Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 816 msec - Sono state trovate 27622 voci

La ricerca è stata rilevata in 113185 forme, per un totale di 84222 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
109755 3430 113185 forme
82133 2089 84222 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
DISMETTERE.
Apri Voce completa

pag.183



1) id: 3c0df231e20d4cad936823de54f57759)
Esempio: Salv. Spin. 2. 3. Che altro segno vuo' tu di questo, che il potere io esercitare un mestieri da aver sempre la borsa piena ec. ed esser già quindici anni, che io l'ho dismesso.


2) id: 6ae50fefe917473894138d4fc5191a85)
Esempio: Stor. Eur. 1. 2. Parea in un certo modo, che egli avesse perciò dismesso molte bestialità del viver primiero.
201) Dizion. 4° Ed. .
SOPRABBONDEVOLMENTE.
Apri Voce completa

pag.594



1) id: 1efa0f39fbdc4a4ca140bef0aceff261)
Esempio: Salv. dial. amic. 15. Soprabbondevolmente, o Girolamo, quanto alla parte mia, credo parimente del mio compagno, avete voi sodisfatto al desiderio, che ci stava nell'animo.
202) Dizion. 4° Ed. .
RABBERCIATO.
Apri Voce completa

pag.28



1) id: 5a0a1500f9e048f694e5ed5377f73419)
Esempio: Salv. Granch. prol. Ma nuova, come nuova si direbbe Talor cappa, o mantel non rabberciato Di vecchio, ma levato dalla pezza Di taglio.
203) Dizion. 4° Ed. .
ZINZINO
Apri Voce completa

pag.360



1) id: 1a0eb01253c74707a39d25bf8175a20e)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Sentendo, che quel lor bere a zinzini Non toccava lor l'ugola, e non era Altro, che uno accendere lor più La sete, vollon mutar verso.
204) Dizion. 4° Ed. .
DISFAVORE.
Apri Voce completa

pag.176



1) id: 2854c78b50f44f1fbfed3d868f931e98)
Esempio: Salv. dial. am. 37. Sbattute a terra le gavillose dubitazioni di coloro, che in qualunque modo parlano in disfavore di questo sacrosanto legame.
205) Dizion. 4° Ed. .
CONCITATO
Apri Voce completa

pag.742



1) id: a1b9c3a4f8a64085bceda84870e44d77)
Esempio: Salv. dial. am. 18. L'avreste talor veduto con volto tutto acceso, con occhi sfavillanti al ciel fissi, con una forza di parlar concitato.
206) Dizion. 4° Ed. .
IN QUEL TORNO
Apri Voce completa

pag.853



1) id: 1dc53eb6ea154d0c8612ea30f0b1e533)
Esempio: Salv. avvert. 2. 12. Il secondo, che cinquanta anni prima, o in quel torno potette esser copiato, ma in assai buona forma, ha nella fine scritte queste parole.
207) Dizion. 4° Ed. .
AMMODERNATO.
Apri Voce completa

pag.160



1) id: 13c09f1dcc2941189256dd97c651267e)
Esempio: Salv. Avvert. vol. 1. lib. 2. c. 12. cart. 105. Perchè è manifesto, che la copia della stampa in uno stesso tempo ammodernata, e smozzicata dovette essere da chicchè sia.
208) Dizion. 4° Ed. .
IOTA
Apri Voce completa

pag.914



1) id: ddc1684101554aae83158389e70b75ea)
Esempio: Salv. Granch. 2. 5. Ma in quanto Alla balia, non fare assegnamento, Ch'io sia per comportar, ch'e' se le manchi D'un iota pur di quel, ch'io l'ho promesso.


2) id: ce8dd2e0f0c645c2b5d16d2eaef35146)
Esempio: Lor. Med. Arid. 2. 3. Non uscite un iota di questa commissione.


3) id: 34b4b7a50689463fa58c8f659f5e9357)
Esempio: Malm. 1. 18. Senza pensare un iota alla vendetta.
209) Dizion. 4° Ed. .
SBRANDELLATO
Apri Voce completa

pag.344



1) id: ae3c2cdb46264ca48c3ee3b36ecfeec2)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 1. 14. Questo periodo ec. non pur difficile, e duro, ma o sospeso, o con membro sbrandellato del tutto diventa senza alcun fallo (quì figuratam.)
210) Dizion. 4° Ed. .
SCALAMENTO
Apri Voce completa

pag.351



1) id: 7a4c4f1fb0c347ad90d305337400968f)
Esempio: Salv. Granch. 4. 1. E' mi farà agevole ec. a persuader loro, Che la cosa sia grave, essendoci iti Massimamente attorno scalamenti, Scale di seta, latrocinj, ed altre Simil cose.
211) Dizion. 4° Ed. .
DITTONGO
Apri Voce completa

pag.218



1) id: 0aaf83281a284d7dbdd276c08d767cd3)
Esempio: Salv. avvert.1. 3. 17. Tanti dittonghi, se l'uso della lingua posti gli avesse in opera, nel volgar nostro si posson pronunziare, quanti de' suoni delle vocali sieno gli accoppiamenti.


