104318b91627b37ef8a87a)
Esempio: Franc. Sacch. nov. 118. Avendo nel suo orto un bel fico castagnuolo, e avea molti belli fichi.


3) id: c62c3854605745b6b814bee072d427db)
Esempio: Ambr. Furt. 1. 2. Parti, che egli abbia avuto voglia de' fichi fiori?


4) id: 1a6fb923bd3147e192c66f364933d129)
Esempio: Burch. 1. 19. Fanno piacere al Papa i fichi peccioli.


5) id: 6b68ef04a1514ecba5ff8c4dad11cd69)
Esempio: E Burch. 1. 49. E venti buchi di fichi sampieri.


6) id: 8a8cabe2e0c14e389667bc964f44fad4)
Esempio: Salv. Granch. 1. 1. O e' mi venne ben voglia De' fichi fiori, quando i' ebbi la fregola Di tornare a Firenze.


7) id: 4ffbf1f7f6124203825ca86b0541ea1f)
Esempio: G. V. 7. 92. 4. Que' di Surrenti mandarono una loro galéa ec. con quattro cofani pieni di fichi fiori.


8) id: eb1c1e103b33402d9b2577d60b8f578e)
Esempio: Ciriff. Calv. 1. 35. E certa trappoletta hanno ordinata Di pigliar due rigogoli a un fico.


9) id: 77a967dcb5a34796a4842dcd6db55b01)
Esempio: E Burch. 1. 55. E facevan fra loro un gran consiglio, Di far dar bando a' fichi castagnuoli.


10) id: 3e79c3d57a74484abb7c7b6db1fd3242)
Esempio: Bern. Orl. 1. 26. 62. E poi ti proverò quel, ch'or ti dico, Che non ti stimo, e non ti prezzo un fico.


11) id: 02589186179e46bc88c3b5ce1cc36e79)
Esempio: Cecch. Corr. 3. 4. Voi volet'ire a cercar de' fichi in punta.


12) id: de682f8b8fa640f1943ca3c0ed3479f2)
Esempio: Red. lett. 1. 57. Pretendendo, che questi miei fichi non sieno da meno di quegli, di cui fa menzione Teocrito, e che nascono in Egila.


13) id: 9d86f30d068c49728dabd0af1a2a7963)
Esempio: Varch. Suoc. 4. 5. Il quale l'abbia veduta, e gli sia venuto voglia de' fichi fiori.


14) id: 9cb0223b7a7f48d7837e03023d76005d)
Esempio: Bocc. g. 6. f. 8. Erano queste piagge ec. di ciriegi, di fichi, e d'altre maniere assai d'alberi fruttiferi piene.


15) id: 7dc27cdd58c64ff4985d029b7d596190)
Esempio: Cr. 9. 56. 1. Avviene, che alcuna volta il piè del cavallo si dannifica sotto l'unghia nel mezzo della pianta, ec. della quale lesione, quando l'unghia non si taglia dintorno, come si dee, nasce dal tuello una superfluitade di carne, la quale soprasta la faccia della pianta a modo d'un bozzolo, e però volgarmente fico s'appella.
109) Dizion. 4° Ed. .
MATTEGGIARE
Apri Voce completa

pag.185



1) id: 9813e89a98264c7dbe601a11c7d00af7)
Esempio: Nov. ant. 66. 1. Io m'accordo di voler morire giovane, anzichè invecchiare, e matteggiare.
110) Dizion. 4° Ed. .
MATURO
Apri Voce completa

pag.188



1) id: 92f777c0d32c416abdbf35dad51077f8)
Esempio: Nov. ant. 73. 1. Vide in sulla cima d'un fico un bello fico maturo.


2) id: 62d0da5bca3240c09ea7990567ac276a)
Esempio: E N. ant. appresso: Quando furono maturi, si gliene portò una soma.


3) id: cb410365365f4857a914ced1c111b9e6)
Esempio: Cr. 4. 4. 2. Il vino suo è molto sottile, e chiaro, e convenevolmente potente, e da serbare, e maturo.


4) id: 615657a5d0d744b5a96bfe08392bcd04)
Esempio: E Bocc. g. 4. p. 15. Ne' loro più maturi anni sommamente avere studiato di compiacere alle donne.


5) id: c149eff56f134e1683490d87808383a1)
Esempio: Red. cons. 2. 29. Prendere ec. otto once di brodo sciocco, nel quale fossero state bollite delle susine fresche ben mature.


6) id: 4104b72e379446b687d0ea0049f4f04c)
Esempio: Guid. G. Avvegnadich'ella pervenisse agli anni maritali, e fatta già fosse al maritaggio matura.
111) Dizion. 4° Ed. .
PARETE, e PARIETE
Apri Voce completa

pag.492



1) id: b38fd9c242954cf5868b67ebc225d35c)
Esempio: Nov. ant. 44. 1. E quel cotal marito, era dopo la parete della camera.


2) id: d7f2f652a64b4c63a4ada7436cb7a637)
Esempio: Bocc. nov. 19. 4. E perciò a fare a far sia; quale asino dà in parete, tal riceve.


3) id: cec875a85e0a4faa8d93bb50eb5dd58b)
Esempio: E Bocc. nov. 78. 2. Assai dee bastare a ciascuno, se quale asino da in parete, tal riceve, senza voler soprabbondando oltre la convenevolezza della vendetta ingiuriare.
112) Dizion. 4° Ed. .
MIVOLO
Apri Voce completa

pag.262



1) id: 3fabbe8a44444088950431e94a1a2751)
Esempio: Nov. ant. 40. 1. Levossi sue, e prese un mivolo, e lavollo di vantaggio.
113) Dizion. 4° Ed. .
TENEBROSO.
Apri Voce completa

pag.39



1) id: 3619a203de704d89b2b23441b5128a86)
Esempio: Nov. ant. 13. 1. Il Re lo fece notricare, e guardare in tenebrose spelonche.


