Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 607 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136578 forme, per un totale di 105681 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132762 3816 136578 forme
103284 2397 105681 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
460) Dizion. 4° Ed. .
VERMIGLIETTO
Apri Voce completa

pag.244



1) id: 70b43a8e5c544c6cb454ba588b0ca495)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 404. Le palpebre ec. vergheggiate con certe venuzze vermigliette ec. fanno grande aiuto alla universal bellezza dell'occhio.
461) Dizion. 4° Ed. .
TANÈ.
Apri Voce completa

pag.12



1) id: 7f520a01c5934d9483b21b73d7a774a7)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 394. Il color biondo è un giallo non molto acceso, nè molto chiaro, ma declinante al tanè.


2) id: 81b9b1a82e714bc094c5b83e5d1db095)
Esempio: E Fir. dial. bell. donn. 403. L'uso comune pare, che abbia ottenuto, che il tanè oscuro tra gli altri colori ottenga nell'occhio il primo grado.
462) Dizion. 4° Ed. .
TORTUOSO
Apri Voce completa

pag.110



1) id: 69dbeb424d964228b7c8164ebf3140a1)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 376. Servono eziandío quelle vie tortuose, e come cavernette scavate, acciocchè il suono della voce vi cresca.
463) Dizion. 4° Ed. .
STRAGE.
Apri Voce completa

pag.763



1) id: e20831f4d8ee4e47871a9903a1e675c0)
Esempio: Fir. As. 275. Raccontógli, come a confine delle sue possessioni era stata fatta una grandissima strage.


2) id: 1b0c0e0f798a492ca713bcb63ca01d19)
Esempio: Tac. Dav. ann.1. 27. Nel detto anno il Tevere per lo lungo piovere allagò il piano della città, e nel calare grande strage fe di case, e persone.
464) Dizion. 4° Ed. .
GIUNTERÍA.
Apri Voce completa

pag.626



1) id: 74c2c71c97ae489dbf8999555771c112)
Esempio: Fir. Luc. 3. 2. Che dispiacer ti feci io mai, che m'hai fatto così gran giuntería.


2) id: 376769fe961a4838ac2227d95aba3f93)
Esempio: Ambr. Furt. 3. 6. Pensati pure, che avendomi fatto fare una simile giuntería, non si lascerà così tosto rivedere questo ladro assassino.
465) Dizion. 4° Ed. .
GALLIONE.
Apri Voce completa

pag.566



1) id: 91c8005c0c314b64978bf304f3dde3ec)
Esempio: Fir. Trin. 2. 5. Di' tu daddovero? G. Da gallione, fate a mio modo, dico.


2) id: 7dcc826ecfd949ed9525ae206ff163fa)
Esempio: Rusp. son. 4. Se ne va per Firenze un gallione, Che ha la barba a foggia d'un bavaglio.
466) Dizion. 4° Ed. .
COLORIRE
Apri Voce completa

pag.704



1) id: d62c841e8c8941bcb4601ca21d3fd99b)
Esempio: Fir. Trin. 2. 5. Può fare il mondo, ch'io non possa colorire cosa, ch'io disegni!


2) id: eeb7316754c04e6cbf3554031b470827)
Esempio: Fir. nov. 1. 185. Egli accortosi per mille segni, che il padrone era egli, per colorir, com'io mi credo, un suo disegno, se mai l'occasione gli venisse, pensò tentare di farla far cristiana.


3) id: 4cd15752f25046119ca092064ff99fa2)
Esempio: Stor. Eur. 5. 118. Conoscendo assai chiaramente, che e' non poteva per se medesimo colorire il disegno suo.


4) id: 9a03ac6b30fe4940aa8a46a5f370a913)
Esempio: Varch. stor. 2. Nè altro, a dovere scoprire l'animo, e i suoi disegni colorire, aspettava ciascuno, che una qualche occasione.
467) Dizion. 4° Ed. .
RIBALDONE, e RUBALDONE.
Apri Voce completa

pag.124



1) id: d17162c297fb4d0bb97a0d72d0d50c16)
Esempio: Fir. Luc. 2. 2. Quel ribaldone dello Sparecchia, o del divora, che voi ve lo vogliate chiamare.


2) id: 7caf1e64ef744d8795a4a7c28a463dc8)
Esempio: E Fir. As. 303. E' non ha parlato male il ribaldone.


3) id: 46f0f4f253eb43acbe24bdc3bc541480)
Esempio: E Fir. Luc. 4. 1. Come ei fa ben le viste il ribaldone?


4) id: 2abf6fed343747a9baedfcf0ae0a956f)
Esempio: Bern. Orl. 1. 4. 97. Lo teneva pe' piedi il ribaldone.


5) id: 54a07c62483148c38f3530cec4e4ec7c)
Esempio: Morg. 4. 29. E disse: ribaldon, ghiotton da forche.


6) id: 009d0ccd70f64aaa88bbd685e9ab0ece)
Esempio: Ciriff. Calv. 1. 33. E traevan coregge i rubaldoni Alcuna volta per ischerzo, o gala, Che cavavan la polver tra' mattoni, E spazzavan le tre ogni gran sala.
468) Dizion. 4° Ed. .
SOLLUCHERARE
Apri Voce completa

pag.574



1) id: 3f5041dfe2b94a9d8c79572923157fcb)
Esempio: Fir. rim. burl. 124. Solo a sentir quel battaglio in buon anno Non vi sentite voi sollucherare?