2) id: daf15b52f42a4464b1e53a59a104431f)
Esempio: Red. annot. Ditir. 2. E tra l'altre esser buono il pronunziare il dittongo.
212) Dizion. 4° Ed. .
TUTUTTO
Apri Voce completa

pag.178



1) id: 0b6b9d5aaffc44ef88215f676aeafefc)
Definiz: Così accorciato, per secondar la fretta della pronunzia; vale lo stesso, che Tutto tutto, ed ha forza di superl. v. il Salv. Avvertim. vol. 2. lib. 4. cap. 4. Lat. omnis prorsus, totus omnino. Gr. παντελής.


2) id: 5a583858f2694d378a7cedb0bd1a8c28)
Esempio: Bocc. canz. 3. 3. E de' miei occhi tututto s'accese.


3) id: d65e4443b48d4aa1888ecea0c5a040e0)
Esempio: E Bocc. canz. 9. 2. L'anima mia Tututta gli apro, e ciò, che 'l cuor disía.


4) id: c93f8e2f28c642ae94322920635b003e)
Esempio: E Bocc. nov. 64. 12. Gli uomini, e le donne cominciarono a riprender tututti Tofano.


5) id: 0f6c9e29c9af4600b0251f0d4ee84d67)
Esempio: Dant. rim. 30. Che 'l sì, e 'l no tututto in vostra mano Ha posto Amore.
213) Dizion. 4° Ed. .
TRINA.
Apri Voce completa

pag.156



1) id: c2a8294c20d2497baa116a0060852a74)
Esempio: Salv. Granch. 3. 9. Non gli trovarono altro da potere Appiccarvi su, che certe trine D'oro, che un suo amico gli aveva Date, che egli portasse a Vinegia.


2) id: 591ebe84b9c34424b1f4e940bbfa5273)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 1. Dodici colla trina Collari inamidati.
214) Dizion. 4° Ed. .
SEGRETARIESCO.
Apri Voce completa

pag.460



1) id: 6a4e413c6fd3487a8497a2164826f81e)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 2. 5. Tra que' lor nuovi termini cortigiani, che essi appellan segretarieschi, e paion loro sì leggiadri, non n'ha niuno, che ec. non possa esprimersi nella pura favella.
215) Dizion. 4° Ed. .
VOLGARIZZAMENTO
Apri Voce completa

pag.320



1) id: 07f6ff3e15344a3c8994ed42e9f4bdd3)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 2. 12. Di antichità pari al Villani il volgarizzamento si giudica de' cinque ultimi libri, che nella prima Deca ci son rimasi in disparte della storia di Livio.


2) id: 5d0881898f4b494096ef4d95aad068e4)
Esempio: E Salv. Avvert. appresso: Di pari antichità alle pistole ec. è secondochè noi crediamo, il volgarizzamento della metà d'un'opera, che della forma della vita fu compilata in Latino da un Albertano giudice, così dice, da Brescia.
216) Dizion. 4° Ed. .
RIMESCOLAMENTO
Apri Voce completa

pag.177



1) id: 7706c086b2a84018aa28188f255685a4)
Esempio: Salv. Spin. 1. 1. Cio fu, che madonna Ginevra, e la sua sorella, tuttochè del rimescolamento avuto pochi dì poi si morissero, tuttavia in questa parte de' fanciulletti se la passarono assai chetamente.


2) id: 3ba0582810da471daec6085729a05f9b)
Esempio: E Cof. 4. 4. Non l'arei mai potuto credere, S'io non avessi in sì fatto travaglio Trovata la padrona, la qual presone Ha tanto rimescolamento, ch'ella ne È stata per morire.


3) id: cd6acad061944df9aeb84ce70cb6344e)
Esempio: Ambr. Furt. 5. 4. E tanto rimescolamento ne ho preso, che come tu hai veduto, mi si è smosso il corpo di sorte, che mi è bisognato o per amore, o per forza starmi più di due ore in casa, e continuamente, siccome tu hai veduto, sul destro.
217) Dizion. 4° Ed. .
SPAZZACAMMINO.
Apri Voce completa

pag.643



1) id: 31db2c8be0454a2abc5c1d4d9e79b678)
Esempio: Salv. Inf. 1. 494. S'io fossi dell'umor vostro, io vi direi onde vengono i velettai, i tessitori, i magnani, gli zanni, gli spazzacammini a Firenze.
218) Dizion. 4° Ed. .
DI BUONO IN DIRITTO
Apri Voce completa

pag.95



1) id: de651f7aec1b43b2a50a75d799eda2a0)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Pred. 23. Se tu dicessi, ch'avessi di buono in diritto, questo è quello, ch'io t'ho mostrato, che non t'è licito.
219) Dizion. 4° Ed. .
DILICATISSIMO
Apri Voce completa

pag.119



1) id: 310e7ec4dc184eb3aa1df6a21d0a06e8)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Pred. 36. È tanto dilicatissima l'anima, e gentilissima, e bianchissima, che ogne minima macula, quantunque sia leggieri, la fa sozza.


2) id: 37f4e4475c334beab947957b0e7b94f1)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 417. Piace la gola colla sua pelle dilicatissima, svelta, che penda più nel lungo, che nel corto.