2) id: 61357e1fd02c4dec9ba3b129f1f3c9eb)
Esempio: Libr. Amor. 2. Il vero amadore di nessuna avarizia può esser tenebroso.


3) id: b000a1fd7af74d30aaceed07f0f516f4)
Esempio: Cr. 4. 48. 2. Il vino ec. l'oppilazion del fegato lieva, e apre la tenebrosa fummosità, e la tristizia generata dal cuore scaccia, e i membri di tutto 'l corpo fortifica.


4) id: c13979cf9d844418a0e8edd1dd80caf0)
Esempio: Tes. Br. 5. 1. Le nature de' serpenti son tali, che quando egli invecchia, li suoi occhi diventano torbidi, e tenebrosi.


5) id: 927d40f27198402ca1ef8d8de7dc3d29)
Esempio: Filoc. 1. 29. Giove da se il divise, e in sua parte a lui, e a' suo' seguaci diede i tenebrosi regni di Dite.
114) Dizion. 4° Ed. .
NEMISTÀ, NEMISTADE, e NEMISTATE
Apri Voce completa

pag.335



1) id: 53add4e785e5466981f4c9e06c14170c)
Esempio: Nov. ant. 100. 13. Questa nemistade, che tu di', non t'ho io dimostrata.


2) id: 0b1e30a5d6c14519bc3db84260592d93)
Esempio: Fr. Iac. T. 6. 4. 10. Da ogni mal ti piaccia aitarne, Ed incorsi liberarne, Da mondana avversitate, Da umana nemistate.
115) Dizion. 4° Ed. .
MINUTO
Apri Voce completa

pag.250



1) id: 89979219781843fa8eec8289582699ec)
Esempio: Nov. ant. 91. 3. Rispose il mulo: fatti più presso, ch'elle sono minute.


2) id: 86f39c3674f947ffab4791c260b63e92)
Esempio: Bocc. nov. 77. 3. Non per vender poi la sua scienza a minuto, come molti fanno.


3) id: 4e2f65e114574de6904a669c25947a86)
Esempio: G. V. 10. 174. 2. Menaronne preda di cento prigioni, e quattrocento bestie grosse, e dumila minute.


4) id: b1302960668e48548c4596f1e6bd913b)
Esempio: G. V. 11. 91. 2. La gabella del vino si vendea a minuto, pagando il terzo fiorini 59000.


5) id: 238abd06d3e3490799e6056803939fc8)
Esempio: Dittam. 1. 26. Fece ben fare al popol mio minuto.


6) id: 901cc9ed03f14a618d099f06572d66cb)
Esempio: G. V. 11. 39. 4. Infino a' piati minuti intese per guadagnería di se.


7) id: ba13031e30f8406491ccb8d875c2fc89)
Esempio: Bemb. Asol. 2. 126. Questo tuo amante, Gismondo, per certo molto baldanzosamente guata, e per minuto.


8) id: ce064281b62a4851aab2ec7b554b5e33)
Esempio: Sagg. nat. esp. 2. In ogni modo può essere, che si ritruovi alcuno, che ne desideri più minuta notizia.


9) id: ef388ed22f4c4048aa9e0dac9311bef4)
Esempio: M. Aldobr. P. N. 57. Le pecore, e tutte bestie minute, e le bestie grosse dimagrano.


10) id: 8dea8d56e96a499bb1b0307732b3c568)
Esempio: G. V. 9. 214. 5. Per acquetare il popolo minuto a romore stanziaro, che l'oste procedesse.
116) Dizion. 4° Ed. .
GUIDARDONE
Apri Voce completa

pag.700



1) id: 19550007c542476788ca62194bc967ef)
Esempio: Nov. ant. 7. 5. Ma ciò, ch'io feci, fu guidardone, e non dono.


2) id: f3b8275e1a894bc0b294c1cd0a11e809)
Esempio: E Nov. ant. nov. 25. 3. Allora il Borghese, per la puntura della moglie, prestò l'argento a duo' marchi di guidardone.


3) id: 1878d482f3be462c8fb2b6c9f1c60ef2)
Esempio: G. V. 11. 91. 1. S'acciviva per prestanze ec. assegnandogli con guidardoni sopra le gabelle.


4) id: e7737cf988144db9963588bcfb6b79e9)
Esempio: E Petr. canz. 43. 1. Quando fioría Mia spene, e 'l guidardon d'ogni mia fede.
117) Dizion. 4° Ed. .
DI GIÙ
Apri Voce completa

pag.109



1) id: be2b1d95ee9e4f14bbe7f2a042096dcd)
Esempio: Nov. ant. 62. 5. Valletti vengono, e vanno di giù, e di su.


2) id: 0ec0e92188ab4396bad4ff230e0edd48)
Esempio: Tes. Br. 2. 40. Cioè mirando il cerchio per mezzo di ritta linea di su in giuso, e di giù in suso.
118) Dizion. 4° Ed. .
PERVERTERE, e PERVERTIRE
Apri Voce completa

pag.582



1) id: 0c4cab65deaa41758e3acdecabfc7b0b)
Esempio: Nov. ant. 68. 3. Il quale, obbediendo al Re, pervertì tutto il fatto.
119) Dizion. 4° Ed. .
ALLA TRAVERSA.
Apri Voce completa

pag.122



1) id: e6a121e4fe3d4cf4aa8278bbc3dffd9b)
Esempio: Nov. ant. 100. 12. E riguardò il marito per mal talento alla traversa.