2) id: 1f78077202aa488fa14bb2730920333e)
Esempio: Lasc. Pinz. 3. 4. Oimè, Giannin caro, le tue parole m'hanno tutto sollucherato.
469) Dizion. 4° Ed. .
BURBERO
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 76f55ed169dc45c3b4b2f8af0753e98a)
Esempio: Fir. rim. burl. 54. E con quel guardo burbero le avviene, Ch'ognun la mira, come cosa rara.


2) id: 261a28bf2980433cba85e845b1206b19)
Esempio: Sen. ben. Varch. 2. 13. Mostreremo loro, che i benifizj non siano maggiori per darli col viso più burbero.
470) Dizion. 4° Ed. .
ARTICOLO
Apri Voce completa

pag.278



1) id: 20e9e4b3899c4f97911ce80ad54934ca)
Esempio: Fir. Disc. n. lett. 319. Ti rispondo, che gli articoli, che ha la lingua nostra, ci potevano dimostrare questa differenza.


2) id: 11bf919cd3f64a42a04e8053eb82790a)
Esempio: G. V. 6. 25. 2. Dovesse venire al detto Concilio, siccome luogo comune, a scusarsi di tredici articoli provati contr'a lui, di cose fatte contro alla fede.


3) id: e83935bb2f1740488f6689afb4ec987e)
Esempio: M. V. 2. 24. Vedendo, che questo articolo, non terminandosi, portava infamia, e pericolo alla Reina.
471) Dizion. 4° Ed. .
PAZZERELLO, e PAZZARELLO.
Apri Voce completa

pag.528



1) id: ad140b3a539f4a0f8f8eaf141cc7ad54)
Esempio: Fir. nov. 7. 265. Eh pazzerello, disse mona Mechera, ve' quel, che tu dí'.
472) Dizion. 4° Ed. .
BIANCASTRONACCIO
Apri Voce completa

pag.426



1) id: 25fcdcc5b46a4ba2bc0b64c99eae1057)
Esempio: Fir. nov. 7. 266. Per essere questo Menicuccio un certo biancastronaccio sanza troppa barba.
473) Dizion. 4° Ed. .
BAIONACCIO
Apri Voce completa

pag.369



1) id: 114cdd90b0de4dbdae5a0c9673ac072e)
Esempio: Fir. nov. 3. 218. E così mezzo ridendo gli rispose: Eh andate andate, baionaccio.


2) id: 594b37b105794853805d502df69467e2)
Esempio: E Trin. 5. 6. Non voglio domandargliene, che e' mi direbbe ogni cosa al contrario, che per un baionaccio egli è desso.
474) Dizion. 4° Ed. .
MADRIGALETTO
Apri Voce completa

pag.115



1) id: 8f5f560bb0d54734b983e5e98fcb79d1)
Esempio: Fir. Luc. 1. 1. Lasciami vedere, s'io ho quel madrigaletto, ch'i' feci fare in laude sua.
475) Dizion. 4° Ed. .
COMBRICCOLA
Apri Voce completa

pag.712



1) id: ec2b231730cf4ae5a5343e2442c4ca55)
Esempio: Fir. As. 50. Egli ci va attorno la notte una certa combriccola di giovani d'alto affare.


2) id: 37cd4388479f4dd4b8579fcb49f4040c)
Esempio: Segn. Mann. Apr. 17. 4. È unità volta al male, unità di combriccole, unità di congiure, unità di persecuzioni.
476) Dizion. 4° Ed. .
RAMMANTARE.
Apri Voce completa

pag.57



1) id: 6ccb7e5adfe6474e840eae0e81d7839b)
Esempio: Rim. ant. P. N. Riccuc. da Fir. E di ciò mi rammanto, E vivone in gioire.
477) Dizion. 4° Ed. .
FOGLIAME
Apri Voce completa

pag.483



1) id: 0a43b607b6cc438dba6c633c7a88c378)
Esempio: Fir. rim. 43. Mira quel bel fogliame, ch'uno acanto Sembra, che sopra un mur vada carponi.


2) id: b031b948b9d44002b5e65d5a6ac7541d)
Esempio: Red. lett. 1. 147. Spezialmente se con catene d'oro fosse appeso, e con circostanti fogliami pur d'oro fosse stato adorno.
478) Dizion. 4° Ed. .
GHIACCIA.
Apri Voce completa

pag.595



1) id: a3f4216d7d0b436fb478942cee99235b)
Esempio: Rim. ant. P. N. Ricc. da Fir. Visto ho ec. E fredda ghiaccia per calor disfare.
479) Dizion. 4° Ed. .
SONETTACCIO.
Apri Voce completa

pag.587



1) id: f3e591c4b61040c98fd9fa714d1ae63b)
Esempio: Fir. rim. 53. Altro ci vuol ch'un sonettaccio, a cui Tronche abbia l'ossa la cieca ignoranza.